Altra grana per il governo: 13mila famiglie sul lastrico dopo il crac di "Deiulemar"

Buco da 720 milioni per le obbligazioni della compagnia di navigazione: 13mila famiglie sul lastrico

Simone Di MeoTorre del Greco (Na) Tredicimila famiglie sul lastrico, un crac da 720 milioni di euro e nessuna speranza di recuperare un centesimo. Di fronte al fallimento della «Deiulemar» finanche lo scandalo della «Banca Etruria» diventa «argent de poche». Ma in questo caso non ci saranno risarcimenti o indennizzi per gli obbligazionisti che hanno investito i risparmi di una vita nella compagnia di navigazione di Torre del Greco (Na) colata a picco nel 2012 per una voragine nei conti tutt'oggi inspiegabile, nonostante il processo di primo grado che ha condannato le famiglie degli armatori Della Gatta, Iuliano e Lembo a pene oscillanti tra gli otto e i diciassette anni di carcere. Le indagini della Procura di Roma, a cui il fascicolo è arrivato dopo un ping pong durato mesi sulla competenza con Torre Annunziata, non sono riuscite infatti a ricostruire la genesi del disastro e, cosa ancor più grave, a individuare i forzieri della società occultati, secondo gli investigatori, nei paradisi fiscali. I sequestri dei beni, richiesti dalla curatela, coprono appena una piccolissima porzione degli aventi diritto e non è affatto detto che arrivino le confische.A pagare il prezzo più alto è stata la città dove la società aveva sede, famosa nel mondo per i corallo e l'arte orafa: nei venti mesi successivi al default, hanno abbassato le saracinesche decine e decine di negozi.

Giovani coppie, che avevano sperato di spuntare un gruzzoletto con gli interessi del 7 per cento annuo sulle cedole, hanno rimandato convivenze e matrimoni, disdetto contratti di mutuo per l'acquisto della casa. L'economia di una intera comunità è collassata su se stessa. Nessuno lo ha denunciato pubblicamente, ma tra i vecchi marittimi della società c'è la convinzione che i suicidi di tre colleghi avvenuti tra il 2012 e il 2014 siano collegati alla disperazione di aver perso tutto.Per i naufraghi della «Deiulemar» il governo Renzi non ha però previsto alcun aiuto. E se è vero che un istituto di credito gode di garanzie di sopravvivenza (per sé e per i suoi clienti) che una compagnia di navigazione non possiede, è altrettanto vero che la Consob non ha fermato la raccolta del risparmio da parte della «Deiulemar» alle prime sirene d'allarme, lasciando intendere che fosse tutto sotto controllo. Anzi, stando alle denunce presentate dagli avvocati degli obbligazionisti, fin dal 2005 l'organo di controllo «non ha monitorato la complessiva esposizione debitoria e non ha verificato l'effettiva esigibilità dei prestiti obbligazionari autorizzati».In un'accorata lettera di due giorni fa, il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, ha chiesto al presidente della Repubblica Mattarella e al premier Renzi una commissione d'inchiesta parlamentare sulla gestione della crisi della società. Per tutelare gli obbligazionisti, anzitutto.

E per reclamare l'invio degli «ispettori nelle Procure che avevano ricevuto segnalazioni da Bankitalia» e che, colpevolmente, le hanno sottovalutate.Loro gli sventurati col conto corrente prosciugato sono pronti alle barricate. Pretendono lo stesso trattamento dei risparmiatori della «Banca Etruria». Appuntamento a Roma, l'11 gennaio.

Annunci

Commenti

gattomannaro

Gio, 31/12/2015 - 12:04

Qualcosa non mi quadra: faccio un investimento nel quale mi vengono promessi interessi al 7% (SETTEPERCENTO! idem banche fallite, quando normalmente un 2% è da considerare buono), poi cosa posso pretendere se qualcosa va storto? Ok per la rimozione di chi doveva controllare e poi? Se ad un grill autostradale acquisto una videocamera sofisticatissima a 150 Euro, poi nel pacco ci trovo un mattone, posso chiedere il risarcimento perchè la Polizia di Stato non ha vigilato?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 31/12/2015 - 12:23

Concordo con gattomannaro:certi tassi d'interesse dovrebbero allertare chi non vuole incorrere in grossi rischi.La cupidigia non porta mai lontano.

agosvac

Gio, 31/12/2015 - 12:40

In effetti è vero che se ti offrono il 7% quando il mercato non offre più del 2%, ci deve essere qualcosa di marcio!!! Il problema è: ma consob, bankitalia e Governo non dovrebbero vigilare sulle frodi finanziarie????? E dire che di gentaglia che ha offerto guadagni favolosi per poi scappare con i soldini dei deficienti, di casi ce ne sono stati tanti, se non tantissimi!!!

cecco61

Gio, 31/12/2015 - 12:46

Se anche è vero che i controlli non esistono (vedi casi Parmalat e Cirio),un 7% di interesse non lascia adito a dubbi. Di società ne sono fallite tante e in molti hanno pianto: che dire del Banco Ambrosiano saltato grazie al Vaticano che non ha pagato i suoi debiti? Perché i risparmiatori di Deiulemar andrebbero tutelati mentre gli altri no? E quelli gabbati dai bond argentini? Basta pagliacciate, please.

libertyfighter2

Gio, 31/12/2015 - 13:17

Ahahah. Se non ci fosse lo Stato e la Consob, chi veglierebbe contro le truffe? Mamma mia crolla tutto e io rido di gusto.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 31/12/2015 - 13:28

Ormai il portafoglio non te lo rubano piu' in strada, te lo rubano in banca.

Clericus

Gio, 31/12/2015 - 14:07

Che differenza c'e' fra le obbligazioni Deiulemar e quelle delle banche? Perche' rimborsare alcuni risparmiatori e non altri? Oppure li chiamiamo tutti speculatori, e non rimborsiamo nessuno.

Carboni oreste

Gio, 31/12/2015 - 15:57

Mi si spieghi una cosa(il precedente messaggio non mi viene pubblicato in quanto ho superato il quorum)Perche' le banche fallite non sono tenute a risarcire,mentre lo stato mi viene a rompere dopo 10 anni,su mie presunte evasioni? Dicembre 2004 parto per non piu' ritornare. 2014 mi arrivano ben 6 cartelle di equitalia. Prima di partire Ho dato disdetta telefonica al gas,assicurazione auto,corrente elettrica. Da qui(Hong Kong)impossibile farlo tramite internet x la spazzatura e il canone rai che ho sempre onestamente e fessamente pagato(prima B/N e poi a colori. Mi si chiede la password,ma la mia non e' valida.

Ritratto di gangelini

gangelini

Gio, 31/12/2015 - 16:12

Avanti con i disastri: tra tasse, corruzione e fallimenti i nostri risparmi sono andati tutti su per il camino. Ma per il Pifferaio Magico va tutto bene ...... però solo per gli AMICI SUOI. RenziLandia - il Matteo nel paese delle meraviglie democratiche.

Aegnor

Gio, 31/12/2015 - 16:33

Le meraviglie democratiche del Fanta-Coniglio di Rasignano sull'Arno non finiscon quì.

aitanhouse

Gio, 31/12/2015 - 16:42

qui si sta creando un principio secondo cui un qualsiasi ente,azienda,che operi in settori primari dell'economia ,possa rastrellare risparmi con la promessa di guadagni medio-alti invece di ricorrere al già difficile ed più oneroso credito bancario. E' pur vero che non bisogna essere così fiduciosi e creduloni , ma è altrettanto vero che le istituzioni fino a qualche anno addietro hanno esercitato un ferreo controllo venuto meno all'improvviso per imperscrutabili motivi. Con queste premesse e queste conseguenze un governo responsabile unico ed indiscutibile di politiche finanziarie e relativi controlli deve andare subito a casa e scusarsi con i cittadini, altro che prendersela con gufi, avvoltoi,civette e quant'altro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/12/2015 - 18:03

Il"raggiro"(il parassita) e la "buona fede"(la linfa vitale),convivono nello stesso ecosistema,e il primo sopraffà l'altro,se il SISTEMA(di cui fanno parte tante persone in "buona fede"),non mette in essere misure,perchè il "raggiro",non la faccia sempre da padrone,specialmente a questi livelli!!....La colpa di chi è?....Di chi "raggira" IMPUNITO(i TFR di tutti questi "dirigenti",membri CDA,Sindaci,le loro proprietà,etc.etc.verranno TOCCATE?....No!),o di chi,essendo in "buona fede",CONTINUA A VOTARE,portando all'ammasso dell'ideologia,il proprio voto,accontentandosi degli"spiccioli",pur sapendo che tutto il SISTEMA,sta andando in putrefazione???!!!!

Silvio B Parodi

Gio, 31/12/2015 - 19:51

vi stanno rubando tutto vero??? siii scommettiamo che se ci fossero le votazioni domani gli italiani rivoterebbero lo stesso governo????????\che massa di cxxxxxxi, e vi ricordante quando S.B. disse che gli itaiani che votano a sx sono cxxxxxxi vi ricordate??? beh!!! aveva ragione.

Ritratto di VolpePasini

VolpePasini

Gio, 31/12/2015 - 21:06

Ma se ti promettono il 7% quando i bot sono a reddito quasi zero, chi compra deve sapere che il rischio è alto se non altissimo. Quindi non confondiamo chi viene truffato dalla sua banca da chi investe tutto in obbligazioni a rischio altissimo....e se non lo sapevano avrebbero dovuto immaginarlo visto il rendimento....come accadde con l'argentina.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 31/12/2015 - 21:28

NON PUBBLICATO RIPROVO!!! Caro Oreste, ma tu NON sei iscritto all'AIRE?? Hai ancora la residenza in Sardegna??? Ecco perche continui ad essere TORMENTATO da Equitalia, a me per una multa di AUTOVELX (procedevo alla "FANTASTICA" velocita di 65 Kmh in una zona dove il limite era 60) hanno tentato di TORMENTARMI, ma quando è risultato al vecchio comune di residenza che il sottoscritto era residente in Nicaragua ed iscritto all'AIRE SI SONO ARRESI!!!lol lol Un caro augurio di buon anno nuovo ti raggiunga li in Cina,ciao.

Carboni oreste

Ven, 01/01/2016 - 02:44

Caro Hernando,non mi hanno pubblicato ben 3 interventi. Iscritto all'AIRE? Si,la spia governativa che da il mio indirizzo a cani e porci. Da 3 anni sono stabilmente residente ad HK.con residenza a Milano. un abbraccio da un tuo coetaneo.

Ritratto di tokarev

Anonimo (non verificato)

rinoliguo

Dom, 03/01/2016 - 10:16

Commentare senza conoscere fatti e circostanze è da persone superficiali. Sono un truffato DEIULEMAR, che cerca e pretende RISPETTO&GIUSTIZIA! Ho acquistato obbligazioni della DEIULEMAR quando i BTP 10 anni davano interessi del 4,75% quindi del tutto ragionevole il circa 7% offerto dalla DEIULEMAR. Obbligazioni benedette dalla CONSOB, di una SPA che rappresentava per flotta la quinta compagnia armatoriale di Europa e che aveva i bilanci certificati dalla KPMG. Ricordo inoltre che la società in questione non è fallita, ma che sono stati distratti in altre società risorse e beni. In soldoni sappiamo dove stanno i nostri soldi ma lo Stato non ci aiuta a recuperarli!