Arriva la manovrina etica il governo fa cassa sul vizio

Aumentano le accise sulle sigarette. Nuovo prelievo sulle vincite da lotterie e slot machine. Soldi ai Comuni

La formula è vecchia, ma il risultato è noto: aumenteranno le tasse. Il governo ha scelto la locuzione «salvo intese» per sottolineare come la trattazione del capitolo manovrina sia ancora in mano ai singoli ministeri che stanno battagliando per evitare che a ciascuno di essi tocchi il sacrificio maggiore.

«Minimizzare l'impatto», ha detto il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in conferenza stampa alludendo alla spending review che dovrà essere operata nel Def, ma anche ai tagli da 6-700 milioni che dovranno essere effettuati per recuperare parte di quei 3,4 miliardi che Bruxelles esige per recuperare quello 0,2% di Pil tale da far scendere il deficit previsto quest'anno al 2,2 per cento.

Anche se quantitativamente non sarà la stangata di maggiore importo, la manovrina si caratterizzerà per un intento moralizzatore: saranno infatti colpiti i vizi degli italiani. Da un lato vi sarà una revisione dell'accisa sui tabacchi, per circa 150-200 milioni. Dall'altro, sui giochi, si profila una nuova mazzata (almeno 500 milioni), tra tassa sulla fortuna, ossia l'aliquota applicata alle vincite alle lotterie superiori ai 500 euro (attualmente al 6%) ed aumenterà il «Preu», ovvero il prelievo erariale unico sulle slot machine. Dall'anticipo della gara del «gratta e vinci», il cui valore si aggira attorno ai 400 milioni, si attendono altre entrate.

Il resto sono tasse anche se bisognerà dare loro una forma e un volto tra quelle pagine della manovra lasciate in bianco. Il piatto forte è, ovviamente, rappresentato dall'estensione dello split payment dell'Iva anche alle società partecipate dallo Stato (in primis le quotate) che dovrebbe portare 1,3 miliardi di incassi a regime. Una scelta controversa, travestita da lotta all'evasione, ma che priva le aziende fornitrici della pubblica amministrazione di molta liquidità. Ieri, in conferenza stampa, Padoan ha posto l'accento sull'«efficientamento della gestione tributaria», evidenziando come queste misure siano state complessivamente approvate dall'Unione europea. Tale indicazione potrebbe preludere anche a una mini-rottamazione delle liti fiscali attraverso le quali l'erario potrebbe recuperare due o forse tre centinaia di milioni di euro, una replica sotto altre forme della definizione agevolata delle cartelle esattoriali. Se, alla fine, prevalesse questa linea operativa, potrebbe essere ridotta la stangata sui giochi, anche se questi provvedimenti, per loro natura, hanno entità incerta a differenza dei rialzi della pressione fiscale. Molto improbabile, a questo punto, che i «tempi supplementari» vengano utilizzati da Padoan per far digerire al «grande manovratore» Renzi alcune misure di taglio degli incentivi come una stretta parziale sull'«Aiuto alla crescita economica delle imprese» o il Patent box che, se attuate, porterebbero in cassa un paio di centinaia di milioni.

Al contrario, Padoan ha concentrato la presentazione della manovrina sull'istituzione del Fondo da un miliardo di euro l'anno per la ricostruzione delle zone colpite dal sisma nel 2016. «Sono risorse destinate anche alla ripresa dell'attività delle imprese», ha chiosato il titolare del Tesoro. A far da corollario, altre misure a costo zero per l'attrazione degli investimenti e, forse, anche la norma anti-scalate che avrebbe dovuto trovare posto nel ddl Concorrenza.

Ma come questa manovrina non cambi l'atteggiamento di questo governo post-renziano si capisce dal decretino approvato assieme a Def e manovra: 100 milioni per le Province, 400 milioni per le Regioni e sblocco del turnover al 75 per cento per i Comuni. Altro che spending review.

Commenti

moshe

Mer, 12/04/2017 - 08:35

e pensare che il novello cialtrone, come il suo predecessore, aveva assicurato di non aumentare le tasse!

maurizio50

Mer, 12/04/2017 - 08:40

Le solite chiacchiere dei compagni catto e comunisti, utili a mascherare l'unica politica che conoscono, vale a dire quella delle tasse, e buone ad infinocchiare giusto gli im.be cilli che vogliono continuare a votare per il PD!!!!

ceppo

Mer, 12/04/2017 - 09:02

un valido motivo per smettere di fumare, approfittate gente approfittate

pardinant

Mer, 12/04/2017 - 09:17

Che bello il potere del profumo di elezioni, ci vorrebbero ogni anno! Questa volta ce la siamo cavata davvero con poco, qualche anno addietro per la stessa cifra si inventarono l'IMU , ma sono certo che la stessa cifra non era e di fatto se moltiplichiamo una ventina di milioni di unità abitative, sicuramente presenti in Italia, per un costo medio unitario, sicuramente sottostimato di un migliaio di euro, i conti non tornano ( senza fare calcoli dirò che fa venti miliarducci di euro) e..... restava qualcosa per gli amici.

donald2017

Mer, 12/04/2017 - 09:31

manovrina etica: solita pagliacciata taroccata targata PD & C.

macommmestiamo

Mer, 12/04/2017 - 09:51

spero tutti in medicine esseri indefinibili

Fjr

Mer, 12/04/2017 - 09:54

Come al solito niente di nuovo al sole, a proposito si avvicina Pasqua e un bell'aumento anche sui carburanti, le solite accuse che ci accidono dalla guerra in Etiopia di mussoliniana memoria ,1,90 lire ,80 anni di accise augurriiii

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 12/04/2017 - 09:59

un popolo furbo smetterebbe di giocare alle slot, comprare gratta e perdi e smetterebbe di fumare, ma i massoni lo sanno la vostra mente è debole e baterà qualche telefilm con slot e biglietti in vista o qualche attore che fuma per farvi tornare subito il vizio. intanto godetevi la sinistra e l'unione europea che vi impone e vi ordina

Cheyenne

Mer, 12/04/2017 - 10:20

SE MANOVRA ETICA DEVE ESSERE (LEGGI DA STATO ETICO=NAZISMO) TASSARE LE PROSTITUTE E RIAPRIRE LE CASE CHIUSE

Gianca59

Mer, 12/04/2017 - 10:31

Tutto fuorchè la prostituzione....

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mer, 12/04/2017 - 10:45

ovviamente tagli al costo della politica, neanche più se ne parla.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 12/04/2017 - 10:50

-----se la ganja fosse legale potevano tassare pure quella --ma l'aumento delle siga non mi tange---swag

lorenzovan

Mer, 12/04/2017 - 11:46

io avrei decurtato le pensioni retributive ...specialmente quelle dei bivaccanti destricoli su questo forum

lorenzovan

Mer, 12/04/2017 - 11:49

io ho smesso di fumare...dopo 50 anni..e risparmio 300 euros al mese...non ho mai giocato...tipo gratta e vinci o lotterie varie...mai stato coll'idea di arricchirmi per un colpo di fortuna...ma arricchirmi col mio lavoro e i miei sacrifici...e ci sono riuscito!!!!

titina

Mer, 12/04/2017 - 12:01

meglio la tassa sui vizi che sulle cose necessarie per campare

ccappai

Mer, 12/04/2017 - 12:01

Fa piacere che questo giornale sia, invece, a favore del fumo (appare tanto un pubblicità la foto in copertina) e del vizio del gioco che ha mandato al lastrico, e portato al suicidio, centinaia di persone

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 12/04/2017 - 12:05

Ogni volta che guardo per terra vedo strade, piazze e giardini ricolme di mozziconi di sigaretta, basterebbe questo, a mio avviso, per triplicarne il costo, visto che le sanzioni per tale comportamento vengono costantemente inapplicate.

onurb

Mer, 12/04/2017 - 12:05

Stiamo veramente raschiando il fondo del barile. Nel leggere l'articolo mi è sembrato di vedere la scena del debitore che per restituire il prestito ottenuto incomincia a frugare nelle tasche alla disperata ricerca di quattrini. Non si può vivere alla giornata: la politica è pianificazione del futuro dei cittadini che, a loro volta, devono poter contare su situazioni certe per programmare la propria vita. Ma veramente questi governanti pensano di dare un futuro all'Italia continuando a tamponare le falle? Cambiate mestiere, ché la politica è attività troppo impegnativa per le vostre capacità.

rossini

Mer, 12/04/2017 - 12:45

Alla fine la gente non fumerà più. E questo sarà sicuramente un bene perché tutti ne guadagneranno in salute. Ma per il Governo di Gentiloni e di Padoan, che lucra sui vizi della gente sarà una disgrazia.

glucatnt73

Mer, 12/04/2017 - 12:46

E regolamentare la prostituzione no? Sinistrati cerebrolesi!

carvan1234

Mer, 12/04/2017 - 13:00

Il Governo fa cassa sui vizi ? Vuoi vedere che dopo decenni e decenni, per una volta abbiamo un Governo che fa una cosa intelligente !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 12/04/2017 - 13:07

visto che si è parlato del surriscaldamento della terra, essendo un problema dell'uomo e più la demografia aumenta, più si vuole che tutti siano con i consumi allo stesso livello, o si cambia, con la mentalità di fare tanti figli, oppure aumentare il costo del carburante, in modo che il vizio di usare l'auto, come un mezzo per passare il tempo in giro per diletto, cessi. Ma siccome non è solo l'auto ad incrementare il surriscaldamento, io opterei ad una decrescita rapida della popolazione mondiale, limitando molto le nascite, anche disincentivando. Basta bonus bebè, stai rovinando il mondo. Altrimenti non parliamo più della salvezza del pianeta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 12/04/2017 - 14:10

Quello che nessuno commenta è lo SPLIT PAYEMENT dell'IVA!!! Questa si che è una bella STANGATA specialmente per le piccole e medie imprese, che dovranno correre in BANCA a farsi prestare soldi!!! AMEN. Buenos dias dal Nicaragua. PS Ho smesso di fumare 38anni fa!!! e sono andato in pensione col metodo CONTRIBUTIVO caro Lorenzone.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 12/04/2017 - 14:44

Io per ripicca smetterei di fumare...che goduria..COSI' IMPARANO...DICIAMO CHE LO SCHIFO NON HA LIMITE..

Royfree

Mer, 12/04/2017 - 15:52

Alla fine, io fumatore, pagherò le mance date a quelli che già riuscivano a mettere dignitosamente il piatto a tavola, ovvero, la maggior parte dei dipendenti della PA, notoriamente parassiti Statali.

LOUITALY

Mer, 12/04/2017 - 15:54

soldi per insoliti papponi amic ndegli amici

onurb

Mer, 12/04/2017 - 16:01

carvan1234. Mi domando dove lei sia vissuto finora. Da sempre i governi hanno tassato i vizi dei cittadini, dall'alcol, alle sigarette, alle lotterie, ai gratta e vinci, ecc. Pertanto il governo Gentiloni non sta facendo una cosa giusta, ma semplicemente sta copiando i predecessori, sintomo, questo, di una incapacità assoluta di fare finalmente ciò che serve all'Italia: tagliare le spese dello stato. Poi può anche tassare i vizi, ma finché non metterà mano al taglio delle spese noi continueremo a essere spolpati dalle tasse sotto le voci più disparate.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 12/04/2017 - 17:36

Se le infrazioni al codice della strada e il gioco sono messi in bilancio per appianare i conti degli Enti Locali e dello Stato, siano allora benedetti gli indisciplinati e i viziosi...non è forse questo che vuole farci capire il nostro Governo degli onesti?

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 12/04/2017 - 20:21

gli invasori da mantenere aumentano giorno dopo giorno

Popi46

Gio, 13/04/2017 - 06:33

Mai successo! Miseria,che fantasia!