Picchiato dal branco di 15enni per un'avance

E' in prognosi riservata con una frattura alla scatola cranica. Aveva rivolto apprezzamenti a una compagna di scuola nella piazza di San Giacomo d'Altopasso di Licata. Ma il fidanzato, un muratore 17enne, gliel'ha fatta pagare con cinque amici

Agrigento - In prognosi riservata dopo il pestaggio di un branco di coetanei. La sua colpa? Un'avance a una compagna di classe. E' ricoverato in prognosi riservata, con un trauma cranico, nell'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata, uno studente di 15 anni picchiato selvaggiamente da un branco formato da sei minorenni per avere rivolto un'avance a una compagna di classe. Il ragazzo, secondo i medici, non sarebbe comunque in pericolo di vita. La spedizione punitiva, racconta La Sicilia, è avvenuta sabato sera nella piazza principale del paese, davanti agli occhi di decine di giovani.

L'avances e le botte Lo studente, che frequenta il secondo anno della scuola media superiore, avrebbe guardato con insistenza la compagna, scatenando la gelosia del fidanzato di quest'ultima, un manovale di 17 anni. Il giovane avrebbe invitato il rivale a seguirlo per un "chiarimento" subito trasformatosi in un pestaggio. Secondo alcuni testimoni all'aggressore, esperto in arti marziali, avrebbero dato man forte altri cinque ragazzi. Al termine del raid i sei minorenni si sono allontanati indisturbati; la vittima dell'aggressione è stata invece trasportata in ospedale con una sospetta frattura alla scatola cranica. I carabinieri di Licata, che conducono le indagini, avrebbero già identificato gli autori del pestaggio.