Anche l'uso della forza per prendere le impronte ai migranti in Italia

La norma verso il consiglio dei ministri, contenuta in un documento più ampio sugli hotspot

La norma è "in via di predisposizione" e arriverà il prima possibile in consiglio dei ministri. Prevede che per prendere le impronte digitali ai migranti in arrivo sul suolo italiano si possano utilizzare anche metodi forzosi, ovvero che si possano costringere quanti sbarcano o arrivano via terra a registrarle, per impedire che sfuggano al sistema.

Della norma parla una comunicazione che oggi è arrivata al Dipartimento della pubblica sicurezza. Sarà contenuta in un testo più ampio che riguarda il tema degli hotspot e riguarda "il soccorso, la prima assistenza, l'identificazione nonchè il rilevamento fotodattiloscopico e segnaletico, anche forzoso, dei migranti".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/03/2016 - 22:13

si però chi comanda è il solito magistrato o giudice che tira fuori un articolo della legge che non possono obbligarli.

franco-a-trier-D

Mer, 16/03/2016 - 23:21

ma lo aveva detto già in TV Alfano che tutti quelli che entrano prendono le impronte digitali o vuole prendere per il cu.lo il popolo italiano? Io ho tutto registrato.

uberalles

Mer, 16/03/2016 - 23:28

Oh. dopo neanche tre anni se ne sono accorti, giusto il tempo di fare arricchire chi gestisce i CARA . . . .

BiBi39

Gio, 17/03/2016 - 00:46

E che vuol dire? Che gli addetti alle impronte devono essere in tanti e muscolosi? Si dica che chi si rifiuta viene arrestato sino al rimpatrio !

ARGO92

Gio, 17/03/2016 - 01:01

PRENDERE L IMPRONTE SI PER POI RIBUTTARLI IN MARE

mila

Gio, 17/03/2016 - 04:34

Saro' stupida, ma non ho capito a che cosa serve darsi cosi' tanto da fare per prendere le impronte ai "migranti". Tanto i Paesi d'origine non se li riprendono lo stesso.

vince50_19

Gio, 17/03/2016 - 06:58

do-ut-des - Lo avevano chiesto dalla Ue tempo fa ma il governo aveva nicchiato, fatto finta di non sentire per via dei trattati di Dublino. Adesso il governo ha cambiato idea e siamo alle solite: c'è chi abbaia ma, alla fine, fa quel che gli si chiede, pelandroni o meno che siano in .. azione. Che poi il "solito" magistrato interpreti nutro molti dubbi: se c'è una disposizione scritta e chiara - accennata nel virgolettato - che lo prevede dovrà attenersi, altroché, se non vorrà farsi male da solo!

istituto

Gio, 17/03/2016 - 07:15

Istituita ieri con la votazione alla Camera "la giornata del migrante morto in mare" per ricordare i 300 morti in mare del 3 ottobre 2013. Sarà ogni 3 ottobre. É l'ennesima prova dell'INVASIONE programmata e sponsorizzata. Voterò Lega che insieme a Fratelli di Italia é l'unica che si batte contro tutto ciò anche se non mi é piaciuta per niente la spaccatura che hanno creato nel centrodestra.

fcf

Gio, 17/03/2016 - 08:37

Che genio questo Alfano ! Ha scoperto le impronte digitali.

rossini

Gio, 17/03/2016 - 08:39

Prendere le impronte digitali a chi vuol venire a starsene in Italia mi sembra il minimo. Ma come, vieni a casa mia, i tuoi documenti possono essere falsi o contraffatti, non ti conosco, non so se sei un killer seriale o un pedofilo o uno stupratore o un rapinatore di professione, e non ti dovrei neanche identificare con l'unico sistema certo: le impronte digitali? Ma solo noi italiani sappiamo essere così imbecilli:

vince50_19

Gio, 17/03/2016 - 09:53

Bisogna anche istituire, a futura memoria, la giornata in cui donna Prassede lascerà quello scranno: ogni anno bisboccia ad libitum..

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 17/03/2016 - 12:52

Impronte dei migranti, lo diceva già Bossi vent'anni fa, mentre l'accanito Minculpop faceva il can-can alla televisione.

risorgimento2015

Gio, 17/03/2016 - 20:01

I clandestini che si rifiutano ? ....calcio di moschetto sulla bocca e rimpatrio. ..in mezzo al mare ancora meglio!