Altro che pagarci le pensioni, gli immigrati sono solo un costo

La bugia delle "pensioni pagate dagli immigrati": versano 11 miliardi di contributi ma ne costano 16,6 per welfare e sanità

Un luogo comune molto diffuso in Italia racconta che gli immigrati che arrivano nel Belpaese siano fondamentali per pagare le pensioni agli italiani. Ed è vero che, pagando i contributi previdenziali, i lavoratori stranieri in qualche modo aiutino l'Inps a elargire ogni mese le pensioni. Ma per l'Italia non è un conto in positivo: i migranti infatti ci costano ogni anno il 2% della spesa pubblica, ovvero circa 16,6 miliardi di euro. Più di quanto versino per i contributi.

La bugia del "gli immigrati ci pagano le pensioni"

La Fondazione Leone Moressa in questi giorni ha pubblicato un report annuale sull'economia dell'immigrazione. I numeri sono chiari, ma vanno letti correttamente. La Fondazione ha infatti usato un gioco interessante, immaginando gli immigrati come una enorme azienda: gli stranieri producono, in maniera aggregata, un Pil complessivo di 127 miliardi di euro all'anno (8,8% del Pil nazionale). "Come la Fiat", fanno sapere dalla Fondazione. O quasi, visto che la casa automobilistica ha un fatturato di 136 miliardi.

I dati inoltre dimostrano che i lavoratori stranieri nel 2014 hanno pagato 11 miliardi di contributi pensionistici e 6,8 miliardi di Irpef (l'8,7% del totale dei contribuenti). In sostanza hanno "pagato" la pensione a 640mila italiani. Un bel numero, certo: ma bisogna guardare anche a quanto costano gli immigrati allo Stato. Innanzittutto, ogni anno l'Italia versa le pensioni mensili a 100mila immigrati (75mila extracomunitari e 25mila comunitari dell'Est), quindi le pensioni "pagate dagli stranieri" scendono a 540mila. Inoltre vanno aggiunti i costi per welfare e sanità pubblica a cui ricorrono gli stranieri. Il conto finale è in rosso: i 5 milioni di migranti presenti in Italia pesano sulla spesa pubblica nazionale per il 2% del totale. E poiché nel 2015 il Belpaese ha speso 830miliardi di euro, questo significa che gli immigrati sono costati agli italiani 16,6 miliardi. A conti fatti, insomma, comuntiari ed extracomunitari ci costano più di quanto diano per le pensioni e quasi lo stesso se si considera pure l'irpef. Non proprio un bel guadagno.

La ricerca della Fondazione Moressa racconta anche altro. Gli stranieri sono più giovani degli italiani, e questo si sapeva: i concittadini in età lavorativa sono il 63,2% del totale, dato che sale al 78,1% per gli immigrati. Al contrario sono più gli anziani italiani di quelli stranieri, rispettivamente il 23,4% contro solo il 3%. Gli stranieri si dedicano soprattutto al settore dei servizi (50,7%), in particolare la ristorazione (19%), e prediligono lavori di bassa qualifica (nel 66% dei casi). E questo significa reddito inferiore e maggior numero di famiglie sotto la soglia di povertà.

Attenzione, però: gli immigrati trovano più facilmente lavoro. Il 47% degli immigrati è occupato (contro il 36% della popolazione italiana), ma nella maggior parte dei casi (66%) si tratta di lavori a bassa qualifica. In crescita sono invece le imprese, con negozi di stranieri che crescono come funghi nelle città italiane. Il confronto con le Pmi italiane è degradante, e dovrebbe far riflettere: nel 2015 erano registrate 550mila imprese straniere (e 656mila imprenditori immigrati) a fronte di un calo importante della nascita di negozi e aziende italiane. Dal 2015 al 2011 le aziende italiane sono crollate del 2,6%, mentre quelle straniere sono cresciute del 21,3%.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 10/10/2016 - 12:01

Non si tiene conto dei costi per processi penali,ricorsi e controricorsi nelle richieste di asilo,danni ed effetti collaterali provocati dalle pregevoli risorse? Quanti altri miliardi si devono aggiungere?

ILpiciul

Lun, 10/10/2016 - 12:07

Azz! Ci voleva uno studio per capirlo? Io che ho la "cuinta elementare" me ne sono accorto all'istante.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/10/2016 - 12:15

Io l'avevo capita da tanti anni!!!....Vi siete dimenticati:le loro "aziende" in italia,evadono in modo clamoroso,soldi mandati all'estero con "giri" collaudati-illegali(in italia non rimane niente!!)...tutte le spese di "accoglienza",di Ordine Pubblico(Tribunali,Penitenziari),tutto il "degrado" strisciante,la perdita di identità,l'insicurezza,etc.etc......Quanto vale tutto questo!!!???

Gianluca_Pozzoli

Lun, 10/10/2016 - 12:16

non ci volevano gli studi alla bocconi per capire che 100.000 giovani laureati che vanno in germania (tedeschi ringraziano) sono una grave perdita per l'italia, mentre 200.000 mori sono una grandissima fregatura per l'italia... al referendum voto NO

lawless

Lun, 10/10/2016 - 12:24

solo lo smaltimento dei loro rifiuti ci costa una cifra da capogiro

kayak65

Lun, 10/10/2016 - 12:24

a dir la verita' le pensioni (d'oro) incamerando very e propri bottini se le guadagnano i ladri delle coop con questo traffico di esseri umani clandestini. e' solo un punto di vista che non e' mai stato precisato

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 10/10/2016 - 12:34

----caro giornalista claudio cartaldo----- lei scrive che gli immigrati pesano sulla spesa pubblica nazionale per il 2 per cento---la spesa pubblica del 2015 è stata di 830 miliardi di euro---ora quanto fa il 2 per cento di 830 miliardi??? lei dice 166miliardi?-----ma ritornare alle elementari no eh----????---voleva fare lo scoop ma si è incartato perchè lei è un asinello in matematica----pubblicare please----

venco

Lun, 10/10/2016 - 12:38

Dalla pubblicità che han fatto io credevo che venissero con le tasche piene di soldi per pagarci le pensioni.

Kost

Lun, 10/10/2016 - 12:48

Si, va bene ma prima di scrivere l'articolo, imparate a fare i conti. Il 2% di 830 miliardi sono 16,6 miliardi di euro. Non 166 miliardi. Scrivere un articolo sulla spesa per gli immigrati e fare un errore così grossolano rende l'articolo inutile se non dannoso per dimostrare l'ipotesi che si voleva promuovere, cioè che lo stato italiano da più soldi agli immigrati che agli italiani. Inoltre 5 milioni di immigrati sono l'8,4% della popolazione che spende il 2% del PIL, messa così stanno spendendo meno di quello che producono. Le cose sono due, o vi siete sbagliati o non ci avete capito nulla.

killkoms

Lun, 10/10/2016 - 12:51

bis!dimenticavo!sfruttando,la solita "sbadataggine" italica,degli stranieri comunitari (principalmente romeni e bulgari) hanno messo in atto un sistema per "scroccare" assistenza sanitaria aggratis,in Italia,senza risiedervi!in pratica,questi signori,giacché dalle parti loro la sanità, specialmente in bulgaria,non è gratuita,cosa fanno?sapendo di avere una determinata patologia,vengono in Italia appoggiandosi da parenti ed amici,poi,con l'aiuto degli stessi si presentano al pronto soccorso del primo ospedale utile,lamentando i sintomi di quello che già sanno di avere,e pantaòone paga..!

Una-mattina-mi-...

Lun, 10/10/2016 - 12:53

RICORDO CHE I DATI SI RIFERISCONO AI REGOLARI, per cui il conto è ancora più drammaticamente in decifit. INOLTRE NON DICONO che la durata media dei COSIDDETTI "negozi" aperti dagli stranieri (notizia di ieri) hanno vita media di circa due anni, durante i quali quasi tutti non pagano nulla, per poi chiudere e riaprire. Ecco il "boom" di attività propagandato dai boiardi.

the_wanderer

Lun, 10/10/2016 - 12:54

hanno scoperto l'acqua calda...imbecilli!!!

Raoul Pontalti

Lun, 10/10/2016 - 13:07

Leggere bene le cifre e calcolarle altrettanto bene se non meglio per favore! Se "i 5 milioni di migranti presenti in Italia (8,3% della popolazione) pesano sulla spesa pubblica nazionale per il 2% del totale" e la spesa pubblica è stata di 830 miliardi di euro, traducendo la percentuale in soldi spesi si ottengono 16,6 miliardi e non 166 a carico dell'ente pubblico d parte degli immigrati LA VIRGOLA FA LA DIFFERENZA! e se l'8% ca della popolazione straniera ci è costata solo il 2% della spesa pubblica non ci vuole la laurea per capire che si è fatto un affare (o meglio lo hanno fatto i padroni viste le basse paghe erogate agli schiavi stranieri). Ci si dimentica inoltre dell'IVA cui lo straniero non può sottrarsi come consumatore finale e come è noto l'IVA pesa di più sui poveri (che non possono tesaurizzare) che sui ricchi.

paolonardi

Lun, 10/10/2016 - 13:14

Sologli imbecilli potevano credere ad una tafanata galattica del genere; fra questi un noto opinionista.

nopolcorrect

Lun, 10/10/2016 - 13:15

Beh, però, come ci insegna il papa pampero, gli immigrati ci insegnano come noi dobbiamo comportarci con loro, sono un'occasione e un esempio. E voi le occasioni, gli esempi e gli insegnamenti li vorreste gratis? Pagate e zitti.

ccmanu78

Lun, 10/10/2016 - 13:24

Scusate ma quale scienziato in matematica ha fatto i conti...Tremonti????quindi si legge nell'articolo che questi costano il 2% della spesa pubblica. La spesa pubblica complessiva è di 830 miliardi...quindi costano 166 miliardi!!!!!!!!! a questo punto sono due le cose o costano il 20% della spesa pubblica o costano 16,6 miliardi e penso sia più la seconda....cosa non si fa per propaganda...magari facendo una leggina ad hoc riuscite a cambiare pure le leggi matematiche.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Lun, 10/10/2016 - 13:25

ogni mese ad ogni lavoratore viene effettuata una trattenuta dallo stipendio per LA PRORIA PENSIONE, di conseguenza al termine del periodo lavorativo ogni lavoratore avrà versato i soldi per la SUA PENSIONE. La PENSIONE è pagata con i soldi versati all'INPS nel corso degli anni. nessun immigrato pagherà la MIA PENSIONE, perchè anche loro SI PAGHERANNO LA LORO PENSIONE. Ora è da capire chi pagherà la pensione e tutti i costi sociali di questi clandestini che andranno ad allungare le file dei disoccuppati e non avranno la possibilità di crearsi una pensione e avere capacità contributiva nel concorrere nella spesa pubblica. ora qualcuno mi spieghi se questo non è un costo che paghiamo NOI.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/10/2016 - 13:29

elmona e trombalti,con quella cifra potevano pagare la mia pensione!che furbescamente mi hanno fregato con cavilli dello stimato monti fornero.(preciso che ho versato per una quarantina d'anni)

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/10/2016 - 13:33

tanto per...sono piu'di ventanni che dico che la storia degli immigrati che pagano la pensione e'una grossa bufala o presa per i fondelli,fate voi.

moshe

Lun, 10/10/2016 - 13:45

... sono solo gli idioti col cervello farcito da falce e martello o di vaticano a non capirlo!

Malacappa

Lun, 10/10/2016 - 13:47

Lo sapevo fin dal primo giorno,quelli che hanno fatto lo studio devono essere dei geni.

paolobc

Lun, 10/10/2016 - 13:47

Ad ex assessore ai servizi sociali del comune di Bologna anni fa durante un convegno scappò la constatazione che una famiglia di stranieri di 4 persone costava al comune dai 20000,00 ai 50000,00 euro l'anno tra casa semigratis utenze a carico del comune asili e scuole ecc ecc

ilconterenziz

Lun, 10/10/2016 - 13:48

NO! davvero? e io che ho sempre creduto che fossero una risorsa...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 10/10/2016 - 13:59

Ma porca pu...zzola, il bomba,la presidenta e via sgovernando, mi avevano assicurato che le"risorse" avrebbero pagato la mia pensione e non avrebbero pesato sul bilancio dello stato perché arrivavano "montagne di soldi dalle ue" ed adesso mi ritrovo che devo pagare altre tasse IO per mantenerli???

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 10/10/2016 - 13:59

La domanda rimane sempre la stessa (cara fondazione Moressa) ma quei 500 mila TRAGHETTATI nei 3 anni di Mare Stupidum, che "giaciono" nei centri,negli Hotel o a spasso nei parchi cittadini ecc, PAGANO i contributi?????AMEN. #RENZIACASACOLNO per fermare questi TRAGHETTAMENTI.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 10/10/2016 - 14:02

Pontalti so-tuto-mi cala la balla please. I negri che lavorano nelle fabbriche al posto degli italiani non sono pagati da schiavi, come dici tu. Ricevono lo stesso trattamento di tutti, figurati se potrebbe essere diversamente. La qualità del loro lavoro, piuttosto, quasi sempre è inferiore, e vengono occupati in lavoretti facili, dove non possano fare grossi danni. Non è dato di sapere se sottobanco i padroni ricevono qualche incentivo dallo stato, potrebbe essere, e forse è il motivo per cui sono stati assunti, pur non avendo alcuna cultura né esperienza di lavoro in strutture produttive, preferendoli a lavoratori italiani, sicuramente più adatti, ma in questo caso discriminati. Ne parlo con cognizione di causa e mi assumo la responsabilità di quello che affermo, avendone le prove.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 10/10/2016 - 14:06

No no no sono straconvinto che ci pagheranno le pensioni, altro che storie, questo enorme flusso di €uri proveniente dalle risorse, costringerà i nostri figli ad andare in pensione a 45anni, dopo come faranno ad ammazzare il tempo in pensione così giovani ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 10/10/2016 - 14:14

E l'avete capito adesso? Ma non siete capaci a fare i conti? Credete a quei ballisti della sinistra? Loro si che con le onlus e coop ci marciano sopra. I costi invece li paga lo Stato, ossia noi, togliendoli ai bisognosi italiani, che ora sono 4,5 milioni alla soglia di povertà. E i pistola sinistri in piazza a ripeterlo come se fosse vero, che fanno salire il PIL, ma non dicono che aumenta brutalmente il debito. I soliti polli.

agosvac

Lun, 10/10/2016 - 14:15

Questo articolo parla solo degli stranieri, non sempre immigrati, che hanno un lavoro o un'impresa. Non parla delle centinaia di migliaia di clandestini che sono a totale carico dello Stato, quindi di tutti noi italiani. Ognuno di loro ci costa 35 euro al giorno, fatevi un po' i conti!!!

Giorgio1952

Lun, 10/10/2016 - 14:16

elkid ha ragione ma si è sbagliato solo di una virgola sono 16,6 e non 166 i miliardi, forse si è trattato di un errore di stampa! Cartaldo dice che gli stranieri sono l’8,3% della popolazione e contribuiscono per l’8,8% del Pil quindi sono in linea, pagano la pensione a 540mila italiani al netto delle loro, insiste che i costi per welfare e sanità pubblica a cui ricorrono gli stranieri, portano il conto finale in rosso perché i migranti “pesano sulla spesa pubblica nazionale per il 2% del totale. E poiché nel 2015 il Belpaese ha speso 830miliardi di euro, questo significa che gli immigrati sono costati agli italiani 166 miliardi. A conti fatti ci costano 148miliardi l'anno. Non proprio un bel guadagno”, Io direi Cartaldo non proprio un bel conteggio, se poi gli stranieri abbassano l’età della popolazione, le loro aziende crescono del 21,3% mentre quelle italiane “sono crollate del 2,6%” allora si da la zappa sui piedi da solo!

titina

Lun, 10/10/2016 - 14:16

Lo sapevamo. ne conosco tanti che lavorano in nero e poi daremo loro la pensione sociale. Inoltre , nel mio Comune, un giovane aveva chissto un lavoro anche da netturbino, niente: lavorano solo le persone di colore. Poi dicono che non rubano il lavoro agli italiani.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 10/10/2016 - 14:18

Capisco che la maggioranza dei vostri lettori non vada oltre alle scuole dell'obbligo, però scrivere che il 2% di 800 miliardi faccia 166 è un po' troppo. Claudio la prego i miliardi sono 16 , mi scusi ma lei le scuole medie dove le ha fatte ?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/10/2016 - 14:20

@paolobc:..Più tutto il resto!!!A che pro??...La prospettiva è concedere loro il VOTO+ lo "ius soli",ed allora siamo finiti!!!Il Comune di Bologna,non "spende",fa un "investimento"(a nostre spese)!!!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 10/10/2016 - 14:30

Un direttore serio e quindi un giornale serio certe cretinate non le pubblicherebbe. Il censore che censura i miei commenti sarebbe opportuno che censurasse anche certe cretinate scritte nei vari articoli pubblicati.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 10/10/2016 - 14:31

#Raoul Pontalti- 13:07 Stai ragionando, ovviamente, degli immigrati immessi in qualche maniera nel mondo del lavoro. Che ci dici a proposito di quella massa sterminata di pigmentati che trascorrono il tempo nei CARA o negli hotel a 4 stelle intenti alla nobile arte delle pippe a spese del contribuente?

Tarantasio

Lun, 10/10/2016 - 14:40

Sanguisughe, Parassiti, Infiltrati, Invasori, Occupanti, Vampiri, Scrocconi, Sfruttatori, Aggressori, Nemici, Barbari...

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Lun, 10/10/2016 - 14:43

per coloro che ancora non comprendono che i clandestini SONO UN COSTO, si leggano l'art. 53 della Costituzione e poi ne riparliamo. - vota NO al referendum costituzionale

m.arco

Lun, 10/10/2016 - 15:11

L'articolo è interessante ma l'errore sul calcolo della quota parte di spesa pubblica degli immigrati è fuorviante... è possibile contestualizzare meglio?

dadorso

Lun, 10/10/2016 - 15:39

solo i politici pensano che questa feccia salvera l' economia Italiana. Ma cosaa vuoi che pagano, non lavorano e si fanno mantenere da noi e chi lavora lo fa in nero ed il ricavato lo manda in Africa alla famiglia quindi l' economia gira la e non da noi. Volete risanare l' economia e i posti di lavoro...??? ABBASSATE LE TASSE AGLI OPERAI E LASCIATEGLI IN TASCA SOLDI DA SPENDERE

lento

Lun, 10/10/2016 - 15:51

Questi clandestini sono turisti a spese degli Italiani

Keplero17

Lun, 10/10/2016 - 16:03

Ho visto una interessante trasmissione sul cara di Foggia. In realtà si tratta di persone che si industriano a lavorare e non sono dei fannulloni. Commerciano in biciclette, le comprano e poi le rivendono aggiustate. Ho visto mucchi di telai di biciclette che altrimenti starebbero a marcire nelle cantine e nei cortili delle città che vengono così riutilizzate. Devono esserci sicuramente delle persone di cuore che ritirano gratuitamente queste biciclette e poi, dopo magari centinaia di kilometri in camion, le portano a loro.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 10/10/2016 - 16:06

Senza contare quelli che non versano e mungono tutto. Italioti popolo di idioti. Certificato.

El_kun

Lun, 10/10/2016 - 16:19

Un calcolo (dei costi) certamente approssimato per difetto! Non si tiene infatti conto dei tanti immigrati clandestini e profughi clandestini... Inoltre si dovrebbe anche fare una stima dei costi di carcerazione (vari miliardi€/anno), dei costi dei tribunali (intasati da loro), dei costi di istruzione (a costo zero) per i tanti bambini e giovani stranieri. E poi ce ne sono tanti altri indiretti! A quando uno studio serio e completo che metta in evidenza l'idiozia degli italiani nella gestione del problema?

GGuerrieri

Lun, 10/10/2016 - 16:24

Ci sarebbe anche da ricordare come il sovraffollamento delle carceri italiane sia dato essenzialmente dalla popolazione carceraria straniera, oltre un terzo del totale dei detenuti, che in alcune realtà del Nord raggiunge però l'80% ...

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 10/10/2016 - 16:42

La storia ciclicamente si ripete. L'Italia negli anni del boom economico spinse masse di contadini negli stabilimenti della Fiat. Gente che passava dal raccogliere lattuga e piselli ad assemblare auto che, puntualmente, uscivano piene di difetti... tant'è che la Fiat divenne sinonimo di inaffidabilità nel settore automobilistico. Oggi la solfa si ripete, nelle industrie tedesche per fare l'operaio devi avere almeno il diploma, noi invece ci mandiamo i diversamente boh recuperati dalla Marina Militare in acque libiche (e non solo)... e magari speriamo anche di diventare dei punti di riferimento nei vari settori. Ma qualcuno di voi ha mai visto come lavora questa gente?

gneo58

Lun, 10/10/2016 - 17:34

Perche' ? c'erano dubbi ?

gneo58

Lun, 10/10/2016 - 17:36

per Rsoul Pontalti - fosse solo che 1 euro sarebbe comunque troppo.

gneo58

Lun, 10/10/2016 - 17:37

marino.birocco invece e' stato bocciato 3 volte in 1a asilo !

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 10/10/2016 - 17:55

Che strana democrazia,toglie il pane ai poveri x darlo ai ricchi,che strana democrazia aiuta gli stranieri ma no il proprio popolo,che strana democrazia senza guerre ha provocato 2250miliardi di debito pubblico

MARCO 34

Lun, 10/10/2016 - 18:13

Egregio sig. elkid e quanti hanno parlato di 166 mld come il 2% (errato) di 830 mld. Ho riletto l'articolo e non mi pare di aver letto quella cifra ma, come è ben evidenziato anche nel sottotitolo, c'è scritto 16,6 mld come lor signori, giustamente, sostengono debba essere. A mio parere, a prescindere dai conti fatti sul 2%, si fa rimarcare che gli immigrati versano 11 mld e per loro lo stato ne spende 16,6

Anonimo (non verificato)

g. Claude Louis...

Lun, 10/10/2016 - 18:22

- Parte 2 - L'Italia non ha alcuna necessità di tali immigrati ( se non in percentuali minime per edilizie e agricoltura ), al contrario è necessario che questi immigrati tornito a fare pil per il proprio paese, che ne ha SICURAMENTE PIU BISOGNO. L'Italia HA LA NECESSITA’ che sia ripianato il buco pensionistico e demografico, attraverso, ad es., un premio di natalità di 12000 € all'anno per figlio sino al 15° anno di età del nato. Il costo ammonterebbe, nell'ipotesi che i nuovi nati siano 1.000.000 di bimbi italiani ( non di stranieri ) per i prossimi due anni ( 2 mln in tutto ) e da mantenere per 15 anni con il premio di 12000 € ( per poi interrompere questa politica demografica e riprenderla ogni 5 anni ), 24 mld. anno. Inoltre, per il 2014, il costo di reperimento e mantenim. dei migranti è stato di 3 mld. su 830, che sommati ai 16,6 mld. di spesa sanitaria sono il 2,36% di spesa pubblica.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 10/10/2016 - 18:22

"Le entrate dello Stato italiano dovute a persone nate all'estero sono circa 16,5 miliardi e le uscite sono 12,6 miliardi. Quindi il fatto è che c'è un saldo di cassa attivo di poco meno di quattro miliardi ..." (Tratto dal rapporto annuale 2015 Fondazione Leone Moressa). E quindi dov'è il trucco? Repubblica Economia & Finanza parla di un "costo stranieri" INFERIORE al 2% della spesa pubblica (ma non ho trovato riscontri specifici sul rapporto)... Il Giornale ovviamente ha arrotondato per eccesso.

MARCO 34

Lun, 10/10/2016 - 19:05

Ma dove avete letto il 2% di 830 mld = 166 mld? Ho riletto l'articolo e ho visto che viene evidenziato (anche nel sottotitolo)che gli immigrati versano 11 mld e ne ricevono 16,6 cioè il 2% di 830 mld, il che non mi pare giustifichi gli insulti rivolti all'articolista. M

Epietro

Lun, 10/10/2016 - 19:26

@mbferno: ha dimenticato di citare le crociere della Marina per raccoglierli, quanto ci costano le carceri, i danni e i bidoni che subiscono i proprietari degli alloggi affittati in buona fede a costoro, il mancato pagamento delle bollette, gli sfratti che durano una eternità ed oltre ad avvocati e spese legali si debbono pagare le tasse fino allo sfratto esecutivo, spostamenti sui mezzi pubblici senza biglietto, dulcis in fundo tantissimi girano in bicicletta che mai hanno acquistato, senza tener conto di spacciatori, sfruttatori, sporcaccioni e delinquenti vari.

Giorgio1952

Lun, 10/10/2016 - 21:43

MARCO 34 siccome è un giornale per creduloni, hanno corretto i dati anch'io ho riletto l'articolo, ma guardi che nella prima versione c'era scritto 166 miliardi e non 16,6 miliardi come hanno commentato in tanti!

killkoms

Lun, 10/10/2016 - 23:43

@marco34,il primo è stato tale kost,seguito da pontalto!ora diranno che hanno modificato l'articolo?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 11/10/2016 - 11:58

killkoms: sarebbe forse la prima volta?