Abruzzo, per M5s un buco da 200mila voti. Così il centrodestra ha vinto

Il voto in Abruzzo manda un segnale chiaro: il centrodestra unito vince. I grillini hanno perso due terzi dei voti delle politiche

Il "grande malato" delle elezioni Regionali in Abruzzo è il Movimento Cinque Stelle. I grillini dopo poco più di otto mesi di governo pagano già un prezzo altissimo: crollano al 20 per cento in una Regione che alle politiche li aveva premiati. Una vera a propria batosta che ha già messo in allarme buona parte della fronda pentastellata che punta il dito in modo forte contro Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista. Da un lato al capo politico del Movimento viene contestata una linea di governo troppo spostata a destra nel tentativo di inseguire la Lega, dall'altro lato all'ex parlamentare viene contestata una eccessiva esposizione mediatica con toni da opposizione che evidentemente non hanno premiato la corsa dei Cinque Stelle. Innanzitutto per capire bene queste elezioni dobbiamo partire dai numeri del risultato elettorale: Marsilio ha raccolto con il centrodestra oltre il 48 per cento. Il centrosinistra con Legnini si è fermato al 31 per cento e i grillini hanno raggiunto appena il 20 per cento. La vittoria segnala uno scatto in avanti del centrodestra unito: la Lega ora è il primo partito in Abruzzo con il 28 per cento, Forza Italia ha superato il 9 per cento e Fratelli d'Italia ha raggiunto il 6,6 per cento. Un segnale chiaro: il centrodestra unito vince in modo chiaro e compatto. Berlusconi è già pronto per i nuovi appuntamenti a partire dal voto in Sardegna: "Da oggi comincia la sfida di Forza Italia e del centro-destra per la Sardegna, per la Basilicata, per il Piemonte e infine per le elezioni europee di maggio decisive per il futuro dell'Europa e dell'Italia. Sono sicuro che il centrodestra unito avrà successo in tutte queste importanti elezioni".

Il centrodestra ha fatto il pieno soprattutto a L'Aquila e a Teramo. Nel capoluogo la coalizione dei moderati ha superato il 50 per cento toccando addirittura il 53, 6 per cento. Il centrosinistra invece deve fare i conti su un modello elettorale a larga coalizione che di fatto ha messo ai margini il Pd. I dem hanno infatti raccolto solo l'11 per cento. Per quanto riguarda i flussi elettorali è evidente la crescita del centrodestra che passa da i 202.000 voti delle Regionali del 2014 ai 270.000 delle politiche ai 300.000 delle Regionali di ieri. Per quanto riguarda il fronte del centrosinistra bisogna considerare la bas edi partenza delle regionali del 2014 in cui Pd&Co. raccolsero 320.000 voti. A seguire, nel 2018, il bottino è sceso a 154.000 voti per risalire a 195.000 con le Regionali di ieri. Le note dolenti arrivano per il movimento Cinque Stelle. Nel 2014 i pentatsetllati avevano raccolto 148.000 voti per salire poi alle politiche dello scorso anno a quota 303.000 voti. In poco meno di un anno i pentastellati hanno dimezzato i consensi scendendo a quota 116.000 voti con una perdita netta di quasi 187.000 voti.

Sul fronte del centrodestra la Lega ha raccolto almeno 59.000 voti in più rispetto alle politiche del 4 marzo 2018. Forza Italia invece ha perso per strada circa 56mila voti. Fratelli d'Italia invece è cresciuto di 1.000 voti. Sempre sul fronte dei flussi, una prima analisi è arrivata dal consorzio Opinio. In questo quadro solo il 66 per cento di chi ha votato il 4 marzo ha confermato il voto per i 5 Stelle. Un 19 per cento si sarebbe spostato, molto probabilmente, sul candidato di centrodestra, Marsilio mentre un 15 per cento degli elettori grillini avrebbe scelto Legnini. Ci sarebbe dunque una diaspora grillina su due fronti: una parte dell'elettorato ha scelto di virare a destra mentre un'altra, più piccola, è pronta a tornare nell'area di centrosinistra. Bisognerà attendere il risultato della Sardegna e quello delle Europee per capire quanto sia profonda la ferita sul pelle dei pentastellati. Salvini infine, commentando i risultati elettorali si è già lanciato in una analisi dei flussi: "Il voto degli operai, dei commercianti, dei precari, è evidente, si è spostato da sinistra alla Lega. Nei capoluoghi teoricamente rossi, come Teramo e Pescara, abbiamo preso il 27%". Il governo, per ora, secondo quanto affermato da Salvini non corre rischi. Ma di certo il risultato di questo voto può pesare sugli equilibri gialloverdi.

Commenti

tormalinaner

Lun, 11/02/2019 - 13:47

Con Taiani forza italia perderà sempre più voti e a Berlusconi interessa solo essere rieletto alle europee per ripicca. A nessuno dei due non interessani gli italiani e poi con la parola"moderati" viene da pensare a dei vecchietti senza spina dorsale.

HappyFuture

Lun, 11/02/2019 - 13:48

Che svergognati! Ma veramente credete di poter prendere in giro gli Italiani senza fine? Ci vuole un pentapartito per sconfiggere il M5s e voi lo sbandierate come vittoria? Finitela.

bombero76

Lun, 11/02/2019 - 13:49

La gente ne ha le PALLE piene dei FANCAZZISTI !!!!!!!

Ritratto di .nonnaBelarda...

.nonnaBelarda...

Lun, 11/02/2019 - 13:51

il "grande malato" delle elezioni Regionali in Abruzzo è il M5S... TRAGI TaGlia invece scoppia di salute

Ritratto di karmine56

karmine56

Lun, 11/02/2019 - 13:55

Grazie fico e de falco, senza di voi non avremmo vinto in modo così facile .

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Lun, 11/02/2019 - 14:08

Sono un elettore leghista di lunga data (salvo quando me ne sono andato a causa di Bossi e il Trota) e per me il PD e LeU stanno bene nella pattumiera della storia. Ciò doverosamente premesso, mi tocca scrivere queste due righe per ricordare a Forza Italia e ai redattori del Giornale che non mi piace neanche un po' che parliate di 'centrodestra' che vince. Vince Salvini. E se sparisse la Lega non vi voterei mai. Mi sta bene il centrodestra nella misura in cui Tajani e Berlusconi stanno zitti e non provano minimamente ad influenzare la linea di salvini. Zero. Zitti. Silenzio. Non parlate e non proponete niente di neinte, perchè siete insopportabili e fate solo venire voglia di votare 5 stelle pur di non stare con voi.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Lun, 11/02/2019 - 14:10

ma voi sognate..... quale centro destra???? ha vinto la lega !!!!

schiacciarayban

Lun, 11/02/2019 - 14:14

HappyFuture - Vedo che c'è ancora qualcuno che crede che i 5S sono comunque vincitori! Siete senza vergogna! O forse semplicemente non capite.

venco

Lun, 11/02/2019 - 14:29

La sinistra ha vinto il festival di Sanremo, gli basta questo.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 11/02/2019 - 14:29

Fateci capire: dite "La Lega ha raccolto almeno 59.000 voti in più rispetto alle politiche del 4 marzo 2018. Forza Italia invece ha perso per strada circa 56mila voti". Ma Salvini dice: "Il voto degli operai, dei commercianti, dei precari, è evidente, si è spostato da sinistra alla Lega". Ma li rileggete gli articoli? E sapete fare considerazioni logiche anziche' fuorvianti in stile Pravda?

mozzafiato

Lun, 11/02/2019 - 14:33

ALBERTO DA LECCO, in sintesi, sono pienamente d'accordo con te ! Io invece sono un ex votante di F I passato alla Lega. Ebbene confermo che NON TORNERO' MAI PIU'A VOTARE PER F I in caso di "sparizione" della Lega ! Meglio i 5st anche se tra le loro fila, si annidano ancora troppi nostalgici del PCI.

buri

Lun, 11/02/2019 - 14:35

la gente si sveglia e capisce che i grillini sono tutto apparenza senza sostanza e si regola di conseguenza

Ritratto di Rerum

Rerum

Lun, 11/02/2019 - 14:38

Nelle democrazie avanzate, dopo un'elezione di qualsiasi genere, il vincitore esulta e lo sconfitto lo ammette e fa gli auguri all'avversario. Fine. Da noi invece si susseguono centinaia di dichiarazioni prevalentemente insensate pro domo sua. Hic manebimus optime.

pumpernickel

Lun, 11/02/2019 - 15:30

Caro Pravda 14:29-I numeri assoluti sono una gran bella cosa, ma poiché chi non va a votare è come non esistesse, da ultimo conta la distribuzione percentuale di chi ha votato. I non votanti ci sono stati in ogni partito e forse più tra i 5*. Alla fine tirate le somme, le percentuali e i seggi conseguenti parlano chiaro. Con buona pace di PD e 5*.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 11/02/2019 - 15:31

e ora si punta sulla Sardegna. avanti a tutta forza

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 11/02/2019 - 17:12

I 5STALLE tutto chiacchere e distintivo....

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 11/02/2019 - 18:06

Titolo non corretto. Confrontando dati omogenei (regionali con regionali) il CDX stravince grazie alla lega, l'M5S conserva i propri voti, il PD crolla all'11%, presumibilmente si dissolverà già alle europee. Sinistra allo sbando, destra stratosferica (peccato non si sia unita CasaPound alla coalizione). La dissoluzione del PD rende impossibile qualsiasi governo che non sia di destra.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/02/2019 - 18:15

@Pravda99 - leggi le percentuali, e prova a confrontarle con le precedenti regionali, ma anche con quelle di un anno fa e vedrai che ridere. Di sicuro avete perso voi, sia PD 11 %, sia 5S 20 %. O vuoi sostenere il contrario, truffatore delle tre carte?

Dordolio

Lun, 11/02/2019 - 18:44

Leggo pari pari nell'articolo la citazione trionfale: "Forza Italia ha superato il 9 per cento"... ma FI aveva ben altri spessori e successi in passato! Mi torna in mente Orwell in 1984 dove il protagonista - radio giornalista - annuncia trionfante che dal giorno successivo la razione di cioccolata assegnata ai cittadini sarà di 50 grammi! Ma fino a quel momento era di 100... Scusate, ma tutto questo mi atterrisce. Se i commenti di area liberal democratica sono questi allora forse era meglio la propaganda dei tempi che furono... sì dico proprio quelli "quelli". Dove alla falsità della propaganda almeno si associava un'efficienza dello Stato invidiabile. E delle cose non si parlava. Si facevano invece e bene, sul sociale e no. Con metodi diciamo "spicci" del caso: riguardatevi COSA fece e COME Mori in Sicilia...

ex d.c.

Lun, 11/02/2019 - 18:51

Purtroppo il CD è a trazione leghista e se Salvini non verrà sostituito velocemente dal suo partito andremo incontro a grossi problemi. I voti degli ex comunisti passati al M5S per il troppo moderatismo renziano stanno ritornando al PD e speriamo di vedere presto i gilet gialli sulle barricate anziché nei Palazzi del Governo. Il loro posto è quello

CALISESI MAURO

Lun, 11/02/2019 - 19:30

Ha vinto la Lega e FdL. Stop!!

Dordolio

Lun, 11/02/2019 - 19:40

ex d.c.... d'accordo che mettere in firma un nick così non mette bene in partenza.... Ma spieghi cortesemente perchè è tanto ansioso di tagliare il ramo su cui stanno - e bene - i suoi pupilli forzitalioti Berlusconi in testa. Se Salvini sparisce Berlusconi è già scomparso prima.... Salvini col taglio che ha dato alla Lega (che non è il mio partito quindi non ne posso conoscere l'entourage che spero per loro sia al suo livello) TIRA LA VOLATA a Berlusconi. Quest'ultimo esiste in questo momento in coalizione solo per bontà di Salvini. Berlusconi supplica Salvini di chiudere con Di Maio. Ogni giorno. Ma quando sarà Salvini a chiudere con lui, Berlusconi e i suoi li incontreremo solo su Chi L'ha Visto...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/02/2019 - 22:31

@CALISESI MAURO - farlo capire ai truffatori comunisti è dura. Sono convinti di aver vinto loro. Pensano di fare come a sanremo.

gianni59

Lun, 11/02/2019 - 23:27

Ma Minzolini non aveva detto che per riequilibrare il CDX, FI doveva arrivare al 10%?!?

gianni59

Lun, 11/02/2019 - 23:45

FI 16% 14% 9%...parliamo ancora di CDX?