ArcelorMittal, Di Maio: “Problema governo se Pd presenta emendamento su scudo penale”

Il capo politico del M5s ha parlato della vicenda ArcelorMittal al termine della riunione con i ministri pentastellati lanciando un avvertimento al Pd

Possibili nuovi scossoni per la traballante maggioranza che sostiene l’esecutivo Conte. In merito alla delicatissima vicenda ArcelorMittal, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha affermato che “se il Pd presenta un emendamento sullo scudo è un problema per il governo”.

Secondo il capo politico del M5s, che ha parlato dopo la riunione con gli altri ministri pentastellati, la linea seguita dal premier “ha permesso di smascherare A.Mittal”. "Questo tema del pretesto- ha continuato Di Maio- neanche Mittal l’ha usato e ora vedo che una parte del sistema, anche mediatico”, concentrandosi sull’immunità, “invece di stare con i lavoratori dimostra di stare con Mittal”. Lo stesso Di Maio in mattinata ha avuto un incontro alla Camera con i direttivi 5 Stelle di Montecitorio e Palazzo Madama quasi interamente dedicato alla questione Ilva.

Sulla vicenda è intervenuta anche il ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, che ai microfoni di “In Viva Voce” su Rai Radio1ha dichiarato che “il governo deve fare una cosa molto semplice e doverosa, dimostrare serietà: va tolto ogni alibi a Mittal”.

L’esponente di Italia Viva ricorda che al momento della sottoscrizione dell’accordo da parte di ArcelorMittal con l’allora ministro Di Maio,“le norme in vigore prevedevano le esimenti penali per tutti i lavori di ambientalizzazione”. Successivamente Mittal ha preso a pretesto le modifiche successive “per dire che blocca la produzione: per quello che mi riguarda deve essere messa di fronte alle sue responsabilità, lo Stato deve ripristinare le norme com’erano, e a Mittal deve essere tolto ogni alibi, perché Taranto e l’acciaio italiano non si possono permettere migliaia di esuberi”. Per la Bellanova, la salvaguardia dei posti di lavoro è il punto fondamentale della vicenda mentre ogni altra riflessione in questo momento “rischia di essere un favore all’azienda”.

Commenti

maxfan74

Ven, 08/11/2019 - 18:54

MA SIAMO SICURI CHE IL CONTRATTO SIA STATO LETTO BENE??? NON VORREI CHE LA SOCIETA' AVESSE RAGIONE, SAREBBE UNA FIGURA DI M A LIVELLO MONDIALE.

Ettore41

Ven, 08/11/2019 - 19:09

Non odiare, non vendicarti ma siedi sulla sponda del fiume e vedrai il cadavere del tuo nemico passarti davanti. Sto aspettando il passaggio di PD e 5 stelle. Alleandosi si sono suicidati. Purtroppo stanno mandando a picco l'Italia.

paolo1944

Ven, 08/11/2019 - 19:10

Questi sono dei criminali politici, vanno messi in condizioni di non nuocere, SUBITO. PD vergognoso e succube, sta firmando la fine (speravo in modo diverso, non rovinando l'Italia.).

paolo1944

Ven, 08/11/2019 - 19:13

Pagliacci PD, stampella dei 5 stalle, una fine invereconda.

Libero 38

Ven, 08/11/2019 - 19:14

Questa si ch'e'una grande notizia.Il bibettaro gigino che minaccia il venditappeti di ritirargli la licenza di vendere tappeti.

Anselmo Masala

Ven, 08/11/2019 - 19:35

evvai con le minacce e i ricatti,questi non sanno fare altro,bene bene vediamo chi tra i due ha le palle!!

bernardo47

Ven, 08/11/2019 - 20:28

quel di maio non capisce proprio una sema!

bernardo47

Ven, 08/11/2019 - 20:29

il sole 24 ore da' una lettura dei contratti sottoscritti che darebbe torto al governo, perche' la societa' nei fatti sarebbe libera di "sganciarsi"!

giancristi

Ven, 08/11/2019 - 21:38

Una clausola sullo scudo penale doveva per forza essere prevista. I dirigenti Mittal non sono autolesionisti. Lo stabilimento inquinerà, finché non saranno fatti tutti gli interventi di ambientalizzazione. Per non avere inquinamento, bisognerebbe bloccare il funzionamento dello stabilimento. E' possibile?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 08/11/2019 - 22:00

Preparate le valigie.

lappola

Ven, 08/11/2019 - 22:38

Non è facile far capire qualcosa a Di Maio, ma ci provo. Caro Di Maio, nessuno nega che Arcelor Mittal usi un pretesto per mettere a casa 5000 lavoratori, ma l'emendamento che hai lasciato portare in aula dalla Lezzi è stato lo strumento a cui Mittal si è potuta attaccare. Se questo strumento non ci fosse stato, Mittal non ci si poteva attaccare perciò se la Lezzi fosse stata censurata, la richiesta arrivava lo stesso ma per gli equilibri di forza, il coltello dalla parte del manico lo impugnava il governo mentre ora se stringe troppo si taglia. E tutto per colpa tua. HAI CAPITO ORA? Dubito ...

nunavut

Ven, 08/11/2019 - 23:36

@ bernardo47 Ieri Conte non si lasciò scappare la frase : spezzeremo i reni alla ditta ?? Se fosse vero quello che lei scrive,citando il 24 ore, sarebbe un povero avvocatuccio di provincia vaticana.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 09/11/2019 - 00:23

Bravo Giggino! Tieni duro! Fai cadere il governo! Avrai la nostra eterna gratitudine. E mi raccomando, niente alleanze in e.R.!

Popi46

Sab, 09/11/2019 - 07:04

Questi non fanno altro che avvertire, ma abbiamo capito tutti che si tratta solo di peti,se si va ad elezioni scompaiono

Antonio Chichierchia

Sab, 09/11/2019 - 08:04

Bene, se anche fosse che lo scudo penale non è il ero motivo dell'uscita di Arcelor Mittal, ma che il vero motivo è il crollo dell'acciaio seguito all'introduzione dei dazi americani ...voi conoscete qualcuno, straniero, che sia disposto a perdere milioni di euro al giorno per mantenere l'occupazione degli operai italiani? Gli accordi si rispettano, ma quando si verificano cause impreviste ed imprevedibili bisogna prendere atto che esistono ed agire di conseguenza. Se no c'è la Via Alitalia ....lo abbiamo preso noi contribuenti ... atto.