Pedofilia, Capanna all'attacco di Ratzinger: "È ossessionato dal '68"

L'ex leader del Sessantotto contro Benedetto XVI e il suo intervento sulla pedofilia: "Le parole di Ratzinger un'esagerazione abnorme"

L'intervento di Joseph Ratzinger sulla pedofilia, la Chiesa e la Rivoluzione sessuale del 1968 ha destato scalpore. Inutile nasconderlo. Il testo di 18 pagine del Papa emerito è un vero e proprio atto di accusa contro il '68 e tutto ciò che gli ruota attorno. Non poteva mancare, dunque, la replica di chi - in un modo o nell'altro - è stato il leader di quel periodo di rivolte studentesche e liberalizzazione sessuale: Mario Capanna.

"Joseph Ratzinger è chiaramente ossessionato dal '68 - attacca Capanna, raggiunto dall'Adnkronos - le sue parole sconcertano ma non mi sorprendono, visti i precedenti". Secondo Benedetto XVI l'origine degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa "va fatta risalire al collasso morale del Sessantotto". Non la pensa così però l'ex sessantottino: "Il fenomeno degli abusi sessuali, anche sui minori, purtroppo è un fenomeno vecchio come il mondo che si perde nella notte dei tempi. Forse, Ratzinger si riferiva all'anno 68 avanti Cristo... - chiosa Mario Capanna - Ma, date a parte, resta il fatto che non è la prima volta che Ratzinger cita il '68 sia da teologo che da cardinale e poi da Papa, avendo parlato a suo tempo di 'cesura del Sessantotto' vedendovi 'l'inizio o l'esplosione della grande crisi culturale dell'Occidente' mentre oggi rincara la dose descrivendolo come 'collasso morale'. Lui - ricorda - ne subì le contestazioni e si mosse in prima fila per reprimere la teologia della liberazione in America Latina, ora per fortuna rivalutata da Papa Francesco".

Per Capanna, "le parole di Ratzinger, per il quale parrebbe quasi che il '68 sia stato peggio di Attila e avrebbe prodotto tutti i mali della società contemporanea, compresa la pedofilia, mi sembrano davvero un'esagerazione abnorme e, lasciatelo dire proprio a me, estremista. E invece nel '68, sull'onda del rinnovamento segnato dal Concilio Vaticano II e al netto delle resistenze conservatrici presenti nella Chiesa, si vide la nascita dei preti operai e delle comunità di base. Come dopo Pio XII arrivò la rivoluzione di Papa Giovanni, dopo Benedetto XVI è arrivata la rivoluzione di Papa Francesco: questo testimonia proprio la saggezza plurimillenaria della Chiesa cattolica e del Cristianesimo".

Commenti

Giorgio Colomba

Gio, 11/04/2019 - 13:11

Capanna il rivoluzionario: hasta il vitalizio, siempre.

agosvac

Gio, 11/04/2019 - 13:20

Mi sembra che sia Capanna che non ha capito niente: il '68 è stato un periodo di dissoluzione di cui paghiamo le conseguenze ancora oggi. Per quanto riguarda la pedofilia è vero che c'è sempre stata, forse, però, è aumentata col diminuire della moralità.

evuggio

Gio, 11/04/2019 - 13:33

ma questo non si era ritirato a fare il contadino? CHi è quel genio che l'ha tirato giù dal trattore? e poi cosa ci si può aspettare che esca da quel grande saggio dei sinistrati milanesi? E qui mi taccio perchè il resto non sarebbero domande!

db1818

Gio, 11/04/2019 - 13:45

Gl'estremisti non dovrebbero avere diritto di parola, nel caso di Capanna ancora di più. Parliamo di vitalizi invece .......

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 11/04/2019 - 13:53

Lui è ossessionato dal 68, arrivò a definirli “anni meravigliosi” e forse fece bene visto il codazzo di beccaccioni che continua a perseguire la bellezza di un periodo storico che sfasciò tutto, dalle panchine dei parchi pubblici, alle vetrine dei negozi , fino al terrorismo e alla vita degli altri. Troppa gente ammicca ancora al grande giacobino, gente che si è camuffata da politico, da personaggio televisivo, scrittore e via così, una classica sceneggiata all’italiana dove, come sempre, a perdere sono stati solo i morti ammazzati.

il corsaro nero

Gio, 11/04/2019 - 14:04

Caro Capanna, un bel tacer non fu mai scritto!

manente

Gio, 11/04/2019 - 14:06

I soli al mondo assolutamente incapaci di fare la benché minima autocritica sono quelli come Capanna, incapaci di comprendere che il fine ultimo dei registi più o meno "occulti" della apparente liberazione del '68 era quello di imporre la peggiore delle schiavitù, quella del "pensiero unico" di orwelliana memoria che imperversa adesso in Italia ed in Occidente!!!

SPADINO

Gio, 11/04/2019 - 14:29

Capanna invece raccoglie i frutti del 68 avendo due o tre Vitalizi...pagati dagli italiani. e soprattutto non si vergogna!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 11/04/2019 - 14:47

non mi toccate capanna! il poverino è stato sempre una mezza calzetta, è stato il lato tragicomico del 68! non ha torti, non comandava nulla e non ha fatto nulla(ne di bene e neanche di male)l'unica cosa che ha preteso dalla "rivoluzione" è stato il 66 su 110 all'esame di laurea un giro nella giostra parlamentare e una pensioncina da 5.000 euro; diciamo la verità ha fatto danni proporzionati alla sua "statura umana e rivoluzionaria"

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/04/2019 - 15:51

certo kompagno,per te,il '68, è stato il trampolino per l'arte del valasso: mangiare,bere ed andare a spasso a spese di Pantalone,vitalizio da gagà incluso!!!

corivorivo

Gio, 11/04/2019 - 16:59

due vitalizi e una capanna

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 11/04/2019 - 20:59

Il papa emerito ha pienamente ragione! Ma se l'hanno sempre sbandierata come una loro conquista questa "rivoluzione sessuale", cosa parla a fare 'sto babbascione? Come se prima del 68 la gente non scopava! ma statti zitto e goditi i tuoi 5000 euri al mese che paghiamo noi lavorando fino a 90 anni compiuti!

carlottacharlie

Gio, 11/04/2019 - 21:00

Capanna? Quello di cervello bruciato e dedito farsi mantenere dai cittadini, tutti, italiani? Te lo raccomando uno che ha scheletri nell'armadio.

Ritratto di pediculus

pediculus

Gio, 11/04/2019 - 21:16

Papa Benedetto XVI non mi paree che abbia inteso dire che la pedofilia è nata con il '68. Ha voluto affermare che l'ideologia tipica di quegli anni ha prodotto, fra le tante e gravi conseguenze, anche l'accettazione e la promozione di libertà "assassine" di cui stamo pagando e pagheremo le conseguenze !