"No cittadinanza a Segre, non ha meriti particolari": scoppia bufera in Sicilia

"La senatrice Liliana Segre non ha meriti particolari verso la comunità", sarebbe la decisione motivata dalla maggioranza. Interviene il sindaco

Il consiglio comunale di Geraci Siculo, un piccolo borgo delle Madonie in provincia di Palermo, ha respinto a maggioranza la proposta di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. La proposta, che mirava a dare riconoscimento all'impegno della senatrice a vita contro il razzismo e l'antisemitismo, era stata presentata dal gruppo di opposizione "UniAmo Geraci". La maggioranza l'ha bocciata con varie motivazioni tra cui il fatto che Liliana Segre non avrebbe alcun merito particolare nei confronti della comunità siciliana. Il comune ha pertanto, deciso di respingere la proposta di cittadinanza dopo una riunione fiume al Comune durata quasi due ore per un solo punto all'ordine del giorno. Secondo l'amministrazione comunale un nuovo riconoscimento alla senatrice avrebbe potuto assumere un carattere discriminatorio nei confronti di tutti gli altri deportati nei lager nazisti.

Il capogruppo della minoranza, Gaetano Scancarello, ha giudicato risibili le ragioni del rifiuto con il quale sarebbe stata scritta "una brutta pagina della storia politica recente di Geraci Siculo". La mozione si poneva in continuità con il percorso già intrapreso nella comunità geracese su tali argomenti, con le iniziative in ricordo delle vittime dei totalitarismi, spiegano dal gruppo consiliare UniAmo Geraci, e conteneva anche altre iniziative contro il razzismo e la xenofobia, che erano state già esaminate e approvate all'unanimità dal Consiglio nell'ultima seduta dello scorso 23 dicembre. L'ultimo punto della mozione respinta impegnava l'amministrazione comunale a "disporre gli atti necessari alla concessione della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, per l'opera di testimonianza e mantenimento della memoria della Shoah, di cui fu vittima, e per l'impegno a tutela dei diritti umani e contro ogni forma di razzismo, xenofobia, intolleranza, discriminazione, violenza e odio". Secondo la ricostruzione dell’opposizione, per "quanto emerso dalle dichiarazioni dei vari esponenti della maggioranza e dell’amministrazione, il valore e l’autorevolezza della signora Segre sarebbero già stati riconosciuti con la sua nomina a Senatrice a vita, ritenendosi, pertanto, immeritevole e fuori luogo il riconoscimento alla stessa anche della cittadinanza onoraria di Geraci Siculo, comunità rispetto alla quale la signora Segre non avrebbe ad oggi acquisito alcun merito particolare". Infine il gruppo in un lungo post su Facebook lascia alla alla cittadinanza e all’opinione pubblica le valutazioni del caso. "Per parte nostra riteniamo, senza mezzi termini, che si sia scritta una delle più brutte pagine della storia politica recente del nostro Comune".

L'opposizione va giù duro e spiega come siano state "incomprensibili e imbarazzanti le contraddizioni in cui sono caduti il presidente del Consiglio, Giuseppe Puleo, e il capogruppo di maggioranza, Gaetano Scialabba che, nonostante siano stati uniti nella bocciatura della mozione portata all’ordine del giorno, sono stati artefici di interpretazioni diverse e a tratti assurde di un loro documento, depositato agli atti del Consiglio, che pretenderebbe di spiegare le motivazioni del voto contrario".

Pronta la replica del sindaco di Geraci Siculo Luigi Iuppa che ha invitato la senatrice Liliana Segre "a venire a Geraci per dare una sua testimonianza diretta. A tal proposito si propone di invitarla in occasione del primo anniversario della posa della pietra di inciampo per il nostro concittadino Liborio Baldanza che verrà celebrato ad aprile". Il primo cittadino madonita e il gruppo di maggioranza hanno deciso di spiegare in una lunga nota il loro no frutto di una scelta ponderata. "Continuiamo ad essere convinti - spiegano il sindaco e gli altri dieci componenti del Gruppo Consiliare “Geraci Bene Comune” - che la concessione di una cittadinanza onoraria non sia un gesto simbolico, che la vicinanza della comunità di Geraci alla Senatrice Segre per gli attacchi personali ricevuti negli ultimi mesi vada dimostrata con altre azioni, che la vita, l’esempio e la testimonianza della Senatrice devono tramutarsi in azioni e progetti a favore delle giovani generazioni in modo da determinare un cambiamento nei comportamenti e il rispetto dei valori della libertà, della democrazia, dell’accettazione del diverso e dello straniero, del dialogo. Solo in questo modo, i sacrifici di tanti cittadini europei, pagati anche con la vita, soprattutto durante i regimi totalitari imperanti in Europa nel secolo scorso, possono fungere da ispirazione per le giovani generazioni, per la creazione di società aperte e tolleranti, e di comunità che accolgono le minoranze. Riteniamo e ci auspichiamo che la presenza della Senatrice Segre a Geraci, la sua testimonianza diretta e la sua personale condivisione con le giovani generazioni del nostro paese e del comprensorio madonita possa realizzare ed instaurare quel legame con la comunità e con il territorio necessario affinché la cittadinanza onoraria non sia soltanto un gesto simbolico".

Commenti

antonmessina

Ven, 10/01/2020 - 16:55

hanno perfettamente ragione

buonaparte

Ven, 10/01/2020 - 17:19

io lo ho sempre detto che non è giusto dare la cittadinanza onoraria alla segre in un comune qualsiasi . non ha senso. ce uno specifico regolamento che detta i principi per dare la cittadinanza . cosi come non mi piacciono le pietre di inciampo che vanno di moda adesso. ne ho viste rovinate, sconnesse , sporche , calpestate e sporche con escrementi di animali e ecc.torniamo alle belle targhe sui muri piu visibili meno pericolose e piu pulite .BASTA CON QUESTE MODE per FATTI DI 80 ANNI FA . vorrei inoltre invitare ad informarsi bene cosa avveniva dentro i lagher da parte degli ebrei e da parte delle guardie che per la maggioranza erano di religione musulmana ed origine palestinese.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 10/01/2020 - 17:24

Sono d'accordo con la decisione del Comune ; con tutto il rispetto ,meritato , per la Senatrice non vedo motivi tali da giustificare questa onorificenza ,peraltro inutile .

filder

Ven, 10/01/2020 - 17:45

Con tutto rispetto per la signora Segre e comprensione per quello che a sua volta ha subito ma non credo sia il caso a santificarla o farla beata, molti come lei hanno subito la stessa sorte o peggio e sono caduti nell'oblio e senza particolari atti di cittadinanza

gianf54

Ven, 10/01/2020 - 17:56

Che c'entra la Segre con Geraci Siculo? ( a proposito: dove si trova?)

REX5000

Ven, 10/01/2020 - 18:08

Mio padre è stato quasi due anni nei campi di concentramento ,liberato dai Russi tornato in Italia malato e sfinito e come premio a patito la fame per anni e i finti partigiani tutti i meriti e i migliori lavori e la pensione di guerra.La commissione medica di Genova voleva il certificato medico firmato dal medico del campo di concentramento.Non è una barzelletta è la schifosa verità della nostra Italia

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 10/01/2020 - 18:19

strumentalizzano sta povera vecchia per fare propaganda politica

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 10/01/2020 - 18:20

ma almeno la proposta è arrivata il 6 gennaio???

Libertà75

Ven, 10/01/2020 - 18:39

ma perché dovrebbero dare tutti la cittadinanza onoraria? ma questi comportamenti fascisti li vogliamo abbandonare o bisogna sempre far vedere che il fascismo non è morto?

sparviero51

Ven, 10/01/2020 - 18:51

E BASTA CON QUESTA STUCCHEVOLE , IPOCRITA , BUONISTA-PELOSA COMMEDIA . ENORME CONSIDERAZIONE PER QUELLO CHE QUESTA SIGNORA HA SUBITO E VISSUTO ,MA COME LEI LO HANNO SUBITO ALTRE SEI MILIONI DI ESSERI UMANI DEL SUO POPOLO . FOSSI IN LEI MANDEREI AFFANXULO TUTTA QUESTA PLETORA DI FARISEI LECCHINI !!!

paco51

Ven, 10/01/2020 - 19:05

concordo!

venco

Ven, 10/01/2020 - 19:32

Da qualche parte d'Italia c'hanno ancora un po di cervello.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 10/01/2020 - 19:39

Tutti a strisciare di fronte al popolo eletto.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Ven, 10/01/2020 - 19:42

Hanno perfettamente ragione. Ma sulla base di che cosa adesso bisogna dare per forza a questa qui la cittadinanza onoraria dell'intero orbe terracqueo?

cecco61

Ven, 10/01/2020 - 19:42

Come gianf54 neppure io so dove si trova questo paesello e, certamente, neppure la Segre l'ha mai sentito nominare prima d'ora. E' la nuova battaglia dei sinistrati: se non dai la cittadinanza onoraria alla Segre sei fascista, razzista ecc. ecc. e scatenano un putiferio. Questi fenomeni di UniAmo Geraci perché non fanno qualcosa per ricordare le vittime del comunismo? Ah, già, sono comunisti pure loro (comunque si facciano chiamare).

Giorgio Rubiu

Ven, 10/01/2020 - 19:57

Non credo che alla Signora Segre della cittadinanza onoraria di Geraci Siculo importi gran che e lo schiaffo morale del rifiuto non le farà alcun male, considerando quello che le ha già dovuto subire nella sua vita. Cittadinanza onoraria in più o in meno non cancelleranno ne accentueranno le sofferenze dell'inferno che ha già vissuto e che i consiglieri comunali di Geraci Siculo non possono nemmeno immaginare.

Divoll

Ven, 10/01/2020 - 20:53

Quali sarebbero i meriti della signor in Sicilia?

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 10/01/2020 - 21:24

Veramente è la sua commissione parlamentare ad essere discriminatrice, visto che pensa solo agli ebrei e la altre religioni non le considera neanche lontanamente. Di cristiani ne stanno ammazzando nel mondo a volontà, però di questo non importa niente a nessuno.

Ritratto di asimon

asimon

Ven, 10/01/2020 - 21:51

però vedere i sinistri che solo dopo settantacinque anni si interessano di una signora che ha subito sulla propria pelle un fatto gravissimo mi fa dubitare della loro sincerità, anzi sono certo che stanno strumentalizzando tutto il possibile, mi dispiace anche che non sia la signora stessa a ricordare ai sinistrati che in questi 75 anni di lei non si interessava nessuno se non marginalmente

brunog

Ven, 10/01/2020 - 22:14

Tutte queste onorificenze sono ipocrisia, si danno cittadinanze onorarie a una donna che ha avuto la sventura di finire in un campo di concentramento e ha avuto la fortuna di sopravvivere, mentre allo stesso tempo si dimenticano milioni di vittime senza nome che non hanno avuto la fortuna di sopravvivere e ritornare a casa. Tutto questo caos e' stato innescato dalla mummia Mattarella con la nomina a senatore a vita. Anche la Signora Segre non avrebbe dovuto prestarsi a questi giochi. In tutta questa farsa, la sinistra ci sguazza per mettere in evidenza le vittime del nazi-fascismo negando le vittime del comunismo.

cir

Ven, 10/01/2020 - 22:20

finalmente un comune con una maggioranza degna dio rispetto !!!

cir

Ven, 10/01/2020 - 22:22

che faccia da ARPIA !!

nopolcorrect

Ven, 10/01/2020 - 22:59

Obiettivamente la signora Segre è già senatrice a vita, è notissima in Italia, non si vede che cosa di importante aggiungerebbe al suo curriculum la cittadinanza di un piccolo comune siciliano, si può solo pensare che farebbe per la prima volta conoscere a livello nazionale il nome di questo prima sconosciuto comune.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 10/01/2020 - 23:28

Tutti i Comuni d'Italia dovrebbero dare la cittadinanza onoraria automatica alla Signora Segre. Solo così potrà finire una pratica vergognosa usata dalle sinistre che speculano politicamente sulla tragedia della Shoah.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 11/01/2020 - 07:53

Al netto di tutta la retorica si attende un elenco dettagliato delle benemerenze della signora. Ci vergogniamo, in quanto esseri umani, di come gli ebrei sono stati trattati da fascisti comunisti e nazisti. Però le vittime,tutte, vanno risarcite non premiate.

buonaparte

Sab, 11/01/2020 - 09:17

REX . . questi racconti dobbiamo ripeterli piu volte come abbiamo fatto con le foibe che i comunisti negavano e solo grazie ad internet che non riuscivano a controllare abbiamo fatto sapere al mondo dei 12.000 morti delle foibe ad opera dei comunisti tra il 44 ed il 46. lo stesso abbiamo fatto con la strage di schio costringendo a ritirare la medaglia al valore che la pinotti dette ai partigiani comandati dal TEPPA che fecero la strage di scio uccidendo 70 persone tra bimbi nonni donne --DOVRESTE CREARE UN SITO DOVE TUTTI NOI POSSIAMO SCRIVERE LA STORIA DEI NOSTRI PARENTI PRIMA CHE SE NE PERDA LA TESTIMONIANZA. I COMUNISTI CONTANO SUGLI ANNI CHE PASSANO E SUI TESTIMONI CHE MUOIONO PER POTER NASCONDERE TUTTO.VI SIETE MAI CHIESTI PERCHè FU PROPRIO TOGLIATTI A PROPORRE LA PRIMA ED ANCHE LA SECONDA AMNISTIA PER I REATI FATTI IN GUERRA?

buonaparte

Sab, 11/01/2020 - 09:23

ASIMON .. i comunisti fin dagli anni sessanta facevano manifestazioni enormi contro israele con le bandiere dei palestinesi.ricordo che israele fu la patria creata per salvare gli ebrei da future persecuzioni.ricordo che i comunisti fino a pochi anni fa facevano credere che la brigata palestinese era composta da palestinesi musulmani e non da ebrei come in realtà era composta . nascondendo che invece i palestinesi erano alleati di hitler al quale suggerirono la shoah e fornirono piu di 5000 musulmani per rastrellare ed uccidere gli ebrei nei campi di sterminio.nei lagher erano i piu feroci.la signora segre ne ha incontrati nel suo? INFORMATEVI .

Dordolio

Sab, 11/01/2020 - 09:26

Al tempo mauriziogiuntoli.... Io non sento di dovermi vergognare DI NULLA per esempio. Sono nato DOPO e non ho alcuna responsabilità per quel che è successo PRIMA. A mio nonno i nazisti in ritirata fecero saltare la casa (probabilmente perchè era di idee socialiste e lo sapevano). Nella tradizione familiare si racconta che: "perdemmo tutto... si salvò solo il gatto...." Dovremmo forse avere delle benemerenze? Forse, se fossimo ebrei, direi (a quanto pare). Non solo, non apprezzo il clima del "ditino puntato" teso a criminalizzare tutti i "gentili" che devono chinare il capo e scusarsi per ciò di cui, OGGI, non hanno alcuna responsabilità. E forse nemmeno ieri.

Paparella48

Sab, 11/01/2020 - 09:29

Brunog concordo con te e vorrei dirti che non conosco ebrei poveri,le sinagoghe di molte città sono piantonate e protette da militari che noi cittadini paghiamo. I deportati nei campi di concentramento sono stati milioni ,ma senatori a vita per questi meriti ce ne sono stati quasi niente.Le speculazioni politiche della sinistra su campi di concentramento Shoad, immigrazioni non finirà mai.

jaguar

Sab, 11/01/2020 - 10:54

Hanno ragione, basta con questo buonismo a tutti i costi.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 11/01/2020 - 10:54

Io non ho niente contro la Segre, ma non capisco questo accanimento a dare la cittadinanza a qualcuno in tutti i paesi d'italia. Ma l'ha prescritto il medico? Non hanno altri problemi da discutere?

momomomo

Sab, 11/01/2020 - 11:04

E quali particolari meriti verso la comunità avrebbe la senatrice a vita Liliana Segre, per meritarsi la cittadinanza onoraria? Molto gradito un eventuale elenco.....

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 11/01/2020 - 13:13

Dordolio# Ho scritto "fascisti comunisti e nazisti" non a caso. Sono le principali dottrine politico-sociali che han governato il mondo e lo stanno ancora facendo. Ma nessuno lo vuole ammettere. Al di fuori c'è poca roba. Il liberalismo in cui tutti faremmo il bagnetto volentieri ormai è un'utopia. Lei dice di avere subito vessazioni perché socialisti. Appunto. Di innocenti ce ne sono davvero pochi. Ieri ed oggi.

Epietro

Dom, 12/01/2020 - 11:55

Sono anch'io del parere di momomomo:"quali particolari meriti verso la comunità avrebbe la senatrice a vita Liliana Segre, per meritarsi la cittadinanza onoraria? Molto gradito un eventuale elenco. IL fatto poi di essere stata in un lager nazista, non mi sembra né un merito né un demerito, è logico sia antirazzista e se tutti gli antirazzisti dovessero essere nominati senatori a vita..