La pagnotta più salata? Si compra a Milano A Bari il forno "low cost"

Nel capoluogo lombardo un chilo di <em>ciabatta</em> costa fino a 5 euro al chilo, mentre in Puglia per il pane <em>di Altamura</em> si spendono solo 2 euro al chilo

Il pane, uno degli alimenti base della cucina italiana, è più salato al nord. Non si tratta di gusti, ma del peso che grava sulla spesa degli italiani. A Milano si può arrivare a spendere fino a 5 euro per un chilo di ciabatta, mentre a Bari il tipico pane di Altamura costa 2 euro al chilo.  I dati sono stati diffusi dall'Osservatorio prezzi con l'indagine "Codici sui prezzi del pane" nelle varie città italiane e da cui emerge che le oscillazioni sul prezzo sono molto forti.

Nel capoluogo lombardo - rileva l’Osservatorio - i prezzi del pane non sono certo economici e per un chilo di rosette si spende dai 3,60 ai 4 euro. Un po' meno costosi i panini all’olio d’oliva (tra i 2,50 e i 3,50 euro circa al chilo) e quelli integrali (dai 2 ai 3 euro al chilo). I prezzi schizzano per la classica michetta che arriva a costare tra l'1,50 ai 2 euro al pezzo.

A Roma, invece, per un chilo di rosette si pagano circa 2,80 euro, mentre per il pane casereccio costa circa 3,50 euro al chilo. I panini all’olio viaggiano sui 4,90 euro al kg mentre i panini integrali costano 3,20 euro al kg.

E più si va a Sud, più i prezzi calano: a Napoli il pane di grano si aggira intorno a 1,50 euro mentre per le rosette si paga da 2 ai 2,20 euro. I panini all’olio costano 0,20 cent l’uno, mentre quelli integrali circa 0,25 cent l’uno. Per il pane casereccio la spesa va da 1,40 fino a 1,80 euro al kg.

Bari è però la più economica in Italia: per un chilo di ciabatte di grano si spende circa 2,20, mentre per le rosette circa 2,10 euro.