Ai poliziotti aumenti da fame «Il governo ci vuole umiliare»

L'esecutivo propone tra i 3 e i 5 euro in più in busta paga agli agenti. La categoria in rivolta Il segretario del Sap Tonelli: "Renzi e Alfano pensano di punirci, diciamo no all'elemosina"

Milleduecentocinquanta euro. Al mese. È lo stipendio di un poliziotto alla sua prima nomina. Ma ora il governo vuole cambiare verso alla sua busta paga e nel nuovo contratto di lavoro sta discutendo se aumentarla tra i tre e i cinque euro. Una decisione sofferta a quanto pare. Ecco l'Italia col segno più millantata sulle slide di Matteo Renzi, che per raccattare un po' di soldi non si vergogna di far fuoco sulla polizia.

Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato autonomo di polizia (Sap), 52 anni, laureato, ispettore capo, di euro al mese ne prende 1.850, con oltre vent'anni di servizio alle spalle. Domenica scorsa era in piazza a Bologna, invitato da Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, accanto ai suoi colleghi che per milleduecentocinquanta euro al mese si sono presi le bomba carta sulla faccia. «Questo governo è in scacco del “partito dell'antipolizia” dei Boldrini, Manconi, Saviano e De Luca e ci vuole punire con una strenna natalizia infiocchettata di umiliazione e disprezzo. Noi questa elemosina non la vogliamo. Visto che è acclarato che Renzi e Alfano tengono più ai delinquenti che ai tutori dell'ordine, allora che li dessero a loro questi spiccioli», commenta Tonelli che non concepisce come i tre giovani attivisti dei collettivi fermati a Bologna siano subito stati rimessi in libertà. «I professionisti del disordine pubblico hanno campo libero. Denunciati anche 60-70 volte non sono mai stati condannati. Allora chiedo ad Alfano e Renzi: è giusto secondo loro tirare bombe carta in faccia ai poliziotti?». Domanda che va ad aggiungersi alle tante che non hanno ricevuto risposta. «Prima ho puntato sul ministro Alfano pensando che contasse qualcosa. Poi ho scritto a Renzi, a Delrio e persino alla Madia. Nessuno ha risposto. Questo governo non vuole ascoltarci. È inaccettabile non tanto che si rifiuti di concertare le decisioni, ma che non accetti persino di parlarci. Se sei un ingegnere come fai a costruire un palazzo se non vai mai in cantiere e non ascolti le maestranze almeno una volta? Io questa la chiamo arroganza e spocchiosità istituzionale».

Il taglio agli organici è diventato insostenibile e rischia ora di portare al collasso l'intero apparato della sicurezza. In tutte le forze di polizia mancano 45mila uomini di cui 18mila nella polizia di Stato dove hanno deciso di tagliare 400 presidi. Non solo sono pochi, ma i pochi che ci sono vengono tenuti vicini alla soglia di povertà. «Tanto per fare un esempio, a Bologna il commissariato Bolognina Pontevecchio - spiega Tonelli - con sessanta poliziotti riceve appena 96 euro annuali per tutta la cancelleria e per pulire gli 810 metri quadrati di superficie ha a disposizione un'impresa per due ore alla settimana. Hanno tagliato di tutto, non esiste formazione professionale, le volanti hanno oltre 200mila chilometri, i pneumatici sono consumati e se si guastano non ci sono i soldi per le riparazioni. Le divise poi ce le dobbiamo comprare da soli perché a noi danno solo due magliette e due pantaloni. Troppo comodo nascondersi dietro la dittatura dei ragionieri di Stato che considerano i numeri in maniera sterile. La politica avrebbe il dovere di fare le scelte rispetto alle priorità. Questo governo non lo fa».

Prossima mossa del Sap una manifestazione della polizia a Pontassieve. Tanto Renzi a casa non c'è mai.

Commenti

maricap

Mer, 11/11/2015 - 08:41

Ad ogni invasore 35 euro al Giorno, alle forze dell'ordine aumento mensile di 10 euretti lordi al Mese. Ahahaha. Però a ben pensarci, ad un popolo di pecoroni, questo ed altro.

Antares-60

Mer, 11/11/2015 - 09:03

Però il megalomane invasato fiorentino che sputa quando parla si è regalato un jet da 200.000 milioni di lire, con comoda camera matrimoniale, così potrà fare i riposini quando andrà a sciare con la famiglia. Il buffone mai eletto non ha MAI nominato le parole "ordine pubblico", pronuncia spesso e male solo insulse parole in inglese come jobs act, a lui la sicurezza del paese non interessa, si difende con i magistrati, mentre orde di barbari saccheggiano le nostre case e massacrano di botte cittadini inermi, delinquenti impuniti che non hanno paura di poliziotti con divise logore, armi che non possono usare prima di essere stati feriti, auto da rottamare. 200.000 milioni per un aereo personale, tre/cinque euro di aumento in busta paga per chi rischia la vita, Renzi e Alfano, Boldrini e Pinotti, la vostra mediocrità e inutilità è palese, anche con il sostegno di Magistrarura Democratica...non durerete molto, la nostra rabbia ed esasperazione è al limite, sarete presto sommersi dai giganteschi problemi che avete creato con la vostra palese idiozia!

tonipier

Mer, 11/11/2015 - 09:04

" L'ORGIA DEL POLITICANTISMO" Bisogna liberare il popolo ITALIANO dalle turlupinature, dalle circonvenzioni e riscattarlo alla dignità di popolo sovrano. Il ripristino dell'ordine pubblico risveglierà nei cittadini il sentimento della dignità personale e professionale come indiscutibile motivo di merito e l'orgoglio di appartenenza alla organizzazione etnica regolata dal diritto.

Antares-60

Mer, 11/11/2015 - 09:45

200 milioni di euro, pardon

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 11/11/2015 - 11:10

L'insofferenza per le forze dell'ordine è sempre stato nel DNA della sinistra. Anche quando sono al servizio dei loro governi.

Zizzigo

Mer, 11/11/2015 - 11:16

Subiamo, tutti, la massima presa per i fondelli, ma, quella per le Forze dell'Ordine, è la più completa. Non gli danno lo stipendio, ma, in compenso, sfornano leggi per non permettergli di lavorare!

moshe

Mer, 11/11/2015 - 11:21

Non serve l'aumento da fame per umiliarvi, il governo vi umilia ad ogni manifestazione !

19gig50

Mer, 11/11/2015 - 11:45

Bravi e voi continuate a rischiare la vita per loro con le scorte e a farvi offendere da quei delinquenti durante le manifestazioni.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 11/11/2015 - 12:08

Non è l'umiliazione che si vuole ottenere, ma creare illegalità autorizzata: se si potesse, ma comunque è come se lo facessero, pagherebbero i delinquenti affinché delinquano per creare tensione nel Paese, per distogliere l'attenzione del popolo "pecora", dal problema legalità. E così, diventa legale delinquere, diventa legale proteggere i delinquenti, e diventa illegale contribuire a creare un Paese dove le Forze dell'Ordine siano rispettate sia economicamente, sia pubblicamente.

woofer65

Mer, 11/11/2015 - 12:27

L'aumento proposto per le Forze dell'Ordine è veramente basso. Va tuttavia notato che è molto di più dello zero ottenuto durante i Governi delle Destra, che sostenevano la Polizia solo con le parole.

fedeverità

Mer, 11/11/2015 - 12:38

Care FORZE ARMATE....ormai lo stato no è pìù quello di una volta....MA RICORDATE CHE NOI SIAMO CON VOI!!!(A PARTE I CENTRI SOCIALI....vera piaga di oggi e traditori della bandiera,a loro importa solo approfittarsi dei veri Italiani che lavorano) Reagite a questi politici buffoni..RESISTETE,che non appena andremo al voto,ripareremo tutti insieme a questo grande errore commesso. Renzi....che VERGOGNA!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 29/09/2016 - 14:24

Troppo attaccati alla scranno del Potere per voler mollare il polposo osso ... agli altri.