È ancora tensione al confine: agenti francesi sui treni italiani

Nuovi sconfinamenti da parte della polizia doganale francese. Sale la tensione con Roma. E ora Salvini gela Parigi: "Pretendiamo rispetto"

Il Viminale parla di "incomprensioni", ma le si potrebbe tranquillamente definire tensioni. Perché la Francia continua a sconfinare per controllare chi c'è a bordo e nel caso respingere nel nostro Paese gli immigrati irregolari. Nelle ultime ore è, infatti, tornato centrale nell'agenda dei due Paesi il mantenimento dell'ordine al confine. Ad alzare la voce è ancora una volta il ministero dell'Interno denunciando i soprusi e gli sconfinamenti degli agenti francesi. Una nuova occasione di frizione che non farà che incrinare ulteriormente i già difficili rappoprti tra Matteo Salvini e Emmanuel Macron.

"Questa volta - fanno sapere dal Viminale - si tratta del comportamento della polizia doganale di Parigi". Sempre più spesso, infatti, gli agenti d'Oltralpe salgono a bordo dei treni italiani, alla stazione di Modane, per effettuare operazioni di controllo su passeggeri e merci e tengono fermi i convogli a lungo. Il risultato? Una vera e propria concorrenza sleale. I fortissimi ritardi danneggiano, infatti, sia i viaggiatori sia le imprese. Ma non solo. Si registrano anche svariati problemi per i responsabili dei treni italiani: in alcuni casi i convogli sono partiti con i doganieri ancora a bordo scatenando così reazioni particolarmente stizzite da parte di Parigi. Il capotreno italiano, che ha dato il via libera alla partenza, rischia ora una misura detentiva doganale per "opposizione allo svolgimento delle proprie funzioni". Un reato punibile con un anno di reclusione e una multa da almeno 15mila euro. Il Viminale ha già contattato le autorità francesi pretendendo "rispetto e ragionevolezza". "L'auspicio - fanno sapere dal ministero dell'Interno - è individuare immediatamente un punto di equilibrio, uniformando le operazioni di controllo".

È da tempo che al Viminale tengono d'occhio i francesi per questo comportamento. I fari erano già accesi lo scorso ottobre quando la gendarmerie ha obbligato un africano, probabilmente del Mali, che viaggia senza biglietto e, soprattutto, senza documenti, a rientrare nel nostro Paese. "Lo straniero ha superato il confine dall'Italia - avevano tuonato i militari francesi in quell'occasione - e in Italia deve ritornare". Al suo rientro a Torino, l'immigrato era stato immediatamente consegnato alla Polfer e portato nel commissariato locale, ma Salvini aveva comunque tenuto il punto con Parigi portando all'attenzione dell'Eliseo "l'ennesimo episodio di arroganza". "Aggiungiamo un altro capitolo al lungo elenco di lamentele. L'Italia pretende rispetto", aveva commentato il vicepremier leghista ringraziando pubblicamente le nostre forze dell'ordine e i ferrovieri per "non aver abbassato la testa" davanti ai francesi.

Ora il faldone degli sconfinamente inizia ad essere davvero corposo. Da Ventimiglia a Bardonecchia, gli episodi continuano a sommarsi e i rapporti con Macron si fanno sempre più tesi. Anche perché dopo l'accordo firmato con Angela Merkel, il presidente francese è definitivamente uscito allo scoperto. Non che ce e fosse bisogno, ma adesso è chiaro a tutto che sta giocando una partita contro l'Italia.

Commenti

Gio56

Gio, 07/02/2019 - 10:37

E pensare che in un articolo sul televideo,questa mattina un ministro francese si lamentava della continue interferenze dell'Italia nelle decisioni del governo francese. I gendarmi francesi avevano pagato il biglietto prima di salire sul treno?

paolone67

Gio, 07/02/2019 - 10:38

Finché qualche poliziotto italiano non arresterà un poliziotto francese che abbia sconfinato credo che il problema non si risolverà.

i-taglianibravagente

Gio, 07/02/2019 - 10:47

La polizia e le forze dell'ordine hanno finalmente un ministro dell'interni degno di questo nome e possono lavorare come si deve. Non sono piu' tra l'incudine e "la falce e il Martello".

Romalupacchiotto

Gio, 07/02/2019 - 10:47

Ma questo sbarbatello che non sa cosa deve fare, presidente altamente inadeguato.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Gio, 07/02/2019 - 10:51

Evidente mossa disperata, ma non per questo inefficace, di un Macron che in grande difficoltà cerca di resuscitare il sentimento patriottico della patrie en danger per crare un nuovo nemico dei francesi nuovamente riuniti sotto di lui: gli italiani. Salvini non ci cascherà.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 07/02/2019 - 10:55

Riprendiamoci il rispetto che non abbiamo più da circa 80 anni.

rudyger

Gio, 07/02/2019 - 10:58

denunciamo Schengen e rimettiamo le frontiere come altri Paesi hanno già fatto.

ulio1974

Gio, 07/02/2019 - 11:02

il viminale pretende "rispetto e ragionevolezza", ma dimntica che il rispetto lo si merita, e la ragionevolezza la siha o no.

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Gio, 07/02/2019 - 11:04

Scusate il fuori argomento, ma..Perchè avete tolto subito lo splendido articolo di Damascelli sul giorno del ricordo? Avete paura che lo possano leggere in troppi? Non volete mettere di malumore gli amici del PD? L'opposizione dura si fa solo verso la lega? O pensate anche voi che le foibe sono solo un'invenzione?

elfrate

Gio, 07/02/2019 - 11:27

ecco il comportamento da tenere con i sbruffoni francesi è di trattarli da pari a pari diversamente la grandeur prevarrà sempre.

vottorio

Gio, 07/02/2019 - 11:28

I gendarmi francesi che sconfinano abusivamente devono essere fermati dalla polizia italiana, spogliati e rispediti a Macron in mutande.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 07/02/2019 - 11:30

---caro capitone--secondo te perchè i francesi e non solo loro--ma tutta l'ue spinge per la tav?---sforacchiare un incredibile muro e barriera naturale che isola lo stivale dal resto dell'europa mentre in america trump si danna l'anima per fare il muro con il messico?---rifletti sovranista dei miei stivali---swag

effecal

Gio, 07/02/2019 - 11:33

il damerino d'oltralpe è seguito con grande gioia dai nostri bravi comunistelli .

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 07/02/2019 - 11:35

«L'Italia pretende rispetto». A parole Salvini non lo vince nessuno. Quanto a «rispetto», se è lui a pretenderlo, ce n’è pochino, quasi nulla. Ma il problema principale è proprio lui, Salvini. Con i suoi proclami roboanti e spesso, arroganti, più che rispetto ottiene contrapposizioni che lo costringono a ritirarsi con la coda tra le gambe. Per giunta in questo mostrare i muscoli, che non ha, resta solo. È l’altro suo tallone d’Achille: Gli alleati, tipo Berlusconi, che lo RISPETTANO, lui li tradisce.

xgerico

Gio, 07/02/2019 - 11:36

E da una vita che i doganieri salgono sui treni, come i nostri, e scendono alla stazione successiva, per poi ritornare e controllare il treno che rientra in Francia!

celuk

Gio, 07/02/2019 - 11:37

adesso tutti i fan di macron in Italia cosa dicono? Si sveglieranno e si indigneranno solo quando, giustamente, qualcuno risponderà adeguatamente.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 07/02/2019 - 11:37

Grandi francesi, come chiunque agisca e operi con pragmatica solerzia o, se ciò aggrada, animato dalla suprema delle leggi perché bisogna sempre tenere ben presente lo scopo superiore per il quale si è pronti ad aggirare quella cosa strana, anomala e, dati i tempi frenetici, anche anacronistica che viene definita 'Diritto'. E poi di che cosa si lamentano gli italiani? Sono anni che, nel territorio nazionale, penetrano indisturbati i barbari invasori. Perché non dovrebbero entrare uomini in divisa o addirittura truppe regolari di uno Stato? (1)

Valvo Vittorio

Gio, 07/02/2019 - 11:39

Ho un proprio convincimento che voglio esternare. Durante il governo di centro-sinistra e per accattivarsi il voto dei cattolici, fu consentito l'ingresso lecito-illecito dei "clandestini" in Italia. In una fase successiva si agevolò l'invasione presso gli altri paesi comunitari. La cosa per ovvie ragioni non poteva durare a lungo. I cambiamenti successivi ci hanno portato ai giorni nostri. Pertanto non stupisce che la polizia francese faccia severi controlli nei treni perché non esiste un comune sentire e nessuno è scemo come si dice a Napoli!

i-taglianibravagente

Gio, 07/02/2019 - 11:49

ulio1974...hai tanta confusione nella testa. Il rispetto dei propri diritti si esige perche' e' un diritto, non si merita. Sulla ragionevolezza concordo con te anche perche' tu stesso ne sei un esempio.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 07/02/2019 - 11:50

Oltre a chiedere rispetto non so cos'altro questo governo potrà fare. Da tempo (st)i francesi ci sbeffeggiano e ci umiliano in continuazione refrattari ad ogni nostra lamentela. Per quanto estrema, la tentazione di rispondere concretamente alle provocazioni, rischiando anche di creare (senza precedenti) un pericoloso incidente diplomatico; é grande. Onore alla reazione di quel coraggioso capotreno italiano che con quel gesto restituisce anche a noi un po di dignità. Meriterebbe più di un encomio.

Franco40

Gio, 07/02/2019 - 12:06

Purtroppo in base agli accordi UE attuali i francesi hanno ragione. Il treno italiano è a Modane, in territorio francese, quindi essi hanno il diritto di fare dei controlli a casa loro che non dovrebbero,tuttavia, danneggiare il percorso del treno né i suoi passeggeri regolari.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 07/02/2019 - 12:08

Ma nemmeno i superiori delle nostre F.O sanno cosa si deve fare in queste occasioni. Ma possibile che non abbiamo delle istruzioni, ma siamo proprio italiani?

abc1234

Gio, 07/02/2019 - 12:08

Altra dimostrazione che la francia è il nemico numero uno dell'europa, non è colpa degli immigrati e della germania l'aria di crisi, bensì dei francesi.

Ernestinho

Gio, 07/02/2019 - 12:20

Questi francesi, dall'alto della loro presunta superiorità, stanno veramente rompendo!

amecred

Gio, 07/02/2019 - 12:23

se sono armati stanno commettendo un reato, poiche' le loro armi non sono regitrate in italia. arrestateli.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 07/02/2019 - 12:32

(2si) Va di moda dire che 'non esistono più confini', vero? Probabilmente solo quando fa comodo. Una cosa o c'è o non c'è. Le vie di mezzo, per quanto rassicuranti possano apparire e magari anche essere, alla fine generano solo confusione. In conclusione: si ringrazino, con la faccia per terra, i francesi che ogni tanto spiegano agli italiani come si agisce sul serio contro gl'invasori. Non dimenticando che c'è anche della sana quanto ovvia prevenzione nell'atteggiamento pratico dei francesi. Salvini avrebbe molto da imparare dai francesi. Quando vedremo che poliziotti o carabinieri italiani faranno la stessa cosa in Francia, Svizzera, Austria e Slovenia?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 07/02/2019 - 12:40

Ah, è contro l’italia? Ora ne siamo tutti convinti...?

steacanessa

Gio, 07/02/2019 - 12:53

Ci vuole la tolleranza zero. Se sconfinano armati devono essere arrestati.

fabiano199916

Gio, 07/02/2019 - 12:59

mettete l'esercito italiano sui treni e al confine, i prossimi agenti francesi in divisa che trovate VANNO ARRESTATI. Lo sconfinamento da parte di soldati in un territorio che non è quello di loro appartenenza È un atto di guerra.

Ritratto di equitaly

equitaly

Gio, 07/02/2019 - 13:07

Pero'...Macron per me ha ragione: viene dall'italia senza documenti?.....si obliga di fatto a riportarlo indietro da dove e' partito poco prima. Non interessa ne' dove dice di essere nato, ne' tutti i paesi o continenti che ha attraversato. Esattamente qello che dobbiamo fare noi, in barba alle convenzioni o accordi a senso unico che guarda caso l'Italia la piglia sempre nel ciul. Praticamente i "naufragati ricorrenti"....proveniendo dalle spiagge libiche, provate, si riportano direttamente indietro, non li vogliono?.....se viene provato che sono partiti da lì, ed e' semplice basta monitorare il problema, si riportano lì a ragione. L'Europa deve intervenire ...pena la sua dissoluzione.

Altoviti

Gio, 07/02/2019 - 13:28

Salvini, c'è poco da ptrendere da Macron, costui capisce solo la forza!

Renee59

Gio, 07/02/2019 - 13:48

FORZA GILETTI GIALLI.

Angelo664

Gio, 07/02/2019 - 14:11

I regolamenti quali sono e cosa prevedono ? Ce lo dite ? Io non li conosco . Non so se hanno ragione i poliziotti francesi oppure il capotreno Italiano che ha fatto partire il treno lo stesso con a bordo i gendarmi. Arrestateli dunque se cio' e' illegale. O no ?

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 07/02/2019 - 14:19

La Francia sappia che con la TAV aumentera` l'opportunita` per gli irregolari di sconfinare dall'Italia.

maurizio-macold

Gio, 07/02/2019 - 14:23

Chi entra in Italia senza essere autorizzato va fermato e portato in un centro di raccolta immigrati. E se l'intruso e' un poliziotto francese vale lo stesso principio.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 07/02/2019 - 14:55

Facciamo un po' di geografia. Dunque, Modane è in Francia. Quindi, in questo specifico caso, non si tratta di sconfinamento. Ecco perché suggerivo (se la maldestra mano di Sergio non mi avesse cancellato il post l'avreste letto prima di questo) di fare altrettanto alla prima stazione utile in territorio italiano sui treni provenienti dalla Francia...Nel caso ipotetico di eventuali altri episodi di sconfinamento, suggerirei l'arresto immediato dei militari francesi.

colemar

Gio, 07/02/2019 - 14:58

Articolo approssimativo e confuso. Tanto per cominciare, Modane è in territorio francese, giusto dall'altra parte del traforo del Frejus. Se gli agenti avessero agito a Bardonecchia, che è al di qua, allora sarebbe corretto parlare di sconfinamento.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 07/02/2019 - 15:03

"Cugina" Alsikar come siamo diversi... Anzichè i difetti preferirei invece elencare i caratteristici pregi profondamente radicati nel vostro dna: la gallica "cresta", le "bollicine" e "nasino all'insù".

AmilcareTafazzi

Gio, 07/02/2019 - 15:03

Francesi......le case le hanno chiuse definitivamente....quindi arrangiatevi. Il Bordello Italia ha chiuso adesso ....c'è chi vi manda a quel paese

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 07/02/2019 - 15:03

"Cucina" Alsikar come siamo diversi... Anzichè i difetti preferirei invece elencare i caratteristici pregi profondamente radicati nel vostro dna: la gallica "cresta", le "bollicine" e "nasino all'insù".

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 07/02/2019 - 15:18

Refuso:"cugina"

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Gio, 07/02/2019 - 16:16

però ...nella foto in realtà ci sono agenti italiani su un treno francese!! AHAHHAH!!!

agosvac

Gio, 07/02/2019 - 17:26

Lasciamolo giocare, visto che si diverte! Tanto si sa che in Francia ha poca vita politica. Un Presidente con solo il 20% di gradimento non può durare a lungo.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Gio, 07/02/2019 - 18:45

"Lo straniero ha superato il confine dall'Italia - avevano tuonato i militari francesi in quell'occasione - e in Italia deve ritornare": mi spiace ma non fa una grinza

att

Gio, 07/02/2019 - 19:12

@i-taglianibravagente: Lei conosce quel detto: cane che abbaia non morde?...non è solo italiano ma addirittura universale...quindi i gendarmi francesi, zitti, "mordono", mentre il fiero "ministro dell'interni degno di questo nome" abbaia...contento lei...(non sono di sinistra, anzi e voto pure Lega...ma non la prossima volta)

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 07/02/2019 - 20:33

pravda99 ore 14,19. La linea TAV taglierà fuori Bardonecchia e Modane, in che modo faciliterà gli sconfinamenti di frontiera? Sekhmet.

kobler

Gio, 07/02/2019 - 22:41

Quelle facce di c...o! Ora si spera che tutti capiscano cosa fanno Francia e Germania........ che sanno solo depredare

Egli

Ven, 08/02/2019 - 00:50

Fanno bene.

VittorioMar

Ven, 08/02/2019 - 08:23

..e perché l'ITALIA non RICHIAMA IL PROPRIO AMBASCIATORE DA PARIGI ??