"L'euro è stato un errore. Non dovevamo entrarci"

L'affondo di Fassina: "Così la moneta unica ha spaccato l'Eurozona e sta portando il Vecchio Continente al naufragio"

Se vuole sopravvivere, l'Europa deve abbandonare l'euro. Così la pensa Stefano Fassina, economista e deputato Pd. La moneta unica è stata imposta agli europei senza che ci fossero i presupposti politici e economici adatti. E i risultati di questa operazione sono stati disastrosi.

Onorevole Fassina, recentemente ha detto che l'«euro è finito». Anche l'Italia, secondo lei, dovrebbe abbandonare la moneta unica?

«L'euro è il tassello di una linea di politica e economica che non funziona e che sta portando l'Eurozona al naufragio. Come dimostra la Grecia, non ci sono le condizioni politiche per una correzione della rotta economica. Non è un problema dell'Italia o della Grecia. È un problema di tutti. Anche della Francia e della Germania».

L'errore è quindi a monte: abbiamo sbagliato a entrare nell'euro...

«Allora abbiamo fatto degli errori politici. Abbiamo pensato a uno scenario che non si è verificato. Si è sognato un'integrazione politica che non c'è stata. L'euro non solo non ha avvicinato i Paesi, ma anzi li ha allontanati. Ha divaricato le opinioni pubbliche degli Stati. L'integrazione politica è stata minata dall'euro stesso».

Dall'euro si passa alla Troika. Renzi ci va a braccetto, ma lei la critica. Non si sente un po' incoerente?

«Renzi per ragioni di consenso è quello meno disciplinato rispetto ai governi precedenti. Penso al governo Monti, per esempio. Il Jobs Act era nell'agenda della Troika, che interviene direttamente nella gestione dei governi. E quando non interviene direttamente, lo fa con le raccomandazioni delle commissioni. È evidente che vivo in contraddizione, ma provo a spostare quelle posizioni del Pd che non funzionano, che non aiutano il Paese a venire fuori dalla spirale di stagnazione, di disoccupazione e di aumento del debito pubblico».

Se da una parte la sinistra ha come punto di riferimento Renzi, dall'altra ha Tsipras che rappresenta un modello politico alternativo. Un modello più coerente con gli ideali e la tradizione di sinistra. Tsipras contrasta la Troika; Renzi invece no. Perché la sinistra italiana non riesce a smarcarsi?

«In Grecia hanno dovuto patire sofferenze economiche e sociali perché maturasse una linea alternativa. Da noi la sinistra non riesce a comprendere che con la svalutazione e l'austerità imposte dalla Troika non c'è alcuna prospettiva. Abbiamo idealizzato la funzione di Bruxelles senza riconoscere gli interessi nazionali che venivano colpiti. Ora facciamo fatica a uscire da un paradigma culturale che abbiamo seguito per troppo tempo».

Un'alternativa sembra essere quella di Landini...

«Landini pone problemi concreti. Il problema di un fronte sociale che riguarda il lavoro, i diritti, il bene comune. E pone anche una questione rilevante: quella di un'adeguata rappresentanza politica di un universo sociale che è stato segnato da questi anni di difficoltà. Le sue proposte però non devono essere strumentalizzate: non sta proponendo un partito. Pone delle domande serie alla politica. E credo che la sinistra le debba raccogliere».

Commenti

ammazzalupi

Mer, 04/03/2015 - 08:29

Nell'euro ci siamo entrati GRAZIE alla sinistra e ai komunisti. Dovrebbe essere la sinistra ed i komunisti a pagarne i danni. Invece... è proprio la sinistra e i komunisti che, abbuffandosi sulle spalle della gente, si sono MANGIATI TUTTO. Per tutti gli altri... FAME!!!

GianniBene

Mer, 04/03/2015 - 08:31

A proposito di Euro: che fine ha fatto il blog del Prof. Alberto Bagnai su questo giornale? Aperto e chiuso nel giro di una o due settimane? Qualcuno mi può cortesemente dare un chiarimento?

Libertà75

Mer, 04/03/2015 - 08:31

Allora esistono persone intellettualmente oneste nel PD? Bene, lascino Renzi e facciano un partito in coalizione con la Lega Nord. Qua non c'è rosso e nero, c'è da salvare il Paese. Forza Fassina!

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mer, 04/03/2015 - 08:41

vallo a dire al compagno Prodi,D'Amato e a Ciampi.

Iacobellig

Mer, 04/03/2015 - 08:50

Pensiero condivisibile, neglio tardi che mai!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 04/03/2015 - 08:50

Bastava leggere gli scritti di Carlo Pelanda a suo tempo per sapere che questa valuta fasulla non avrebbe dato vantaggi a nessuno.

FRANZJOSEFF

Mer, 04/03/2015 - 08:53

ORA CHE NON SAPETE COME COMPORTARVI IN ECONOMIA DOPO ANNI DI INSULTI E CONTESTAZIONI DA BRAVI OPPOSITORI E NON POTENDO DARE PIU' COLPA ALLA DESTRA O CD AVETE AMMESSO CIO' CHE TUITTI SAPEVANO E VI SERVIVA PER ABBATTERE E DENIGRARE GLI ALTRI GOVERNI. ORA CHE SIETE AL GOVERNO AVETE PROVATO IL DOLORE DEL CETRIOLO IN QUELLA PARTE DOVE NON BATTE MAI IL SOLE, NON SIETE IN GRADO DI FARE NULLA PER L'ECONOMIA DICHIARATE CIO' CHE IL VOSTRO CAPO MORTADELLA AVEVA TORTO. PERO' ERAVATE COMPLICI DEGLI IMBROGLI DELL'INSACCATO. BRAVI ALMENO AVETE AMMESSO L'ERRORRE QUESTO E' GIA' QUALCOSA. ANZI IL MASSIMO NESSUNO POTEVA IMMEGINARE QUESTA DICHIARAZIONE. CERTO E' FACILE FARE PROTESTE NELLE BARRICATE O NELLE AULE DI SCUOLE, MA QUANDO SI ENTRA NELLA STANZA DI COMANDO E' ALTRA COSA

Magicoilgiornale

Mer, 04/03/2015 - 08:58

La colpa del dissesto Italiano e' la CORROZIONE NON ALTRO, ci sono dirigenti legati alla delinquenza che affossano l' Italia ! L' euro non centra nulla !

Leonardo Marche

Mer, 04/03/2015 - 09:04

"Abbiamo idealizzato la funzione di Bruxelles senza riconoscere gli interessi nazionali che venivano colpiti" = abbiamo agito col paraocchi per decenni, muovendo la nostra poderosa macchina (dis)informativa perchè gli italiani non si ponessero nemmeno il dubbio se l'euro fosse cosa buona. Abbiamo stroncato sul nascere ogni tentativo di discussione e ragionamento sull'economia adatta al nostro paese. Abbiamo operato per il popolo bue e ... abbiamo sbagliato. Continuiamo a farlo perchè amiamo troppo il potere e la nostra è una macchina poderosa che si regge proprio su questo, ed è per questo che non riconosciamo i nostri errori. Il popolo bue non capirebbe.

Totonno58

Mer, 04/03/2015 - 09:04

Fassina chi?

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 04/03/2015 - 09:12

Anche i sinistri a volte, con grosso ritardo e solo di fronte all'evidenza, ragionano.

Ritratto di llull

llull

Mer, 04/03/2015 - 09:15

On Fassina.... Buongiorno!!!!! Ben svegliato !!!!!

abacon

Mer, 04/03/2015 - 09:16

Ebete, te ne sei accorto adesso ?

Ritratto di llull

llull

Mer, 04/03/2015 - 09:34

Vogliamo divertirci? (o forse incazzarci?) Ecco alcune perle: Mentre ROMANO PRODI diceva: "Con l'Euro lavoreremo un giorno di meno guadagnando come se lavorassimo un giorno di più", MARGARET TATCHER affermava: "La Germania si ritroverà la sua naturale fobia dell’inflazione, mentre l’euro risulterà fatale per i paesi più poveri perché devasterà le loro economie inefficienti"; e ancora sull'euro: “la più grande follia dell’era moderna” e poi ancora: ”L’Euro farà finire la democrazia in Europa”. Non vi pare che siamo già arrivati al punto profetizzato dalla Lady di Ferro? Possiamo ora affermare che Prodi si è dimostrato quantomeno incompetente? O è Fassina che è diventato improvvisamente Tatcheriano?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 09:38

Fassina sempre più in rotta col PD; dopo aver sostenuto la moneta unica da sempre, adesso, mentre Renzi e Mattarella sono sempre più europeisti e dicono che bisogna accrescere l'integrazione europea, lui sostiene che bisogna uscire dall'euro, operazione che nemmeno la Grecia si sente di fare. le posizioni leghiste-grillesche sull'euro sono impraticabili, come pure quelle di Fassina, che è bene che se ne vada con Landini e Vendola a fare opposizione di sinistra-sinistra.

mezzalunapiena

Mer, 04/03/2015 - 09:44

Come sempre se la critica di cassina fosse stata fatta dal centrodestra la sinistra sarebbe scesa in piazza e questo dimostra tutta l'ipocrisia del pd.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 04/03/2015 - 09:44

Beh, ai tempi in cui MORTADELLA, è salito sul trono dell`Unione Europea, questi bravi (democristiani), OSANNAVANO L`EVENTO !!! CHE SUCCEDE ORA ??? BERLUSCONI E SAVINI HANNO LORO APERTO GLI OCCHI E VOGLIONO SALVARE IL SALVABILE ??? E COSA NE FACCIAMO DEI ROM E DEI BEI NEGRETTI CHE OGNI GIORNO SBARCANO SULLE COSTE MERIDIONALI ??? È STATA TUTTA UNA MESSINSEGNA, PER METTERE L`ITALIA IN GINOCCHIO E FARLA PASSARE A PAESE DI TERZO MONDO !!! Grazie a tutti coloro che si fanno chiamare DEMOCRISTIANI !!!

carpa1

Mer, 04/03/2015 - 09:46

Guarda che ci siamo entrati grazie ai tuoi sodali! E tu dov'eri a quell'epoca, in vacanza su Marte?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 04/03/2015 - 09:54

Bravo Fassina. La conferma granitica che i COMUNISTI TRINARICIUTI impiegano almeno 10 anni in più per arrivare a capire le cose più semplici e lampanti.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 04/03/2015 - 09:56

i luminari di sinistra danno i primi segni di risveglio , quanto ci vorrà ancora per che capiscano qualcosa a proposito dell'immigrazione selvaggia , speriamo non secoli.

magnum357

Mer, 04/03/2015 - 09:57

Toh, l'economista komunista s'è destato dal sonno profondo della sua poltrona !! L'euro doveva essere a due tappe, di cui la prima per i paesi virtuosi e la seconda per i paesi cosiddetti PIGS !!!! Bastava fare per i paesi pigs un cambio fisso togliendo le monete dalla quotazione e lasciando andare i paesi più forti strutturalmente !!! La sinistra ha ingannato il popolo italiano ed ora pretende anche di governare senza essere eletto !!!! VERGOGNA, governo di mariuoli !!

Doppiavela21

Mer, 04/03/2015 - 10:17

Mortadella Prodi diceva:"gli faremo vedere i sorci verdi!". Fassina...cucù! ben svegliato!

levy

Mer, 04/03/2015 - 10:18

Che l'euro fosse un errore Bossi lo disse parecchio tempo fa'.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 04/03/2015 - 10:22

L'errore non é l'euro in sè stesso, l'errore é il non aver previsto leggi fiscali, di lavoro ecc. ecc. uguali per tutti i paesi contraenti.

carpa1

Mer, 04/03/2015 - 10:25

Si chieda perchè la sx, che era al governo quando è stata presa la decisione, non ha indetto un referendum invece di venirci a mettere le mani in tasca notte tempo e con tutti gli aumenti indiscriminati di tasse inclusa quella sulla salute. Neh Ciampi, Prodi, Amato, ecc.?

Ritratto di ilmax

ilmax

Mer, 04/03/2015 - 10:28

FassinSalvini, chissà che qualche pecorone crede che quello che dice lo pensi veramente! tra poco parleranno di problema rom e immigrazione clandestina! e con la faccia di tolla che hanno si metteranno nel taschino un fazzoletto verde!

Blueray

Mer, 04/03/2015 - 10:36

Fassina si sveglia con ritardo, non mi sembra dare alcun suggerimento positivo e fa soltanto critica al passato col senno del poi, su argomenti che già si sapevano ampiamente, alias scopre l'acqua calda. Questa discesa da marziano ha il sapore di una crisi di ipoprotagonismo che deve averlo colto

Squalo2

Mer, 04/03/2015 - 10:36

In quarant'anni di politiche sinistrorse,tra comunisti e sindacati,sono riusciti a demolire tutto quello che funzionava.Solo adesso che siamo tutti nella fogna,si accorgono di aver sbagliato!Vedrete che riusciranno ad addossare la colpa al solito personaggio.Già mister Napolitano aveva asserito che la causa era della minoranza chè non aveva vigilato.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 10:42

@giovanni PERINCIOLO, bravo, questa è una osservazione intelligente! Se nella UE si adottasse, anche progressivamente, un sistema fiscale unico (quindi abbassando la pressione fiscale in Italia, molto sopra la media), faremmo grandi passi in avanti!

sbrigati

Mer, 04/03/2015 - 10:44

Considerato il grave impatto che l'entrata nell'euro avrebbe potuto causare, ed ha causato, la sua adozione sarebbe dovuta passare attraverso un referendum. Ma visto che, come diceva Sordi, "loro" son loro e noi cittadini siamo "un cxxxo", è andata così, anzi ci hanno pure tassato. Adesso per raggranellare qualche voto, fanno un tardivo mea culpa. Viva i politici, salvatori della Patria con i soldi nostri.

Libertà75

Mer, 04/03/2015 - 10:45

Fassina ha dimostrato una cosa ossia che tutti quegli ignoranti in materia economica che qui venivano a riempire di postulati "Con la lira, la benzina a 25mila lire al litro" erano in torto sia per ignoranza, sia per incompetenza, sia per manifesta malafede. Ogni tanto fa piacere vedere che ci siano persone intelligenti anche a sinistra, anche se leggendo i commenti sopra dei komunisti che qui scrivono è già considerato fuori. Sia chiaro, io sono un europeista pro euro, ma non pro germania. Sono per un'Europa dei popoli e non della finanza. Sono per un sistema di ampie libertà e circolazioni e non per uno di recinti, ricatti e schiavismi... Viva la libertà

Rossana Rossi

Mer, 04/03/2015 - 10:57

Ora piangono lacrime di coccodrillo....ma è troppo tardi....forse fassina si dimentica che siamo entrati nell'euro proprio grazie ai suoi vergognosi kompagni.........

Joe Larius

Mer, 04/03/2015 - 10:58

Alla fine degli anni 50 guadagnavo ca 100'000 Lire al mese, somma ai tempi piuttosto altina che oggi varrebbe ca. 53 €. Non fossimo entrati in zona € oggi, visto che quando facciamo i cattivi possiamo attingere da essa non pochi soldini, potremmo comperare il pane a qualche milione di lirette al Kg. Weimar docet.

giolio

Mer, 04/03/2015 - 11:00

come sempre i Sinistrati prima creano il problema e poi vengono a dirci non si doveva.Purtroppo e il loro handicap genetico

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 04/03/2015 - 11:25

Salve Fassina, mi sei sempre piaciuto perchè sei un uomo di poche parole e quando apri bocca sai quello che dici. Nonna diceva, non fidarti MAI di coloro che parlano TROPPO perchè faranno TROPPO POCO. L'Italia non doveva entrare nell'Euro, ma i BENPENSANTI di allora erano tutti felici perchè PENSAVANO (Ora c'è qualcuno che ci paga i nostri debiti). Tre anni fa una miriade di Costituzionalisti e Politologhi mondiali, sono stati intervistati tra cui anche il nostro "PRODI", ed hanno ammesso che l'Europa sarà un fallimento per molti paesi che sono entrati in ODORE di FALLIMENTO. Parecchi personaggi dicevano che, se certi paesi si vogliono salvare, devono USCIRE dall'Euro e ricominciare.

Klotz1960

Mer, 04/03/2015 - 11:26

Cé'arrivato anche Fassina, pensa te! E quando lo diceva Berlusconi, diversi anni fa, era ovviamente un reazionario nemico del progresso e del popolo. Proprio senza vergogna. Ed inoltre, il Governo meno ortodosso rispetto all'ÚE e'stato senza dubbio alcuno quello di Berlusconi (ed anche per questo e'saltato), ma figuriamoci se Fassina lo riconosce. Lui e'abituato a parlare a seguaci cretini e smemorati.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 04/03/2015 - 11:33

Stefano Fassina è l'unico a sinistra che ha l'onestà di ammettere quello che gli altri non vogliono vedere, che l'euro è una fregatura. Merita rispetto per la sua onestà intellettuale.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 11:34

FASSINA NON HA BEN CHIARO CON CHI CONDIVIDE LA SUA LOTTA POLITICA. La sinistra se svolgesse e avesse svolto davvero il ruolo che molti ingenuotti gli attribuiscono avrebbe osteggiato e non il contrario il progetto radicale e antisindacale europeista che ha raggiunto il culmine con l'introduzione della moneta unica il cui assurdo meccanismo ha solo accentuato squilibri interni ed esterni aggiustabili esclusivamente svalutando salari e tagliando servizi essenziali mentre le elitè rimangono illese diventando ancora più corrotte e piegate al volere delle oligarchie finanziarie del paese più forte. Oltretutto chiunque abbia studiato economia internazionale e non sia venduto al sistema finanziario sa benissimo che in un regime di cambi fissi inevitabilmente ad avvantaggiarsi sarà il paese più forte a scapito di tutti gli altri.

gian paolo cardelli

Mer, 04/03/2015 - 11:56

liberopensiero77 cc Perniciolo: lo vada a dire ai "politici di sinistra" (e non solo) che per consolidare i sogni dell'integrazione europea partiti dall'Euro dovranno rinunciare al clientelismo raccomandatorio su cui basano la loro esistenza ed i loro lauti redditi... devo spiegarle anche cosa c'entra?

MarcoE

Mer, 04/03/2015 - 12:19

Evviva!!! Meglio tardi che mai. Questi signori pensano di avere sempre ragione e sbaglia in modo sistematico! Poi se ne accorgono ma le attenuanti (o meglio scusanti) le trovano sempre. Che pena ... Fassina è quello che voleva mandare al Quirinale quel signore Pr. (che per inciso è totalmente incompetente) che ci ha condannati con l'Euro! ma per favore

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 04/03/2015 - 12:27

È evidente che vivo in contraddizione... Lo ha detto lui stesso! Parla, parla, critica, si agita, s'inalbera, offende, spara frecciate all corrente dominante del suo partito, ma poi alla fine ritorna sempre all'ovile e, al momento buono, il suo voto non mancherà mai. State tranquilli.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 04/03/2015 - 12:29

"L'euro è stato un errore. Non dovevamo entrarci" adesso .... va a raccontarlo al tuo amico Prodi.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Mer, 04/03/2015 - 12:40

fassina.. ho staccato il biglietto per la siberia

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 12:46

@gian paolo cardelli, guardi, spassionatamente, il clientelismo è sempre stato un male italiano di qualunque colore politico, di sinistra, di destra, e di centro. Vuole degli esempi?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 04/03/2015 - 12:47

Il vero problema non è l'euro perche qualunque moneta l'itaglia avesse, la nostra situazione sarebbe la stessa a causa del livello d'ignoranza dei nostri politici ed administratori che non hanno lasciato il medioevo, come mentalità oltre che non avere le PALLE per castigare le caste ed o parassiti statali!

jeanlage

Mer, 04/03/2015 - 13:00

Io appartegno al 7% scarso degli Italiani che votarono No al referendum consultivo (perché il potere non aveva il coraggio di fare un referendum vero) sull'Euro. fassina apparteneva al partito degli Euroentusiasti filoprodiani. Cha anche lui dica che è stato un errore entrare nell'Euro, mi fa piacere, come mi fa piacerfe sentir dire che l'acqua è bagnata e che il fuoco scotta. Adesso, onorevole Fassina, un passino in più. Visto che si era clamorosamente sbagliato e con il suo voto parlamentare ha contribuito a far affondare l'Italia nella melma, che ne pensa di dimetteri? Così i suoi prossimi errori di valutazione non faranno danni.

Totonno58

Mer, 04/03/2015 - 13:00

Jaspar44... "va a raccontarlo al tuo amico Prodi"....ancora con questa nenia?!?allora anche a Berlusconi che se ne congratulò?!?

moshe

Mer, 04/03/2015 - 13:01

Qualche idiota sinistra ..... comincia a scoprire di avere un cervello !!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 13:22

Solo gli ingenui, o quelli che si illudono che i politici dicano la verità possono pensare che Fassina, dopo che ha sostenuto l'euro per vent'anni, adesso stia "cominciando a ragionare". Fassina sta semplicemente uscendo dal PD, e quindi sta posizionando le sue tesi su quello che si sostiene a sinistra del PD. Non c'è nessuna "illuminazione", solo opportunismo politico.

Accademico

Mer, 04/03/2015 - 13:24

Cappero! Il buon Fessina se ne accorge solo oggi?

agosvac

Mer, 04/03/2015 - 13:24

Ma guarda un po'!!! Sembrerebbe di sentire parlare Salvini o Brunetta ed invece si tratta niente di meno che di Fassina!!!!! Egregio fassina, ma lei dov'era quando il "vostro" prodi coadiuvato dal "vostro" ciampi, ci hanno imposto l'euro???????

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 04/03/2015 - 13:25

Prima fanno i disastri e poi, dopo molto tempo e spesso in ritardo, si accorgono del disastro che hanno combinato. Naturalmente, sia prima che dopo, pretendono il voto per sistemare le cose. Ne hanno di faccia tosta e senza vergogna!

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 13:29

liberopensiero77. Certo che il clientelismo non ha colore ma la sinistra per natura è il vero partito clientelare di massa. Evidentemente lei non vive in regioni come la Toscana altrimenti sorvolerebbe volentieri sulla questione. Chissà per quale coincidenza a urne semivuote la sinistra vince sempre e dovunque, in tutta Italia ?! La forza del potere clientelare della sinistra appare in tutta evidenza nell'incredibile scandalo tutto piddino del Mps, Siena è tuttora governata dai fautori del disastro che hanno messo in ginocchio l'intera città.

gian paolo cardelli

Mer, 04/03/2015 - 13:37

Liberopensiero77, vedo che non sono stato chiaro: per attuare quelle politiche di integrazione cui ha fatto riferimento occorre azzerare la classe politica italiana, ovvero occorre convincere gli italioti che il "politico", per come lo intendono la stragrande maggioranza, è una truffa del tutto incompatibile con il concetto di "politico" che hanno al di fuori dei nostri confini! E' chiaro adesso?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 13:44

@tppgnn, guardi, lasci perdere. In fatto di partiti clientelari di massa, ha cominciato la DC, poi il partito socialista, poi lo stesso PCI (con la CIGL) quando è arrivato a governare gli enti locali, poi FI, poi anche AN (lo dico da ex elettore) grazie all'UGL, ecc. ecc. Le basta come breve storia del clientelismo, o bisogna entrare nei dettagli? Pensa poi che Berlusconi e Bossi siano stati immuni dal clientelismo? Andiamo su, non facciamo gli ipocriti e la gara a "il più pulito c'ha la rogna ...".

Raoul Pontalti

Mer, 04/03/2015 - 13:47

#liberopensiero77 - 09:38 Non mi sembra che Fassino dica che l'Italia debba uscire dall'euro (cosa impossibile a diritto vigente salvo previo recesso dall'Unione europea) bensì che l'euro debba cessare in tulla l'Eurozona. Ma non Ti preoccupare: anche Tsipras andò ad acchiappare voti contro la UE e l'euro e ora fa di tutto per restare nella UE e tenersi l'euro. Hanno problemi anche a sinistra di bananas che credono che l'euro sia la causa di tutti i mali e cercano di tenerli buoni. Presi i voti si va avanti con la Ue e l'euro...

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 13:50

FASSINA QUESTE COSE LE DICE DA ALMENO DUE ANNI, solo che la sua onestà intellettuale e nulla rispetto alla sua ingenuità. Fa un immensa fatica a comprendere di essere un componente del partito delle banche e del grande capitale, dell'euro e delle svendite celate come privatizzazioni, che combatte ancora la lotta di classe, ma dall'altra parte!

Totonno58

Mer, 04/03/2015 - 14:02

AGOSVAC: "ma lei dov'era quando il "vostro" prodi coadiuvato dal "vostro" ciampi, ci hanno imposto l'euro???????"...porbabilmente abbastanza vicino al plaudente berlusconi.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 14:13

@Raoul Pontalti, si hai ragione, anche se mi rimane oscuro il concetto di "cessazione dall'euro". Cosa significa? Ogni Stato ritorna alla moneta nazionale? Sarebbe una operazione ancora più distruttiva dell'uscita dall'euro di un solo Stato nazionale ... Comunque è come dici, sta assumendo posizioni simil-Tsipras, qualcosa bolle in pentola ...

Sapere Aude

Mer, 04/03/2015 - 14:35

Oh yes… adesso che si sono posizionati con stipendi e pensioni da ‘dio me li ha dati guai chi me li tocca’ si accorgono di aver sbagliato. Fassina dimentica che il suo partito ha deciso che i magistrati che sbagliano avranno(?) stipendio dimezzato. Che si proceda a dimezzare stipendi e pensioni della classe politica fino ad azzerare il debito che ha sconquassato il paese. Fassina pensa al gestaccio “lavoratoriiii…tè”. Li avete votati, teneteveli!

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 04/03/2015 - 14:37

Oh oh, chissà com'è contento Prodi, grazie al quale, con la correità di Ciampi nel delitto, siamo entrati trionfalmente nell'euro! Adesso la sinistra (intellettuale?) dice questo, ma quando qualcun altro diceva le stesse cose lo massacravano. Dovrebbero solo vergognarsi, e tanto!

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 14:39

liberopensiero77. Mai parlato di partiti immuni al clientelismo. l'ipocrisia sta nel non voler vedere che la cultura ideologica e settaria della sinistra la porta a sottrarre risorse al privato e al sistema imprenditoriale per trasferirla all'immenso sistema partitocratico-burocratico e finanziario che la sostiene. Una smisurata grande casta composta da clientele fameliche e interessi striscianti per non parlare del collateralismo tra il loro potere politico e quello finanziario, assicurazioni, banche,e quello economico delle grandi cooperative che sono ormai dei veri e propri potentati industriali e finanziari.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 04/03/2015 - 14:41

Non sparate su fassina: in fondo ha impiegato 10 anni per riconoscere l'errore; il Kompagno Giorio a proposito della repressione sovietica in Ungheria ce ne ha messi oltre 50!!!!

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 04/03/2015 - 14:44

Beh, molto meglio di Napolitano Giorgio, in arte Re Giorgio I° (e si spera ultimo), che ci ha messo 30 anni e forse più per pentirsi dell'appoggio dato ai carri armati sovietici che invadevano i Paesi satelliti! x tonto-Totonno58: non risulta che Berlusconi applaudisse, anzi! Si informi meglio e non faccia a tutti i costi l'oppositore fazioso, che con i suoi commenti sbagliati diventa sempre più tonto-tonno.

Libertà75

Mer, 04/03/2015 - 15:00

@liberop, basta con sta economia da "la Repubblica"... L'idea di Fassina (ossia di cessazione dell'Euro) è un'idea molto più efficace ed antispeculativa che l'uscita di un singolo Stato. Posso capire che ora lo dobbiate insultare perché si è disallineato dal vostro pensiero dominante. Se l'euro cessa tutto riprende come prima, ci saranno varie speculazioni, ma siccome le varie banche centrali si sosterranno a vicenda allora il rischio sarà minore. Se esce uno Stato solo si deve sospendere dal mercato di contrattazione per minimo 6 mesi (nei quali stia tranquillo che continueranno a respirare, mangiare, lavorare, girare, curarsi, istruirsi, ecc... come ora).

montenotte

Mer, 04/03/2015 - 15:12

Entrare nell'Euro è stato forse probabilmente incostituzionale che, grazie a Prodi, è passato inosservato. Una riforma della moneta di tale portata che ci ha ridotto del 30% il valore dei nostri beni,stipendi e pensioni e ci ha resi più poveri, doveva essere sottoposta a REFERENDUM popolare.

vince50

Mer, 04/03/2015 - 15:19

Grandi teorizzatori sinistrati ci hanno detto "o l'Euro o morte,altri della stessa razza ci dicono"fuori dall'euro o siamo finiti".Grazie infinite,grazie per il prima e per il dopo,essere nelle vostra mani e nei vostri cervelli(bacati)rappresenta la nostra grande fortuna e un futuro radioso.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 15:20

Raoul Pontalti. infatti l'euro non è il solo problema finche rimane intatto l'apparato parassitario partitocratico-finanziario e tutti i servi che lo sostengono.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 15:31

@tppgnn, cerchi di svegliarsi. Per Lei la sinistra "porta a sottrarre risorse al privato e al sistema imprenditoriale per trasferirla all'immenso sistema partitocratico-burocratico". E' vero, però io Le posso assicurare che, quando al potere è arrivato il centro-destra, dal mio osservatorio ministeriale, ho potuto vedere che i politici nuovi arrivati si sono portati dietro (uso un eufemismo) tutta una caterva di "amici" loro, nel migliore stile democristiano-socialista (peraltro confluito a livello di vertici in FI), e a finanziare le aziende amiche. Insomma, invertendo l'odine dei fattori, il prodotto non cambia ...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 15:38

@Libertà75, Lei è inutile che continui a considerarmi del PD, non sono schierato, glielo devo sottoscrivere davanti a un notaio? Poi com'è che le piace tanto Fassina? Una volta non era berlusconiano, e quindi favorevole all'euro? Starà mica diventando leghista? Comunque, stia tranquillo, il ritorno alle monete nazionali per tutti gli Stati dell'UE, ha la stessa probabilità di realizzarsi di una guerra militare fra Francia e Germania. Cioè zero.

rokko

Mer, 04/03/2015 - 15:40

Si è rincoglionito anche lui; ah no, aspetta: era già rincoglionito, ora sta peggiorando ulteriormente.

Totonno58

Mer, 04/03/2015 - 15:42

drazen...si ripassi la seduta in parlamento dell'epoca, quando Berlusconi si rivolse a Prodi dicendo "Presidente, questa è l'unica volta che votiamo a favore, in quanto l'Italia non può permettersi di eprdere l'occasione di aderire alla monetica unica. ecc."e giù un bel bla bla bla sulal stabilità, l'Euroap ecc...e poi un altro bla bla bla qualche anno dopo quando cominciarono i primi disastri e lui, con il suo amico Marzano a fare salotto sulla commissione di vigilanza sui prezzi ecc....è comodo oggi dire "è colpa di quello..io non c'ero e se c'ero dormivo"...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 04/03/2015 - 15:50

Vai a dirlo al tuo professor Prodi che ha taroccato i conti pur d'entrarci. Voi comunisti siete come la peste...

ABC1935

Mer, 04/03/2015 - 16:50

Bisogna riconoscere che quest'uomo , benché di sinistra , ha avuto un lampo di lucidità !!!

Bellator

Mer, 04/03/2015 - 17:31

L'insaccato di Bologna -Ciampi -Monti, quali Scuole serali hanno frequentato, per non capire(politica Economica),che quando si fa un'Unione di Stato, la prima cosa da farsi è l'unione Politica, la seconda è uniformare: Leggi, Sistema Tributario e Fiscale, Costo del Lavoro,sistema Retributivo e Pensionistico, Giustizia, Politica Economica, Politica Estera: Trascorso un periodo di transazione, visti i risultati positivi, allora si decide di adottare una Moneta Unica. Questi fatti,la moglie di Fassino!1i scopre ora !!,quando Il bell'Amato-Prodi-Monti-Ciampi dovrebbero esser fucilati, per attentato e sabotaggio dell'economia Italiana, cosa che in CINA l'avrebbero fatta immediatamente.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 17:36

liberopensiero77. Sono sveglio e ben riposato per comprendere che a lei fa comodo tentare mettere tutti sullo stesso livello quando sa che non è affatto così. La sua esperienza non mi stupisce, la caterva di " amici" se li portano tutti, ma qui c'è ben altro, la sinistra va ben oltre, Io abito in una città Toscana e per esperienza e conoscenze le assicuro che come nei peggiori sistemi mafiosi non si muove nulla o quasi che la sinistra non voglia.

killkoms

Mer, 04/03/2015 - 17:40

la scoperta "dell'acqua" calda potevi farla prima!

vince50_19

Mer, 04/03/2015 - 18:18

Fassina a mio avviso fa riflessioni accettabili, visto che il para massone nominato a capo di questo governo dall'affiliato alla UrLodge Three Eyes dal 1978 (come più volte affermato dal massone Magaldi), sta portando avanti disegni della Troika, fra cui il tanto "discusso" jobs act. Che poi Fassina voglia uscire o meno dal Pd a me non interessa - son cavoli suoi, semmai è il suo pensiero che trovo, come già detto, accettabile. Quando sento certi personaggi - ad es. il P.d.R. senatore a vita - parlare di cessione di sovranità, mi viene una tremenda orticaria. L'Ue è nata dalla "parte" sbagliata, disattendendo le idee dei suoi creatori, in quanto sarebbe stato necessario prima creare un'unione di popoli sotto un'unica costituzione e poi il resto. Invece quello che è nato è il dispotismo e di questa Troika e la gestione del "kaiser" di Amburgo che tutela i suoi interessi e a cui sono genuflessi nostri politici, alcuni di loro al governo.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 04/03/2015 - 18:29

Libertà75. Quello che "liberopensiero" afferma con tanta decisione è dovuto al fatto di essere cosciente del fatto che il complesso di poteri e oligarchie che ci hanno condotto all'euro ricorreranno all'inganno, alla corruzione e all'intimidazione pur di non rinunciare alla pastoia che hanno allestito. Tutto vero, ma è solo una questione di tempo, o con le buone o le cattive, lentamente o in modo violento la moneta unica è destinata a sparire.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/03/2015 - 18:46

Tppgnn, penso sia lo stesso alla regione Lombardia, a parti invertite, ...

tiziano.alghisi...

Mer, 04/03/2015 - 18:47

è stata un'invenzione del PROF.prrrrrrrrrrodi grandissimo distruttore di economie

giovannibid

Mer, 04/03/2015 - 18:52

ma come quando MORTADELLE prodi gongolava per l'entrata nella moneta (poco) unica tutta la sinistra esultava e stappava spumante; mentre qualcuno Berlusconi) diceva attenzione stiamo entrando in un sistema per noi molto disagiato. Allora aveva ragione!!!!!!!!!!!!!!! E adesso i sinistroidi insieme a mortadelle che fanno? PIANGONO!!!!!!!! Ma piangiamo di più noi poveri italiani. VERGOGNA DIMETTETEVI STRON...........ZONI

nonna.mi

Mer, 04/03/2015 - 19:04

Non ho mai approfondito la mia conoscenza di Stefano Fassina, ma poche sere fa l'ho visto e sentito parlare e discutere,dalla poltrona d invitato speciale,sulle sue idee politiche; mi aspettavo parole forti di attacco alla maggioranza del suo Partito, di cui lui incarna la minoranza, ed invece ho avuto l'impressione di ascoltare un esponente della vecchia Democrazia Cristiana,perché usava un linguaggio piuttosto arrendevole e accattivante anche verso il suo antagonista...Mi è sembrato in cerca di un'accettazione anche da quelli che sono,attualmente, contro la loro Corrente che ancora tenta di proporre le idee sbagliatissime del loro passato: qualcuno può condividere la mia impressione se ha visto la trasmissione TV? Myriam

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 04/03/2015 - 19:13

....è stato un errore entrare nell'euro!!!! Infatti sarà per quello che molti comunisti o di sinistra se ne sono "usciti" ...tutti in Svizzera a cambiare con i Franchi.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 04/03/2015 - 19:26

non è l'euro il male è appartenere all'europa che è un problema, che siamo sempre bacchettati. E', che ora se magnate, nelle casse dello stato non ci rimane più nulla, invece con la lira potete stampare moneta magnando di più, ma svalutando sia gli stipendi dei cittadini che i suoi piccoli risparmi facendo contenti tutti i sindacati che ripartiranno a chiedere aumenti, aumenti, aumenti e noi vedere il costo della vita aumentare dal giorno al domani.

brunog

Mer, 04/03/2015 - 19:49

Fassina e' politicamente disonesto, a loro interessava la lotta politica contro la destra per la conquista del potere, per questo non hanno esitato a mettersi al soldo di Brussels e di Berlino. La priorita' dei comunisti era di eliminare Berlusconi. Il ripensamento sull'euro, dopo aver constato il fallimento, e' dato dalla paura di perdere il consenso elettorale.

Lorenzi

Mer, 04/03/2015 - 20:13

Fassina: eri ancora all' asilo quando Cassandra ( il nostro Giancarlo Pagliarini )lo chiamava EUROBALLA molto prima che fosse adottato ? Va' a leggerti i suoi famosi 'quaderni'che venivano pubblicati sul giornale ' La Padania ' in cui spiegava scientificamente da grande economista come è perché era una fregatura !!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 05/03/2015 - 08:39

Non ha il coraggio di confessarlo a Mortadella?

gisto

Gio, 05/03/2015 - 09:05

L'errore è stato di quell'Idiota di prodi che ha concordato un cambio impossibile,a vantaggio solo della Germania.Ci siamo ritrovati da un giorno all'altro con una pizza da 6.000 lire a 6Euro,tutte le cose da 1000 lire a 1 euro.Ma questo è proprio SCEMO (mi riferisco a prodi). Quanto soffriremo di meno se potessimo mangiare una pizza a 3 eu e di conseguenza tutto il resto.

papik40

Gio, 05/03/2015 - 09:21

A questo "grande economista" vorrei far comprendere che il solo risparmio di interessi sul debito dal 2001 ad oggi si puo' valutare in oltre Euro 1'000 miliardi!!!!ed oggi avremmo un debito di oltre Euro 3'000 miliardi!!! Lasci queste affermazioni a Salvini ed ai suoi trogloditi economici senza calvalcare l'onda del NO EURO!

FDan

Gio, 05/03/2015 - 10:01

A me sembra un eccesso definire "economista" il Fassina. E' un laureato in Economia e commercio, come migliaia e migliaia in Italia, che ha fatto carriera politica iniziando praticamente come portaborse. Quando lo menziono in ambito internazionale mi chiedono (come ha fatto Renzi) "Chi?". Magari sull'euro avrà pure ragione, come altri milioni di italiani che non vengono definiti economisti.

FDan

Gio, 05/03/2015 - 10:14

Ovvero: come cercare di fare le scarpe a Matteo Renzi (che può anche andare bene. Comunque definire "economista" il Fassina ma sembra non appropriato; è un semplice laureato in E&C, come migliaia e migliaia di altri, che in politica ha fatto carriera (ce ne sono tanti che hanno cominciato come portaborse). Quando lo menziono in ambito internazionale mi chiedono (come Renzi): "Fassina? Chi?". Non mi pare abbia alle sue spalle alcun merito "economico", ma solo meriti da bottega politica. Sull'euro potrà anche aver ragione (ma si sveglia un po' tardi, non vi pare?) e questo lo mette semplicemente sullo stesso piano di un altro milione (almeno!) di persone che non si definiscono economisti.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Gio, 05/03/2015 - 10:53

liberopensiero77. Pensa sbagliando. Ho parenti a Milano, oltre ad averci vissuto e lavorato per otto anni, ma quella cappa di collateralismo che avvolge tutta la società civile lo avvertita solo nella mia regione.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Gio, 05/03/2015 - 10:54

liberopensiero77. Pensa sbagliando. Ho parenti a Milano, oltre ad averci vissuto e lavorato per otto anni, ma quella cappa di collateralismo che avvolge tutta la società civile l'ho avvertita solo nella mia regione.

Totonno58

Gio, 05/03/2015 - 11:05

gisto...dò per scontato che lei stia scherzando...IL CAMBIO CONCORDATO DA PRODI?!?...ma si è mai chiesto come è venuto fuori quel 1.936 ecc.ecc?!?vada su google!...e comunque la pizza da 6.000 lire a 6 euro non è certo frutto del cambio ma della presunta furbizia di noi italiani, che ha fatto fuori i milioni a reddito fisso...tanto il medico che ha mangiato quella pizza il giorno dopo si è fatto pagare 200 euro la visita che il giorno prima era di 200.000 lire...se vogliamo fare un po' di teatrino diamo pure la colpa a Prodi, di operetta non è mai morto nessuno!:)

FDan

Gio, 05/03/2015 - 11:15

La questione non è se è stato o meno un errore a suo tempo (e Fassina era già allora un cosiddetto economista, legato alla politica, ma non mi pare abbia scritto/detto alcunchè contro l'euro a quel tempo). Il vero problema è che oggi ci siamo dentro fino al collo e sembra che anche Fassina non sappia veramente che dire/fare per uscirne. Sembrano solo dichiarazioni di facciata per cercare di contrapporsi a Renzi in qualche modo: ma, onestamente, mi sembra che almeno nella voglia di fare ci sia una enorme sproporzione tra i due, e a favore, purtroppo, di Renzi.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Gio, 05/03/2015 - 11:33

papik40. Questa è tutta da ridere. Perché con la lira avremmo dovuto pagare più interessi visto che i tassi da circa 20 anni sono scesi in tutto il mondo a livelli mai visti? ci saremmo semplicemente adeguati come tutti anzi, potendo emettere debito per poi poterlo riacquistare GRATIS ( perchè lo puoi fare all'infinito ) come accade negli altri grandi paesi fuori dall'eurozona, avremmo anche potuto mediare sugli interessi, non avremmo avuto bisogno di spremere ulteriormente gli italiani e quindi si sarebbe evitata questa profonda recessione che ha distrutto enormi risorse e ricchezza e minato il nostro sistema produttivo.

cespugliando

Gio, 05/03/2015 - 12:47

No Fassina sbaglia e di grosso. L'euro non è il male, anzi. Come mai lo adottano anche stati non europei? L'errore è la politica europea che non si è adeguata alla situazione reale dei paesi. Con meno rigidità e più disposizioni a creare lavoro, ora non staremmo a rimuginare sull'euro. Tornare indietro alle monete nazionali non risolverebbe il problema. L'Europa deve crescere politicamente se vuole diventare credibile ed andare verso gli Stati Uniti d'Europa. Questo è il sogno da realizzare!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 05/03/2015 - 14:33

Egregio fassina un giorno non lontano vi accorgerete che anche la teoria delle risorse sarà una grande sciocchezza che avete demandato alla kyenge,per il semplice motivo che quando saranno in numero sufficente voteranno per uno di loro.Avrete però rovinato la vita dei nostri figli,nipoti,irrimediabilmente.

tatoscky

Ven, 03/04/2015 - 07:50

Molte persone esperte e autorevoli, stanno dicendo da molto tempo, che la salvezza è uscire dall'euro, ora arriva anche Fassina, benissimo, ma bisogna fare in fretta, uscirne subito, e naturalmente mandare a casa Renzi e il suo dannosissimo governo.