Il partito repubblicano parla all'Italia che non vota più

Dopo tanto tempo, il Cavaliere rivolge il suo appello non ai leader politici ma alla gente

L'idea di Berlusconi di rifondare il centrodestra sul modello di un grande partito repubblicano sta incontrando lo scetticismo dei possibili alleati Salvini e Alfano. Se Salvini ha dalla sua la forza dei numeri che danno la Lega in crescita, sia pure senza sbocchi di governo nazionale, la chiusura di Ncd appare davvero miope, figlia di pregiudizi e frustrazioni.

Il progetto di Alfano e Lupi di costruire un partito moderato alternativo a Forza Italia è oggettivamente fallito. I sondaggi danno da mesi Ncd attorno al due per cento dei votanti, che diventa l'uno degli aventi diritto se si considera che la metà degli elettori poi non si reca alle urne. Uno su cento: fine di ogni discorso. Il Nuovo centrodestra è nato vecchio nelle facce, ambiguo nei programmi, succube della sinistra. Non poteva funzionare e non ha funzionato, il tradimento del padre non paga, soprattutto se messo in atto complottando con i nemici storici e politici del tuo elettorato. Alfano dovrebbe prenderne atto e comportarsi di conseguenza. Dubito che lo farà, ma questo non rende certo impossibile il sogno repubblicano.

Se ci fate caso, infatti, c'è una novità nelle parole di Berlusconi. Dopo tanto tempo, il Cavaliere rivolge il suo appello non ai leader politici ma alla gente, soprattutto a quella che si è rifugiata nell'astensionismo. Parliamo di un bacino enorme, di un partito che sfiora il 50 per cento e che non vuole accasarsi né con Renzi, né con Grillo, né con Salvini, né con questa Forza Italia. Molta di questa gente aspetta di trovare sugli scaffali della politica un prodotto liberale nuovo non nel nome ma nella sostanza, non frutto di scissioni, tradimenti e rancori ma di slanci e grandi sogni da contrapporre al renzismo. Il quale, al di là delle parole a volte seducenti, resta un fenomeno ben radicato nella sinistra, come dimostrano le scelte economiche, fiscali, sociali ed etiche. Di Renzi non mi preoccupa il decisionismo spregiudicato, ma la deriva socialista del suo governo. Per fermare la quale non serve la demonizzazione (pratica che ricorda l'anti berlusconismo militante che nulla fruttò a Bersani e soci). Occorre immettere sul mercato, e velocemente, un'alternativa altrettanto ambiziosa. Che non deve piacere ad Alfano, a Salvini o ai colonnelli di Forza Italia, ma a quel 50 per cento di italiani politicamente dormienti. E in maggioranza «repubblicani».

Commenti

gianrico45

Lun, 11/05/2015 - 15:24

Diciamolo con parole chiare. Berlusconi vuole fondare il partitino del presidente aL 3% massimo 4% stile la Malfa, buono per tutte le stagioni.NO GRAZIE.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 11/05/2015 - 15:34

Caro Sallusti, una volta tanto concordo. OK al partito repubblicano, con un programma liberale, primarie, e una nuova classe politica. E soprattutto con un nuovo leader. Ma quale?

Tuthankamon

Lun, 11/05/2015 - 15:39

La destra, per opportunismo e per gelosie, ha fatto di tutto per frammentarsi. Una grossa formazione di destra sarebbe la panacea di chi NON vota piu'! Tuttavia e' necessario che OPERI e SI COMPORTI da destra, dimenticando un certo folklore che allontana coloro che vorrebbero contribuire. Non che il folklore sinistro sia meglio pero' ... si maschera meglio!!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 11/05/2015 - 15:49

Un appello quello del Cav. che cadrà ineluttabilmente nel vuoto. Per quel 50 per cento di popolo Berlusconi ormai non ha più "appeal", politicamente parlando. Quel 50 per cento che è totalmente sfiduciato nei suoi confronti dopo le varie sue giravolte, compiute in quasi quattro anni di tradimenti ripetuti contro il suo stesso popolo, che, avendone le scatole piene, ha finalmente abbandonato il Silvio al suo destino, visto che dopotutto questo voleva, senza più la possibilità di ritorno di fiamma per la sirena Cav. E neanche il partito repubblicano costituisce "appeal" per codesto popolo, poiché da tempi immemori è sempre stato repubblicano e Silvio Berlusconi, come al solito, non se n'è accorto. E sono passati ancora vent'anni inutilmente.

gedeone@libero.it

Lun, 11/05/2015 - 16:06

Io non dimentico quello che la sx e la sua magistratura hanno fatto contro Berlusconi e contro l'Italia dei moderati. E' l'unico statista che vuole e persegue il bene del Popolo, e noi di cventrodestra dobbiamo essere con lui se vogliamo salvaguardare il futuro dei nostri figli e nipoti.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/05/2015 - 16:26

Ma cosa volete pretendere dall'ex elettorato dell'ex Cavaliere? Che continui a votare chi lo ha preso per i fondelli con 10, 100, 1000 tradimenti al Nazareno e in parlamento? Avete un ben misero concetto della memoria e della sanità mentale degli Italiani di centrodestra.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 11/05/2015 - 16:34

E la risposta temo sará un sonoro pernacchio...

Zizzigo

Lun, 11/05/2015 - 16:56

Stia bene attento, Berlusconi, non compia un altro errore! Riformare un partito riprendendo Alfano è come inserire un budino nel pilastro di un grattacielo... Salvini è un'altra cosa, non lo si disprezzi... Renzi è scivolato sulle sue deiezioni, puzza... e se la gente non va a votare è perché nessun "politico", da un bel pezzo, dimostra di avere un cervello intelligente in cima ad una schiena retta! L'Italia oramai è in metastasi e non si vede il chirurgo capace di tagliare "comme il faut".

Ritratto di woman

woman

Lun, 11/05/2015 - 17:01

Berlusconi deve prendere atto che non gli è possibile in nessun modo attuare i suoi programmi.

MarcoE

Lun, 11/05/2015 - 17:10

Renzie è un cialtrone di sinistra e farà la politica che hanno sempre fatto i Bersani, Prodi, ecc. Purtroppo a destra non si vede nessuno, tranne Alfano e Fitto ... ma per fare gli amministratori di condominio, s'intende!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 11/05/2015 - 17:10

Ben detto, "Memphis35"!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 11/05/2015 - 17:23

Da cittadino italiano, sempre ligio ai suoi doveri, come penso lo sia lei, sig. "gedeone@libero.it", devo dirle che lei ha ragione di dire come dice nel suo commento. Anch'io non dimentico quello che lei non dimentica. E tutto ciò mi brucia come elettore di centrodestra. Ma come si fa ad appoggiare ancora una volta un sedicente "leader" ed un sedicente "statista" che poi, subito dopo le elezioni ed in modo sistematico, porta i nostri voti a sinistra, tradendoci? Quello stesso che sembra soffrire (e l'ha dimostrato in più di un'occasione) di una specie di "sindrome di Stoccolma" nei confronti della sinistra?

Pinozzo

Lun, 11/05/2015 - 17:24

Manca un articolo nel titolo: "che non LO vota piu' ". Encomiabile lo sforzo del servo sallusti di fingere che il preg possa ancora risorgere. Purtroppo per lui ormai solo pochi bananas ci credono ancora.

Giovanmario

Lun, 11/05/2015 - 17:42

bisogna chiarire subito che non si sta parlando tanto di un partito ma soprattutto di un modo di pensare la politica in modo completamente opposto alla sinistra che vuole l'assistenzialismo statale, alzare le tasse sempre e solo ai pensionati che non possono reagire, stangare tutto ciò che è privato o che è di utilità ai privati, inventare regole e balzelli di ogni genere che di fatto rendono molto difficile anzi quasi impossibile intraprendere un'attività commerciale, permettere ad una magistratura politicizzata di decidere al posto tuo cosa sia o non sia il bene, non tanto applicando semplicemente le norme di legge quanto subdolamente interpretandole a proprio uso e consumo..

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/05/2015 - 17:49

Un partito repubblicano made Italy? I moderati italiani sono la maggioranza? Noooo!! La maggioranza degli italiani, per chiunque voti o non voti è di cultura fascista e comunista. Per via del ventennio e poi dell'alluvione propagandistica coi dettami e i soldi di Mosca. Ascoltate, dicono: manca lo stato, le imprese appartengono a chi ci lavora, il profitto è una truffa, il privato è un furto, gli evasori vanno fucilati. Insomma stato tasse e manette. Per un eventuale partito repubblicano simil USA lo stato è un tabù, per gli italiani è un totem. Gli italioti adorano lo stato forte ladro e truffatore. Sperano che danneggi gli altri. Allora forza mio benamato: primarie nel belpaese e tutto daccapo. Totale: 6% come ai tempi di Malagodi. E metà saranno di cultura fascista e comunista. Io a tale impresa non ci credo ma ci sto. Avanti.

Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Lun, 11/05/2015 - 17:53

Però caro direttore i democrat/komunisti vanno tutti a votare l'affabulatore fiorentino, tutti in fila bevono alla fonte del loro capo NON ELETTO. Gwendolin

Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Lun, 11/05/2015 - 17:58

La destra non vota più e si divide per una poltroncina. NON LO HA ANCORA CAPITO NESSUNO CHE UNITI SI VINCE??? Ogni volta che renzi deve appiopparci una tassa e/o una fregatura che fa ?riunisce la direzione, fanno finta di fare un pò di casino.... e poi al voto tutti in fila in riga e ZITTI. La destra sta a sognà......Gwendolin

Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Lun, 11/05/2015 - 18:01

E VA BENE NON VOTIAMO BERLUSCONI MA ALMENO STIAMO A DESTRA DESTRA..... jULY

Ritratto di El Presidente

Anonimo (non verificato)

1234

Lun, 11/05/2015 - 18:38

NON è più Cavaliere; si è furbescamente autosospeso per evitare la revoca per indegnità' dopo la condanna definitiva per frode fiscale. Al limite chiamatelo CAVALIERE AUTOSOSPESO

INGVDI

Lun, 11/05/2015 - 18:41

Non c'è da aggiungere nulla ai commenti di Memphis35 e di ilvillacastellano che sottoscrivo.

pinux3

Lun, 11/05/2015 - 18:42

@Gwedolin...Ma perchè non la piantate con sta storia del "non eletto"? Studiarsi un po' la Costituzione (che dice che l'italia è una repubblica parlamentare dove i governi sono legittimati dalla FIDUCIA DELLE CAMERE), no? E il voto delle europee non conta proprio niente? Siete stucchevoli...

INGVDI

Lun, 11/05/2015 - 18:54

Il Cavaliere Berlusconi.

GianniBene

Lun, 11/05/2015 - 18:57

Due considerazioni, da berlusconiano. (1)Un partito leggero, non ideologico, con molte sensibilità diverse ma con un comune sentimento a favore della libertà, dell'impresa, dell'interesse nazionale? Si può fare, certamente esiste un "mercato politico" per questa proposta. (2)Le modalità operative sono problematiche a causa dell'attuale frammentazione del CD. E' necessaria una fase creativa e fondante della scelta del leader: PRIMARIE, quindi, ma su questo Berlusconi non si è esposto. Questo è il limite della proposta, allo stato dell'arte, ed è un limite molto serio.

lupo1963

Lun, 11/05/2015 - 19:07

Sallusti ma come si puo' in BUONAFEDE pensare che Berlusconi a 80 anni con quella gente che si porta dietro possa costituire un movimento attrattivo ?La verita' e' che FI l'ha creata,l'ha gestita come fosse una sua azienda,non ha mai permesso la crescita di qualcuno che facesse ombra al suo ego colossale.E allora via con comprimari,lecchini e dipendenti.Toti e' un suo dipendente,parliamoci chiaro.Cosi' come moltissimi,cosi' come lei che e' un commentatore di destra ma non si puo' definire libero nei giudizi.Ecco perche' la gente vota Salvini,oltre a pochi concetti chiari come BASTA CLANDESTINI.

GianniBene

Lun, 11/05/2015 - 19:09

@1234: lei confonde i termini "cavaliere" e "Cavaliere". Berlusconi non ha il titolo di "cavaliere" (nome comune, come ragioniere o perito agrario) ma è senza alcun dubbio "il Cavaliere" (nome proprio, identificativo certo di una specifica persona). Chiaro? Coraggio, si impegni di più.

mou

Lun, 11/05/2015 - 19:38

L'appello di Berlusconi sta già dando i suoi frutti.A Bolzano il partito ruzzola come Berlusconi sul predellino,passando dal 20% al 4%.Auguri!

elpaso21

Lun, 11/05/2015 - 19:39

Va bene per il Partito Repubblicano, ma a patto che Berlusconi non vi sia, perchè non è persona credibile, quando si presentò disse che "avrebbe cambiato l'Italia", poi, dopo aver preso i voti disse: "Il Presidente del consiglio non ha in Italia alcun potere, se non quello di redigere l’ordine del giorno del Consiglio dei ministri", poi però recentemente gli risulta che Renzi sta instaurando "un regime dittatoriale", mi pare che sia rimasto con tutte e quattro le gomme per terra.

nunzio.nacci

Lun, 11/05/2015 - 20:06

l'alternativa non può più essere berlusconi. punto

Giovanmario

Lun, 11/05/2015 - 20:24

elpaso21.. bel discorso.. dimentichi solo un piccolo particolare.. berlusconi era a capo di un governo formato da tre partiti che non ne volevano sapere di andare d'amore e d'accordo.. quest'altro invece è riuscito ad instaurare un "regime dittatoriale" perchè nel suo abusivo governo (perchè gode della fiducia di un parlamento parzialmente abusivo) ci ha piazzato tutti i servetti e servette che gli spolverano persino la sedia quando partecipa al consiglio dei ministri.. o no?

Giovanmario

Lun, 11/05/2015 - 21:56

elpaso21.. bel commento.. ma impreciso su un punto.. il governo berlusconi era formato da tre partiti che non ne volevano sapere di andare d'amore e d'accordo.. quello di renzi è stato riconosciuto da un parlamento semi abusivo ed è formato da ministri che pendono dalle sue labbra per timore di perdere lo stipendio di parlamentare.. se non è un regime dittatoriale.. poco ci manca

robytopy

Lun, 11/05/2015 - 22:45

lo dica chiaramente sig. Sallusti -Berlusconi è ormai finito- un centrodestra può e deve rinascere ma con un nuovo leader, nuove idee, nuovo sprint, nuovo appeal.

1234

Lun, 11/05/2015 - 23:26

@ GianniBene: lei si arrampica sugli specchi barcamenandosi tra cavaliere e Cavaliere. Berlusconi era semplicemente Cavaliere del Lavoro (non certo "il Cavaliere" per antonomasia come si avventura a dichiarare lei) perché gli era stata concessa detta onorificenza in quanto imprenditore che possedeva le caratteristiche richieste. Il regolamento della Federazione dei Cavalieri del Lavoro prevede espressamente la revoca dell'onorificenza nei casi di indegnità tra i quali si configura la condanna per frode fiscale ai danni dello Stato, nel cui nome il Presidente della Repubblica concede l'onorificenza. Berlusconi si è furbescamente autosospeso appunto per evitare la revoca che sarebbe a termini di regolamento intervenuta. Conseguentemente ha perso il diritto a essere appellato Cavaliere. Naturalmente i suoi aficionados possono continuare a farlo, ma non è una cosa seria. Si impegni di più lei a usare un po' di logica.

Von Pier

Mar, 12/05/2015 - 09:53

La sfiducia degli elettori è dovuta alla mancanza di coerenza dei dirigenti Partendo da Casini passando per Follini per finire a Fini e Al fa-no. Dopo questi maestri del pensiero molle (ai quali sarebbe da chiedere i danni morali e materiali!) il centrodestra nell’immaginario collettivo è il partito dei voltagabbana. Se non si trova il modo di arginare questo malcostume non si recupereranno mai più i voti Le primarie senza un vincolo forte che leghi i rappresentanti ad un programma politico da ATTUARE FINO IN FONDO e senza cagarsi nei pantaloni ad ogni squittio dei sindacati, magistrati o lobbisti vari, sono inutili. E poi ricreare un centrodestra inglobando i vari Giuda del passato... ma mi faccia il piacere!!!

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 12/05/2015 - 10:18

In genere non si vota per chi trasforma l'opposizione in opposizione responsabile e de facto, consegna il proprio partito nelle mani dell'avversario politico.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 12/05/2015 - 10:30

Egregio pinux3, in questo caso NO (le votazioni europee poco hanno a che fare con le politiche)...

Mechwarrior

Mar, 12/05/2015 - 11:19

@ mr Loudness: +1

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/05/2015 - 12:23

Mi meraviglio solo di lei, Sallusti. La facevo più indipendente e sincero nei giudizi. Il suo datore di lavoro dovrà rendersi conto, prima o poi, che la gente non vota più LUI, e farsene una ragione. Come è vero che alfano e i suoi hanno fallito i loro obiettivi, lo è altrettanto che anche Berlusconi e i suoi hanno fallito altrettanto pesantemente su tutta la linea. Le larghe intese con monti e letta sono state l'inizio della disfatta del partito berlusconiano, portata a termine col mefitico patto del Nazareno. La deriva socialista del buffone fiorentino era prevedibilissima, dal momento che si è presentato non con un partito suo, ma col pd che, lo ricordo per gli smemorati, altro non è che il nuovo nome del pci-pds-ds, cioè quelli che noi poco amichevolmente chiamiamo "i rossi". E' questo che i non-votanti con tendenze di CDX non perdonano a Berlusconi, quindi prevedo che, con qualsiasi sigla si presenterà, otterrà percentuali ridicole.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/05/2015 - 12:31

GianniBene giustissima osservazione sul titolo di "Cav.". D'altronde, c'è una regola recita "simul sacerdos, semper sacerdos" e credo valga anche per il titolo di Cavaliere. Se così non fosse, mi verrebbe da chiedermi quanti altri titoli andrebbero ritirati per "indegnità", a partire da quel Nobel per la pace all'abbronzato, mai così immeritato.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/05/2015 - 12:33

Memphis35 e ilvillacastellano le nostre idee mi sembrano perfettamente coincidenti. Ancora mi devo complimentare con voi per i vostri azzeccatissimi commenti.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 12/05/2015 - 14:00

Direttore lei ha perfettamente ragione, ma se guardo sugli "scaffali della politica" il prodotto più fresco che trovo, a malincuore, è ancora quello di Berlusconi. Dove sono gli altri? Fitto? Toti? Ma fatemi il piacere: non c'è un'idea una che non venga ancora dal Cavaliere.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 12/05/2015 - 14:25

Io vado a vedere, ma se apre a tutti quei cialtroni che hanno fatto scempio del mio voto tradendo per una misera poltrona ecco che non voterò più perché ricordo bene - anche esperienza personale - che chi ha tradito una volta non avrà scrupoli a rifarlo.

zucca100

Mar, 12/05/2015 - 14:50

Secondo wilegio, dunque, anche renzi e' un pericolo Komunista... Poveri noi, come siamo messi

ex d.c.

Mar, 12/05/2015 - 15:21

Berlusconi non può parlare in tutti i piccoli comuni, province e regioni. Ci deve essere chi lavora sul territorio. Purtroppo in questo FI è carente. La Toscana è l'esempio eclatante, basterebbe schierarsi contro l'ampliamento dell'areoporto di Firenze e del vicino inceneritore per raccogliere la maggioranza dei voti del capoluogi e della provincia

Giovanmario

Mar, 12/05/2015 - 16:04

mou.. mai saputo che a bolzano f.i. da sola avesse il 20%

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 12/05/2015 - 16:16

finito berlusconi ed il berlusconismo abbiamo finalmente l'opportunita' e la necessita' di un grande partito Liberale in questo paese,da sempre abituato alla cultura statalista ed a metodi clientalari ed assistenziali.FI e' stata un inganno o illusione per molti,ha riciclato il pentapartito della prima repubblica aggiungendoci missini e leghisti,insomma un circo che non ha a che vedere con la politica ed il pensiero liberale.Speriamo sia la volta buona.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 12/05/2015 - 16:30

LA GENTE CHE NON VOTA LO FA PERCHE' NE HA PIENE LE BALLE DI BERLUSCONI, DI ALFANO, DI RENZI DI SALVINI. LA GENTE VUOLE PROPOSTE E IDEE NUOVE NON NOMI E PASTICCI TRA PARTITI. E POI LA COSA GRAVE E' CHE IN ITALIA CI SONO TROPPI PARTITI E TUTTI VOGLIONO COMANDARE UNA PICCOLA PARTE DI ELETTORI. LA VERA RIVOLUZIONE SAREBBE 2 PARTITI O DI QUA O DI LA, DESTRA O SINISTRA. PUNTO E BASTA.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/05/2015 - 17:01

zucca100 forse lei non era nato, oppure non ha studiato la storia recente, ma pci pds, ds e pd sono la stessa cosa: cambia solo il nome. Quanto al "come siamo messi" ha ragione: siamo messi male, ma non certo per colpa mia.

libertyfighter2

Mar, 12/05/2015 - 17:20

Liberi Comuni d'Italia. E' l'unica formazione che per come si è organizzata avrebbe l'opportunità di cambiare veramente l'Italia. Ma dovrebbe prendere una maggioranza bulgara alla prima elezione altrimenti il cancro della politica comincierà ad agire e si trasformeranno pure loro.

Giovanmario

Mar, 12/05/2015 - 17:26

LANZI MAURIZIO ... appunto!! o democratici o repubblicani.. basta dividere a scopo di lucro la politica in tanti partitini e tifare per gli uni o gli altri come fossero squadre di calcio.. la politica, quella vera, è una cosa un pò più seria

fsignore

Mar, 12/05/2015 - 19:17

L'idea è buona, ma parte male, anzi malissimo. Berlusconi deve dare un segnale chiaro e forte : nel partito dei moderati il Cavaliere può avere solo un ruolo di regista e fondatore, senza pretese di scegliersi il successore, perché la leadership non si trasmette per donazione. Chi pensa di poterla rivendicare si faccia avanti mettendosi in gioco con trasparenti elezioni primarie. I nomi non mancherebbero, Salvini e/o Meloni, sono giovani capaci e di spessore, non si può nemmeno immaginare di accorparli come figli di un dio minore in una sorta di Forza Italia punto 3 (quella punto 2 sta morendo per consunzione ...) Fitto può competere con buone chanches, ma Alfano e gli altri poltronisti pronti a sdilinquirsi davanti a chiunque gli offra uno sgabello è meglio lasciarli perdere : porterebbero voti in proporzione alla credibilità e prestigio di cui godono, meno di niente ......

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 13/05/2015 - 00:15

La gente sfiduciata che poi sono la maggioranza di quelli che ormai non vanno più a votare deve ricordare che così facendo lasceranno l' Italia nelle mani dei soliti noti. Perchè chi è andato in pensione con 15 anni solo di lavoro, oppure chi ha vinto concorsi con raccomandazioni, oppure chi guadagna € 25000 al mese e dopo 5 anni ha maturato una pensione , senza che nulla cambi, oppure nella scuola dove si fanno 4 mesi di vacanza. Costoro andranno tutti a votare e sapremo per chi.

roberto zanella

Mer, 13/05/2015 - 01:04

si ma se le politiche sono quelle neo democristiane di Berlusconi non stia li a parlare di GOP italiano....

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 13/05/2015 - 05:11

Se lei Cav ha già dimenticato il tradimento di Alfano è meglio che si ritiri dalla scena e si dedichi a Dudu. E si scordi il mio voto. Se non vuole percentuali da prefisso telefonico indica delle serie primarie per la sua successione. Conosciamo i suoi meriti e la persecuzione di cui è stato fatto oggetto ma adesso è arrivato il momento del suo riposo. Segua l'esempio del papa emerito: il consigliere dietro le quinte Saluti

Rossana Rossi

Mer, 13/05/2015 - 10:14

Come al solito, dagli stolti commenti delle capre rosse si evince che non hanno capito un bel niente..........la verità è che la gente vede inutile il proprio voto tanto la casta fa sempre e solo quello che le pare (vedi i 3 governi non eletti) e sarà ben difficile convincerla del contrario.........

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 13/05/2015 - 10:58

Sallusti, come sempre, ha ragione da vendere. ma parliamo di numeri. Fi oggi vale circa il 15%, anche se il PARTITO REPUBBLICANO di SILVIO BERLUSCONI (geniale la Sua intuizione di parlare agli elettori e non ai leaders) convincesse solo la metà degli astenuto (ma saranno molti di più) sarebbe già al 40%. Non avremmo neppure bisogno del ballottaggio.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 13/05/2015 - 11:09

1234# Il B. si è autosospeso solo per far contenti gli scemi. Quelli che han davvero creduto alle baggianate della magistratura. Siete tanti siete milioni e siete incapaci. Governerete l'Italia e le darete il colpo di grazia. In realtà il B. "cavaliere" lo rimane per altre numerose onorificenze del genere e quella del CdStato potrebbe valere anche meno. Questione di punti di vista. Quindi Kompagno è lei e Cavaliere è lui. Si metta l'animo in pace.

carvan1234

Mer, 13/05/2015 - 12:11

Non c'è nessuna illusione da farsi. Un nuovo partito repubblicano, sarebbe solo considerato FI che ha cambiato nome.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 13/05/2015 - 14:05

Vede, Direttore, fintanto che Berlusconi, come primo rappresentante del PDL-FI, non chiederà formalmente scusa ai suoi EX-elettori per il comportamento tenuto fin qui dopo l'autunno del 2011, sarà difficile che possa, pur rimescolando le carte, come sta facendo da un po' di tempo, richiamare all'ovile le pecorelle smarrite. Eppure io e tanti altri, in tempi non sospetti, l'avevamo detto, vero? Non c'è più sordo di chi non vuol sentire. E non mi pare, nonostante che si sia annientato il centrodestra e consegnata l'Italia alla sinistra per i prossimi decenni, che su questo tema ci sia sta una presa di coscienza da parte di nessuno (neanche Sua).

Amos59

Mer, 13/05/2015 - 14:39

Se il Presidente Berlusconi dovesse decidere di condurre questa nuova battaglia per la formazione di un partito repubblicano per un nuovo centrodestra, sarà opportuno che, a tutti coloro che ne prenderanno parte (spero nel buonsenso evitando di disperdere voti), fosse chiaro che non potranno esistere scissioni, scalate, spallate o franchi tiratori. Questa va messo nero su bianco

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 13/05/2015 - 15:43

Dottor Sallusti, quel 50% tornerà a votare se il programma di Berlusconi sarà basato "chia-ra-men-te" sulle sette opere di misericordia corporale e spirituale (14 in tutto!). Una volta proclamato, dovrà essere poi praticato e difeso a spada tratta contro tutto e contro tutti. Solo così Berlusconi potrà recuperare quella credibilità che, purtroppo per lui, si è mangiata nel 2011. Solo così quel 50% tornerà a votare e voterà per lui. Direttore, passi parola!

ELZEVIRO47

Mer, 13/05/2015 - 16:40

Cercasi disperatamente nuovo leader di un nuovo centro-destra. Indispensabile essere una faccia nuova, onestà e intelligenza. Astenersi riciclati e perditempo.

acam

Mer, 13/05/2015 - 17:19

finché non ci sarà Vera lipertà di espressione finchè dovremo votare per simpatia e non per il merito di cio che un partito ha fatto succederà quello che é successo ed altro peggio

VittorioMar

Mer, 13/05/2015 - 18:06

Il popolo elettore ha subito troppi tradimenti e quindi non si fida più!Vorrebbe tornare a votare essendo maggioritario nel Paese!!Molti curano il proprio orticello e non hanno visione di insieme!!Quindi si voterà l'emergente di turno senza prospettiva di governo!!E purtroppo,il PD continuerà a governare!!

geronimo1

Mer, 13/05/2015 - 18:15

Signori, e' uno spettro che parla o e' proprio Lui???? Ci vuole qualche amico fidato che lo dissuada da continuare cosi!!!!!! Negli ultimi anni ha incassato solo sconfitte e regalato tutto (anche il nostro lato B) alla sinistra!!!! Ma cosi' facendo butta alle ortiche tutta la gloria passata!!!!!

pilandi

Mer, 13/05/2015 - 23:47

ma quale cavaliere? manco ci arriva al cavallo...al limite è un ponyere...

diegom13

Gio, 14/05/2015 - 00:31

Semmai liberale. Chiamarlo repubblicano mi pare una baggianata da Americani all'amatriciana, tipo il Veltroni infatuato dal primo Obama. Al di là del nome, comunque, questo è l'ennesimo tentativo di uno che non riesce ad accettare la propria età e il proprio destino, politicamente parlando. E non si rende conto di essere ormai patetico nel suo aggrapparsi all'illusione di essere eternamente giovane e fascinoso, convinto dagli applausi della solita cerchia interessata.

il_viaggiatore

Gio, 14/05/2015 - 12:10

Caro Dott. Sallusti, il partito Repubblicano in USA è quello che appoggia le lobbies di produttori di armi, che fanno sì che tutto il paese sia ancora un Far West, ed è l'ultima cosa che ci manca per il tracollo definitivo. Suvvia, mettiamo su un'idea politica vera e non uno show. Vogliamo invitare a una festa di piazza Clint Eastwood e Bruce Willis? Ci sto pure, ma finito lo show per favore vogliamo parlare seriamente di fisco, sanità, scuola e immigrazione? O vogliamo continuare a parlare di finanza creativa (tolgo qui e metto lì), riforma Gelmini (con annesso tunnel dei neutrini), Bossi-Fini-fumo negli occhi e strade invase da immigrati? No, perché se è solo per fare teatrino non c'interessa.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 14/05/2015 - 12:18

"Il partito repubblicano parla all'Italia che non vota più". Ah sì? E a me, per esempio, che sono stato trombato dalla legge Fornero per sole due settimane, cosa dice?

elpaso21

Gio, 14/05/2015 - 14:38

#Giovanmario, vorrei aggiungere anche che in realtà il problema della destra non sono i traditori di Berlusconi, il problema è Berlusconi!!

elpaso21

Gio, 14/05/2015 - 14:49

#giovanmario vorrei anche precisare che mentre Renzi sta costruendo un potere "dittatoriale" grazie ad una maggioranza semi-abusiva, Berlusconi, che ha governato con una maggioranza bulgara e assolutamente legittimata dal voto popolare, non è riuscito a cavare un ragno dal cosiddetto buco!!