Pdl, il premier: "Porte spalancate all'Udc"

Il partito del Popolo delle
Libertà punta al 51% dei consensi e confida in un ripensamento
del leader dell’Udc Pierferdinando Casini per un ingresso nel
nuovo partito di centro destra o perlomeno in una allenza. Berlusconi: "Il Pdl sarà il partito degli italiani che amano la libertà"

Roma - Il partito del Popolo delle Libertà punta al 51% dei consensi e confida in un ripensamento del leader dell’Udc Pierferdinando Casini per un ingresso nel nuovo partito di centro destra o perlomeno in una allenza.

Sondaggi favorevoli al Pdl "Siamo secondo gli ultimi sondaggi ora al 43% e puntiamo al 51% sappiamo come arrivarci e sono personalmente sicuro che ci arriveremo", ha detto Berlusconi. Il leader del centro destra ha poi risposto sull’opportunità di far entrare nel nuovo partito, nato dall’unione di Forza Italia e Alleanza Nazionale, anche un’altra compagine politica. In questa potrebbe confluire "certamente l’Udc di Casini, che evidentemente con il suo leader piuttosto che essere secondo a Roma ha preferito essere primo in un piccolo villaggio". E, guardando agli elettori centrisi, ha detto: "Sono sempre stati nel centro destra, per loro le porte sono spalancate". Proprio per questo Berlusconi confida ancora in un ripensamento di Casini: "In un ripensamento o, comunque, in una alleanza".