Pendolari, in Lombardia 43 treni in più

Tra domenica e lunedì aumentano le corse sulle tratte calde, soprattutto sulla Treviglio - Bergamo. Sarà riaperta la stazione di Rho

Quarantatre nuove corse del servizio ferroviario regionale, gestite da Trenitalia&LeNord, verranno introdotte da domenica 6 e lunedì 7 settembre. Sedici nuove corse, per il servizio sperimentale fino a dicembre, saranno attivate, in particolare, sulla linea Bergamo - Treviglio, dove verranno aperte le nuove stazioni di Stezzano, Levate e Arcene. Sarà anche ripristinata la fermata di Rho Centro.
«Prende dunque il via l'operazione per il miglioramento del servizio annunciata nei mesi scorsi - spiegano il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo -. L'obiettivo che intendiamo raggiungere è un deciso salto di qualità del servizio per i pendolari, 500mila lombardi che ogni giorno si spostano su ferro nella nostra regione per lavoro o per studio».
Si tratta di una serie di nuovi servizi o di potenziamenti di quelli esistenti per i quali Regione Lombardia investe 40 milioni in più di fondi propri nel biennio 2009-2010. Questi stanziamenti vanno ad aggiungersi ai 267 milioni già destinati quest'anno alle Ferrovie dello Stato (78,5 milioni in più rispetto ai 188,5 milioni del Contratto precedente) e ai 76,9 milioni destinati alle Ferrovie Nord. «Entro dicembre, dunque, garantiremo una corsa in più ogni sette ai pendolari lombardi - aggiungono Formigoni e Cattaneo - . Un primo passo di quanto annunciato nei mesi scorsi per arrivare a un costante miglioramento della qualità, non solo per quanto riguarda il numero dei treni, ma anche dal punto di vista dei servizi e della pulizia».