Se il fango della sinistra macchia ma non indigna

A tutti capita di sbagliare. Anche agli intelligentoni progressisti. Resta il doppiopesismo nella valutazione degli errori

Ho atteso invano alcuni giorni prima di intervenire sulla prodezza dell'Espresso, che ha rivelato il contenuto di una intercettazione telefonica, di cui per ora non è stata trovata traccia, e che tuttavia ha sollevato uno scandalo. Nessun commento serio ho letto. Si tratta di una conversazione privata fra Rosario Crocetta e il suo medico, durante la quale quest'ultimo avrebbe detto che la figlia del giudice Borsellino, ucciso dalla mafia, dovrebbe fare la stessa fine del padre: sparire. Il nastro non è ancora saltato fuori, ciò nonostante la polemica infuria.

La frase maledetta sarebbe stata pronunciata dal dottore. Il problema però è che l'interlocutore del sanitario non avrebbe reagito, ciò farebbe pensare: egli non era d'accordo sulla necessità di stecchire la signora? In altre parole, il guaio è che il governatore non ha aperto bocca. Stravagante. Di solito uno viene redarguito per quanto afferma. In questo caso è il contrario: Crocetta è severamente rimproverato per non aver fiatato. Costui è sotto inchiesta perché è stato in silenzio, non per altro. È la prima volta al mondo che un uomo debba rispondere perché è stato zitto e non perché ha parlato. Solo in Italia poteva accadere una cosa simile.

Quando l'Espresso - settimanale debenedettiano, esattamente come la Repubblica - ha pubblicato il descritto scoop, qualsiasi media gli si è accodato, rilanciando e amplificando la notizia. A nessuno è venuto il dubbio che fosse infondata. E, invece, si dà il caso che la Procura neghi l'esistenza della intercettazione; pertanto, saremmo di fronte a una bufala, a una informazione falsa, frutto di una invenzione di cui si ignora la genesi.

Crocetta - uomo di sinistra del quale non condividiamo un'idea - è stato bastonato perché incline al mutismo: e continua ad essere perseguitato per una chiacchierata malandrina che non ha fatto, di cui perlomeno non c'è documentazione. Abbiamo ribadito il concetto per esaltare l'assurdità dell'intera questione. Non è tutto. L'Espresso ha confermato: la sua fonte è attendibile . Può darsi. Però non dice quale essa sia. La copre. Giusto. Noi cronisti siamo tenuti a rispettare il segreto professionale.

Se però la magistratura sostiene di non essere in possesso del nastro al centro della discussione, il settimanale, per avvalorare il proprio colpo giornalistico, sarebbe a questo punto obbligato a fornire le prove di non aver preso un granchio. Esso, invece, ripete fino alla noia di aver udito la telefonata, ma di non essere in grado di esibire le carte. Perché? Probabilmente non le ha. Si è fidato di un pettegolezzo? Nell'eventualità, sarebbe obbligato a confessare di aver calpestato una buccia di banana.

Ci domandiamo come mai nessuno affronti la questione in termini di giustizia. L'Ordine dei giornalisti, in altre circostanze pronto a intervenire sotto il profilo disciplinare, non si è fatto vivo. Forse è fortemente intenzionato a tergiversare, temendo che andare contro il gruppo debenedettiano, notoriamente di sinistra, sia imprudente. La magistratura non si è appalesata. L'unico ad avere reagito è il medesimo Crocetta: ha chiesto 10 milioni di risarcimento all' Espresso. Campa cavallo. Il giudizio, se vi sarà, giungerà fra anni.

Riflessione. Se ad aver sventolato una fantasiosa intercettazione, anziché i colleghi dell'Espresso, fossimo stati noi del Giornale, cosa sarebbe successo? Ve lo dico subito. La nostra redazione sarebbe stata perquisita dalle forze dell'ordine. Il direttore di turno sarebbe stato sottoposto a indagine giudiziaria e a procedimento da parte dell'Ordine degli scribi; l'autore del servizio ora sarebbe guardato da tutti quale criminale, e il nostro quotidiano passerebbe per la consueta macchina del fango. Poiché, viceversa, nella merda è il nipotino cartaceo di Eugenio Scalfari (colui che, condannato alla galera per uno scoop fasullo, non andò in prigione perché eletto deputato nelle liste del Psi), ovvero il citatissimo Espresso, nulla si muove.

A noi giornalisti negletti ne hanno fatte di tutti i colori per molto meno; ai signorini pagati da De Benedetti non torcono un capello. E ne siamo felici.

A tutti capita di sbagliare. Anche agli intelligentoni progressisti. Quanto al doppiopesismo nella valutazione degli errori, lasciamo giudicare ai lettori. Che orrore, che schifo. Viene in mente il famoso metodo Boffo. Sul conto del quale se non altro la nostra notizia era vera: condannato per molestie. Stupidaggine? Sì. Ma vera. Viene in mente la questione Marcegaglia. Fu un pretesto per romperci le scatole. Vengono in mente tante cose. Personalmente sono stato processato, e assolto, per aver definito negri i negri. Siamo curiosi di vedere come andrà a finire la storia del povero Crocetta. Poi, riprenderemo il discorso, compagni del menga.

Commenti

elgar

Dom, 26/07/2015 - 14:52

Sallusti fu condannato per omesso controllo per un articolo non scritto da lui ma da Renato Farina con lo pseudonimo Dreyfuss per informazioni false. Condannato sì e poi graziato da Napolitano è vero. Ma la stessa sorte dovrebbe toccare pari pari anche al direttore dell'Espresso. Non è che a sto giro i magistrati fanno finta di niente... Il precedente esiste... La legge è uguale per tutti. O no?

kallen1

Dom, 26/07/2015 - 14:55

E' stato un tentativo, per altro maldestro (meglio malsinistro) per costringere Crocetta alle dimissioni: quando un Kompagno non serve più i sinistrati fanno terra bruciata intorno a lui.....

palllino.

Dom, 26/07/2015 - 14:56

GRANDE COME (QUASI) SEMPRE !!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 26/07/2015 - 14:59

In Italia la democrazia è sospesa..non governa più il popolo ma un quadrumvirato composto da Magistratura - PD - Poteri Forti e relativi Giornaloni di proprietà,che fanno gioco di squadra spartendosi il potere cercando di eliminare l'opposizione e il loro Leader in maniera arrogante e con manovre di potere disgustose..la magistratura s'inventa reati, i Giornaloni amplificano e il PD coglie l'assist per strumentalizzare politicamente..l'Establishment è riuscito nel tempo a corrompere anche deputati e senatori eletti nel centrodestra e convinti a tradire in cambio dl mantenimento delle poltrone..Follini,Casini,Fini, Alfano, Fitto, Verdini..sono la prova provata di quanto denunciato..uno Schifo!! Oltre il danno anche la beffa visto che questa cricca sta portando l'Italia allo sfascio..

unosolo

Dom, 26/07/2015 - 14:59

vede a volte si deve pensare oltre l'immaginabile , ipotesi : se fosse vera la telefonata ma in atti segretati non si darà mai il consenso ad estrarla dagli atti , altra ipotesi , insabbiamento a patto di mettere tutto sotto il tappeto . insomma se uscisse fuori sarebbero guai seri non solo per i due al telefono ma tutta la sx e sarebbe il caso dopo di andare all'indietro e ricucire i fatti collegati alla telefonata . per questi motivi forse si tace e si escludono ritorsioni , certo se era il giornale la cosa era condanna seria e forse la chiusura della testata.

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 26/07/2015 - 15:01

ESPRESSO, REPUBBLICA, IL LADRO DE BENEDETTI, SONO INTOCCABILI PERCHE' HANNO COMPRATO GRAN PARTE DEI GIUDICI, MAGISTRATURA DEMOCRATICA, TOGHE ROSSE E SCHIFEZZE SIMILI. E' PEGGIO DELLA MAFIA, L'EX OLIVETTI HA RUBATO SOLDI A DESTRA E A MANCA E L'HA SEMPRE PASSATA LISCIA PERCHE' DA BUON MAFIOSO SI E' COMPRATO CHE DOVEVA GIUDICARLO.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Dom, 26/07/2015 - 15:03

Ma con De Benedetti non c'è il non poteva non sapere?

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 26/07/2015 - 15:03

su questo feltri ha pienamente ragione, bisogna dire che grazie al servilismo di certe testate oggi il giornale con più credibilità e il FQ.

Alessio2012

Dom, 26/07/2015 - 15:05

Se Crocetta fosse onesto, spenderebbe una parola in difesa di Cuffaro, dato che è stato mandato in galera senza prova alcuna. Ma non l'ha mai fatto. Solo questo identifica Crocetta per quello che è...

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 26/07/2015 - 15:06

Il doppiopesismo della sinistra, cui si riferisce Vittorio Feltri è il risultato della congenita ipocrisia della sinistra stessa per la quale, anche se sbagliano, essendo loro moralmente superiori, si tratta sempre e comunque di quisquilie, errorucci, cose di poco conto.Nella peggiore delle ipotesi negano tutto, anche l'evidenza. Ma consoliamoci sullo stesso binario viaggiano i loro elettori ormai incapaci di pensare oggettivamente con la loro testa ma soltanto in sincronia con la loro becera ideologia distruttiva.

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 26/07/2015 - 15:10

IL PATRON DEI NUOVI PINOCCHI

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 26/07/2015 - 15:20

Vittorio, grazie di esistere.

Ritratto di fioellino

fioellino

Dom, 26/07/2015 - 15:21

Questo mi fa ribollire il sangue, ma non c'è niente da fare.

peter46

Dom, 26/07/2015 - 15:26

Feltri,Direttore...ancora a porsi domande?Analizzare?Certamente che NON hanno l'intercettazione,figuriamoci,ma è questo il problema?Il problema,a mio parere s'intende,è perchè quel che vale per la dx non è applicabile per la sx?Perchè a dx,da fine 93...da quando è iniziato il 'contagio',da quando ha vinto il 'plagio',ci son solo 'mezze pugnette':in tutti i campi,compreso il giornalismo:dal 'vertice' alla 'base'.Si poteva 'scendere in piazza'(a dx e a cdx)per riaffermare una Storia...chi vuole che scenda in piazza per le 'storielle':e figuriamoci per quelle...berlusconiane.Se qualcuno vuole smentirmi...quando inizia?

claudio63

Dom, 26/07/2015 - 15:33

Complimenti Ersola, per la lucida analisi, d'accordissimo con te. a triste consolazione, il fatto che queste porcherie non dichiarate , guardando altrove, NON GIOVANO alla sinistra,pur non simpatizzando con il Crocetta che personalmente lo trovo un pessimo governatore, il tentativo di farlo fuori mediaticamente dai suoi " amici" e' vile e ipocrita, come lo e' tutta la intellighenzia di sinistra, moralmente superiore, perche si sa, in fondo, qualcuno e' piu' uguale degli altri.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 26/07/2015 - 15:45

scassa domenica 26 luglio 2015 :-) ersola hai preso per caso un colpo di ersole ?????????? :-) scassa.

tRHC

Dom, 26/07/2015 - 15:52

Allora abbiamo una banca?Intercettazione vera e reale,condannati i divulgatori...qua' si parla di spodestare un Sindaco regolarmente votato dal popolo,in base ad una intercettazione fantasma... il giornale che ha combinato questo casino non viene minimamente redarguito,anzi tutti contro il Sindaco che non ha comesso nessun reato,e l'intercettazione non salta fuori!!!!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 26/07/2015 - 15:57

Mi ripeto DE BENEDETTI Ne ha combinate di tutti i colori che non hanno rasentato il codice penale ma lo hanno violato, iniziando dalla Olivetti, alla faccenda SME alla centrale di Vado ligure, e tantissimi altre violazione del codice penale civile. Non parliamo della porcheria che la magistratura le ha regalato centinaia di milioni per il caso Mondadori, UNA VERA PORGHERIA PERPETRATA CONTRO MEDIASET. DETTO QUESTO ESSENDO DEL PD VERGOGNOSAMENTE E PROTETTO

Alessio2012

Dom, 26/07/2015 - 16:00

Perfettamente d'accordo con RaddrizzoLeBanane... analisi perfetta, da incorniciare. E sono d'accordo anche con peter46... è inutile porsi ancora domande e analizzare... si rischia solo di fare la figura dei sempliciotti... E' tutto evidente, chiaro, lampante. Ormai quelli del centrodestra mi fanno pena, per ingenuità. Come Galan, che nonostante tutto ancora non ha capito perché è stato arrestato.

Ritratto di orcocan

orcocan

Dom, 26/07/2015 - 16:08

Ha gia' detto tutto Feltri e tutte le persone consapevoli ne sono al corrente. In altri casi molto meno gravi si sono mossi rispettivamente, l'Ordine(?),la magistratura, sequestri di computer, tabulati telefonici, perquisizioni nelle abitazioni e anche corporali. Non occorre avere un'ideologia, non importa quale, per fare una comparazione.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 26/07/2015 - 16:12

Sicuramente sono io che sbaglio, che non ricordo, che ho perso qualche puntata della vicenda. Però mi sembra che, quando è uscita la notizia, Crocetta non abbia sostenuto la falsità della notizia, l'assurdità della stessa, la propria innocenza. Non ricordo che abbia negato: si è invece autosospeso. Solo dopo che la Procura ha smentito l'esistenza della intercettazione e che l'Espresso non ha esibito le prove, Crocetta ha gridato al complotto, ha sporto querela, ha chiesto un risarcimento. Perché? È vero quello che afferma la Procura circa la non esistenza dell'intercettazione? L'Espresso non ha le prove o gli hanno fatto capire che è meglio lasciar perdere? Diceva il buon Andreotti che a pensar male si fa peccato,ma ..........

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 26/07/2015 - 16:23

peter46 @ smentirti?? E quando mai,i sinistri hanno sempre ragione anche quando sbagliano. Complimenti per la disanima del problema,ed in quanto alle storielle(specialmente su berlusconi) i giornali ed il popolo dei kompagni hanno prodotto tonnellate di carta col beneplacito delle toghe,sul colore dell'intimo delle veline.Nessuna smentita vai tranquillo......................

LAC

Dom, 26/07/2015 - 16:25

E sarà proprio questo sfacciato doppiopesismo la tomba della sinistra italiana, non un'altra armata Brancaleone di 'destra' politica.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 26/07/2015 - 16:26

Questo nella foto e' uno dei peggiori criminali della storia italiana.

iotului

Dom, 26/07/2015 - 16:26

Feltri, lo sai benissimo quale e' la differenza tra te pagato per spargere fango, seminare paura e violenza al bisogno del tuo padrone e un giornalista che lo fa per informare. Ormai tutti ti conoscono.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 26/07/2015 - 16:28

Non voglio che sia pubblicato ma e' l'unico mezzo che ho per cercare di comunicare con voi. Dopo aver supinamente accondisceso a tutte le sxxxxxxxe fatte dal cavaliere ora prendete l'iniziativa di condurre il popolo alla rivoluzione invece di piangervi addosso. La Guerra e' Guerra e questa e' una Guerra se non l'avete capito non c'e' in ballo solo lo spolpamento dell'Italia ma la fine della civilta come noi la conosciamo. Maurizio

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 26/07/2015 - 16:39

Caro Feltri,accusando il gruppo L'Espresso Repubblica,di proprietà della tessera n. 1 del PD (erroneamente detto Partito Democratico ma nella realtà Partito del Danaro) lei sta commettendo il reato di lesa maestà, reato che comporta l'impiccagione per le palle e al pubblico lubidrio.Le consiglierei un'atteggiamento accucciato,come di abitudine per l'Ano di Alf,al quale s'apprestano ad accodarsi gente di qualità come Verdini,non fass'altro per evitare qualche bancarotta in quel di Toscana.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 26/07/2015 - 16:39

...intelligentoni progressisti...è un po' difficile che i cosidetti "progressisti" siano anche intelligenti.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 26/07/2015 - 16:43

rinnocent637: mi ha preceduto. Posso solo aggiungere che ai tempi delle Brigate Rosse si cerava il "Grande Vecchio": non dico che si trattava di De Benedetti (anche perché non può essere considerato "Grande"), ma in quanto a mani in pasta e connivenze gli somiglia molto.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 26/07/2015 - 16:50

Che, Crocetta sia indignato per questa intercettazione telefonica é una Cosa che mi fá ridere, perche a suo tempo Berlusconi é stato intercettato nelle sue 4 mura per 5 anni. Ma, io vorrei sapere chi é il mandante? di questa operazione che ha per scopo il siluramento di Crocetta! Perche una Cosa é chiara, che questa operazione é stata progettata da lungo tempo da chi vuole che Crocetta sparisca da Governatore della Sicilia, Io non ho nessuna simpatia per il Gay Crocetta, Ma a me puzza l,articolo dell,Espresso teso a callunniare Crocetta é mi taglio gli attributi, se dietro questa manovra non ci sono Renzi é Debenedetti a tirare le fila!.

iotului

Dom, 26/07/2015 - 16:52

Metodo Boffo. E' gia' tutto.

Edmond Dantes

Dom, 26/07/2015 - 16:54

@iotului. Ammesso e non concesso che V.F. sparga fango a pagamento, e' ben più grave spargere me..a "a gratis" come lei fa incontestabilmente causa sinistra ottusità.

Ritratto di Mariador

Mariador

Dom, 26/07/2015 - 16:59

ECCE HOMO: Nel 1993, in piena bufera Tangentopoli, Carlo De Benedetti presentò al pool di Mani Pulite un memoriale in cui si assunse la responsabilità di tutte le vicende di cui era al corrente e di quelle di cui non era al corrente. Nessun altro dirigente di Olivetti fu oggetto di provvedimenti della Magistratura. In particolare, De Benedetti AMMISE di aver pagato tangenti per 10 miliardi di lire ai partiti di governo e funzionali all'ottenimento di una commessa dalle Poste Italiane (Telescriventi,...sic). Su iniziativa della Procura di Roma, fu arrestato e liberato nella stessa giornata per poi essere assolto da alcune accuse e prescritto da altre.

peter46

Dom, 26/07/2015 - 17:00

gianniverde...spero che non volevi 'accostarmi' a 'qualunque' sx o csx:perchè io non ti ho mai 'concesso' il permesso di farlo...e giacchè non è la prima volta che ci siamo 'attenzionati',spero che anche stavolta mi hai 'interpretato' per quello che ho 'commentato'.Diversamente 'ripassati' i nostri precedenti commenti...sull'intimo delle veline sei rimasto indietro:siamo al 'dito' delle veline 'introm....è stato superato ormai il 'colore'.Chi crede nella sua 'Storia' se ne strafotte di qualsiasi toga:come facevamo 'Noi' che 'frequentavamo' i 'marciapiedi' della 'militanza' e non le 'frequenze'tv:per non entrare in altre frequenze.

flip

Dom, 26/07/2015 - 17:03

e ci dobbiamo stupire? con tutti i golpe che ha fatto napolitano prettamente da vero comunista alla stalin ed è rimasto impunito anzi, è addirittura senatore. l'avesse fatto qualsiasi altro l' avrebbero spelato vivo. siamo sotto dittatura e anche la più spietata. quella rossa.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 26/07/2015 - 17:03

saròfranco lei non crede?

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

nerinaneri

Dom, 26/07/2015 - 17:31

...ci sono 3 o 4 cxxxxxxi della redazione del giornale che si mescolano ai 4 o 5 rincitrulliti che commentano...

Giacinto49

Dom, 26/07/2015 - 17:32

La mia conclusione, per quello che vale, come però verificato più volte, è che agli interessi della sinistra si pieghino un pò tutte le Procure. Situazione senza uscita, solo una quindicina d'anni di dittatura (o commissariamento) possono sperare di rimettere in piedi il Paese.

VittorioMar

Dom, 26/07/2015 - 17:32

..sarebbe una bella soddisfazione veder pagare al Sig.Crocetta quanto richiesto a titolo di risarcimento morale!!!

claudio63

Dom, 26/07/2015 - 17:33

Iotului: no la differenza io non la vedo, perche pubblicare cose non vere o non comprovabili e’ calunnia, perche l’Espresso e’ parte del gruppo cui fa capo DB, perche il giornalista che ha scritto queste cose e’ pagato dallo stesso gruppo che finanzia e appoggia il PD, allora dov’e’ la differenza? La differenza e’ che io posso sempre scegliere di non comperare il Giornale, tu invece, senza gli ordini del tuo partito ti perdi in domande stupide che ti definiscono per quello che sei. E il bello e’ che voti pure tu…

forbot

Dom, 26/07/2015 - 17:36

Giusto : Compagni del menga !

Romolo48

Dom, 26/07/2015 - 17:46

C'è da sperare solo nella giustizia divina.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 26/07/2015 - 17:51

...poi c'è nerinaneri alla ricerca della minkia perduta..nera possibilmente..ma con zero risultati..prova a chiamare una delle Risorse arrapate che si danno da fare in questi giorni..magari è la volta buona..auguri!!

Giovanmario

Dom, 26/07/2015 - 17:59

kallen1.. fare terra bruciata è una forma elegante e simpatica per dire che lo volevano impalare.. ma trattandosi appunto di crocetta.. sai che tortura!

claudio63

Dom, 26/07/2015 - 18:01

nerinaneri scusami, tu fai parte della redazione o del gruppo dei 4 o 5?

clamor

Dom, 26/07/2015 - 18:12

Caro direttore, dovrebbe saperlo bene, con il buon Renzi, si è rottamata anche l’Unità che ora vale come il 2 di bastoni a briscola, quando la briscola è a denari. Pertanto il posto della testata rossa è stato preso dai più giovani Repubblica e cugino Espresso. E’ normale che abbiano ereditato la legge “divina” per cui a loro tutto è concesso. Se tanto mi da tanto, una volta si diceva che gli asini volano se lo dice l’Unità, per cui, per ereditabilità, la “licenza di uccidere” con la penna e fango a chi non è di loro gradimento, è migrata a dette testate. Neanche a me il governatore è mai piaciuto ma questa è l’ennesima prova, ammesso che ve ne sia stato bisogno, che per le lotte intestine del buon PD si usano armi uguali per annientare i loro nemici. So che queste sono cose che le persone di buon senso sanno già dalla nascita, il GRANDE problema risulta farlo capire ai lettori di dette testate. Saluti.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 26/07/2015 - 18:16

Parole al vento quelle di Feltri, poiché rimbalzano sui muri di gomma dell'ingiustizia sociale. Quindi, a questo punto, visto quello che accade, sarebbe bene correggere le scritte dei tribunali in "La Legge non è Uguale per Tutti" e così ci metteremmo l'anima in pace.

FRANZJOSEFF

Dom, 26/07/2015 - 18:27

NASCONDITI IN UN CESSO E BUTTA LA CHIAVE RESTATICI PER SEMPRE

m.nanni

Dom, 26/07/2015 - 18:44

questa storia del tarallucci e vino non mi va; qui i magistrati competenti devono fare legale irruzione(alle cinque del mattino) anche nell'abitazione del procuratore di Palermo e poi nella "sua" procura per accertare la sussistenza del fatto sulla intercettazione. Ci sono o non ci sono state queste intercettazioni? in contemporanea anche nell'abitazione del direttore dell'espresso e del giornalista responsabile dello scoop della minkia! a Sallusti l'hanno nientemeno che arrestato per NON aver commesso il fatto! continua...

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Dom, 26/07/2015 - 18:45

NERINANERI : OGNI COMMENTO NEI TUOI RIGUARDI E TEMPO PERSO ....CONTENTA CHE CHI ADORI TANTO CONTINUI A PRENDERTI PER IL DIDIETRO ???? MOLTO BENE IL DIDIETRO E' IL TUO !!!!!!!!!!

m.nanni

Dom, 26/07/2015 - 18:45

segue non basta, è perfino ridicola, la richiesta di una relazione del procuratore generale della cassazione. Apra una indagine conoscitiva e smettiamola con le relazioni perditempo se non ingannevoli. a che gioco stiamo giocando? è ora che Il Giornale e il centrodestra tutto, chiamino in causa il csm e le gerarchie giudiziarie, perchè l'Italia non può essere ancora presa a tarallucci e vino dal gruppo de benedetti. Mattarella, batti due colpi uno più forte dell'altro; l'Italia vuole sapere la verità. la magistratura non deve e non può più fare il buono e il cattivo tempo anche della politica!

Giorgio Rubiu

Dom, 26/07/2015 - 19:11

# saròfranco delle ore 16,12 - Intende dire "solo dopo che la procura ha fatto sparire il nastro dell'intercettazione", immagino. Manina misteriosa che, dietro ordini precisi o lauto compenso, ha eliminato qualsiasi prova della conversazione in questione. Sarebbe bello se l'Espresso, in sede di Processo Civile per i 10 milioni di danni chiesti da Crocetta, tirasse fuori il nastro misterioso. Come finirebbe?

fofocognodetumadre

Dom, 26/07/2015 - 19:15

Mi vergogno di essere di"sinistra" e non la voterò più.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Dom, 26/07/2015 - 19:26

lo giuro, niente di personale contro la sinistra in quanto tale, sono orgogliosamente individualista per appartenere a un partito o all'altro, ma vedo, sento, e deduco attenendomi ai fatti. Il comunismo è morto ovunque tranne che in Italia, qui è al governo e i risultati si vedono: degrado da quarto mondo ovunque, corruzione ai massimi storici, cittadini alla miseria, senza alcuna tutela, criminalità estesa come una cancrena da nord a sud, ma il peggio, spacciato per solidarietà, viene da una strana alleanza: Stato e Chiesa hanno trasformato la Nazione in una colonia africana, un unico centro di raccolta per immigrati clandestini, esteso su tutta la superficie di questo disgraziato paese. Lo scopo? Un progetto che non conosciamo, io so soltanto che hanno venduto gli italiani.

ziobeppe1951

Dom, 26/07/2015 - 20:06

Ioleiluinoivoi...hai sbagliato giornale x scrivere cxxxxxe vai a scriverle all'unità o al manifesto che ti pagano pure naturalmente in nero

Edmond Dantes

Dom, 26/07/2015 - 20:15

@nerinaneri. Ma dai ! È vero che i suoi commenti non sono il massimo, ma non si butti giù così !

Ritratto di orcocan

orcocan

Dom, 26/07/2015 - 21:07

Vi spiego come, secondo alcuni, funziona la stampa in Italia. Alcuni giornalisti di una certa area DEVONO essere disprezzati perché hanno un padrone che li paga. Tutti gli altri, con un rapporto di 100:1, non hanno riferimenti politici ed editoriali, informano scevri da ogni ideologia ma, soprattutto, lavorano gratuitamente. In pratica sono messi peggio dei migranti. :-D

Giovanmario

Dom, 26/07/2015 - 21:13

kallen1.. a molti addirittura li impalavano.. ma in questo caso l'unica possibilità da prendere in considerazione era quella di fargli intorno.. terra bruciata

Ritratto di AndrewForecella

AndrewForecella

Dom, 26/07/2015 - 21:15

doppiopesismo nella valutazione degli errori... un problema che colpisce anche l'informazione.

antiom

Dom, 26/07/2015 - 21:15

Caro claudio63, il decerebrato, trinariciuto e cxxxxxo "Iotului" non è lui a comprare il giornale che stupidamente predilige, repubblichella 2000, ma è lo stesso a scegliere e comprare lui medesimo. Quindi fra noi e questo ixxxxxxxe esiste un abisso, visto che noi scegliamo il Giornale liberamente per informarci, conoscere, educarci e imparare!

Daniele Sanson

Dom, 26/07/2015 - 22:04

Sono talmente esperti quelli de l'Espresso e laRepubblica nel rendere credibile anche la piú grande panzana che nessuno mi toglie dalla testa che anche questo ultimo scoop sia stato creato ad arte per permettere ad una persona che governando una regione ha creato un tale buco che non solo creerá problemi al governo , sí con la g minuscola , ma che dovrá pure essere sanato dal resto del paese , dicevo una persona che con questa storiella gli hanno creato una aureola di uomo corretto , che ha subito offese , che non merita questo trattamento , un'altro pó e lo fanno santo . Avrá cosí la possibiltá di dimettersi e non di essere cacciato , di uscire a testa alta , con onori e .....oneri .

tantoperdire

Dom, 26/07/2015 - 22:54

Però mi dispiace...... la carta dell'unità era proprio ottima quando facevo le patatine fritte, teneva l'unto che è una bellezza. Anche per pulire i vetri, con un pò d'aceto aveva una porosità favolosa. L'ortolano vicino casa poi ci incartava tuberi, patate, pomodori, finocchi e mi divertivo a guardare le vignette e le donnine nude che ultimamente inzuppavano l'importante quotidiano comunista. Ma l'utilizzo migliore era al cesso, quando la carta igienica finiva improvvisamente! Carta di ottima qualità, senza badare a spese! Prima grazie ai rubli sovietici, poi grazie alla Coop, poi grazie alle banche, e poi grazie a Sveltrone! Peccato, dovrò utilizzare Repubblica o l'Espresso, però il formato tabloid, specialmente al cesso, non aiuta!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 26/07/2015 - 23:39

E l'uomo del colle assomiglia sempre più a un concentrato delle tre scimmiette. Lui non vede, non sente, non parla. A questo punto a cosa serve l'uomo del colle e con lui il CSM??? con quel che costano bisognerebbe eliminare subito le due "istituzioni" ormai totalmente inutili quando non dannose!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/07/2015 - 23:41

Di una sola cosa dovremmo renderci conto, che la politica del nostro paese è da anni inquinata dallo squalo capitalista svizzero della foto che compera giornali e giornalisti PER FARSI GLI SPORCHI AFFARACCI SUOI A NOSTRE SPESE. IL MALE PEGGIORE È IL SOSTEGNO DELLA SINISTRA A QUESTO RAPPRESENTANTE DEL PIÙ SORDIDO CAPITALISMO. Solo dei codardi servili possono accettare di lavorare per questa iena.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 27/07/2015 - 00:20

scrive elgar: "La legge è uguale per tutti. O no?" Evidentemente NO. D'altronde, come scriveva George Orwell molti anni fa, "alcuni sono più ugiali degli altri", e fra questi sicuramente quell'innominabile essere che controlla espresso e repubblica.

Mobius

Lun, 27/07/2015 - 00:21

Dunque, il Sistema ha ormai connotazioni chiare. Il PD, che ha buttato a mare l'ormai inutilizzabile ideologia comunista, pensa esclusivamente al potere e ai soldi (le due cose vanno a braccetto). Il pseudo-imprenditore De Benedetti accumula quattrini spolpando le aziende da lui gestite e buttando sul lastrico i dipendenti. Con questi soldi foraggia il PD, che ricambia sfornando leggi a vantaggio suo e a svantaggio dei suoi rivali, ed inoltre si suppone che il predetto PD “convinca” (non posso dire come) i giudici sinistroidi ad emettere sentenze favorevoli al Nostro; il quale, per di più, non manca di approfittare di questo clima favorevole per realizzare altri lauti guadagni intentando cause legali a destra e a... no, solo a destra. (segue)

Mobius

Lun, 27/07/2015 - 00:22

(seguito) Poi, ovviamente, ci sono i giornali ammanicati, che suonano la musica orchestrata dal padrone. Ecco finalmente realizzata la famosa "terza via" del socialcomunismo: lo Stato non fa l'imprenditore, ma neppure permette ai veri imprenditori di operare e guadagnare. Avremo dunque una imprenditoria taroccata in uno Stato taroccato, e di conseguenza un'economia taroccata.

Mobius

Lun, 27/07/2015 - 00:28

Tantoperdire (22:54), complimenti, lei ha riabilitato l'Unità definendolo un giornale da cesso. Spero che fin da ora le diano ascolto e pubblichino quel giornale usando carta crespata.

zenzalino54

Lun, 27/07/2015 - 00:45

Se qualcuno ha ancora nutre dei dubbi in Italia non siamo più in democrazia, abbiamo un parlamento sotto costante tutela di una magistratura che decide chi deve governare: indipendentemente dal risultato delle elezioni. Tutto questo dopo la grande furbata dei parlamentari di rinunciare all'immunità parlamentare. Grandissimi Cxxxxxxi quest'ultimi....

claudioarmc

Lun, 27/07/2015 - 07:08

Il pregiudicato debenedettino è intoccabile, lui compagno da sempre è a capo con Scalfari e Mauro di una struttura ben oliata che da decenni usa il giornalismo politico come arma, ma mi chiedo perché solo adesso che scandali e scoop colpiscono platealmente la sinistra questo ci deve preoccupare?

Happy1937

Lun, 27/07/2015 - 08:50

Visto che per il cesso la carta di Repubblica e Espresso non e' neppure tanto buona, meglio fare una bella scorta di carta igienica che contribuire con qualche Euro al bilancio degli squallidi loro editori.

elgar

Lun, 27/07/2015 - 12:26

@ wilegio. Intendevo dire proprio questo. La mia era una frase ironica per la sinistra che di quella frase se ne riempie la bocca. Di "legalità" appunto. I fatti, purtroppo, dicono l'incontrario. Sallusti comunque sempre una condanna ha subìto. Feltri per il "metodo Boffo" lo hanno crocefisso. E per l'Espresso dobbiamo coniare il termine "metodo Crocetta"? Ovvero bufala al cubo? Sono stati smentiti dalla stessa Procura mica dal "Giornale". Fossi nei panni di Crocetta chiederei i danni all'Espresso.