Aggrediteli, difendono la famiglia

Sono considerati come dei mostri, con manie sadomaso come la difesa della famiglia, ma la pensano come l'hanno pensata finora gli uomini civili di ogni Paese del mondo, che così sono vissuti per millenni

Da una parte c'erano i cannibali, gli incivili, gli antidemocratici, gli omofobi che manifestavano in cento città d'Italia il loro composto dissenso, inermi, inerti, silenziosi, in piedi, con un libro in mano. Dall'altra c'erano gli umanitari, i libertari, i civili, i democratici, gli omolatri, gli antifascisti, che li aggredivano, lanciavano uova e preservativi pieni d'acqua (uno al Vomero ha colpito un bambino nel passeggino), li insultavano, urlavano e bestemmiavano e li costringevano ad andarsene.

È successo a Napoli, a Rovereto, a Torino, a Pisa, a Bologna, ad Aosta... I primi si chiamano Sentinelle in piedi, si riconoscono in movimenti come Manif pour tous e Pro-Vita, contestano il reato d'omofobia perché persegue un reato d'opinione. I media non ne parlano, la Chiesa finge di ignorarli anche se loro difendono, in modo civile, la famiglia e la vita. Sono considerati come dei mostri, con manie sadomaso come la difesa della famiglia, ma la pensano come l'hanno pensata finora gli uomini civili di ogni Paese del mondo, che così sono vissuti per millenni. Per loro la famiglia è un bene e va difesa, l'amore tra un uomo e una donna resta il fondamento di ogni futuro e di ogni società, la maternità è un dono, la nascita è un bene, la vita va tutelata.

Principi non offensivi né aggressivi ma d'amore e protezione. E sostenuti senza arroganza ma con educazione, parola cancellata nel gergo corrente e pratica dimenticata nei comportamenti degli Evoluti. Ma che volete, il reato di famigliafobia non è previsto...

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 07/10/2014 - 15:58

Niente da fare. Il nuovo potere marcia in quel senso, magari va in chiesa, fa il pellegrinaggio ad Assisi, si affaccia da balconi "santi", ma la loro nuova morale travolge tutto e i valori antichi non contano più, valgono un fico secco. La cosa sconvolgente è che la Chiesa sembra a voler seguire questa onda di "riformismo" morale d'accatto.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 07/10/2014 - 16:09

"Onora il padre e la madre" significa che i genitori sono onorevoli e gli altri... tollerabili. Certo che quando i "tollerabili" sono intolleranti con gli "onorevoli" vuol dire che è giunta la pienezza del tempo per di rimetterli in manicomio, come si faceva una volta.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 07/10/2014 - 16:46

E il papa massone che dice? Sempre "Chi sono io per giudicare?"

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 07/10/2014 - 17:08

"Ma come dobbiamo interpretare il segnale dato al mondo di lassismo e di resa nei confronti dei nuovi costumi sessuali della società e dello sfascio dei principi morali e delle famiglie? Come interpretare il rifiuto di papa Bergoglio di opporsi alle questioni etiche, come hanno fatto eroicamente i suoi predecessori, o anche solo di «giudicarle», cioè di contrastare culturalmente quella rivoluzione dei rapporti affettivi che distrugge ogni serio legame e ha lasciato tutti più soli e infelici, schiavi dell’istinto? San Paolo affermava «l’uomo spirituale giudica ogni cosa» (1Cor 2,15) e non «chi sono io per giudicare?». E perché non opporsi a quella cultura della morte che non riconosce più nessuna sacralità all’essere umano o a quell’ondata di anticristianesimo e antiumanesimo che, sotto diverse bandiere, pervade ormai il mondo?" - Antonio Socci.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 07/10/2014 - 17:11

Quando si confezionano fattispecie per darle in pasto alla norma e alla sanzione penale, ed in queste non si salvaguardano le opinioni – le quali, per definizione, sono libere e devono restare tali, e per storia, hanno caratterizzato e caratterizzano le democrazie fondate sulle libertà civili – vuol dire che dobbiamo prendere atto d' essere, ormai, vittime di deliranti strategie sovversive. E le incursioni nel lessico per una specie di safari a danno di parole di corretto uso comune da mettere al bando, a nulla valendo la copiosa produzione letteraria di prim' ordine che le adopera e conserva, rappresentano i picchi di una inusitata violenza di un invasivo regime da fantascienza. Presto - per motivi di coerenza mai o altrove adoperata – fanatici e folli armati di potere roteato come una clava sequestreranno libri testimoni della nostra civiltà, li accatasteranno e ne faranno falò con i lanciafiamme: un rinato Fahrenheit 451 di Ray Bradbury. Severamente puniti i possessori. Io grido all'armi! Aprite gli occhi, siamo in guerra. Stretti e minacciati e colpiti da una criminalità conclamata e da un' altra, peggiore se possibile, surrettizia, alimentata da giudizi scandalosi, farneticanti che legittimano e omologano tutta la violenza possibile, tranne quella della legittima difesa. E poi, nelle mani custodi dello Stato, rischiamo altre pericoli, violenze, morte. E poi siamo perseguitati da un Fisco grassatore e onnipotente che ci impedisce di vivere lavorando onestamente e ci deporta alla più orripilante miseria o ci impone de facto il suicidio. E poi siamo accantonati e dimenticati nelle pastoie del bisogno per la colpa di essere nati italiani in Patria. E poi siamo invasi senza tutele e senza governo. E poi ci impongono una nuova etica familiare allo scopo di distruggere la famiglia. E poi siamo consegnati schiavi ad una Europa ben diversa da quella che volevamo. E poi siamo insultati dai sorrisi arroganti e spocchiosi di markettari politici che si incastano per pascere alla grande col nostro sangue. Cos' altro dovremmo subire ancora per sentirci in guerra? Per identificare gli acerrimi nemici della civiltà, della cultura, della libertà in una massa di papponi, maestrine dalla penna rossa comprese? Si lasciano in libertà assassini e si massacrano coloro che esprimono un pensiero, si abbandonano le vittime negando loro soccorso e giustizia. Queste infamità devono cessare. Uniti possiamo farcela, non nascondiamo le nostre pavidità dietro l' ipocrisia dei distinguo del nostro individualismo; uniamo le voci in un coro a milioni di voci e sputiamogli in faccia un no, basta! Maledizione!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 07/10/2014 - 17:16

GRAZIE!! mio stimato Dottor Veneziani...tra poco, dovremmo vergogniarci di essere eterosessuali, mamma e babbi...e la chiesa, capitanata da Francisco, che si "indigna" a comando, che fa!! TACE...altro potere forte, non a caso.GRAZIE!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 07/10/2014 - 17:32

Michele Lamacchia, stupendo questo crescendo al tempo di battaglia. Finchè non sono giunto al --- uniti possiamo farcela --- Questo lo zoccolo duro da far passare. Uniti !!! - Chi ?!? -ripr.ris.- 17,32 - 7.10.2014

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 07/10/2014 - 17:47

Non sono una sentinella ma amo la mia famiglia! A me onestamente non dà nessun fastidio che possano esistere diverse forme di convivenza! L'intolleranza è una brutta bestia tipica dei conservatori bigotti!

Alex1973

Mar, 07/10/2014 - 17:52

Concordo pienamente con quanto scritto dal dott. Veneziani. Voglio solo segnalare che il Vescovo di Ferrara sta combattendo, inascoltato, la stessa battaglia. Sarebbe interessante che il Giornale lo intervistasse.

Giovy99

Mar, 07/10/2014 - 17:54

X EUTERPE Petrus Romanus.... ^_^

Aristofane etneo

Mar, 07/10/2014 - 18:32

Per caso ho visto "all'opera" un centinaio di Sentinelle in piedi, disturbati di tanto in tanto dalla sguaiataggine di un gruppetto di barbari. Non immaginavano quei co.lionazzi quanta maggiore intensità emotiva emanava la compostezza delle Sentinelle in piedi intenti a leggere, in silenzio, immobili per protestare contro il disfacimento dei nostri valori per mano di potentati diabolici.

Antonio43

Mar, 07/10/2014 - 18:45

Per cui se non ti dà nessun fastidio l'esistenza di diverse forme di convivenza hai diritto a definire quelli che non la pensano come te, intolleranti, bigotti in preda ad una brutta bestia, come minimo, ma non è difficile ricevere complimenti ancor più gratificanti. Siamo ciechi, non vogliamo vedere quello che sta accadendo oltre il Mediterraneo. Ci stanno invadendo, è un fatto voluto e gestito. In mezzo a tanti diseredati, ci sono quelli che un domani non molto lontano ci colpiranno con facilità e ai Patchonki non basterà dire che a loro non danno nessun fastidio, saranno i primi ad essere impalati. Per me, accolgo l'invito di Michele Lamacchia... ci sarà una nuova Lepanto, è inevitabile!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 07/10/2014 - 18:58

@Euterpe - Se i farò in questa nebbiosa situazione è Socci, andremo sicuramente ad infrangerci sugli scogli dell'intolleranza! Non possiamo pretendere che gli altri la pensino diversamente da noi è non possiamo pretendere che le nostre idee debbano essere accettate dagli altri! Presuntuosi si ma fino a non sottomettere la libertà degli altri come si è fatto in passato!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 07/10/2014 - 19:00

Lottare in nome della famiglia, la vita, i figli? Cominciamo dalla vita. Nessuno l'ha chiesta, nessuno ha sgomitato per venire al mondo. Sofocle addirittura diceva che non essere mai nati può essere il migliore dei doni. Chissà? La famiglia. Quante ce ne sono nate solo sugli impulsi chimici, i muscoli di lui, la sottomissione di lei, gli ormoni impazziti di lui, il testosterone o i sogni di entrambi? Il patto sacrale e civile? In un mondo come quello do oggi spesso i patti strangolano paesi e continenti altro che famiglie... Cosa resta? I figli. Si crede che siano nostri, che gli si possa sconsigliare orecchini, collane, creste, pearcing, tatuaggi, droga, alcool e totale stupidità? Io non lo so ma vedo che ormai la storia di tutti noi si gioca tra l'immanente ed il trascendente, tra chi crede che dopo una malattia ci sia la morte e poi il kaos e chi crede invece che la dipartita sarà un premio. Buono almeno per quelli che al dono della vita avrebbero rinunciato volentieri.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 07/10/2014 - 19:04

Michele llamacchia - Una macedonia incomprensibile mescolando di tutto e di più ! Rimane il valore comune del rispetto, nessuno deve imporre niente agli altri! Se due persone vogliono vivere insieme perchè si amano, a me cosa viene imposto? Chiaramente le due persone possono essere del sesso che preferiscono! Non lo posso decidere io il sesso degli altri . Non voglio subire imposizioni ma neanche voglio imporre niente a nessuno!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 07/10/2014 - 19:48

#Patchonki, sono d'accordo con Lei: a me onestamente non dà nessun fastidio che possano esistere quelli che difendono la famiglia e un modo di convivenza tradizionale! L'intolleranza è una brutta bestia tipica dei reazionari bigotti!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 07/10/2014 - 19:49

#Patchonki, sono d'accordo con Lei: a me onestamente non dà nessun fastidio che possano esistere quelli che difendono la famiglia e un modo di convivenza tradizionale! L'intolleranza è una brutta bestia tipica dei reazionari bigotti!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 07/10/2014 - 20:16

Marina58 sono laico ma penso che il papa andrebbe rispettato da tutti, specialmente da chi si riconosce nella Chiesa!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 07/10/2014 - 20:17

Rosario.fracalanza grazie per aver interpretato in pieno quello che ho cercato di dire!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 07/10/2014 - 21:00

Per R.F -----E' forse un outing, questo ????

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 07/10/2014 - 21:01

Patchonki, ma lei fa la bella addormentata nel bosco? Ma ha capito che l'intolleranza colpisce coloro che vogliono difendere la famiglia intesa in senso tradizionale, che lo fanno in modo pacifico? Lei dovrebbe difendere anche loro, se proprio ama tanto la libertà, e dovrebbe domandarsi anche che tipo di libertà sia quella che lei rivendica, che sembra piuttosto licenza o anarchia. Ma quando mai una società si è retta senza regole condivise, condivise dalla maggioranza?

killkoms

Mar, 07/10/2014 - 21:11

tra un po,per non offendere gli omosessuali toccherà farsi sodomizzare pubblicamente!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 07/10/2014 - 21:12

@Patchonki,ma come le è venuto in mente di definire come ha definito il commento di Michele Lamacchia? E' un pezzo lodevolissimo,scritto da persona animata da alti valori civili, per non parlare della sua cifra stilistica, lontano dalla retorica, improntato a doloroso realismo.Se lo rilegga e mediti, non può farle che bene.

buri

Mar, 07/10/2014 - 22:29

avanti così e fra pochi anni, noi eterosessuali saremo segnati a dito e sottoposti a rieducazione coatta

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Mar, 07/10/2014 - 22:51

ok

scipione

Mar, 07/10/2014 - 22:57

La comunione ai divorziati e risposati : salta il sacro principio del MATRIMONIO UNICO E INDISSOLUBILE. Chi sono io per giudicare : salta la sacra esortazione di Gesu' " andate e moltiplicatevi" e si incoraggia la violenza contro chi difende la famiglia naturale e sacra agli occhi di Dio......Dilaga ormai il relativismo etico,condannato e combattuto da Papa Benedetto e oggi in gran voga e che sta distruggendo la sacralita' della chiesa e i valori NATURALI dell'umanita'.Che Dio lo perdoni.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 07/10/2014 - 22:57

Avevo in simpatia questo Francesco ed il lontano donde proveniva mi evocava immagini d' ogni forma e colore che mi incutevano tenerezza. Non sapevo come e cosa debba fare un Papa; invidio quelli che sanno ai quali si contrappone il simulacro di una umiltà pastorale. Forse per effetto di di una risorta onda lunga partita dal sorriso di Giovanni Paolo I, Pontefice fugace ma che mi lasciò una specie di autografo scritto nel cuore. Ecco, mi dissi, quest' uomo mi aiuterà a credere ancora. Non fece in tempo, era nel mio e nel suo destino. Dopo, il ricordo ingigantì la figura, ma non potetti assistere alla sua opera. Siffatti ricordi, forse, ingannano e predispongono anche ad errori. 'Chi sono io per giudicare?' mi colpì, trapassando la cortina fumogena interposta dalla massa umana. Cani e porci giudicano e amano giudicare, e questo amore è diventato passione, voluttà, esaltazione, fanatismo. Bene mi dissi, questo va bene, sia di monito. Ma il richiamo è caduto nel vuoto delle sordità e delle bramosie di potere. Ora è tempo che cessi la pausa della sospensione. Il giudizio appartiene all' uomo come capacità di discernimento; malgrado il peso enorme, c' è un momento che si impongono senno, verifiche e scelte, approvazioni o dissenso, biasimo. Nella tempesta che tutto solleva e confonde, occorre il fascio di luce di un faro: e il suo guardiano deve mandarcela perché è consapevole di essere il guardiano. Non si chieda chi sono io: illumini le giuste rotte. Qui rischiamo di finire tutti ad infrangerci sugli scogli sommersi.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 07/10/2014 - 23:06

Patchonki, le tante cose che ho enumerato le sembrano una macedonia? e dove vede la intolleranza? Anche riguardo alla famiglia, io mi riferivo ad altre cose che lei forse ignora e che non provo nemmeno a spiegarle. Pensi pure ciò che vuole, anzi come può. Io sono più tollerante di lei ma esercito la mia facoltà di discernimento. Le dà fastidio?

mailord

Mar, 07/10/2014 - 23:11

Difendono la famiglia da chi? chi sarebbe il cattivone?m io sono tutt'altro che gay friendly, per me un uomo sano è attratto da una donna, se è attratto da un uomo è disturbato, il gene della frociezza non esiste in natura esistono solo uomini e donne. Il terzo sesso non esiste, eppure a qualcuno piace, che ci vogliamo fare? non solo piace, ci crede pure. perchè vogliamo negargli una vita come tutti gli altri? ma non basta dire LASCIAMOLI FARE, vanno tutelati come tutti, anche se non siamo d'accordo con loro. Anche sull'adozione, pensiamo ai bambini depositati negli istituti, o peggio ancora abbandonati a loro stessi. Insomma, il mare non si ferma con le mani, ed è ora di far avanzare anche questo. Che ci piaccia o meno, aLTRIMENTI affogheremo. Altro discorso è accettare una legge folle come quella sull'omofobia, avere diritti non significa avere dei privilegi.

mailord

Mar, 07/10/2014 - 23:24

Leggendo gli altri commenti, la parola più usata è stata DIRITTO. Per me un diritto è quello dell'art. 18, intoccabile, come quello delle copie frocie di sposarsi e di adottare.

EL AMOR BRUJO

Mar, 07/10/2014 - 23:39

Patchonki, io condivido l' elenco delle doglianze sintetizzate dal Lamacchia. Se a te tutta la situazione lamentata ti sta bene, goditela pure. Lamacchia non ha mai mostrato intolleranza se non verso le ingiustizie e già in altre occasioni ha stigmatizzato alcune sentenze che introducono il magistrato sino nella camera da letto della coppia; si vede che non sei aggiornato; e a quello si riferiva, come sempre. Mi pare che la mentalità bigotta dell' intolleranza sex (l' unica cosa che ti interessa) é qualità che ti appartiene se aggredisci senza nemmeno capire. O hai la coda di paglia e non pensi ad altro?

scipione

Mar, 07/10/2014 - 23:40

Patchonki,rosario francalanza....ma siete dei bei tipi.Ma come,quelli stavano per i c....i loro,in piedi a leggere un libro,senza dare fastidio a nessuno,a testimoniare pacificamente il loro credo in certi sacri valori naturali e contro un reato di opinione di stampo fascista ," gli altri " li assalgono li picchiano,gli rompono il naso e altro e voi girate la frittata e scambiate i " pacifici " con i " violenti " e parlate a capochhia di " l'intolleranza e' una brutta bestia tipica di reazionari bigotti " ?Reazionari bigotti e fascisti sono coloro che tentano di impedire con la violenza una pacifica manifestazione del proprio pensiero e dei propri valori.Stronzi fascisti.

Agev

Mer, 08/10/2014 - 04:15

I nuovi mondi/realtà che con me e non solo con me sono stati creati nel oggi .. ormai una vita fa .. Sono Già e si stanno trasmutando in realtà .. I sette sigilli che in parte si tradurranno in realtà nel tempo di un millennio sono Già .. In merito vi invito a leggere sul sito - futuro di luce - due meravigliosi articoli che vi faranno comprendere il passaggio che è in atto e la totale trasmutazione della realtà/mondo ..Il nuovo/vecchio rinascimento che si traduce di fatto in realtà . - Il sistema di schiavitù - .. e la nuova reale trasmutazione della realtà - ONE PEOPLE'S PUBLIC TRUST ..SPIEATO-VERSIONE INTEGRALE - .. Buona lettura e buona giornata . Gaetano

Mariacarla

Mer, 08/10/2014 - 06:55

Sig.Lamacchia, mi piace molto la sua veloce analisi delle condizioni drammatiche in cui siamo costretti a vivere, chiara ed abbastanza completa ma ha dimenticato, però, le angherie che dobbiamo subire per mano di una burocrazia mastodontica, lenta ed esosa. Altro che 'macedonia' che qualcuno definisce incomprensibile soltanto perché non la comprende, tutto concentrato solamente sulle rivendicazioni famigliari e accusa di intolleranza chi ha opinioni diverse. Ecco come ha ragione lei quando parla di reato di opinione e di riforma lessicale. Qui si è giustamente precisato più volte che non esistono le strettoie di un tema, quindi non esiste il fuori tema, anche se il suo scritto mi pare pertinente ed esaustivo, ed è evidente che la paventata distruzione della famiglia si riferisce a quelle esistenti e non in quelle a venire ( modifiche dei rapporti tra coniugi e tra genitori e figli, cognomi multipli, riconoscimenti, etc. ) che pericolosamente vengono ignorati da persone superficiali e non informate. Lei, invece, parla di unirsi e qui qualcuno che non tollera le sue opinioni le dà dell' intollerante?! Complimenti.

Olvida

Mer, 08/10/2014 - 07:18

Lamacchia, hai scritto cose verissime e apprezzo la tua foto panoramica su un presente veramente difficile. Dovrebbe interessare tutti e mi dispiace ma non mi meraviglia che qualcuno, forse capace di un pensiero alla volta, l' abbia definita un macedonia e pure incomprensibile. Vecchio vizio di definire così ciò che non si arriva a capire, eppure me lo sono riletto il tuo intervento e non vi trovo nulla di difficile né tracce di intolleranza omo come qualcuno risibilmente ha detto. Denigrano mostrando tanto di intolleranza. Dici bene, siamo al reato di opinione. Il tuo invito ad una unione per una protesta collettiva è pane perso. La malafede, la ignoranza e la superficialità lo impediscono, come sempre. Perché non hanno il coraggio di accusare di intolleranza l' articolo di Veneziani molto pungente; soliti codardi e così se la prendono con te. Che gente!

Kairos

Mer, 08/10/2014 - 07:44

E' davvero singolare la circostanza, ormai consolidata, che da parte dei sostenitori/utilizzatori finali della 'famiglia formato moderno' partano feroci bordate (spesso, ingiustificate) di intolleranza verso i fruitori della famiglia tradizionale, coloro, cioè, che interpretano diversamente la monade sociale famiglia, ancorché si limitino a vivere e lasciar vivere. Qui si riscontra una ferocia aggressiva, un monopensiero che preoccupa. Stanno diventando loro intolleranti, come dire, diversamente tolleranti. Io non so se posso ancora: ma io mi tengo le mie vecchie e sperimentate preferenze. Mi devo vergognare? E' reato? Mi devo preoccupare di esser aggredito anche io come dice Veneziani? Per il momento, come cittadino italiano, ho ben altre preoccupazioni. I diversamente tolleranti rispondano direttamente a Veneziani.

Mechwarrior

Mer, 08/10/2014 - 09:41

i soliti pacifisti non violenti progressisti.................

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 09:44

Euterpe, io sono agnostico, ma sentir dare del massone ad una autorità spirituale mi lascia molto, ma molto perplesso! E poi cosa c'entra l'anarchia? Sono convinto che bisogna darsi delle regole e rispettarle! Un cordiale saluto!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 09:49

Michele .lamacchia mi dispiace per lei ma la retorica patriottarda non mi convince! Auguri!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 09:50

Marina58 ma lei in che secolo si è svegliata?

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Mer, 08/10/2014 - 10:24

Caro patchonki, tu parli di intolleranza nei confronti delle idee degli altri, mentre stigmatizzi il pensiero di quelli che vorrebbero che la famiglia fosse solo quella tradizionale, prevista e programmata dalla natura. Se auspichi il rispetto delle idee degli altri, permetti anche a me ed alle sentinelle di avere le proprie idee e di esprimerle.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 10:30

@Patchonki @mailord Nemmeno io sono contrario che due ricchioni vivano insieme e soddisfino le loro pulsioni sessuali, ma che c’entra il matrimonio? Il matrimonio è una istituzione tesa ad unire un uomo e una donna attraverso un contratto sociale basato sull’amore affinché generino dei figli e formino una famiglia, la quale deve essere difesa dalle Leggi dello Stato in quanto patrimonio che garantisce la prosecuzione dello Stato stesso. L’unione fra due uomini o due donne non genera figli, quindi se la scelta di convivere è legittima, non lo è il loro matrimonio. In effetti, in virtù dello stesso principio, il matrimonio dovrebbe infatti essere ammesso anche per gli zoofili, i pedofili, i necrofili, gli onanisti ecc. Immagina, caro Patchonki, che tuo figlio voglia sposarsi con la gallina che ama; e tu, mailord, che tua figlia voglia farlo con il cane. Perché dovrebbe essere loro negato il matrimonio se l’oggetto del loro amore è un animale? Voi sareste d’accordo a concederlo, vero?

ronin59

Mer, 08/10/2014 - 10:36

Nel libro "Il Momento di Uccidere" di Grisham, una giuria di bianchi assolve un nero che ha ucciso 2 bianchi che avevano stuprato la figlia di 9 anni per merito di un membro della giuria che invita gli altri a immaginare i protagonisti della tragedia a colori invertiti; bambina bianca, criminali neri. Immaginate coppie gay che leggono in piazza per avere diritto a sposarsi e i contrari al matrimonio gay che urlano, insultano, minacciano, lanciano di tutto. l'ira di Dio sarebbe stata poco a confronto di ciò che la sinistra 8e certa destra) avrebbe saputo fare e dire. Questo morto paese permette di insultare il Papa, i Poliziotti, ma guai solo a scherzare con gay, zingari, immigrati, musulmani...

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 10:36

La chiesa sta con i più forti. da sempre.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 10:42

in una piazza in silenzio e col libro in mano sono raccolti : EUTERPE LAMACCHIA BURI MAGIULLI ALEX1973 ANTONIO43 VENEZIANI ARISTOFANE E. KILLIKONS SARUDI SCIPIONE MARIACARLA GIUSEPPE ZANANDREA OLVIDA KAIROS

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 10:47

marina 58@ per svista non ti ho compresa, ma ci sei anche tu e quanti altri vi vorranno stare.....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 10:51

purtroppo(?) non so dire "chi sono io per giudicare" ma spero di poter continuare a stare in QUELLA PIAZZA

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 10:54

......si sentono SENTINELLE IN PIEDI.

Luigi Farinelli

Mer, 08/10/2014 - 11:01

Ormai siamo in balìa della peste laicista imposta col mainstream (lavaggio del cervello mediatico, goccia a goccia) dall'ONU e dlla Commissione Europea, riedizione dell'ex URSS in salsa mercantilista, entrambe costruite con i capitali dei costruttori di "Repubbliche Universali" (stati suddivisi in schiavi del regime ed elites autoelette, come nelle migliori tradizioni della massoneria). Le Sentinelle in Piedi danno molto fastidio. In Francia per esempio hanno messo in crisi il governo massonico socialista di Hollande impedendo il varo della legge Tubinga a favore di matrimoni e adozioni gay, per lo scorno delle congreghe radical-femministe, omosessuali e del Grande Oriente . Naturalmente, ad ogni raduno, i sindaci massoni e di sinistra fanno di tutto per sguinzagliare i loro scagnozzi dei centri sociali per contrastare queste pacifiche iniziative. E, NATURALMENTE, IN NOME DELLA "LIBERTA' DI PENSIERO" e dell'ipocrita frase "uguagliana, libertà, fraternità" costata al mondo gli eccidi della Vandea, dei Cristeros messicani, dei veri patrioti del cosiddetto "risorgimento italiano" che si opponevano alle mire massoniche sull'Italia della Corona britannica e del Regno dei Savoia; e ancora: dei cristiani Armeni in Turchia, per non parlare (e infatti se ne parla solo travisando i fatti) delle stragi massoniche anticristane durante la Guerra di Spagna, per finire ai tempi nostri (chi sta veramente dietro l'ISIS?). Chiedere di affrontare il problema dell'omosessualità dal punto di vista scientifico (come vorrebbero i manifestanti di "La manif pour tous) è considerato "reato di omofobia" mentre in realtà il reato contro la libera opinione lo commettono gli scagnozzi rossi aizzati dal Grande Oriente: E SOLO SUL BLOG DI VENEZIANI HO TROVATO ACCENNO ALLE MANIFESTAIONI DELLE SENTINELLE IN PIEDI IN DECINE DI CITTA' D'ITALIA. Chi vi partecipa viene minacciato dai "difensori della libertà" così come viene minacciato di morte dai circoli omosessuali e radical-femministi che propone uno studio obiettivo in tema dei cosiddetti "Nuovi Diritti" (inventati a tavolino e imposti con la truffa delle Conferenze Internazionali dell'ONU). Psichiatri come Mark Spitz in America(a memoria non ricordo il nome esatto ma è facilmente rintracciabile) che avevano ottenuto con le loro cure risultati certi, donando una eterosessualità funzionante a più del 60% dei maschi e a poco meno del 50% delle femmine in cura hanno dovuto cambiare attività: "Non potevo compromettere la mia carriera e ormai ricevevo troppe minacce, io e la mia famiglia!" ha dichiarato lo stesso Spitz. Gli attacchi provenivano dalle associazioni omosessualiste e radical-femministe. I protocolli medici hanno imposto senza un minimo di dibattito la cancellazione dell'omosessualità come malattia su spinta unilaterale della potente lobby degli psichiatriamericani , indirizzo ormai imposto dall' OMS a tutte le altre nazioni. La cosiddetta legge "contro l'omofobia" è solo una spudorata truffa per imbavagliare il libero pensiero e la possibilità di dubitare su cose che ormai il laicismo propalato da ONU e EU impone unilateralmente in maniera subdola, senza alcun dibattito popolare e senza alcuna possibilità di replicare. Una volta Veltroni disse alla Binetti (psichiatra con omosessuali in cura): "E' pericoloso e sbagliato dire che l'omosessualità sia una malattia". La risposta della Binetti è stata: "Non sono io a dir loro di venire da me per tentare di curarsi!" Da queste parole si intuisce tutta l'ipocrita impalcatura di raggiri mediatici e culturali, (oltreché la copertura mediatica) usando gli omosessuali come carne da cannone, per imporre "nuovi diritti" fasulli e inventati a tavolino al solo scopo di creare la futura società androgina fatta di individui adatti alla società consumistica futura fatta di POCHI RICCHI, governati dall'elite massonica autoeletta: i piani sono per ridurre l'umanità a tre miliardi di individui, con tutti mezzi: aborto libero, sterilizzazione di massa, crisi economiche, guerre e rivoluzioni, attacco alla famiglia naturale, procreatrice. Società fatta da individui allevati come galline, col potere delegato alla casta "illuminata" che ormai sta imponendo diktat laicisti uno dietro l'altro per distruggere la famiglia eterosessuale, infischiandosene di storia, tradizioni e persino della Costituzione. Altro che "battaglia per la civiltà": stiamo morendo asfissiati dalla peste laicista imposta con la forza e i raggiri: dall'aborto libero e garantito (un miliardo di assassinati nel ventre materno nel mondo, uno ogni 10 secondi) all'abbattimento della famiglia a colpi di radical-femminismo antimaschile e anti-natalità (come gnosi massonica e ideologie engeliane wx URSS comandano), Dall'eutanasia alla legalizzazione dell' efebo-filia (il prossimo gradino sarà la legalizzazione della pedofilia, già sbolognata in Europa da pedagogie scritte da pedofili dichiarati sovvenzionati dalla fondazione del "filantropo" George Soros); dall'eutanasia di Stato all'animalismo ("meglio un cane sano che un bambino malato": Peter Singer, guru animalista SPONSOR DELL'UNICEF!!!). Per finire con l'imposizione della demenziale ideologia gender, inventata da veri tarati mentali: basti ricordare l'episodio in Canada del mese scorso: due lesbiche hanno imposto alla direttrice della scuola del "loro" bambino (un maschio) di comportarsi con lui come se fosse una femmina per trasformarlo gradatamente in "femmina"! E la scuola? Ha subito accettato! Ma c'è gente che ormai comincia a ragionare con la propria testa e che ha le palle piene di questi infami raggiri contro la credulità popolare imposti con le più infami ideologie anti-natura. E così nascono le Sentinelle in Piedi che, non adeguandosi ad accettare la distruzione dell'Occidente manifestano, e in modo pacifico. Ma, non adeguandosi ad accettare i diktat del regime massonico europeo il movimento viene accusato di essere "fascista", "maschilista", "omofobo"! Persino Feltri dice che "le 'nozze' omo non tolgono nulla agli eterosessuali": hanno già tolto la possibilità di contestare (vedere episodi nelle città con sindaci rossi e omologati al laicismo). Questo per Feltri sarebbe "nulla"?

Freedom1930

Mer, 08/10/2014 - 11:15

Temo di perdere l' articolo del dr. Veneziani se aspetto la prossima domenica, quindi anticipo. Mi è troppo piaciuto questa specie di ravvedimento del dr. Lamacchia che candidamente confessa di avere mutato la sua iniziale opinione su certi aspetti che concernono Francesco. E sa spiegarlo, senza remore e senza alibi, confermando una non comune apertura mentale e vitalità di pensiero. Ricordo che aveva chiesto: proviamo, stiamo a vedere. Ora, egli prende atto di una realtà che necessità del giudizio: degli uomini e del Papa. Non ci si può chiamare fuori sempre e comunque. Anche il non voler giudicare per principio è espressione di un giudizio che elabora una scelta. Ed esistono realtà per le quali il Papa 'deve' farsi carico di avere e di comunicare la sua valutazione di alcune realtà lasciate troppo alla mercé dell' improvvisazione e del relativismo, oltre che delle deviazioni; indirizzerà i credenti e non farà male ai non credenti che poi sono quelli che presumono di sapere tutto delle fede, della religione, della Chiesa e del Papa. E alla domanda “chi sono io per giudicare?” segue una sola risposta: “sono il Papa; e se non io, chi?”.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 11:38

Fra Mario Bergoglio e Mario Borghezio non ho dubbi. Scelgo il secondo.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 11:51

FENDOM@...ti abbraccio

tzilighelta

Mer, 08/10/2014 - 11:59

Mah, io ho una voglia di aprire le saracinesche che non ve lo potete immaginare, manichette dell'acqua aperte a tutta manetta, Veneziani ha radunato qui, in questo bellissimo raduno virtuale, le sentinelle in piedi, per il momento vi do una innaffiata generale per rinfrescare l'aria, ci sentiamo dopo, adesso ho da fare!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 08/10/2014 - 12:13

Siamo a questo punto?Una minoranza,che vuole stravolgere,il disegno naturale,che dura da milioni di anni!!C'e da domandarselo!Il fatto è,che per ragioni "politically correct",la maggioranza dei "normali",non vede nell'omosessualità(oltretutto sbandierata,e "orgogliosa")un pericolo(a parte il piacere specifico dei singoli coinvolti).Si adegua,tollera,sino a raggiungere il punto di non ritorno(e ci siamo vicini...),il difetto diventa quasi un pregio(sul quale,nemmeno il Capo della Santa Chiesa Cattolica Romana,emette un chiaro giudizio),il pregio diventa un difetto,da combattere,da contrastare...

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 12:35

Tempus fugit, io sono agnostico ma tra Borghezio e Bergoglio scelgo il papa!!!!! Senza esitazione alcuna!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 12:36

In genere la DX non simpatizza per gli omosessuali. Effettivamente, prenderlo nel culo è una raffinatezza da progressisti.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 12:43

Leggo sempre con piacere i cucù di veneziani pur condividendoli molto raramente! Però hanno il pregio di stimolare diversi commenti che mettono l'accento su aspetti molto diversi degli stimoli del cucù! A volte si dicono cose giuste e condivisibili, ( lamacchia) ma che nel merito dell'argomento oggetto di discussione sono fuori tema! Mi scuso se a volte posso risultare troppo rigido nelle risposte ma penso che leggere opinioni di chi la pensa diversamente da noi sia non solo giusto ma sicuramente positivo !! Un cordiale saluto a a tutti , compresi quelli che offendono!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 13:03

@Patchonki (12:35) Perché?

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 13:09

Tempus fugit questa non ti fà onore!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 08/10/2014 - 13:22

@Patchonki...e a lei, chi le da l'autorizzazione, di non rispettare...il mio "giudizio" su Francisco???? e chi le assicura che io, non sia diventata, un anticlericale??? e non senza sofferenza??? mah. @ZANANDREA...chiedo venia,ma propio non ho compreso il suo scritto!! GRAZIE!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 13:35

@Patchonki (13:09) Cosa c'entra l'onore. Ti ho chiesto di spiegare perché preferisci bergoglio. Se non rispondi è probabile che tu non lo sappia nemmeno e che semplicemente tu lo preferisca per una mera e pigra abitudine mentale, non razionalmente.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 13:39

Marina58 lungi da me non rispettare il suo giudizio sul papa! L'anti clericalismo c'entra come i cavoli a merenda!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 13:47

Tempus, forse per colpa mia ma non ho recepito di dover spiegare perché sceglierei Bergoglio, ma semplicemente perchè Borghezio è un razzista ! Basta poco, rispetto a Borghezio sceglierei addirittura Berlusconi, anzi la PASCALE!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 13:49

Tempus, mi sbilancio, Bergolio è un essere umano, Borghezio deve ancora evolversi!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 13:59

Patchonki- Lei ha affermato che non vuole che le si impongano delle regole né vuole imporle ad altri, in un contesto di totale libertà. Allora perché rimprovera me che ho definito massone un papa? Avrò la libertà di esprimere un'opinione senza volerla imporre ad altri? O lei riconosce solo quelle forme di libertà, di autorità e le regole che le fanno comodo? E poi quale tipo di regole? Ciascuno si sceglie quelle che gli aggradano e rifiuta le altre? Tanto per farmi capire le dirò "Sai che bel casino!"

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 14:03

@ giuseppe zanandrea - I suoi post risultano ambigui, ma se lei è quel @giuseppe zanandrea i cui commenti si possono leggere su altri blog, quelli che lei ha riuniti nella piazza non gradirebbero la sua compagnia.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 08/10/2014 - 14:13

@PATCHONKI...centrerà, come i cavoli a merenda; maquesto è il mio semplice pensiero.Invece non compriendo, il citare borghezio...perchè, propio borghezio...non è dato sapere!! ancora mah!!|

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 14:19

@Patchonki (13:47) Dunque tu preferisci bergoglio perché è "un essere umano" mentre borghezio sarebbe un subumano, cioè arretrato nella fase evolutiva della specie; e qui davvero ti dimostri un "bravo cattolico". Io invece penso che entrambi siano esseri umani, differenti per una diversa utilità sociale che mi induce a preferire borghezio.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 08/10/2014 - 14:22

marina58....ma nella piazza virtuale delle SENTINELLE IN PIEDI dove stanno quelli di cui condivido il pensiero...un abbraccio G.Z.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 08/10/2014 - 14:24

Comunque, caro Patchonki, non hai ancora risposto alla domanda che ti ho posto alle 10:30 e cioè, se da progressista aperto al nuovo, saresti favorevole che l'eventuale amore fra tuo figlio e una gallina (una gallina vera, con le penne) sia coronato dal matrimonio. Civile, ma magari in prospettiva anche religioso.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 14:25

Euterpe , forse mi sono spiegato male, io non ho mai detto che le regole non vanno imposte, le idee non vanno imposte! Lei può pensare tutto quello che vuole dell'attuale papa, si figurii neanche mi sento rappresentato da lui!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 14:26

Euterpe , forse mi sono spiegato male, io non ho mai detto che le regole non vanno imposte, le idee non vanno imposte! Lei può pensare tutto quello che vuole dell'attuale papa, si figurii neanche mi sento rappresentato da lui!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 08/10/2014 - 14:26

@Patchonki:in un certo senso Bergoglio e Borghezio,sono due fanfaroni,con la differenza che Borghezio,con il suo modo di dire e fare,fa un pò di danni al suo partito,e Bergoglio,con il suo "buonismo" di facciata,è un disastro per il genere umano.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 14:30

Marina 58 Borghezio era una risposta a tempus! Tempus, non posso essere un bravo cattolico, semplicemente perchè non sono cattolico! Comunque contento tu!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 08/10/2014 - 14:40

Dedicato:te amo,y te nacesitos mucho...nunca nos separeremos, porque esto es mas fuerte...UN UOMO E UNA DONNA...come natura esige.GRAZIE!! BESO VENEZIANI.ORE 14;39.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 14:58

@Patchoncki - Forse lei per 'idee' intende 'opinioni', nel nostro caso.

fcf

Mer, 08/10/2014 - 15:21

Quando la violenza di minoranze come gay e simili riesce ad imporre alla stragrande maggioranza di esseri umani le proprie nefandezze, significa che si è giunti al crollo della civiltà.

mariolino50

Mer, 08/10/2014 - 15:26

Luigi Farinelli Ma dove le trovi tutte queste fesserie. IO non ho niente contro i ricchioni e neanche contro gli altri, rivendico però il diritto di odiare chi mi pare e di poterlo anche dire, anche quello di essere razzista, perchè devo amare per forza negri e company e non poter dire che mi fanno schifo. Il tutto chiaramente senza far ricorso alla violenza se non per difesa personale, la parola di qualunque genere deve essere libera, invece ci sono varie categorie protette, come appunto i negri, gli ebrei, ora anche gay e altro, qualsiasi limitazione è molto pericolosa per la libertà di tutti. Però ricordatevi anche come si comportavano i nostri progenitori greci e latini, anche grandi filosofi, facevano di TUTTO senza problemi, i divieti sono venuti dopo, indovinate cosa.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 15:47

Euterpe, idea ed opinione in questo caso mi sembrano sinonimi!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/10/2014 - 15:49

Euterpe, idea ed opinione in questo caso mi sembrano sinonimi!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 15:55

@mariolino50 - Perché ha accusato Luigi farinelli di dire fesserie? Nei diritti che lei ha rivendicato per sé, e credo anche per gli altri, in definitiva non ha dato torto a Farinelli,la cui analisi ad ampio raggio denuncia proprio il fatto che quei diritti vengono conculcati.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 16:08

@Patchonki - Non impelaghiamoci con 'idea' e 'opinione', solo consideri quest'ultima come 'giudizio individuale, punto di vista soggettivo', insomma come 'doxa'.

Kairos

Mer, 08/10/2014 - 16:40

Direi che l’ opinione appartenga al genere delle idee, in un rapporto di specie con genere. Essa si concreta nella considerazione che si ha di qualcosa o di qualcuno, un parere, un giudizio; dal latino ‘opinare’: ritenere, verbo che indirizza verso la consapevolezza della relatività. L’ idea è ogni rappresentazione/entità mentale, un pensiero, qualunque risultato di attività mentale che si rappresenti anche come certezza, convinzione. Ma per entrambi la lingua italiana offre una variabilità di significati più specifici in relazione anche al contesto argomentativo. Un pensare qualunque: dal latino ‘pendere’, pesare con precisione. Purtroppo, il reiterato uso indiscriminato ha fatto perdere le tracce delle differenze terminologiche di una lingua ricca che non meritava di morire di asfissia o di inedia finendo i suoi giorni sugli sms, o nei perentori editti lessicali di un legislatore da operetta. Per non dire della folta schiera di scrittori e giornalisti che, per autopromuoversi, devono farsi capire e per farsi capire devono restare nei limiti di un vocabolario editio minor.

Aristofane etneo

Mer, 08/10/2014 - 16:42

Ma sì, vogliono solo far passare la poligamia e se il caso la poliandria nella nostra cultura.

tzilighelta

Mer, 08/10/2014 - 18:35

Apro le saracinesche a tutta manetta, acqua fresca e sana per tutte le sentinelle in piedi, a parte due o tre gli altri hanno le traveggole, le visioni, e anche questa volta la colpa è di Veneziani che accende la miccia e poi esplodono boiate in tutte le direzioni!

mariolino50

Mer, 08/10/2014 - 18:39

Euterpe Anche io sono parzialmente un "complottista", ma il Farinelli mi sembra esageri, con un grande fratello del genere che dice sempre, anche secondo me esiste, ma si interessa sopratutto degli affari, poi il popolino, ossia noi, può andare tranquillamente a fare in c..o per loro, gli interessa la borsa piena e basta. Esiste anche qualche gruppetto che fà quello che dice lui, ma non mi sembra che abbia tutto quel seguito, poi in ogni caso è libero di pensarla come crede, ma anche io, che una volta aspettavo il sol del'avvenir, e invece son piovuti meteoriti in testa agli operai, e dai sinistri oltretutto.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 08/10/2014 - 19:04

@ mariolino, in parte conosco la sua vicenda lavorativa e me ne dispiace.Farinelli non esagera, da tempo prevedeva ciò che oggi sta accadendo e allora qualcuno lo dileggiava e continua a farlo.Se lei rileggesse il commento,vedrebbe che quasi tutte le affermazioni in esso contenute hanno un riscontro nella realtà. La saluto e le invio gli auguri affinché la sua situazione possa trovare uno sbocco positivo.

Ritratto di Patchonki

Anonimo (non verificato)

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 08/10/2014 - 20:03

1)@patchonki, precisando che mi chiamo FraNcalanza, sono contento di trovare in Lei un testimone della tolleranza che condivide quindi la mia posizione. Anche se, per la verità, il mio post voleva essere vagamente ironico, riprendendo il Suo intervento e mettendo l'accento sul fatto che la tolleranza, se tolleranza deve essere, si deve indirizzare ad OGNI tipo di visione della famiglia: anche quella classica, tradizionale, che, paradossalmente, è quella che più soffre, che più sembra emarginata e vilipesa dalla 'vulgata' laica e progressista! Noti che ho sostituito il 'conservatori' da Lei usato, con il 'reazionari', che rende meglio la 'deriva' dei neo-benpensanti che assalgono quelli che erano i benpensanti 'di un tempo'! 2)@Scipione, mi scusi, ma non ho ben capito il Suo post: non mi pare di aver espresso una posizione intollerante; come fa a dire: "girate la frittata e scambiate i " pacifici " con i " violenti"? ne ho viste di 'interpretazioni' di quello che si dice, ma Lei va veramente oltre! E mi dice poi chi sarebbero gli 'stronzi fascisti'? 3)@Dario, perdona la mia ignoranza, ma sono rimasto con la curiosità di sapere chi è R.F.! Rino Formica? Roberto Faenza? Radio Frequenza? Religiose Filippesi (Missionarie dell'Insegnamento)? O forse Renato Fiacchini in arte Renato Zero? Effettivamente, se parliamo di 'outing', quest'ultimo lo ha fatto (furbescamente) già molto tempo fa! Cordialità per tutti!

mariolino50

Gio, 09/10/2014 - 09:09

Euterpe Grazie degli auguri, ma non ero mica messo così male, sono uno che è andato in pensione con le vecchie regole, altri più giovani ora devono aspettare quelle della Fornero, quelli si che sono in cattive acque. In Italia non mi pare che stiano prendendo piede le cose che dice il Farinelli, forse siamo troppo maschilisti al contrario dei paesi del nord, mi sembra di capire che lui amerebbe il tempo che berta filava, e le donne stavano a casa a fare gli angeli del focolare, andare poco a scuola, e ubbidir tacendo, magari levandogli anche il diritto di voto, il mondo è un pò cambiato da allora. Forse amerebbe i metodi musulmani, quando torni a casa picchia tua moglie, te non sai perchè, ma lei si, però ho lavorato insieme ad un marocchino, brava persona, a chi gli chiedeva chi comanda in casa tua diceva, io, ho sempre l'ultima parola, si.SAluti.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 09/10/2014 - 10:46

Tempus. Non hanno pubblicato la mia risposta , dovresti ripassare un pochino la biologia! Tipo differenze tra specie ecc. Un saluto !

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 09/10/2014 - 10:48

Francavano-, avevo recepito l'ironia, ma rimane il problema dell'intolleranza dei conservatori-bigotti-reazionari-fascisti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 09/10/2014 - 12:52

Rosario, mi riferivo a te e speravo di evitare l'enfatizzazione della 'cosa', giacchè attribuirsi l'omosessualità e sbandierarla non è frequente che accada. Tutti gli altri R.F che hai citato non appartengono a questo recinto, per cui, l'unico R.F non potevi che essere tu. Così come hai scritto alle 19,49 del 7.10, si presuppone che tu non faccia parte dei difensori della famiglia, appartenendo all'altra categoria. Quantomeno è facile ipotizzarlo. -ripr.ris.- 12,52 - 9.10.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 09/10/2014 - 12:59

@mariolino50 - Forse,e fortunatamente,l'ho confusa con un altro 'mariolino'. Non credo che a Farinelli si possa rimproverare di avere una visione ristretta e maschilista del rapporto interpersonale uomo-donna e dei ruoli femminili, il suo orizzonte è molto più ampio,riguarda problematiche che investono l'intera società e il tema di questo Cucù indica uno degli aspetti della 'rivoluzione',intesa in termini proprio negativi, che è in atto.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Gio, 09/10/2014 - 13:55

# Rosario Francalanza. Ricapitolando...tu scrivi un post ironico a Patchonki,maggiulletto lo considera un outing, cioè dice che tu sei omosessuale. Ho capito bene? Come abbia fatto a fare una simile deduzione non lo so, perché la piena comprensione del linguaggio maggiullesco, limpido come acqua di sorgente, è riservata a pochi, ed io non sono tra questi, l'acqua pura come la sua la faccio bere tutta a lui,per mia scelta.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Gio, 09/10/2014 - 18:45

Ai commentatori che hanno tirato per la tonaca Papa Francesco, vi cito una frase della grande Oriana che sembra costruita apposta in risposta alla domanda di detto Papa e di chi ne condivide il senso: “Chi sono io per giudicare?”. – “Vi sono momenti nella vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo, un dovere morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre”. – E mai come in questo buio, c’é bisogno di una “parlata” non autoritaria, ma autorevole. Autorevolezza che manca sia in campo politico che religioso, ingoiata da un concetto sbagliato di libertà e di conseguenza di dignità. Se nemmeno il Papa si pronuncia su temi che sono di sua pertinenza, ci squaglieremo tutti in una maleodorante brodaglia. Inutile dire che condivido il pensiero dolorosamente attuale del @ Dottor Michele Lamacchia@ e @Luigi Farinelli@ che ringrazio e cordialmente saluto. Rosella

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 09/10/2014 - 19:48

Sapete, è faticoso replicare ai post quando sai che, dall'altra parte, c'è qualcuno che capisce esattamente l'opposto di quello che dici! E lo condisce col sarcasmo credendo, magari di essere ironico! Due sono le cose: o io non riesco ad essere ironico o sono gli altri che non capiscono l'ironia; probabilmente saranno entrambe le cose. Ma questo conferma come, sul web, lo strumento dell'ironia, quand'anche fosse ben condotta, sia un'arma spuntata che soccombe, irrimediabilmente, di fronte al sarcasmo e al 'bullismo'. Vi sono problemi di comprensione giustamente evidenziati anche da @uno-nessuno. @patchonki, Lei dice di aver recepito il mio tentativo di ironia; ne sono contento. Tuttavia di fronte al Suo sarcasmo non credo sia il caso di continuare a discutere. Le ricordo, per l'ultima volta, che il mio cognome è Francalanza (ogni Sua altra ulteriore e divertentissima storpiatura la lascio al giudizio degli altri lettori); vorrei farLe presente, inoltre, che la quartina conservatori-bigotti-reazionari-fascisti ha forti radicamente anche in quella parte di persone che si definisce 'laica' e 'agnostica', perchè l'agnosticismo è l'evoluzione dell'indifferenza e l'indifferenza (insieme col perbenismo) è la migliore alleata del totalitarismo: Le ricorda niente 'Gli indifferenti', pubblicato, guarda caso, nel 1929? @Dario, scusa, ma hai completamente travisato quello che ho detto (e non è la prima volta: anche tempo fa mi hai fatto 'dire' che Ratzinger era l'Anticristo!) dimostrando anche poca ironia nel non capire che volevo umoristicamente 'rivoltare' l'affermazione di patchonki che vedeva l'intolleranza solo da una parte! E nell'indirizzarmi un 'outing' che hai visto solo te! Comunque, ripeto, riguardo alla presunta ironia, forse la colpa è mia che non sono riuscito a esprimerla. Ragazzi, se però mi costringete ogni volta a precisazioni da Sisifo, allora quasi quasi lascio questo blog. Me ne dispiacerà perchè Veneziani è una delle poche voci 'a destra' che rimarranno, un giorno, nella memoria del web e sono contento di far parte di questa 'famiglia' di qualità, nella quale vorrei intervenire, se possibile, con post che abbiano, per me, almeno un minimo di buona fattura (livello che nessuno mi richiede, ma, sapete, sono fatto così)! Per il momento vi lascio 'in letizia' con una memorabile battuta di Mickey Rourke su 'L'anno del Dragone': "E' un piacere parlare con te: è come applaudire con una mano sola"

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 09/10/2014 - 21:01

Parto dal finale della tua lagnanza, caro Rosario. Allora, lascio questo blog. Sarebbe una gravissima perdita, senza ironia alcuna. Forse l'unico rimprovero che ti meriteresti sarebbe quello di essere troppo gentiluomo. Sisifo a parte, la mia precisazione era inerente alla tua frase che recitava così :- a me onestamente non dà nessun fastidio che possano esistere quelli che difendono la famiglia e un modo di convivenza tradizionale - Come se tu non facessi parte di quelli che difendono la famiglia, che non sono ovviamente omo, in questo modo lasciando intendere 'a la carte' che dovresti appartenere al versante opposto. Certamente tu non sei omo, ma la mia è stata una amicale provocazione che mirava ad una tua chiarificazione, per i lettori tutti. Ed anche perché pregustavo la tua replica di merito che sarebbe stata molto divertente. Così prevedevo. Su Ratzinger e l'Anticristo si trattò di una frettolosa svista di cui feci ammenda. Più leggerezza, Rosario. A volta 'appesantisci'. Tira piuttosto calci a destra e a manca, se ben meritati, come mi sto allenando a fare io. Sappi però selezionare il contraddittorio, perché il nick è bastardo spesso. Non lasciarti pure stregare dalla maga Circe. Ne perdi. Forse dovrei dirti di persona certe cose, anche se, leggendomi con attenzione, sono stato abbastanza esplicito nelle recenti ore passate. - Comprendo la tua sensibilità ma non fraintendermi nei miei sofferti interventi. Con i migliori sentimenti. -ripr.ris.- 21 - 9.10.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 09/10/2014 - 23:17

Gentile Rosario, intervengo perché capisco quanto la tua squisita sensibilità sia stata ferita da argomenti che solo gli sciocchi avrebbero potuto prendere in considerazione. Credo che @uno-nessuno abbia evidenziato la sua perplessità perché è entrato in questo forum da poco, ma coloro che da più tempo lo frequentano ed hanno avuto tempo e modo di conoscerti non sono stati sfiorati da nessun dubbio, di nessun tipo, ed hanno senz'altro colto l'ironia del tuo post diretto a Patchonki. Credo di potermi permettere di parlare anche a nome di molti altri lettori o almeno di quelli dotati d'intelligenza e capacità di valutazione. Altri in modo subdolo avrebbero voluto creare un 'caso',costringendoti ad una 'chiarificazione'per la quale mancavano i presupposti , tranne che per il provocatore.Credo che sia stata un'azione di pessimo gusto e mi fermo qui.Cari saluti.

mariolino50

Ven, 10/10/2014 - 09:35

Euterpe IO invece lo vedo molto ristretto il Farinelli, si lamenta che le donne non stanno più in casa a fare figli, io leggo questo nei suoi scritti trà le righe, gli ho anche chiesto se non dovevo far studiare mia figlia, avendo lei la testa e io i danari, ma non mi ha risposto. Se poi è vero che in altri posti vogliono femminilizzare i maschi gli dò ragione, ma se si guarda l'ultimo fatto di Napoli, quello con il compressore, forse un pochino non guasterebbe insegnare un pò di gentilezza e meno atteggiamenti da macho. Sono lo stesso mariolino che commenta alcuni blog, e 50 è l'anno di nascita.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 10/10/2014 - 19:49

@Euterpe, sei una donna(*) gentilissima e correttissima, non posso farTi ulteriori complimenti, perchè, molto probabilmente (e giustamente), penso che Ti sentiresti irritata: ritengo comunque insostituibile la Tua presenza in questo blog. E proprio per questo mi dispiace, caro @Dario, per altri versi validamente presente nel blog, che Tu sia così 'scopertamente' antagonista, se non, spesso, manifestamente ostile verso Euterpe. Vorrei capirne i motivi! Riguardo a @Farinelli credo che la Sua visione sia ineccepibile, assolutamente convincente nel descrivere un disegno 'annullante'; disegno particolarmente magistrale, direi, nel dare addosso a quelli che ancora riescono a mantenere una visione 'pura', apparentemente 'rozza' e 'retriva' (così vogliono far credere gli autori del disegno occulto). Così le Sentinelle vengono fatte passare per 'grevi benpensanti' per 'distogliere l'attenzione dai VERI benpensanti, banali esponenti di un pensiero 'facile', acquiescente e quietista ("futtetenne, penza a' salute!") e marionette inconsapevoli, mosche cocchiere e alfieri di una lontana elitè che sembra perpetuarsi tranquilla e sicura, ma che, inconsciamente, si autodistrugge e vuole 'il simile' per il resto degli uomini (mi ricordo uno straordinario film del 1971 con Jean Gabin e Simone Signoret, che interpretano la parte di due coniugi per anni si odiano e si parlano a foglietti: alla fine lei morirà, lui si suiciderà, indifferenza degli infermieri, mentre fuori avanzano le ruspe che distruggono il quartiere e la loro casa: grande metafora, grande Simenon da cui è tratta la sceneggiatura!). E il caos avanza. (*)Euterpe, contro la 'spersonalizzazione' condotta da oscuri poteri mi sono permesso di appellarti in questo modo: mi sono rifiutato, almeno in questo caso, di usare il termine 'politicamente corretto': 'persona'!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 11/10/2014 - 11:31

Gentile Rosario, grazie.Una volta dissi che intendevo l'aggettivo 'gentile' nella sua accezione stilnovista e recentemente, sempre in riferimento a te, ho ricordato l'Omnia munda mundis', pertanto mai con te m'irriterei.Riguardo alle ostilità di cui sono oggetto,pur disponendo di pochi elementi, sono convinta ormai che si tratti di misoginia, d'altra parte apertamente dichiarata in passata allorché vennero citate e condivise alcune affermazioni di uno scrittore odiatore delle donne, di cui ora non ricordo nemmeno il nome.Il discorso sarebbe troppo lungo, ma le conclusioni brevi.Cercherò di trovare l'opera di Simenon che hai citato, da te vi è sempre qualcosa da imparare. Cari saluti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 11/10/2014 - 16:57

Caro Rosario, non le sono antagonista, è lei che mi è manifestamente ostile, anche di più. Ecco, mettiamola alla prova, visto il grande amore reciproco, (galeotto fu il libro..), prova tu a chiederle di rendere pubblica una sua foto insieme al suo nome e cognome. Sarà la prova del fuoco. Se lei ti accontenta, vuol dire che siete fatti l'uno per l'altra. Ma dubito fortemente che ti accontenterà. Perciò, la Maga Circe è una patacca. 'Impresentabile'. --- Cara Eu, misogino io? Fa comodo alle donne, in genere, tirar fuori questa categoria, quando sono alla male parata. Però, mi è tanto cara quella famosa starlet canadese che, trentaquattro anni fa, scendendo dalla scaletta dell'aereo a Fiumicino rispose alla domanda postale dalla intervistatrice su cosa pensasse delle donne :- Non vorrei essere uomo per dover avere a che fare con le donne-: Scherzi a parte, adoro le donne, ma da me dominate intellettualmente. Problema questo, che negli anni ruggenti non si poneva. Ma, anche oggi, non so cosa darei per poter vivere con, almeno una delle venti donne che ho ampiamente dichiarato di adorare. --- La donna più elevata è infinitamente al di sotto dell'uomo più infimo. --- Otto Weininger (1880-1903) Concetto questo, immenso. Che è vietato trattare qui. Otto è per me un filosofo cult, non tanto per la sua trattazione sulla donna, vastissima, ma, particolarmente sul capitolo dell'Ebraicità. Nel suo """ Sesso e Carattere """. Se dovessi accennarne, esonderei. --- Meglio rifugiarsi in Simenon. --- ripr.ris. - 16,57 - 11.10.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 11/10/2014 - 18:01

Rosario, si tratta di "Le chat" di Simenon?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 11/10/2014 - 19:15

Caro Rosario, non le sono antagonista, è lei che mi è manifestamente ostile, anche di più. Ecco, mettiamola alla prova, visto il grande amore reciproco, (galeotto fu il libro..), prova tu a chiederle di rendere pubblica una sua foto insieme al suo nome e cognome. Sarà la prova del fuoco. Se lei ti accontenta, vuol dire che siete fatti l'uno per l'altra. Ma dubito fortemente che ti accontenterà. Perciò, la Maga Circe è una patacca. 'Impresentabile'. --- Cara Eu, misogino io? Fa comodo alle donne, in genere, tirar fuori questa categoria, quando sono alla male parata. Però, mi è tanto cara quella famosa starlet canadese che, trentaquattro anni fa, scendendo dalla scaletta dell'aereo a Fiumicino rispose alla domanda postale dalla intervistatrice su cosa pensasse delle donne :- Non vorrei essere uomo per dover avere a che fare con le donne-: Scherzi a parte, adoro le donne, ma da me dominate intellettualmente. Problema questo, che negli anni ruggenti non si poneva. Ma, anche oggi, non so cosa darei per poter vivere con, almeno una delle venti donne che ho ampiamente dichiarato di adorare. --- La donna più elevata è infinitamente al di sotto dell'uomo più infimo. --- Otto Weininger (1880-1903) Concetto questo, immenso. Che è vietato trattare qui. Otto è per me un filosofo cult, non tanto per la sua trattazione sulla donna, vastissima, ma, particolarmente sul capitolo dell'Ebraicità. Nel suo """ Sesso e Carattere """. Se dovessi accennarne, esonderei. --- Meglio rifugiarsi in Simenon. --- ripr.ris. - 16,57 - 11.10.2014

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 12/10/2014 - 11:28

Sì, @Euterpe, è proprio 'Le chat'. L'ottimo film del 1971 ha, però, un titolo che non è proprio il massimo: 'L'implacabile uomo di Saint Germaine'! Però il film rende benissimo l'atmosfera incombente delle distruzioni del mondo intorno ai due protagonisti (la distruzione delle 'Halles' sulle quali verrà realizzato il Centre Pompidou): un odio veramente immotivato tra i due protagonisti, che fa solo il gioco di quelli che fuori avanzano, lentamente e inesorabilmente, risparmiandogli la fatica di buttarli fuori di casa. Non ho confidenza con la filosofia, ma mi sembra che davvero avesse ragione Shopenhauer quando diceva che la vita è un'alternanza di noia e dolore: perdiamo tempo con i discorsi inutili o compiaciuti e poi ci capita, tra capo e collo, il dolore, e i discorsi che abbiamo fatto fino a quel momento spariscono perchè non ci sono stati utili. Non ci sono più le mezze stagioni, ma non esistono neanche i discorsi di tono 'medio', ma non superficiale, i discorsi 'seri', nè futili, nè angosciosi!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/10/2014 - 18:50

Caro Rosario, in attesa di ricevere il libro, ho trovato su youtube il film, ma solo in francese, per cui ho potuto capire solo approssimativamente il parlato. Le immagini sono sconvolgenti,evocano una decadenza generale,un senso di morte senza nessuna grandezza,mi hanno suscitato la stessa sottile angoscia di alcune pagine di Celine.Sulla noia e il dolore torniamo ancora una volta a Giacomino,perché sembra precorrere il pensiero di Schopenhauer, pensiero che non ebbe modo di conoscere.Forse il non fare discorsi 'seri' è un modo per fuggire da se stessi e dai problemi che non si ha più la capacità di analizzare,forse è la presunzione dell'uomo massificato che si crede in diritto di sentenziare su tutto, in alcuni , consapevoli, è il tentativo di cedere alla leggerezza dell'essere,avendone sperimentato la pesantezza.Se tutti avessero sempre la cognizione del dolore in agguato, vi sarebbero molti santi e molti suicidi.