"Alto rischio attentati". Primi tre arresti per Sharia for Italy

Sono giovani, fanatici e social: nell'operazione "Balkan Connection" preso anche l'autore del testo di propaganda scritto in italiano

nostro inviato a Brescia

«Unisciti a noi, la Jihad ti aspetta», twittava il ragazzo di Lanzo Torinese. Sono i terroristi della porta accanto: come a Londra, come a Parigi. Sono gli integralisti di seconda generazione, nati in Italia, passaporto italiano, scuole italiane, facce qualunque nel magma multietnico di un qualunque liceo di provincia, pronti a rispondere all'appello della jihad propagandato via Internet, che va a toccare corde di odio nascoste nella normalità.

È questo l'universo con cui chiama a fare i conti l'operazione della Digos di Brescia, nome in codice «Balkan Connection», che ieri mattina porta in carcere due albanesi catturati uno a Torino e uno in patria, fa scattare la nuova legge antiterrorismo contro un ragazzo arabo di Cermenate, vicino Como, reclutato per andare a combattere quando era ancora minorenne e poi colto da paure e ripensamenti. E c'è anche un arresto che costituisce una primizia assoluta: viene arrestato vicino a Torino Halili el Mahdi, passaporto italiano, autore del primo testo in italiano di propaganda dell'Isis: una svolta, per gli analisti dei servizi segreti. Il testo si intitola «Lo stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare», ed era stato adocchiato già mesi fa dagli 007 dell'Aisi nel mare magnum di siti e blog attraverso i quali passa la propaganda integralista. Ieri il suo giovane estensore viene arrestato. Processo alle idee? Neanche per sogno. Perché l'indagine bresciana dimostra come la propaganda via Internet costituisca il primo passo verso l'arruolamento dei combattenti da inviare al fronte: per ora nello Stato islamico, domani chissà. Propagandisti via web e reclutatori di foreign fighters sono legati a doppio filo, due facce della stessa medaglia. Sparsi per l'Italia, attivisti della jihad informatica «pescano» nella rete i futuri martiri. Accadde così, dice l'indagine bresciana, per Anas el Abboubi, il giovane di Vobarno, vicino Brescia, che oggi combatte da qualche parte tra Siria e Irak, destinatario anche lui di un mandato di cattura per un «serissimo pericolo» di «attentati»: a risucchiarlo nella rete fu Elvis Elezi, il più giovane dei due albanesi arrestati ieri, compagno di scuola in provincia di Torino di Halili el Mahdi, l'autore del pamphlet. La stessa cosa doveva accadere per Mahmoud Ben Ammar, il ragazzino di Cermenate che si è tirato indietro all'ultimo momento. E chissà per quanti altri. Quando il giovane Elezi riteneva che il giovane preso nella rete di Facebook fosse pronto per fare il gran salto, dall'Albania arrivava zio Alban. Il destino: andare a ingrossare le fila che combattono per l'Isis sotto le bandiere della «Grande Albania».

Non sono autodidatti, i jihadisti della porta accanto, non sono cellule autogestite: sono collegati organicamente al network europeo del terrore. Nei rapporti della nostra intelligence, i passaggi sono chiari e inquietanti. El Mahdi, prima dell'ultimo documento, si era esibito in un altro testo in italiano, «Le prove sul califfato»: che altro non era che la traduzione dei testi di Mizanur Rahman, l'imam ultra-radicale inglese accusato di terrorismo dal MI5, arrestato e poi rilasciato, legato a filo doppio ad Anjem Choudary. Choudary è un personaggio chiave. È l'ideatore del network internazionale Sharia4 , pronto a aprire filiali in ogni paese in mano agli infedeli. Sharia4Belgium è il caso più eclatante, centinaia d'adepti partiti in blocco per il fronte. E a essere scelto per creare Sharia4Italy era stato proprio El Abboubi, il ragazzo di Vobarno che gli Elezi hanno poi spedito a combattere sotto il nome di Anas al Italy, Anas l'Italiano. «Uccidi i pagani, è un dovere per ogni musulmano», postava Anas su Facebook.

Basta con i sermoni in moschea, l'arruolamento avviene via tweet: come quelli di Oussama Khachia, il marocchino espulso un mese fa da Varese, autore sotto il nome di Oussama di ventitremila «cinguettii» di propaganda jihadista, minacce ai reporter compresi: «È una guerra, i morti ci sono, tra i morti ci sono quelli che camminano, chiamati anche giornalisti». Dove sia oggi, non si sa. Ma continua a seguire da vicino quanto accade in Italia: e ieri, quando apprende dell'arresto del suo amico Halili, gli manda un messaggio via Facebook: «Possa Allah benedire il nostro fratello e proteggerlo».

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 26/03/2015 - 08:56

Chi ha dato loro ospitalità? Noi imbecilli! Ossia i nostri sinistri del cavolo.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 26/03/2015 - 09:15

Bisogna prenerne attto, la propaganda ISIS é fortissima e falsa, l'unica cosa per combatterla, é mostrare il suo vero volTo senza veli. Le atrocità commesse, la verità nuda e cruda. Solo cosi' si puo' battere il reclutamento. Questi ragazzi vengono inffarciti di balle grosse una montagna, offrono loro un miraggio d'eroismo. Far vedere i corpi dilaniati dei kamikaze , far vedere l'oorrore.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Gio, 26/03/2015 - 09:16

qualche giudice comunista li lascera' andare, luberi di fare cio che vogliono.

little hawks

Gio, 26/03/2015 - 09:46

Non solo abbiamo dato ospitalità a queste belve ma anche diritti civili, abbiamo l'"onorevole" Chauki, li abbiamo attorno a noi che si preparano a liberare l'Italia dagli infedeli. Bisogna che ci convinciamo che i richiedenti asilo o accettano in toto i principi della nostra costituzione o non possono essere accolti. I mussulmani debbono andare via perché pericolosi. Mandiamoli via con le buone ma alla svelta, anche gli italiani convertiti e chiudiamo le moschee scuole di terrorismo ed odio.

vladimirovic

Gio, 26/03/2015 - 09:51

come fa ad essere italiota uno che si chiama Halili el Mahdi?? e' arabo nel cervello come chi gli ha dato la cittadinanza e quindi il passaporto si ritira e si espelle

vince50

Gio, 26/03/2015 - 10:02

Anzichè sognare bisogna prendere atto che ormai siamo stati infettati,le metastasi terroristiche sono ormai diffuse.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 26/03/2015 - 10:16

integrato....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 26/03/2015 - 10:38

ma come si stava in pace 30 anni fa! Ma qualcuno non gli stava bene, si sentiva emarginato e dal'invidia ha detto come Sansone: -Muoia Sansone e tutti i filistei.- e ci ha portato il peggio del peggio e li difende a spada tratta.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 26/03/2015 - 10:50

Tutti di seconda generazione e tutti in possesso di un'ottima padronanza della nostra lingua. Tale da consentire loro civilissime traduzioni dall'arabo. L'integrazione, tanto auspicata dai nostri progressisti, è, a quanto pare, pienamente riuscita. Almeno sotto il profilo linguistico.

Gius1

Gio, 26/03/2015 - 11:00

chi e´mulo non puo´ diventare asino. Sono venuti da una zona mussulmana , anche se diventati Italiani , non lo saranno mai. la loro religione e´quella del corano e con una lavatina di cervello, possono diventare cattivi.

buri

Gio, 26/03/2015 - 11:02

E poi ci troviamo i parrocci che ritengono giusto erigere moschee, ed intellettuali che predicano il multiculturalismo, e questo quando quella gente pensa solo a distruggere la nostra cultura per asservirci all'islam facendoci regredire si circa 1400 anni, io penso che se non sono soddisfatti della loro vita in Italia possono sempre emigrare ed andare nei paesi da dove sono venuti i loro genitori

ORCHIDEABLU

Gio, 26/03/2015 - 11:07

RISPETTATE TUTTI A SCUOLA LO SCRIVO DA ANNI.NON FATE DIFFERENZE TRA MASCHI E FEMMINE RISPETTATE TUTTI,I BAMBINI APPARTENGONO PRIMA DI TUTTI AI PROPRI GENITORI NON ALLE INSEGNANTI.INSEGNANTI PARLATE CON I GENITORI DI TUTTE LE ETNIE E' SIATE SEMPLICEMENTE DONNE E MADRI CON LORO NON SERVE ALTRO.RISPETTATE TUTTI COME E' NEL DIRITTO CIVILE.NESSUN UOMO DEL NORD SUD STRANIERO ACCETTA DI ESSERE TRATTATO DA INFERIORE.PRIMA O POI LA FA PAGARE.

Tuthankamon

Gio, 26/03/2015 - 11:21

Non avevo e non ho dubbi che questa situazione e' destinata a degenerare in mancanza di una seria e forte azione politica. Facciamo attenzione quando votiamo. Per quel che serve dirlo!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 26/03/2015 - 11:24

Ed i nostri kompagni se ne accorgono adesso?? Prima hanno messo nei punti chiave per far arrivare risorse da tutti i paesi,parlamentari stranieri, anche se legalizzati italiani, non si possono dire di origine italiana.Grazie komunisti siete arrivati a distruggere un paese ,e distruggere i nostri usi e costumi,grazie............

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 26/03/2015 - 11:38

#ORCHIDEABLU "RISPETTATE TUTTI A SCUOLA LO SCRIVO DA ANNI....." Già. Ma che c'azzecca? Questi a scuola sono stati pienamente rispettati. Prova ne sia il loro grado d'istruzione. Sei sicura, piuttosto, di essere seguita adeguatamente dal tuo centro d'igiene mentale?

ORCHIDEABLU

Gio, 26/03/2015 - 11:49

X GIANNIVERDE,TI SBAGLI TU, NON CHI E'PROGRESSISTA DA DESTRA O DA SINISTRA,CHI CAMBIA PARTITO O PARERE POLITICO COME TOSI,FINI,ECC,CHE DISTRUGGE, MA E' SEMPLICEMENTE MATURATO,UMILMENTE SI E' RESO CONTO CHE GLI ESSERI UMANI SONO TUTTI UGUALI,E SE PROVI A RENDERLI SCHIAVI LOTTANO E' SANNO FARLO BENISSIMO.NESSUN UOMO ACCETTERA' MAI DI ESSERE UMILIATO,LA TELEVISIONE HA DATO TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI ALLA DIFESA PERSONALE QUINDI ANCHE SENZA STUDI CHIUNQUE E' INFORMATO 24 ORE SU 24.

linoalo1

Gio, 26/03/2015 - 12:44

La colpa è sempre e solo dei Genitori!Solo loro hanno il compito dell'Educazione e del Controllo!E si,miei cari Genitori,la colpa è solo vostra!E non tirate fuori la scusa che i figli non obbediscono!Ovvio che non obbediscano!Finchè li coccolate!!Provate,invece,l'antico ma ancora valido metodo del Bastone e della Carota!Lino.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 26/03/2015 - 12:44

ORCHITEBLU IMPARA A SCRIVERE IN ITALIANO, E MAGARI ANCHE AD USARE IL CERVELLO...FATTI INNAFFIARE OGNI TANTO CHE SEI SECCA IL NEURONE

ORCHIDEABLU

Gio, 26/03/2015 - 13:06

x linoalo1 prova tu a usare la carota per lavarti i denti la mattina ahahahahahah non ha senso quello che hai scritto,per i tempi che corrono non sei un genitore,oppure troppo vecchio stile,tutti sanno che la scuola inibisce le emozioni reali dei bambini per non farli diventare recettivi agli insegnamenti dei genitori perche' la scuola indottrina sin da piccoli a fare politica rossa nelle scuole delle 3 regioni piu' sprovvedute del nord'italia infatti voi siete quel frutto la gente con mentalita'rigida non accetta di imparare mai piu' dopo un certo numero di concetti.la mente rifiuta di progredire perche' incapace di apprendere oltre a quello gia' inculcato a scuola.

ORCHIDEABLU

Gio, 26/03/2015 - 13:20

X LINOALO1 NON MI SCRIVERE DICENDO CHE SEI DACCORDO PERCHE'LA SINISTRA AL NORD HA CONDIZIONATO LE MENTI MENTRE I LEGHISTI NO,SIETE LA STESSA COSA PERCHE' E' IL METODO DI FALSO VALORE POLITICO CHE VI UNISCE,PERCHE' SIETE DI MENTALITA' RIGIDA REGREDITA APPOSITAMENTE COSI' VI BASTA UN CAPOBRANCO PER SCENDERE IN PIAZZA A DISTRUGGERE INVECE DI COMUNICARE IN MODO CIVILE CON I POLITICI DI DESTRA E SINISTRA.

ORCHIDEABLU

Gio, 26/03/2015 - 13:26

X LINOALO1 LA STESSA COSA VALE PER TE LEGHISTA NON SOLO PER I KOMUNISTI COME LI SCRIVETE VOI SU QUESTE PAGINE.LA DESTRA E' LA SINISTRA SONO SEMPLICEMENTE UNIONE DI PARTITI CON POLITICI DI DIVERSE CULTURE GIUSTAMENTE,QUINDI SEMPLICEMENTE CI VUOLE UN PO' DI TEMPO PER CAPIRE IL MODO GIUSTO DI COMUNICARE,LO FANNO I POLITICI,FATELO ANCHE VOI.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 28/04/2015 - 21:07

Ma i centri sociali non manifestano contro coloro che prima o dopo verranno a farli fuori perché in concorrenza ... a meno che non diventino quadri tipo pasdaran della rivoluzione stil komeinista? Troppi silenzi evidenziano che a qualcuno MEGLIO ESSERE MUTO COME UN PESCE, SE NON CONNIVENTE, CHE MORTO AMMAZZATO.