Morti carbonizzati dopo il brindisi social, spunta il video dello schianto

La telecamera di videosorveglianza ha immortalato lo schianto dell'auto finito sabato notte contro un albero nel palermitano. L'incidente è costato la vita a due giovani Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura di 16

Due ragazzi sono morti e altri tre sono rimasti feriti in modo grave in un incidente avvenuto, tra le 3 e le 4 di sabato scorso, in via Piersanti Mattarella a Belmonte Mezzagno (Palermo). I cinque, tre minori e due maggiorenni, si trovavano a bordo di una Bmw serie 1 che a causa della forte velocità è finita fuori strada e ha preso fuoco. Un 16enne, rimasto incastrato nelle lamiere posteriori del veicolo, è morto carbonizzato, mentre un 17enne è deceduto poi in ospedale a causa delle gravi lesioni riportate. Gli altri tre giovani, un minore e due maggiorenni, sono stati portati in diversi ospedali di Palermo. Una telecamera di videosorveglianza ha immortalato lo schianto dell'auto. L'incidente è costato la vita a due giovani Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura di 16. Alla guida c'era il ventenne Rosario Musso, arrestato perché risultato positivo a cannabis e alcol. Il giovane è accusato di omicidio stradale. Indagano i carabinieri della compagnia di Misilmeri e della stazione di Belmonte.

Dopo gli accertamenti, il giovane è stato trattenuto al Policlinico di Palermo, dove è ricoverato con fratture multiple alle costole, agli arresti domiciliari. Secondo le ricostruzioni dei carabinieri di Misilmeri (Palermo), i ragazzi stavano tornado in auto dopo una serata trascorsa nel capoluogo siciliano. Intorno alle 4 lo schianto: la vettura, lanciata a forte velocità, è finita fuori strada in un dirupo dopo avere sradicato nell'impatto un albero d'ulivo e, a quel punto, ha preso fuoco. Non c'è stato nulla da fare per un 16enne, morto carbonizzato, dopo essere rimasto incastrato nella parte posteriore del veicolo. Un altro passeggero di 17 anni è invece deceduto poi in ospedale a causa delle gravi lesioni riportate. Gli altri due ragazzi, sopravvissuti, oltre al conducente, sono stati soccorsi e portati in ospedale. A destare maggiore preoccupazione sono le condizioni di un 21enne, fratello del 16enne morto tra le fiamme, ricoverato all'Ospedale civico in prognosi riservata con uno schiacciamento al torace e un versamento pleurico. Il terzo ferito, un 14enne cugino del conducente, ha riportato fratture multiple e 30 giorni di prognosi all'ospedale Buccheri La Ferla. Sul posto i militari hanno trovato l'auto completamente distrutta e tracce di un'evidente lunga frenata

Commenti

Ernestinho

Mar, 22/10/2019 - 07:54

Maledetta velocità!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 22/10/2019 - 10:31

Ernestinho, non maledetta velocita', bensi' maledetta accoppiata droga/alcool e volante...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 22/10/2019 - 10:37

...4 del mattino,....14,16,17 anni,....conducente 20 anni,....BMW,...cannabis,alcol,...E i "genitori"?...Tutto normale?...Incidente?