Pezzali: "Sognavo l'Harley 883. La sera andavo in via Niccolini"

Questo pomeriggio dalle 12 alle 18 ci sarà una tappa straordinaria degli eventi itineranti «The legend on tour». In via Procaccini al 4 presso la Fabbrica del Vapore presente il mitico truck americano con i colori dell'azienda di Milwaukee e chiunque potrà guidare su strada i modelli Harley e Buell.

Era il 1990, avevo 23 anni e la sera partivo da Pavia con gli amici per andare in via Niccolini, una traversa di Paolo Sarpi, a vedere le Harley Davidson 883 luccicanti dietro le vetrine illuminate della Numero Uno», racconta il cantante Max Pezzali che è stato recentemente premiato agli Wind Music Award per il disco di platino di "Max Pezzali live 2008". «Un sogno su due ruote che per me era irraggiungibile. In modo scaramantico chiamammo la nostra band 883 per far sì che il sogno diventasse realtà. Alla fine una 883 non la comprai mai - continua Pezzali - per timore che il mio ciclo fortunato potesse interrompersi. La mia prima Harley Davidson fu una Sportster 1200 custom nel 1995, poi una Heritage nel 1996, quindi una Electra Glide, una Street Road e molte altre ancora». Max Pezzali oggi ha un bimbo di 9 mesi di nome Hilo, «lui respira motociclette da quando è nato - dichiara Max -, ed io non sono certo sceso dalla sella anzi. Nel 2000 ho aperto con un socio la concessionaria Harley Davidson di Pavia - prosegue Pezzali - ed oggi ho in garage una Electra Glide del 2001 con radio, cd e navigatore satellitare e una XR 1200 da 90 cavalli, una moto vera sotto sembianza di Harley». Insomma non uno, ma tanti sogni che sono diventati realtà. «Vero, e devo dire grazie anche all'amico Carlo Talamo - conclude Pezzali - l'uomo che riuscì a raccontare bene la storia e la leggenda del mito americano, senza parlare di numeri ma di fascino».
«Oggi festeggiamo i 25 anni della Numero Uno, fondata il 26 giugno del 1984 da Carlo Talamo» spiega il patron attuale Giovanni Valla. Questo pomeriggio dalle 12 alle 18 ci sarà una tappa straordinaria degli eventi itineranti «The legend on tour». In via Procaccini al 4 presso la Fabbrica del Vapore presente il mitico truck americano con i colori dell'azienda di Milwaukee e chiunque potrà guidare su strada i modelli Harley e Buell. «Le Harley Davidson non sono moto come le altre - spiega Pier Francesco Caliari -, non si compra una moto ma un mondo estremamente particolare dove, per assurdo, dal rapinatore di banche al padrone stesso della banca si trovano tutti insieme, magari vestiti allo stesso modo ma ognuno con un mezzo diverso dall'altro». C'è da credergli. Caliari ha comprato una Sportster 883 nel 2007 che gli è costata circa 8.300 euro per spenderne pochi mesi dopo altri 5.000 in elaborazioni estetiche (il prima e il dopo nelle foto sotto). «Adesso l'ho già venduta recuperando i miei soldi ed ho ordinato una Fat Bob 1580 cc - continua Caliari -, ovviamente ho già prenotato un posto in officina per settembre per realizzare tutte le modifiche che ho in mente. Sul motore non faccio nulla, si tratta di una filosofia di vita, - conclude Pier Francesco Caliari - non mi piace andare forte ma stare con gli amici, in compagnia. Ha presente Easy Rider?».
«Sono stato affascinato proprio dal mondo degli accessori - racconta il milanese Luca Barbieri, agente procuratore Allianz Ras di piazza Sant'Agostino -. Degli amici venivano da me per assicurare le loro Harley e mi dicevano che valevano quasi il doppio del prezzo di listino. Non ci volevo credere sino a quando, pochi mesi fa sono entrato in una concessionaria e ne ho respirato l'aria. A 45 anni, dopo aver guidato solo scooter per una vita ho comprato la mia prima moto - continua Barbieri - una Sportster 1200 Nightster, proprio domani mi arriva la borsa wild dog che ho aspettato per tre mesi. Un consiglio per chi vuole assicurare un'Harley? Cercare delle tariffe dedicate a questo tipo di motocicletta che coprono anche gli accessori. E da harleysta non mi sembra una cosa da poco». Basti pensare che l'Harley Davidson è la sola azienda al mondo che fa il 20% del fatturato solo con gli accessori.
«La festa della Numero Uno - spiega Valla - proseguirà dalle 20 sempre "Alla Fabbrica del Vapore" con una serata ad inviti, solo per "gli amici". Ci saranno il dj Ringo, gli Andead, The Dragons e Les sorcieres sucrees. Ci aspettiamo 1500 ospiti, noi faremo la nostra parte mettendo all'asta una Harley 883 realizzata in edizione limitata e numerata. Un esemplare unico. Il provento della lotteria andrà ai bambini cardiopatici», conclude Valla. Una serata targata Usa con le classiche icone americane dalla birra miller al rock alle mitiche gomme Dunlop.
mario.cucchi@ilgiornale.it