"Ha subito tutti quei processi solo perché è sceso in campo"

Anche il magistrato di sinistra Piero Tony attacca i colleghi politicizzati. E sul caso Ruby ammette: ex premier vittima di accanimento giudiziario

Pubblichiamo ampi stralci dell'intervista di Claudio Cerasa per Il Foglio a Piero Tony, magistrato da anni in prima linea e dichiaratamente schierato a sinistra. Tony, procuratore capo di Prato, ha deciso di andare in pensione con due anni di anticipo perché stufo della magistratura. Nell'intervista spiega i mali della sua professione e conferma quanto la politicizzazione di taluni magistrati influisca negativamente sullo stato della giustizia italiana, così come l'abuso dell'utilizzo delle intercettazioni telefoniche e, soprattutto, la loro diffusione indiscriminata. Tony dice la sua anche sul processo Ruby e sull'accanimento giudiziario nei confronti di Berlusconi.

Il processo. Le intercettazioni. I giornali. Il circo mediatico. Si comincia da qui, e Piero Tony, il protagonista di questa storia, lo dice tutto di un fiato: «(...)«Il processo non è più un semplice processo ma è una gogna, a volte una vergogna, e chi ha coscienza del suo lavoro sa come funziona, sa i giochi che si fanno con gli imputati e sa come si usano le intercettazioni, le carte, gli spifferi, le indagini, gli arresti. Beh, io dico no. E lo dico da sinistra. Lo dico da militante di una corrente di sinistra. Lo dico dopo aver girato mezza Italia. E lo dico dopo trent'anni di carriera. La giustizia, purtroppo, in Italia non sempre funziona come dovrebbe funzionare. Sarebbe bello, sarebbe un sogno, dire che è solo un problema di riforme, di scelte del governo, di leggi fatte e di leggi non fatte. C'è anche quello, sì, ma il problema è nostro, prima di tutto, e fino a quando non cambieremo noi non sarà possibile cambiare nulla».
(...) «La verità è questa: è dagli anni Settanta che i magistrati vivono con il cautelare, lo usano in modo discrezionale, con molti eccessi, e lo usano come se fosse un modo per determinare la certezza della pena. Il ragionamento è logico: non so come andrà a finire questo processo ma per far sì che il mio indagato possa avere una punizione intanto lo metto dentro. Non è sempre così, ovvio, ma la storia ci insegna che questo metodo è andato a peggiorare nel corso del tempo con l'affermazione di quello che potrei definire senza problemi il processo mediatico. E oggi, quando si parla di processo passato in giudicato, si intende sostanzialmente questo: una misura cautelare amplificata dal processo portato avanti dalla stampa. Il giudicato, anche grazie al fatto che ci sono spesso magistrati che portano avanti processi che sanno già in partenza che cadranno in prescrizione, coincide ormai con la pena generata dalla gogna mediatica. Ed essendo diventato il processo mediatico una costola del processo tradizionale è ovvio che esistano molti magistrati che giocano spesso con gli amici giornalisti per amplificare gli effetti generati dal processo».
(...) «Troppo spesso si va avanti a forza di gomitate, di forzature, e spesso succede che un magistrato si innamori così tanto del suo teorema da non voler accorgersi di tutti gli elementi che quel teorema lo contraddicono. E da questo punto di vista le intercettazioni, il modo in cui sono state utilizzate in questi anni, il modo in cui sono diventate un ingrediente importante del processo mediatico, hanno svolto un ruolo chiave nel rafforzare i teoremi dei magistrati, facendogli perdere qualche volta contatto con la realtà».
(...) «L'eccessiva disinvoltura con cui vengono inserite le intercettazioni nei fascicoli è spesso l'indice di una difficoltà con cui gli inquirenti gestiscono un'indagine. (...) È il metodo copia-incolla. Tu ricevi dodicimila pagine di intercettazioni, le inserisci nella richiesta di custodia cautelare, poi te le ritrovi nell'ordinanza del gip e anche se alcune intercettazioni non hanno alcun rilievo penale hai la certezza che grazie al metodo copia-incolla rimarrà tutto lì. A ingrossare il fascicolo e a regalare qualche ottimo bignè ai giornalisti».
(...) «Penso anche a strumenti e a tipologie di reati discutibili come per esempio il concorso esterno (tipologia di reato che non esiste nella legge, che è di fatto una creazione giurisprudenziale, che è stata più volte contestata dalle Sezioni unite della Corte di Cassazione, e che da trent'anni avrebbe bisogno quantomeno di un intervento legislativo». (...) «L'obbligatorietà dell'azione penale è diventata una favola. E purtroppo, quando un magistrato è politicizzato, può utilizzare questo strumento anche in maniera anomala. Discutibile, diciamo». (...) «È una tautologia dire che la magistratura sia politicizzata. Non si tratta di un'opinione ma si tratta di un dato di fatto. Esistono le correnti. Esistono i magistrati che professano in tutti i modi il loro credo politico. Esistono grandi istituzioni, come il Csm, dove si fa carriera soprattutto per meriti politici. (...) Viene quasi da sorridere. Per quale ragione un magistrato non può essere iscritto a un partito e può invece far parte di un prodotto del pantografo, ovvero di una corrente, che di fatto è configurata come un partito? Perché ci prendiamo in giro così?» (...) «Posso dire senza paura di essere smentito che se Berlusconi non fosse entrato in politica non avrebbe ricevuto tutte le attenzioni giudiziarie che ha ricevuto. E anche sul processo Ruby, che in linea teorica dovrebbe essere un ordinario processo di concussione e prostituzione minorile, è evidente che l'ex presidente del Consiglio ha avuto un trattamento speciale». (...) «Il caso vuole che a Prato, proprio a Prato, uno dei vice di Piero Tony sia Antonio Sangermano, pubblico ministero che ha fatto a lungo parte del pool di magistrati che hanno seguito da Milano il caso Ruby. E proprio su Sangermano, a Prato, i cronisti di cronaca giudiziaria raccontano un episodio clamoroso. L'episodio riguarda una richiesta particolare arrivata dal Csm e dalla procura di Milano (da Bruti Liberati) per far sì che il dottor Sangermano, nonostante la sua nuova collocazione a Prato, potesse essere ancora utilizzato dalla procura di Milano per seguire il caso Ruby. In giuridichese: «Applicazione extradistrettuale alla procura della Repubblica presso il tribunale di Milano».
Era il dicembre 2011. Il procuratore capo di Prato conferma che quella storia è vera e che quel giorno rispose così: «Gentile procuratore generale. Mi consenta di rilevare che l'impegno del dottor Sangermano nel “delicato processo a Milano” non appare nemmeno paragonabile all'impegno quotidiano dei magistrati di questo ufficio anche a voler considerare tutto quanto si è appreso dai mass-media e si è commentato nelle sedi le più varie. Al di là del possibile riverbero politico – che non compete alla magistratura – e giudiziario sulla persona dell'ex presidente del Consiglio dei ministri pare trattarsi, invero, di mere violazioni alla Legge Merlin da parte di sole tre persone, violazioni in quanto tali di non eccezionale gravità e peso in relazione sia alle pene edittali sia alle aspettative delle parti lese sia alle esigenze dell'istruttoria dibattimentale così come prevedibile».

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Sab, 19/07/2014 - 13:49

ma perché esce solo ora????

milo del monte

Sab, 19/07/2014 - 13:51

E' sceso in campo e le sue aziende erano in rosso... dopo 20 anni ha fatto milairdi d'euro sulla pelle degli italiani...

donati

Sab, 19/07/2014 - 13:53

al di la' del merito: come è possibile che giudici condannino un imputato a 7 anni prima e altri giudici lo assolvano poi ? Forse perche' l'imputato s'e' messo a "fare il bravo" con la sinistra che tira i fili delle marionette ? Non voglio crederlo, e allora il Presidente della Repubblica o il CSM debbono avviare un procedimento disciplinare contro coloro che , con questo episodio, hanno screditato la giustizia italiana agli occhi del mondo !

syntronik

Sab, 19/07/2014 - 13:57

U na mosca bianca, anche il piu cretino dei commentatori, incluso i piscia..tori, sanno di questo accanimemto giudiziario, che dura da venti anni, il problema é, che sono talmente blindati memtalmente, che non riescono nemmeno a vedere un elefante se gli pesta i coglioni, pensando che sia stato un colpo di vento, alla luce di "tutte queste qualitá" meglio lasciarli rosolare nella loro attuale "goduria" quando poi sono stanchi, si dedicheranno alla raccolta di patate dopo aver seminato pomodori, perché é questa la loro logica di ragionamemto, si ritengono culturalmente superiori, si!!! superiori agli asini ignoranti!!!!,

Sapere Aude

Sab, 19/07/2014 - 14:14

Fazzo ha voluto fare le cose in grande. Letto ieri un mio commento (mai pubblicato), che sosteneva la malafede di una certa giustizia indicando nell'articolo di Cerasa sul Foglio le ragioni, deve aver convinto il Direttore. Non è andata così? Complimenti a Cerasa. Se volete cestinare il messaggio, fate pure. Ci sono abituato.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 19/07/2014 - 14:18

...Stimat.mo Claudio! Condivido in toto, perché ho sempre sostenute le stesse cose. La mia completa sfiducia in coloro che amministrano la giustizia, trova origine nei motivi riportati nell'articolo; motivi che tutti conoscono e che, qualcuno, finalmente, decide di denunciare. Del resto, hanno "parlato" Carabinieri e Mafia, è ora che lo facciano anche i Magistrati onesti.

buri

Sab, 19/07/2014 - 14:20

purtroppo è l'amara verità, non gli perdoneranno mai di aver battuto la gioiosa macchina da guerra di Occhetto, lanciata alla conquista del potere, se Berlusconi fosse rimasto ad occuparsi delle sue aziende, sarebbe rimasto l'imprenditore di sucesso. cavaliere del lavoro, ricercato e onorato, ma ì entrato in politica ed ha sparigliato le carte, una colpa imperdonabile

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 19/07/2014 - 14:24

Grazie a Repubblica e grazie al blog di Grillo che hanno pubblicato il mio commento che é stato censurato dai pidocchi di Il Giornale ... Da tutto si impara ... Anche che la rivoluzione liberale resta impossibile in un Paese di vigliacchi ottusi e prepotenti che dello scempio italiano solo sanno colpevolizzare la Germania perché Paese virtuoso e non in ostaggio dell´autoritario sudiciume mafioso italiano ... Per questa Italia schiacciata dalla ottusitá mafiosa e prepotente sará difficile salvarsi dal Default ... Sapremo dove indirizzarci quando arriverá per ultimare una Piazzale Loreto che resta incompiuta. Questo il commento censurato dal pidocchiume mafioso di questo giornalaccio: .... "Questo processo con tutte le sue accuse infamanti ha avuto il solo obbiettivo di inturbiare le menti degli Italiani con il sudiciume della menzogna e della bassezza ... Ma é ora per il Paese di svegliarsi e di uscire dalla mortifera dittatura dei pidocchi di un apparato burocratico statale unico al mondo ... Un Muro totalitario, vigliacco, ottuso e prepotente sopra il Paese che vale, che lavora e produce, sopra le imprese e le fabbriche che chiudono al ritmo di piú di 1000 al giorno, sopra i lavoratori avvelenati nella mente dalla menzogna per essere usati e schiavizzati dalla ferocia parassita e ridotti a somari imbelli ... Occorre che il Paese rinasca, occorre ripulirlo dal rivoltante sudiciume mafioso che lo affossa e lo sta trascinando alla morte."

Pazz84

Sab, 19/07/2014 - 14:26

Nuovamente questa balla?!? Era a processo ben prima di entrare in politica

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 19/07/2014 - 14:38

Pensavo fosse una foto del carnevale di Viareggio.!!

Vero_liberista

Sab, 19/07/2014 - 14:46

Personalmente quando questa mattina ho letto sul cartaceo questa intervista ho recuperato in internet la versione integrare pubblicata sul Foglio. Semplicemente sconvolgente, specie perchè rivelata da un magistrato di sinistra sinistra, ma evidentemente professionale, obiettivo e consapevole del proprio delicatissimo magistero. Peraltro conosco e stimo Cerasa (ho letto di recente il suo ultimo splendido saggio "le catene della sinistra", in cui tra l'altro parla anche e proprio della magistratura di sinistra) per essendo lui un simpatizzante del PD e di Renzi e quindi lontano dal mio pensiero. A questo punto da un lato dico che le parole del Dott. Tony i tanti sinistri che ancora oggi attaccano Berlusconi per i suoi processi e difendono certa magistratura dovrebbero appendersi questa intervista ovunque passano le giornate, impararsela a memoria e vergognarsi di esistere di fronte alla loro coscienza sporca. Dall'altro fa intendere quanto lo stesso Renzi (insieme a significative parti del centrodestra (Finiani ed Alfaniani, ad esempio..) sia succube di questa magistratura politicizzata di sinistra (senza la quale oggi non starebbe dov'è). Basta pensare alla proposta di riforma della giustizia proposta da Renzi poche settimane fa che guardacaso si guarda bene dal toccare i punti più critici sollevati dal dott. Tony (commistione tra magistratura e stampa con processi gogna mediatici, uso distorto delle intercettazioni, uso distorto della carcerazione preventiva, correntismo politico e connesso carrierismo delle toghe, obbligatorietà farlocca dell'azione penale, applicazione di un diritto "speciale" per certi imputati in violazione della parità di diritto per tutti i cittadini ecc.). La riprova che la sinistra, Renzi o non Renzi, non potrà mai risolvere questo che è il più importante cancro in assoluto della democrazia italiana da estirpare fino dalle radici e questo potrà farlo solo il centrodestra liberale. Punto.

82masso

Sab, 19/07/2014 - 14:50

buri... Carissimo, non sò la sua età ma credo che sia sufficientemente cresciuto per scindere le favole della realtà; la illumino un'attimino e le pubblico ciò che il signor dell'Utri dichiarò nell'anno '94, potra trovare tutti i riscontri che vuole: (Marcello Dell'Utri, 28 dicembre 1994) « [...] la situazione della Fininvest con 5 mila miliardi di debiti. Franco Tatò, che all'epoca era l'amministratore delegato del gruppo, non vedeva vie d'uscita: "Cavaliere, dobbiamo portare i libri in tribunale" [...] I fatti poi, per fortuna, ci hanno dato ragione e oggi posso dire che senza la decisione di scendere in campo con un suo partito, Berlusconi non avrebbe salvato la pelle». Se ha pazienza ne trova a iosa di altre dichiarazioni in tal senso, spero di non averle rovinato l'infanzia un pò come scoprire che Babbo Natale non esiste.

82masso

Sab, 19/07/2014 - 14:53

Dove a rilasciato l'intervista questo ritardatario e sbadato ex-magistrato? Il Foglio? ah ok ho già capito tutto! Se era così scandalizzato poteva venirsene fuori qualche annetto addietro.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 19/07/2014 - 14:56

In quale campo è sceso? Quello del gossip? Gli effetti della non politica di oggi sono i milioni di disoccupati additabili solo a lui e per questo oggi i suoi consensi sono al 16%. La verità è venuta a galla.

bruna.amorosi

Sab, 19/07/2014 - 14:56

MILO DEL MONTE messo che fosse vero oggi quelle aziende danno lavoro a milioni di famiglie se non sbaglio la stessa cosa ha fatto un certo DE BENEDETTI che oltre che fallimenti lo abbiamo sempre foraggiato con aiuti di STATO .ma si sa voi piuttosto che dire bravo ad un vostro nemico mettereste milioni di famiglie in mezzo alla strada . si vergogni un attimo ,non le farebbe male .BERLUSCONInon ha mai ricevuto aiuti dalla STATO . E NON ROMPA CON LE FREQUENZE PERCHè LE HANNO ANCHE ALTRI E' LA CONCORRENZA RAGAZZO CONCORRENZA SI CHIAMA .

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Sab, 19/07/2014 - 14:59

sceso in campo per farsi le legggi per se ed evitare la prigione, per arricchirsi lui e l'ignobile circolo di leccapiedi e donnacce, e finalmente risanare le sue aziende in rosso. La prova? A parte gli evasori, in questo paese ci siamo tutti impoveriti. Per ora la fai franca :)

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Sab, 19/07/2014 - 14:59

sceso in campo per farsi le legggi per se ed evitare la prigione, per arricchirsi lui e l'ignobile circolo di leccapiedi e donnacce, e finalmente risanare le sue aziende in rosso. La prova? A parte gli evasori, in questo paese ci siamo tutti impoveriti. Per ora la fai franca :)

ciannosecco

Sab, 19/07/2014 - 15:00

Versione integrale dell'intervista reperibile su Foglio e sul Tirreno.Da stampare e incorniciare in tutti gli uffici giudiziari.All'utente che ha chiesto come mai solo ora ha parlato quel Magistrato,rispondo che,la causa è il prepensionamento anticipato.Un Magistrato in servizio che dice quelle cose,ha finito di campare.Più o meno quello che è capitato ad un'altro magistrato,Gaetano DRAGOTTO,colui che curava il sito Teminera (visibile tutt'ora) dove mostrava il vero stato della preparazione giuridica culturale dei Magistrati.Saluti

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 19/07/2014 - 15:14

"Piero Tony, magistrato da anni in prima linea e dichiaratamente schierato a sinistra". Il procuratore capo di Prato che non solo era conosciuto, ma che dichiara apertamente di essere schierato politicamente a sinistra o che comunque fa politica? Mi chiedo: "Un procuratore o magistrato che sia, che dichiari la sua tendenza politica all'universo mondo, peggio ancora se fa politica, può esercitare la sua professione in magistratura? E la famosa e costituzionale apoliticità del dipendente del corpo giudiziario che fine ha fatto?".

gioch

Sab, 19/07/2014 - 15:18

milo del monte- Da non berlusconiano,mi consenta di mandarla a cagare per affermazioni senza attinenza all'articolo ed all'intervista. Se sta tanto male al pensiero di Silvio,si rilassi meditando su DeBenedetti o G.Agnalli.Specchiati imprenditori.

Vero_liberista

Sab, 19/07/2014 - 15:19

82masso, se la decisione di allora di Berluscono ha salvato un'azienda che ha rotto il monopolio di sinistra delle reti pubbliche, se ha creato un'azienda che tutt'oggi fa concorrenza ai principali agglomerati internazionali operanti nel mondo dei media privati e pubblici avendo dato lavoro a migliaia di persone, creato professionalità poi utilizzate guardacaso anche dai media della sinista, favorito lo sciluppo di tantissime piccole e medie aziende grazie alla pubblicità televisiva e creato pertanto un circolo di ricchezza e benessere che mai sono stati capaci di creare i vari D'alema, Prodi, Veltroni, Bersani, Napolitano, Renzi, Vendola, Grillo ecc., allora io ringrazio il cielo che Berlusconi abbia fatto politica e le sue imprese non siano finite alla sinistra. Tanto perchè un imprenditore fa l'interesse di un azienda lo fa anche dell'economia e del paese, quindi quello di tutti, anche se questo so che è difficile da capire per un nostalgico stalinista. Quanto alla fine alle storie sui debiti, visto che lei è tanto bravo a cercare dati e informazioni, provi a guardarsi le storie dei suoi modelli imprenditoriali prodi, de benedetti, agnelli, della valle, soru, consorte, geronzi, fazio, mussari, molti dei quali sono ancora a piede libero anzichè stare in galera come dovrebbero, tanto per citare solo i primi che mi vengono in mente, poi ne riparliamo e vediamo se sono meglio di Berlusconi, dati, atti e fatti alla mano. Saluti.

lamwolf

Sab, 19/07/2014 - 15:19

Ecco perché la gente crede sempre di meno nella giustizia!!! Accanimenti giudiziari, sperpero di denaro pubblico per un'inchiesta senza un indizio. E ora chi paga???

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Sab, 19/07/2014 - 15:19

Ho sempre apprezzato Piero Tony, per la sua grande onestà intellettuale (come non ricordare la sua requisitoria al processo d'appello per i fatti del mostro di Firenze? Fu un nobile esempio di civiltà giuridica). Con l'intervista rilasciata al Foglio, si conferma un grande giurista e un onest'uomo!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 19/07/2014 - 15:25

Il Procuratore di sinistra che ha avuto il coraggio di riconoscere il fatto è solo che da rispettare, tuttavia ha scoperto l'acqua calda perché, ormai, anche il più stupido degli italiani se ne era accorto da tempo. Ho spesso stigmatizzato il comportamento anomalo, come tutti d'altronde, di tutti costoro. Un giudice della procura non può parteggiare solo per l'accusa, trascurando tutte le prove e gli indizi d'innocenza di una persona. Ha la qualifica di giudice proprio perché il suo deve essere una valutazione delle possibilità di colpevolezza e innocenza di una persona che finisce sotto il suo mirino e non un accusa di parte a prescindere. Se la cosa deve fuzionare in questo modo gli si tolga la qualifica di giudice e li si faccia scendere in campo alla pari della difesa e sotto il controllo degli elettori, come in USA. Le manovre ignobili che combinano per far soffrire un accusato sono indegne di qualsiasi nazione civile e degne solo di sistemi giudiziari che non hanno diritto nemmeno a questo nome. Vi è troppo potere e troppa libertà nel sistema giudiziario e pochi controlli e nessuna possibilità di rivalsa. Non è possibile che si continui su questa strada perchè non solo distruggono singoli individui e le loro famiglie ma stanno finendo per distruggere tutto il tessuto connettivo che lega una società. Hanno finito per influire perfino sulla volontà degli elettori e delle Istituzioni politiche e dei comportamenti sociali. Ormai siamo nell'assurdo e nel caos totale. Non basta più riformare occorre cancellare tutto quanto e ricominciare da capo con leggi, regole e uomini nuovi altrimenti l'Italia è destinata a da affondare e costoro la stanno "aiutando" a farlo in maniera più veloce.

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 19/07/2014 - 15:27

Non ci voleva certo la Maga Indovina per capirlo...

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 19/07/2014 - 15:32

ahahhahahahahahahahahaa "Ha subito tutti quei processi solo perché è sceso in campo"Quando sei un personaggio con una particolare capacità a delinquere è normale che prima o poi queste cose saltano fuori nonostante la sua furbizia i suoi denari per comprare tante èpersone nonostante un partito di centurioni a sua difesa e anche un bel numero di leggi ad personam se sei un disonesto prima o poi ti beccano caro stavolta te la sei cavata caro delinquente

ADAMS

Sab, 19/07/2014 - 15:44

Ma che titolone ! Ancora vent'anni di apprendistato al Wall Street Journal e diventeremo, pendenti dai vostri tipi, dei veri liberal.

Ritratto di depil

depil

Sab, 19/07/2014 - 15:44

milo del monte come tutti i farabutti sei ignorante e falso. hai mai pensato a misurare l'altezza di un ponte?

nerinaneri

Sab, 19/07/2014 - 15:44

quando le cose andranno come devono andare (tra una decina d'anni, quando cioe' il 90% dei pensionati saranno trapassati) il foglio del ciccione sara' il primo giornale a chiudere...il giornale il secondo...

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 19/07/2014 - 15:51

Veramente perchè ha aspettato tanto a parlare? solo oggi che va in pensione sente il dovere di fare accuse che tutti sappiamo che sono vere, ma occorre che questi giudici seri onesti parlino molto prima e che si ribellino allo strapotere dei giudici rossi.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 19/07/2014 - 15:55

desidero rispondere al milo del monte. Ma SAI DI COSA PARLI? INNANZI TUTTO QUANDO SCESE IN CAMPO ERA UN COSTRUTTORE E MEDIASET VENNE DOPO, E NON HA MAI MANGIATO SOLDI STATALI MA HA DATO LAVORO A MIGLIAIA DI PERSONE ANCHE QUANDO FACEVA MILANO 2 STAI ZITTO SE NON SAI QUELLO CHE DICI. NON RAGLIARE CHE DI ASINI C'è ne sono gia tanti

linoalo1

Sab, 19/07/2014 - 15:55

Una cosa è certa!I Giustizialisti Sinistrati l'hanno presa male!Non accettano la realtà,abituati come erano,sulla certa colpevolezza di Berlusconi!Si arrampicano sugli specchi,snocciolando una scemenza dopo l'altra!Non si rendono conto che questa è solo la punta dell'iceberg di menzogne creato,anno dopo anno,dai loro Padroni Sinistrati!E che,pian pianino,tutte le verità verranno a galla!Questo è solo l'inizio!Lino.

AH1A

Sab, 19/07/2014 - 16:08

Chi mi spiega perchè Berlusconi si è fatto approvare leggi che gli hanno prescritto oltre 300 milioni di Euro di evasione?...chiedo solo la risposta alla domanda: perchè è sceso in campo...?

82masso

Sab, 19/07/2014 - 16:09

Vero_liberista... Ma ha ragionissimo! Però non mi si venga a dire, anno dominis 2014, che il Cav scese in campo per amor di patria o per proferir il verbo nuovo della svolta liberale italiana (se non se n'era accorto ho risposto al commentatore in merito a ciò che ha scritto, non mi son permesso di contestare i successi impreditoriali, giammai! quindi la invito ad imparare a contestualizzare) e questo in primis; secondo, carissimo non si permetta di affincarmi idoli che che non ho mai idolatrato (non può mettersi quel nick e additarmi di comunismo solo perchè critico di B., le assicuro che voi (Forzisti) siete tutto tranne che la destra quindi, non potrei essere un deluso di detra senza rappresentanza?) per farle un'esempio De Benedetti e Berlusconi, personalmente, li metto sullo stesso piano affaristi sempre con i soldi d'altri (approposito dati di ieri Alitalia dal 2008 ad oggi è costato ai contribuenti 6,5 miliardi di €, non le dico chi ringraziare). Capitolo Rai, è storicamente risaputo la spartizzione delle reti della Tv Nazionale: Rai1 Dc, Rai2 Socialista, Rai3 (o Tele Kabul) ultima nata, in quota PCI, ora non sono così ipocrita da dirle sfacciatamente che la Rai è esente da influenza sinistra ma dire che ne sia totalmente in suo possesso mi pare un'eresia. Poi se per lei è eticamente valido i principio che un'azienda, per quanto sia prolifica, sia stata creata nell'illegalità son semplicemente due modi diversi di vedere la vita. Saluti.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 19/07/2014 - 16:18

I; GIUDICI COME LA BOCCASSINI; BRUTI LIBERATI E DE PASQUALE; QUI IN GERMANIA SAREBERO GIA IN GALERA!!!.

torodamonta

Sab, 19/07/2014 - 16:24

CI SONO STATI, E CI SONO, ALCUNI GIUDICI CHE VOGLIONO BERLUSCONI MORTO.PERCHÉ SONO SICURO CHE UN ALTRO AL POSTO DI SILVIO SAREBBE GIÀ AL CIMITERO.O PER MALATTIA,O PER SUICIDIO.TANTO I GIUDICI IN ITALIA POSSONO ANCHE UCCIDERE COME HANNO FATTO IN PASSATO E NON PAGARE NIENTE.MAI.

fedele50

Sab, 19/07/2014 - 16:44

tipiscioluiggio, mi mancavi, ora prendi la pillola verde e corri in bagno, come i tuoi sodali dementi e catttocomunisti cerebrolesi, è il minimo, alla feccia rossa non basterebbero gli improperi di tutto il mondo.

gian paolo cardelli

Sab, 19/07/2014 - 16:55

Per Pravda99, rispondendo al suo intervento sull'altro articolo, quello con più di 300 interventi che non potevo più visionare (sulla versione Mobile del sito il problema non sussiste: se volete fare qualche controllo, Redazione...). LA lotta dal 1994 ad oggi non è mai stata tra "destra" e "sinistra", ma tra l'intero sistema di potere clientelare/lottizzatorio/raccomandatorio esistente in Italia e Berlusconi, visto come un pericolo PER QUEL SISTEMA, non per l'Italia (paese di cui, al sistema suddetto, non importa altro se non mungerlo in ogni modo possibile ed immaginabile); un sistema che prende tutto il settore pubblico: "politici", magistrati, giornalisti, pubblici dirigenti, tutti legati dallo stesso metodo di "fare carriera", riassunto nel "do ut des". Quindi tentare come ha fatto lei, di ridicolizzare l'attacco al Cav. di un braccio di quel sistema, quello forense, denota solo o stupidità oppure malafede in chi prova a negarlo. Chiaro adesso?

Ritratto di massiga

massiga

Sab, 19/07/2014 - 17:09

Il titolo e' sbagliato. E' sceso in campo solo perche' stava subendo tutti quei processi

paolonardi

Sab, 19/07/2014 - 17:09

Sapevo che gli italiani fossero un popolo di santi, navigatori e poeti. Leggendo alcuni di questi post ho scoperto anche che sono degli eterni fantolini: credono ancora alle favole come milo del monte, Pazz84, 82masso, no_malagiustizia, mark 61, nerinaneri. Quando scese in politica era il maggior contribuente italiano, aveva comprato Mondadori e tante aziende docotte da Prodi e soci risanandole, aveva fondato Mediaset, Milano2 ed altre che mi sfuggono, "la cinco" ecc. Non dimentichiame che il famigerato Esposito (versione napoletana di "filius m.ignota) lo ha condannato per € 300.000 di evasione fiscale su piu' di una decina di milioni di tasse pagate. Questo sarebbe un imprenditore sull'orlo della bancarotta?

Ritratto di bobirons

Anonimo (non verificato)

Azzurro Azzurro

Sab, 19/07/2014 - 17:22

AH1A Non dire fesserie kompagno, altrimenti tutti ti prenderemo in giro. Se non hai capito perche' Silvio e' sceso in campo, se ignori cosa accadde nel 1989, se non sai chi uccise Craxi, continua a votare il tuo pd-pci e stai sereno. Quasi dimenticavo...saluto a Stalin

Alessio2012

Sab, 19/07/2014 - 17:26

@ milo del monte: informati meglio. Le aziende in rosso (e rosse) sono quelle di De Benedetti, o L'Unità o la FIAT del potere operaio.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 19/07/2014 - 17:30

Egregio Signor Magistrato, dall'articolo del Giornalista desumo il dovere di usare le maiuscole, le Sue tendenze politiche, ancorché opposte alle mie, sono rispettabili come qualsiasi altra opinione. Quello che La fa emergere dal piccolo buco melmoso dove certi suoi colleghi gioiscono sguazzare è, secondo l'articolista, la Sua dirittura professionale che la mette in posizione di giudicare secondo scienza e coscienza e non secondo ideologia. Però vorrei leggermente divagare sul tema per sollevare di nuovo un punto che ritengo essenziale, l'esistenza che la Magistratura si organizzi in gruppi di parte, qualsiasi, esprimendo così un'intenzione o almeno una possibilità, di partigianeria in contrasto con il principio per cui il Giudice deve essere disponibile con tutti, familiare con nessuno. Non faccio questione di questa o quella corrente, é il concetto che mi sembra sbagliato e fino a che alcuni Magistrati penseranno più alla loro loggia di appartenenza piuttosto che al dovere di amministrare equamente la Legge, pochi avranno fiducia nel concetto di Legalità e Giustizia.

Anonimo (non verificato)

MEFEL68

Sab, 19/07/2014 - 17:54

@@@ LUIGIPISOLO- Come sempre la berluscofobia ti porta a vanvereggiare fuori tema. Qui si parla dell'epilogo di un processo che avrebbe dovuto, al limite, interessare il confessore e non il magistrato. Comunque, per seguirti dove porta il tuo lobo sinistro, ti faccio presente che il gossip l'ha creato e gonfiato la sinistra incurante di sputtanare l'Italia intera. Il Cav. come ogni altro, avrebbe fatto volentieri a meno di tanta pubblicità negativa che l'ha danneggiato economicamente e politicamente. Per quanto riguarda la disoccupazione, ti faccio presente che durante l'era berlusconiana (per un totale di 9 anni, 1 mese,17 giorni; -tutto il resto è noia (sinistra) il tasso di disoccupazione ha raggiunto il minimo storico del 6,5% e ora siamo al 13 % (dati ISTAT e non di propaganda). Le diverese idee politiche meritano rispetto, le str...upidaggini NO.

Ritratto di Y93

Y93

Sab, 19/07/2014 - 17:55

lo sapevano tutti...sopratutto i nazicomunisti..ovvero gli organizzatori...

Vero_liberista

Sab, 19/07/2014 - 18:02

Sig. Masso82, ricapitoliamo: 1) io ho semplicemente elencato i benefici che il Berlusconi imprenditore ha portato all'Italia meltre altri imprenditori, specie quelli accucciolati comodamente a sinistra, hanno causato solo disastri, e questo è un fatto; 2) Se lei mi riesce a citare il caso di un solo imprenditore che nel sistema Italiano, in tutta la storia italiana, lavorando in un settore strategico condizionato per legge da concessioni e autorizzazioni statali (che sia editoria, edilizia, energia, telecomunicazioni, difesa, banche o altro), sia riuscito a migliorare il paese senza sporcarsi le mani con pratiche più o meno emerse di clientelismo, evasione, corruzione o altro (si studi ad esempio la storia di Enrico Mattei e capirà tante realtà che lei ignora su come si è costretti a fare grande impresa in Italia per il bene del paese, anche senza chiamarsi Berlusconi) può candidarsi al premio Nobel, il che non significa essere a favore dell'illegalità ma semplicemente essere realisti e non utopisti e anime pure e belle come vi considerate a sinistra. 3) capisco che per voi di sinistra, ideologizzati come siete, chi non sta con voi può essere solo di destra (bello perchè così richiamate surrettizziamente all'aborrito fascismo). Bene, la informo che io con la destra come la intende lei non ho niente a che fare, io sono un liberista moderato(quindi centrodestra, non destra), tant'è che mi rifaccio a Giolitti, Croce, Don Sturzo ed Einaudi. Se si ripassa la storia magari capisce la differenza e anche il fatto, come si evice da tanti miei post, che il da tempo critico Berlusconi, ma per le sue ultime scelte politiche e non per la sua condotta morale, che non ho bisogno che mi sia insegnata dai moralizzatori della sinistra avendo avuto già uno splendido insegnamento ed esempio dalla mia famiglia. Per il resto aspetto ancora di sapere in base a quali prove concrete (prove, non teoremi, ipotesi, deduzioni logiche e chiacchere, se intende la differenza) Berlusconi è tuttoggi un condannato in via definitiva. 4) Se lei paragona un imprenditore di successo come Berlusconi (che quello che ha fatto lo ha fatto, come detto, perchè impossibilitato dal sistema ad agire diversamente per emergere su una concorrenza fatta da aziende statali e clientelari), anche per la vicenda Alitania ( che lei evidentemente non conosce nei dettagli ma io si) con De Benedetti e gli altri che ho citato, i cui crimini sono stati finalizzati non alla crescita del paese ma solo al loro arricchimento personale e al loro potere ottenuto sulla pelle di migliaia di onesti lavoratori e aziende mandate fallite, lei è meglio che si ripassi la stora imprenditoriale del paese prima di fare paragoni del genere.5) Che nella televisione pubblica il predominio assoluto si adella sinistra , al di la di logiche spartitorie che comunque premiano sempre la sinistra (i socialisti sono di sinistra, quasi tutti i democristiani salvati da tangentopoli fanno capo alla DC di sinistra, AN è in RAI se e in quanto tollerata e/o protetta dalla sinistra, come si è visto con Fini), basta guardare i programmi e conduttori dei telegiorali (radio inclusa), gli organici dei potenti comitati di regazione (inclusi quelli mediaset) e il sindacato di categoria (usigrai), e gran parte dei giornaliti e inviati (in gran parte in flusso di interscambio continuo con la rebubblica di scalfari e debenedetti e la7, guardacaso) per capire chi domina in rai. si informi meglio e poi ne riparliamo. E poi qualcuno dice che Belusconi in italia domina l'informazione..... Saluti a lei

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 19/07/2014 - 18:10

milo del monte: lei è rosso in da sempre.

enzo1944

Sab, 19/07/2014 - 18:11

milo del monte,perchè non vai anche tu in politica e ti arricchisci come Berlusconi??..........mi viene il sospetto che tu sia solo un invidioso,somaro che odia il prossimo che lavora e fa affari!.....sei il solito PECORONE ROSSO che obbedisce al partito,e che ora,DI CORSA,ti mette in fila a pagare le tasse che ti hanno messo il napoletano,monti,letta nipote e renzino!.....Svegliati che è ora e prendi atto che sei un poveraccio che fai prendere aria alla lingua,quando apri bocca!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 19/07/2014 - 18:18

82MASSO lei è un cretino :-) berlusconi assolto! stop! il resto è cacca comunista! stop! se ne faccia una ragione e torni a casa a piangere da sua mamma :-)

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 19/07/2014 - 18:20

82masso-Riguardo il suo commento Rai.Non sara tutta in mano comunista ma in nessun canaleRai ci sono cosi tanti giornalisti che si spacciano anche per presentatori ballerini artisti presentatori e magari pure candidati politici, che fanno politicaa favore del partito comunista, magari seminando odio puro. Le debbo fare un elenco ?

Ritratto di MARIOMEN

MARIOMEN

Sab, 19/07/2014 - 18:21

X DEL MONTE ....INVECE IL SUO AMICO DE BENEDETTI PERCHE' HA LA TESSERA N°1 DEL PD ???? NON SOLO HA PRESO I SOLDI DELLO STATO ( NOSTRI ) MA HA FATTO FALLIRE LE AZIENDE, HA LICENZIATO I DIPENDENTI ED E' SCAPPATO IN SVIZZERA CON I MILIARDI .... MA LUI E' ONESTO VERO ????

Ritratto di MARIOMEN

MARIOMEN

Sab, 19/07/2014 - 18:26

82 MASSO : COS'E' VOLETE UNA RETE MEDIASET DA REGALARE ALLA SINISTRA COME IN RAI ?????

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 19/07/2014 - 18:28

nerinaneri: per ora di chiusura si parla solo de l'unità. Molti anziani sono già passati a miglior vita.

Gianca59

Sab, 19/07/2014 - 18:34

Innegabile verità: per questo Sivio poteva rimanersene laddove stava e magari a quest' ora qualche riforma l' avevano fatta …..

filgio49

Sab, 19/07/2014 - 18:38

per il sign. del monte e per tutti i sinistronzi come lui! Ma che cosa avete da lamentarvi.. siete riusciti a liberarvi di Silvio, ormai non governa piu' da tre anni, le cose con lui andavano malissimo, con Monti-Letta e Renzi al governo le cose stanno andando a meraviglia, i pochi fortunati che hanno lavoro, hanno anche 80 euro in piu' in busta.. ma cosa volete di piu' un lucano? Ma siete cosi' pieni di odio, che magari siete capaci di dare ancora a lui responsabilita' che non ha; anche se alcuni del pd e piero tony si sono finalmente resi conto che la campagna diffamatoria contro il cav. e' stata davvero scandalosa. Se fossi in lui, chiederei milioni di euro come risarcimento che anche voi sinistronzi dovrete pagare sotto forma di tasse, tasse, tasse!

Paolo Fanfani

Sab, 19/07/2014 - 19:11

Non conosco tutta la Magistratura ed in particolare non conosco le Procure. Conosco invece un'area che, quando nacque, venne spesso accusata di "politicizzazione": - quella della Giustizia del lavoro (ricordate i "Giudici d'assalto"?); mi sono imbattuto in qualche Giudice forse disposto a dare una mano al lavoratore ma sempre nell'ambito dei suoi poteri processuali. Con Berlusconi mi pare invece che il deragliamento delle Procure sia stato fin dal lontano novembre 1994 (il noto avviso di garanzia di Borrelli e Di Pietro fatto notificare in maniera plateale durante una manifestazione a Napoli) abbastanza costante. Ergo tutti coloro che siano onestamente convinti che qualche Magistrato non abbia fatto il suo dovere ma abbia approfittato del proprio ruolo ad altri fini, giustamente chiede che questi Magistrati "rispondano". E siamo al tema della responsabilità dei Magistrati: - difronte all'esempio "Berlusconi" non mi pare che il primo problema sia quello di obbligare i Magistrati che hanno sbagliato "a pagare"; è necessario piuttosto che a tali Magistrati sia tolta la possibilità di continuare a nuocere; una legge dunque, ma non a scopi risarcitori bensì allo scopo di proteggere i cittadini ed il buon nome degli altri Magistrati.

cicero08

Sab, 19/07/2014 - 19:23

Senza comportamenti spregiudicati e non in linea con i doveri di un uomo di governo gli sarebbe andata senz'altro meglio...

framarz

Sab, 19/07/2014 - 19:45

Per i sinistrati che, con la consueta ipocrisia ed ottusità di chi è stato indottrinato e crede di possedere la verità, non riescono nemmeno a vedere il fine politico di un processo nemmeno quando è macroscopico come in questo caso, domando: dato che Ruby ha ammesso di avere avuto rapporti sessuali a pagamento con altri uomini, pur negando di averne avuti con Berlusconi, vi risulta che la procura, stante l’obbligatorietà dell’azione penale, le abbia intimato: “allora ci dica i nomi, che li perseguiamo”? Sempre per quelli di sinistra, chiarisco che la risposta alla domanda è NO.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 19/07/2014 - 19:46

Ebbene un magistrato non docrebbe bemmeno avere la tessera del tifoso...e per non fargli provare tanto disagio dall'esclusione pure a teatro dovrebbe lavorare per lo stato con un contratto a tempo determinato poi via, a far che vuole

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 19/07/2014 - 19:50

@ luigipiso - Le racconto, modificando gli attori ed il luogo, una storiellavera: Due amici sono sul lungomare di una città rivierasca ed uno dice all'altro: che bel colore ha il mare oggi. Il secondo replica: mare ? io non lo vedo. Il primo, stupefatto dice: ma guarda, le onde si rompono qui, due metri sotto a noi, non senti l'odore del salmastro, gli spruzzi di acqua, il rumore delle onde ? Il secondo reitera, no io non vedo, sento, odoro alcunché, il mare qui non c'é. Il primo, sbalordito, cerca di far ragionare il secondo che tuttavia replica: non ti arrabbiare, siamo in democrazia, se a me va di dire che qui a due metri sotto la passeggiata non c'è alcun mare lo dico. Ecco, signor luigipiso, lei è il secondo, negherebbe l'esistenza del mare anche se fosse in barca ed al largo, a miglia da qualsiasi costa. Auguri, conservi pure le sue illusioni, le sue fobie, è diventato lo zimbello dei blog.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/07/2014 - 19:50

@nerinaneri . Quando il Giornale sarà chiuso, tu dove potrai veder pubblicate le tue idiozie? Gli altri giornali non hanno buon cuore come questo.

nerinaneri

Sab, 19/07/2014 - 20:53

euterpe: non e' il tuo caso: tu a 99 anni ci arriverai sicuramente

framarz

Sab, 19/07/2014 - 21:09

AH1A, te lo spiego io: se anziché farti condizionare dalla propaganda di sinistra fossi andato a leggerti la sentenza del processo Mediaset, sapresti che la procura contestava a Mediaset un utile in un triennio di 1252 milioni di euro, contro un utile dichiarato di 1212 milioni. Quindi 40 milioni (3%) di utile (non di imposte) in più, che di imposte fa circa 11 milioni, cifra alla quale Mediaset ha infatti chiuso il contenzioso con l’agenzia delle entrate. Aggiungo che la sentenza non dimostra da nessuna parte né che Berlusconi fosse al corrente né che la presunta cifra di 1252 milioni sia giusta. I 300 milioni sono una frase, del tutto ipotetica e senza nessun senso, buttata là per permettere ai giornali di sinistra di imbastire la solita campagna diffamatoria, nella quale sono maestri, ed ai gonzi come te di abboccare.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 19/07/2014 - 22:14

rinnocent637 scrive: "......Veramente perchè ha aspettato tanto a parlare? solo oggi che va in pensione sente il dovere....." Appunto, ha dato le dimissioni senza aspettare la scadenza per la pensione e, ovviamente, essendo persona corretta, ora e non prima per rispetto alla toga ha parlato. Cosa non va? Cervelli di gallina!

Ritratto di francesco57bs

francesco57bs

Sab, 19/07/2014 - 23:07

82masso... "dove a rilasciato l'intervista " la a va scritta con l'acca ... IGNORANTE !

tiptap

Sab, 19/07/2014 - 23:56

Ha subito tutti quei processi solo perché è sceso in campo contro i massoni comunisti... Non vorrei che ora la grazia fosse arrivata solo perché ha ceduto alle lobby lgbt... contro la famiglia e la vita... Che Dio lo illumini e ci protegga.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 20/07/2014 - 00:12

Anche i magistrati ora cominciano a parlare chiaro. PERÒ SE AVESSERO PARLATO UN PO' PRIMA AVREBBERO EVITATO IL PROTRARSI DEL VERGOGNOSO E DOLOROSO LINCIAGGIO DI BERLUSCONI.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 20/07/2014 - 08:13

Questa super CASTA, ARROGANTE e VISCIDA, in compagnia, con parlamentari CORROTTI e FALSI, HA COMMESSO IL PIÙ GRANDE PECCATO di VANITÀ. CREDENDOSI GLI ELETTI DEL PADRETERNO, HANNO ABUSATO DEI LORO POTERI E CON I LORO ODI PERSONALI, HANNO PORTATO IL PAESE SULL`ORLO DI UN BARATRO CHE AVRÀ CONSEGUENZE INLIMITATE, ANCHE PER L`EUROPA "COMPLICE DEL FATTO". Questa gente NON HÀ IL DIRITTO DI OCCUPARE ANCORA QUELLA CATTEDRÀ, CHE HÀ PORTATO LO SCANDALO AL PAESE, E LE CONSEGUENZE DEVONO ESSERE PAGATE DA LORO STESSI, NON DALLA POPOLAZIONE !!!

upetrucci

Dom, 20/07/2014 - 09:07

grazie giudice Tony. solo chi non voleva capire ha sempre pensato il contrario. io da ex comunista sono stato sempre convinto che era così. dal 1994. intanto si è distrutta una NAZIONE solo x correre dietro a Berlusconi. ed hanno ancora la faccia da culo a non volerlo ammettere.

aldopastore

Dom, 20/07/2014 - 09:10

Chissa dove lo manderanno il Magistrato Dr. Piero Tony, dopo questa intervista

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 20/07/2014 - 09:30

bobirons - La sua storiella si applica molto meglio a voi pecorelle acritiche che ancora vi illudete che Berlusconi sia il buon pastore, la mammoletta verginella, il grande statista, l'economista, il salvatore della patria e il modello morale... Con le vostre illusioni, lui e voi, siete diventati gli zimbelli del Paese, dell'Europa e del mondo intero.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/07/2014 - 09:55

PRAVDA99.... patetico commento! :-) ritorni sul pianeta terra, e guardi in faccia la realtà :-)

gioch

Dom, 20/07/2014 - 09:56

pravda99- Pure affermazioni da omologato col paraocchi.Il verde non le rende giustizia,usi il rosso "stasi". bobirons- Chi la spiega,la storiella,a LUIGIPISO?Vendola?

nerinaneri

Dom, 20/07/2014 - 10:11

euterpe: ma non e' riferito a te, tu fra 10 anni ci sarai ancora...avrai 99 anni, ma ci sarai

angelomaria

Dom, 20/07/2014 - 10:33

CARI AVVELENATI UNA RAGIONE IN PIU'PER VOI DI FARE LA FAME CHE IVOSTRIKOMPAGNI HANNO PORTATO VOI OBSOLETI COME LORO SE NON PEGGIO QUELLI DEL 50EURO A VOTO SBAGLIO???!!

hectorre

Dom, 20/07/2014 - 10:50

sinistri imbarazzanti...io riconosco a berlusconi le qualità di leader nonostante i mille difetti,voi seguite semplicemente il colore rosso come i tori...i vostri leader(presunti) sventolano il drappo e voi lo rincorrete a testa bassa.....che siano i vari veltroni, o prodi,d'alema,occhetto,bersani,letta,franceschini,renzi..ecc..,poco importa....che siano capaci,importa ancora meno....che siano eletti dal popolo,un dettaglio!!....passate la vostra vita a fare le pulci al nemico e voltate lo sguardo dall'altra parte se a fare porcherie sono i vostri "compagni"....imprenditori come de benedetti e la fam. agnelli hanno ottenuto impunità e denaro a fiumi strizzando l'occhio ai sinistri...i leader del pci-ds-pd,nonostante le mille mangerie legate al partito,alle coop e banche,non sono mai stati sfiorati dalla magistratura.....ovvio,questa è la visione sinistra del mondo....eliminare il nemico per governare "democraticamente" e "onestamente" il paese.......siete ridicoli e patetici.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 20/07/2014 - 11:57

@ pravda99 - La contraddico. Non ho mai pensato che Berlusconi sia quello che dice Lei. Non ho nemmeno mai pensato che sia Satana, come dite voi. Certo che, con le vostre puerili accuse e persecuzioni ne avete fatto il martire che non meritava d'essere. Per quanto essere gli zimbelli d'Italia e d'Europa, la sinistra estrema che sembra Lei voglia perseguire dal Suo nomignolo, sarà bene che guardi in faccia la realtà mondiale. Solo in Corea del nord si persegue il marxismo. Pure in Cuba ed in Cina, chi più chi meno, hanno riconosciuto che il modello socialista é uno "schreklisches System"9 (un sistema orribile, per chi non conoscesse la lingua krukka) come mi disse una signora in Jugoslavia, quando tanti tonti, o farabutti, dipende, italiani credevano che quel signore e quel sistema fossero il sole dell'avvenire. Allora, chi sono gli zimbelli del mondo ? Svegliatevi, siamo nel XXI secolo e le favolette del benessere populista sono andate a gambe all'aria da trent'anni !

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 20/07/2014 - 15:36

#pravda99. MA; QUANTO HAI GUADAGNATO OGGI? MA TU LAVORI ANCHE LA DOMENICA PER I TUOI PADRONI?;IO SPERO CHE I SOLDI CHE TI INCASSI PER SCRIVERE I TUOI SIANO LIBERI DI TASSE; PERCHE LA DOMENICA É UN GIORNO SACRO AL SIGNORE É NESSUNO DEVE LAVORARE;MA PER UNO CHE SI CHIAMA PRAVDA99 É CHE VIENE PAGATO PER OGNI COMMENTO NON CÉ DOMENICA CHE TENGA; É SCRIVERE MINKIATE PER GUADAGNARE QUALCHE EURO; É MEGLIO DI ALLARGARE LE GAMBE COME FANNO LE PUTTANE; MA FRA LEI E QUESTE NON CÉ NESSUNA DIFFERENZA; PERCHE LEI COME LE PROSTITUTE SI VENDE PER DENARO!!!.

laura franceschini

Dom, 20/07/2014 - 20:44

Premettendo che metto sullo stesso piano il malaffare di qualunque genere e coloro che finché ne traggono profitto fingono di non sapere/vedere, dico due parole a un certo commentatore: CADAQUES. Quante chiacchere. Magari potrebbe interrogarsi meglio e più onestamente sui pupari della strage di Capaci, di via d'Amelio, degli ammazzamenti di tutti i giudici che hanno strenuamente tentato di combattere la... "mafia"... così la chiamano, ancora oggi... E vedere se riesce a fornire a se stesso e a me, ad esempio, un motivo che non sia verminoso, del perché della distruzione col fuoco delle uniche intercettazioni che avrebbero dovuto doverosamente essere state divulgate alla conoscenza di TUTTO il POPOLO ITALIANO e del mondo intero: quelle sulla trattativa Stato-mafia portata avanti dal golpista per eccellenza, nap.. - ano! Forse certa gente dovrebbe ristudiare le sanguinose pagine di questa parte della nostra Storia... e smetterla di scassare la minchia con il Cavaliere Silvio Berlusconi, ultimo Presidente del Consiglio eletto democraticamente dal Popolo!!!