Odissea per i passeggeri di un volo AirItaly Milano-Palermo: atterrati con 15 ore di ritardo

I passeggeri di un volo AirItaly in partenza da Malpensa dovevano decollare nel pomeriggio del 9 settembre. Ma sono arrivati solo il 10 all'orario di pranzo

Odissea per i passeggeri di un volo AirItaly in partenza da Milano Malpensa e diretti a Palermo. Dovevano atterrare ieri intorno alle 19,30 all'aeroporto Falcone Borsellino di Palermo. Invece sono arrivati solo stamattina, con oltre 15 ore di ritardo. Il volo doveva partire ieri alle 17,50. Dopo il primo ritardo accumulato di due ore, sono cominciati i guai. I passeggeri sono stati fatti salire a bordo del velivolo. Ma dopo un giro sulle piste di Malpensa, il ritorno al gate per non precisati problemi. Pare che il comandante sia rientrato per una spia accesa nel quadro comandi. A questo punto è calato il silenzio da parte della compagnia aerea che non è riuscita a dare informazioni precise ai passeggeri.

"Solo alle 2,30 di notte ci hanno detto che non saremmo partiti prima della mattinata e che potevamo accomodarci in un hotel vicino messo a disposizione dalla compagnia, ma con l’avvertimento di dover tornare in aeroporto alle 3,30 - racconta un passeggero del volo AirItaly -. Un’autentica presa in giro. E non è finita. Perché, mentre dopo 15 ore di attesa il nostro gate sembrava un accampamento, con bambini stremati, soggetti malati e loro familiari abbandonati a se stessi, turisti increduli, ci è stato comunicato che il volo, previsto per le 7,20 sarebbe partito con altre due ore di ritardo. C’è chi stava per reagire veramente male e chi per fortuna ha placato gli animi. Ma una cosa è certa, AirItaly ha causato ai suo passeggeri un danno enorme, che va ben oltre il rimborso del biglietto". L’odissea è terminata poco prima della 12 di oggi, quando il loro velivolo è atterrato all’aeroporto di Palermo. Fra rabbia e stanchezza c’è già chi pensa ad intentare un’azione risarcitoria.

Ma i passeggeri del volo AirItaly provenienti da Milano non sono gli unici ad aver subìto una simile odissea. Disagi ieri mattina anche per un centinaio di persone che si sono presentate all'aeroporto internazionale di Malta per imbarcarsi alle 5,30 con destinazione Palermo con un volo Air Malta. Sono arrivati a destinazione soltanto 18 ore dopo. A causare il ritardo da record su una tratta di appena 45 minuti di volo, secondo la compagnia aerea - che si è scusata su Twitter - è stata la coincidenza di due aerei fermi per guasti tecnici (uno perché colpito da un fulmine) e di un "picco di malattie" del personale di volo a provocare il danno per i passeggeri che, secondo quanto riportano i media maltesi, sono stati lasciati per ore senza chiare indicazioni sul destino del loro volo. Il ritardo sul Malta-Palermo, che è partito soltanto alle 22,51 ed è arrivato alle 23,34, si è poi riflesso sui passeggeri del volo di ritorno a Malta. Non è la prima volta che i passeggeri sono costretti a subire ritardi così importanti.