«Pasti a domicilio, gite e parrucchiere»

Dal 20 luglio torna «Il pane e le rose» per gli anziani: numero verde, assistenza, farmaci, giornali, cinema e «Pony della solidarietà». Maiolo: più custodi sociali

Chiara Campo

Consegna di pasti e farmaci a domicilio, ma anche gite al parco Nord e del Ticino, beauty farm a prezzi speciali, cinema, pizza e gelati gratuiti. Torna dal 20 luglio al 4 settembre «Il Pane e le Rose», pronto intervento estivo per gli anziani milanesi promosso dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune. Dal 20 luglio basterà chiamare il numero verde 800071471, attivo tutti i giorni (anche sabato e domenica) dalle 8 alle 19 per richiedere gli interventi. Dieci operatori risponderanno al call center e attiveranno la «centrale operativa». Per garantire un servizio puntuale, il Comune rispetto all’anno scorso ha potenziato la «task force» di 15 elementi, quindi gli operatori saranno 90, costantemente affiancati da un medico, due infermieri professionali e un membro dell’associazione Medici nel mondo per risolvere i casi di emergenza. Grazie al contributo di 70mila euro, telefonini e schede offerti da Tim, a supportare il lavoro degli assistenti sociali ci saranno anche i «Pony della solidarietà», attivi a Milano e in altre cinque città.
Assistenza sociale e compagnia sono i due lati del «Pane e le Rose». Il Comune conta di consegnare circa 1.450 pasti a domicilio al giorno, 150 in più del 2004, offrirà aiuto domestico, accompagnerà gli anziani a visite mediche o commissioni, fornirà buoni pasto gratuiti da 5 a 20 euro per i supermercati, consegna della spesa e dei farmaci, assistenza medica e infermieristica a domicilio, ricoveri urgenti negli ospedali e nelle case di riposo. La parte «ludica» del pronto intervento estivo prevede invece gite guidate in bus (condizionati) al parco Nord e del Ticino, taglio e piega gratis, il pacchetto parrucchiere-pedicure curativo o manicure-massaggio drenante alle gambe a 10 euro alle beauty farm di via Anselmo da Baggio e via Pucci 3, cinema, pizza, gelati e abbonamenti gratuiti in piscina, consegna di quotidiani a domicilio, visite guidate gratis ai musei di Scienza e della tecnica e di Storia naturale, dotati di ambienti climatizzati, e possibilità di trascorrere qualche ora in compagnia in luoghi condizionati, come le rsa o i centri diurni integrati.
«Tra pochi giorni aggiungeremo 6 postazioni di custode sociale alle 50 già attive in città - aggiunge l’assessore alle Politiche sociali, Tiziana Maiolo - e tre salottini con aria condizionata nelle case popolari. Da poche settimane forniamo gratis la teleassistenza agli over 85 che vivono soli, e con questo servizio oggi riusciamo a controllare 5.000 anziani. Non andrà in ferie, inoltre, l’assistenza domiciliare che forniamo tutto l’anno a 7.000 anziani parzialmente autosufficienti». Maiolo ricorda che dall’anno scorso è stata compilata la mappa della solitudine «per conoscere gli anziani che vivono soli», ed è emersa la «mappatura del bisogno» con i casi di maggior difficoltà. «Incrociando i dati con quelli dell’Asl - spiega - è emerso che gli anziani a rischio sono circa 5.000 Sull’emergenza caldo non ci siamo fatti prendere in contropiede, e abbiamo attivato 416 operatori sociali e domiciliari per fronteggiare le emergenze».