Stipendi d'oro ai trombati: c'"Hera" una volta il Pd

La super-società emiliana che si occupa di acqua, gas e rifiuti è il contentino per un esercito di politici democrat. E ai manager compensi record: 450 mila euro. Il business del fratello di Prodi 

C'«Hera» il Pd, gli altri contano zero. Un colosso nel cuore della rossa Emilia Romagna, una super-partecipata degli enti locali (tutti Pd) da Bologna a Ferrara, da Ravenna a Modena e altri 261 comuni (al 99% centrosinistra), non poteva che essere così. Ed ecco, dunque, che ai rinnovati vertici di Hera, multiutility di acqua, gas, luce, smaltimento rifiuti, si ritrova mezzo Pd locale, con un occhio di riguardo ai «trombati», a cui il partito non fa mai mancare un contentino. E chiamalo contentino: in media 75mila euro, per qualche seduta di Cda al mese. Il lavoro che spetta, ad esempio, al consigliere fresco di nomina Danilo Manfredi. Curriculum normalissimo da avvocato di 45 anni, ma con un'esperienza in più: Manfredi è del Pd, ed è stato appena sconfitto nella corsa alla segreteria provinciale a Ravenna. Niente segreteria Pd, ma un posto nel Cda di Hera Spa, come cadeau del partito. E in quel Cda troviamo altri piddini. Come Riccardo Illy, ex presidente della Regione Friuli Venezia Giulia. O Giorgia Gagliardi, anche lei come «consigliere indipendente» ma appartenenza strettamente Pd: ex consigliere comunale, ex consigliere provinciale e vicesindaco. In più, e non guasta affatto, anzi, ha lavorato in una grossa coop, la Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna. Curriculum politicamente perfetto. E a chi chiede invece se le competenze siano sufficienti, il sindaco (Pd) di Cesena, Paolo Lucchi, risponde così: «Ha il curriculum di una persona assolutamente qualificata, è un avvocato molto bravo...». Anche se avvocato, la piddina Gagliardi, non lo è. Ma pazienza. Piddino anche Forte Clò, anche lui consigliere, ex sindaco Pci e poi assessore Ds alla Provincia di Bologna. E c'è pure Tiziana Primori, top manager di Coop Adriatica e vicepresidente di Eataly del renziano Farinetti. Una fede, quella Pd, che pare indispensabile per entrare in Hera, altre 250 poltrone di vertice. Tutte di nomina politica? Un leggerissimo dubbio viene.

Ma gli stipendi dei consiglieri semplici impallidiscono di fronte a quelli del presidente Tomaso Tommasi di Vignano (già amministratore di Telecom ai tempi dell'operazione Telekom Serbia) e dell'amministratore delegato Stefano Venier: più di 450mila euro. Un record nelle partecipate locali italiane. Quando si è chiesto un taglio netto dei superstipendi, l'assemblea dei sindaci (cioè il Pd) ha fatto muro. Come dire, i compagni si vedono nel momento del bisogno. E, magicamente, spuntano amici anche quando si guardano le società che lavorano per la Hera. Come la Protex, a cui si appoggia per lo smaltimento radioattivo. Tra i proprietari della Protex c'è anche un signore che si chiama Vittorio Prodi. Fratello dell'ex premier, Vittorio Prodi è anche stato presidente della Provincia di Bologna e eurodeputato Pd.

Ma almeno Hera, multiutility del Pd, va bene? In un regime di monopolio (l'Antitrust l'ha multata per abuso di posizione dominante: 1,9 milioni di sanzione) è più semplice non andare in rosso, e infatti Hera chiude i bilanci in positivo. Con un però. L'indebitamento, cresciuto in modo esponenziale: nel 2002 era di 140 milioni, nell'ultimo bilancio vale 2,5 miliardi. Ma perché? Il capogruppo Fi a Ravenna, Alberto Ancarani, ha una sua teoria: «Hera è il bancomat dei comuni del Pd: le vendono le reti, le consegnano il monopolio di rifiuti e acqua, e in compenso Hera gli stacca i dividendi annuali. Poi attraverso le bollette dei consumatori, che nel mercato monopolista non possono ovviamente scegliere altro, produce utili annuali pur aumentando l'indebitamento». Fosse così sarebbe un favore da veri amici. Anzi, compagni.

Commenti

Massimo Bocci

Ven, 12/12/2014 - 08:50

A proposito di..................MAFIA,NDRANGHETA,CAMORRA,COOP,ONLUS,FONDAZIONI,TRADITORI (DEL POPOLO ITALIANO) SVENDUTI SERVI DELLO STRANIERO,....ecc.ecc...... il famoso terzo settore DI ASOCIALI!!! Della criminalità ORGANIZZATA DAL REGIME COMUNISTA-CATTO, le loro STAR TAP ASSOCIALI CRIMINALI "sol dell'avvenire" 70 anni di ININTERROTTA CRIMINALITÀ ANTI ITALIANA e ITALIANI!!! ....... ORGANIZZATA!!!! A prova di CRISI, ALLE SPALLE DEL BUE!!!! Il coglionazzo sovrano!!!.....ECCONE QUI UN DEGNO INFIMO!!!! CAMPIONARIO, MORTAZZA e C.

27Adriano

Ven, 12/12/2014 - 08:53

Possibile che la solerte Guardia di Finanza, così attenta dopo giornate di appostamento a scovare il bambino con il lecca-lecca senza scontrino, non voglia vedere situazioni simili?...Ah, dimenticavo...in Italia tutto ha un prezzo!!

Solist

Ven, 12/12/2014 - 09:13

sapete che i lor signori pensionati hanno rischiato la pelle e reputazione per arrivare a tanto? allora pf non fate gli stronzetti e non criticate chi si è fatto il cxxo lavorando sodo ahahahahaha.....però a pensarci bene potrebbe essere un esempio per noi comuni lavoratori, qualcuno mi sa dire come ci si arriva? si deve per forza essere parenti , amici di prodi o semplicemente addobbati di rosso?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 12/12/2014 - 09:25

ecco, altro esempio di mafia del PD!!! :-) e dov'è la superiorità morale della sinistra? :-)

glasnost

Ven, 12/12/2014 - 09:27

Ma se questo PD è un partito onesto e che si occupa dei meno ricchi, come ci vuole far credere, non potrebbe farci pagare di meno i servizi essenziali (luce,acqua,gas,rusco..) anziché caricarci dei costi di tutti questi trombati del PD?? E costituire un esempio per tutti i comuni (pochi) amministrati, male, dalla odiata destra??? O invece ci prendono sempre per i fondelli???

dementina1

Ven, 12/12/2014 - 09:48

nonostante tutte le ruberie del pd c sono ancora coglioni che li votano.O SONO TAROCCATE ANCHE LE SCHEDE ELETTORALI? A QUESTO PUNTO ME LO DOMANDO PERCHE NON E POSSIBILE CHE CON TUTTE LE SCHIFEZZE CHE FANNO ANCORA LI VOTINO

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 12/12/2014 - 10:07

Ecco perché circa 20 anni fa l'allora PDS (ma anche CGIL) erano favorevoli e imposero le privatizzazioni dei settori energetici ed idrici. Era tutto un programma per avere nuovi carrozzoni e aumentare i posti da assegnare agli amici e amici degli amici.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 12/12/2014 - 10:12

ma come si permettono di tirare in ballo il fratello di Prodi??? tutto per attirare l' attenzione su una famiglia eccezionale ...

Gianca59

Ven, 12/12/2014 - 10:16

Io non capisco perhè questa gentaglia trovi sempre un buco da qualche parte e si becchi uno stipendio pagato da quei poveri fessi di italiani. MA LA VOGLIAMO FINIRE ?

husqvy510

Ven, 12/12/2014 - 10:34

ecco pechè tanti mentecatti li votano: sanno che prima o poi arriverà anche per loro un posticino ben pagato. Meglio morire povero e libero che ricco e comunista

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 12/12/2014 - 10:49

Qualcuno credeva che "privatizzare" fosse la soluzione di tutti i mali. Personalmente ritengo che i "servizi essenziali" (come luce, acqua, gas, telecomunicazioni e trasporti) debbono rimanere sotto stretto controllo dello Stato. Il problema da risolvere, nel nostro Paese in particolare, è il rispetto della legalità, sia nel Pubblico che nel Privato. La "cirminalità" ormai controlla il Paese attraverso la politica e le Istituzioni grazie anche all'indifferenza totale di ciò che accade e spesso alla vera e propria "complicità" di buona parte dei Cittadini.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 12/12/2014 - 10:54

QUESTA; É LA CONFERMA CHE IL PDPCI E LA PIU GRANDE ORGANIZZAZIONE CRIMINALE DEL NOSTRO PAESE! ALTRO CHE LA MAFIA; MA I KOMUNISTRONZI DI QUESTO BLOG; NON HANNO NIENTE DA DIRE SU QUESTE AZIONI CRIMINALI DEL LORO PARTITO?!; É SI CHE QUI ABBIAMO BANDITI DI STATO PROTETTI DA UN PARTITO CHE É MARCIO DALLE RADICI FINO ALLA CIMA! MA PER QUESTA GENTAGLIA QUELLO CHE FÁ IL PARTITO E SEMPRE LECITO VERO?!!!.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 12/12/2014 - 10:56

Brancalini, Conti, evete scritto una piccola VERITA' su Romagna HERA. Ma cosa se ne fanno dei soldi, ne hanno tanti e tanti che devono regalare qualcosa ai loro fratelli. CALCOLATRICE alla MANO : 3'500'000 CLIENTI. 24 Bollette Annue: Luce, Gas, Immondizie, Acqua, ogni bolletta può portare un ARROTONDAMENTO sul TOTALE all'insù, di UNO, DUE CENTESIMI per arrivare a fine anno ad una INSIGNIFICANTE SOMMA di 0,90 Centesimi, che Moltiplicata per i CLIENTI 3'500'000, (TOTALE 3'150'000 Euro). Cosa devono fare di questa somma piovuta dal CIELO se non regalarla agli AMICI degli AMICI. Pensateci gente e COPIATE.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Ven, 12/12/2014 - 11:11

Non dimentichiamo il "regalino" del sindaco PD di Udine, che ha voluto a tutti i costi che l'omologa azienda ex municipalizzata AMGA S.p.A. venisse da quest'anno incorporata in Hera. Ciò malgrado AMGA risulti in attivo da sempre e che, al pari della sua la sua controllata Bulgara B.S.T.C. (acquisita nel 2001 quando Udine era guidata dal leghista Cecotti) garantisca tutti gli anni milioni di euro alle casse comunali. C'è da chiedersi quali oscuri benefici ne potranno avere i cittadini di Udine dalla fusione di una società sana ed in costante attivo con un carrozzone politicizzato con i bilanci in rosso. Se si pensa poi che perfino i 4 componenti di maggioranza che rappresentavano il Comune di Udine nel C.d.A. di AMGA hanno preferito dimettersi piuttosto che approvare detta fusione, è facile capire cosa c'è dietro.

baio57

Ven, 12/12/2014 - 11:27

Hera tra gli altri ha una partecipazione azionaria(11%) assieme a Sorgenia(78%) e Iren(11%) in Energia Italiana ,che detiene il 50% della Tirreno Power ,cui fa capo la Centrale di Vado . Pure inquinatori ambientali ,questi kompagni di melma.

cast49

Ven, 12/12/2014 - 11:33

VERGOGNA, VERGOGNA, TREMENDA VERGOGNA...PRODI, POI, UN CxxxxxO MANGIA SOLDI, CxxO DI GALLINA...

Libertà75

Ven, 12/12/2014 - 11:51

Mi viene da piangere da quanti ladri rubino i nostri soldi di noi povera gente che si fatica ad arrivare a fine mese!

vince50_19

Ven, 12/12/2014 - 12:03

Il moloch Hera.. Sempre questa "istituzione rossa" che appare e scompare come i fuochi fatui, che poi così fatui non sono. E poi c'è tanta gente in giro, al minimo della pensione, che mangia tre volte alla settimana, si scalda quando può etc etc. Certe facce in quanto da c@@o non sanno dove sta di casa un minimo di pudore. Schifo, schifo, schifo!

csciara

Ven, 12/12/2014 - 12:09

Attenzione che per i cittadini onesti indignarsi è il principale sintomo di una grave patologia: l'eversione! Invece i politici della casta sono malati di ladrocinio, malattia non terminale poichè non smettono mai di rubare.

glasnost

Ven, 12/12/2014 - 12:09

@giovannidaudine: chissà in uno stato con una magistratura "normale" quanto si sarebbe indagato su questi rapporti tra comuni a guida PD ed aziende a guida PD? Invece qui tutto quello che fa la sinistra "va bene" per definizione. I grandi affari della sinistra passano da queste vie e dalle banche, non dalle ruberie di polli di Roma che ci vengono messi sotto gli occhi solo per dimostrare (?) che la Magistratura è imparziale.

mezzalunapiena

Ven, 12/12/2014 - 12:12

è evidente che l'emilia romagna è destinata ad essere governata da dittature prima il buon benito socialista poi il pci e ora il pd quindi sempre dittature sono anche se un po' più democratiche ma il risultato non cambia.

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Ven, 12/12/2014 - 12:16

PRODI DI REGGIO EMILIA UOMO DI ELEVATI VALORI CRISTIANI.