La badessa Annunziata politica frustrata che censura i colleghi

Vuole vietare a Vespa di seguire la campagna elettorale, ma è un esempio di partigianeria

Bruno Vespa avrà ripensato al termine con cui ha definito affettuosamente, ma mica tanto, Lucia Annunziata in uno suo libro sulle donne italiane («se posso, una rompicoglioni»). La giornalista che «sa quattro lingue ma non ne parla nessuna» (questa invece è di Sabina Guzzanti) si è battuta, peraltro inutilmente, per vietare che Porta a porta e altri programmi con conduttori inquadrati in Rai con un contratto artistico (e per questo, pagati molto più della Annunziata) si possano occupare di politica ospitando i leader in campagna elettorale. Fosse per la Annunziata, niente politica da Vespa, solo dai giornalisti veri come lei. «Col contratto da artista non si può seguire il voto, non ce l'ho coi colleghi ma la politica deve far rispettare la legge in tempo di par condicio», ha sentenziato sul Fatto la badessa di Sarno, riuscita a farsi pagare dalla Rai (sempre prodiga con i giornalisti organici alla politica, specie di sinistra) fino a 460mila euro per quattro interviste al mese (stipendio poi ridotto per rispettare il tetto di legge di 240mila euro).

Insomma solo un giornalista contrattualmente definito come tale può intervistare un politico, assicurando la giusta imparzialità e oggettività. Una dote che non tutti sono disposti a riconoscere nella carriera, schieratissima, della Annunziata, da giovane sessantottina figlia di ferroviere comunista («ero una militante scatenata) a redattrice del Manifesto fino alla Rai, prima a RaiTre, feudo del Pci, poi la presidenza «di garanzia» del manicomio Viale Mazzini e quindi i programmi. Avendo coperture trasversali (è pure nel club dell'Aspen Institute), di solito preferiscono non mettersela contro. Con qualche eccezione, tipo Giovanni Minoli che l'ha asfaltata: «Non è capace. È una donna molto intelligente ma è una politica frustrata e quindi lei ha il problema di dire che sa. Ogni domanda è un piccolo editoriale. Invece l'intervista è esattamente il contrario. Devi fare venire fuori l'altro» (già in passato l'aveva accusata di avergli copiato il format di Mixer, e di avere il difetto che «vuole sempre dirti che la sa più lunga di te. Ogni sua domanda è un editoriale»). Più truce il ricordo di Mario Luzzatto Fegiz, storico critico del Corriere della sera: «Quando dirigeva il TG3 andava in bagno scalza, perché lasciava le scarpe sotto la scrivania. Una vera signora. Con i giornalisti maschi usava un linguaggio da caserma. Ma il suo vero limite è sempre stata la sintassi, la scarsa conoscenza dell'italiano. E il carisma televisivo di una verza».

Organicissima, da giovane del Manifesto frequentava i giovani della Fgci e futuri leader e ministri Ds, c'è una vecchia foto di lei con Veltroni, Mussi e D'Alema che guardano assorti Giorgio Amendola. «Lo consideravamo un dio» dirà la Annunziata. Nell'estesissima categoria dei giornalisti italiani legati al Pci-Ds-Ulivo-Pd, la Annunziata è stata catalogata nell'area «dalemiana». In effetti uno dei pochi a cui non ha fatto saltare i nervi nelle sue interviste-editoriale che spesso si concludono a pesci in faccia. Celebre quando portò all'esasperazione Berlusconi durante la campagna elettorale del 2006 («Lei ha dei pregiudizi nei miei confronti, vado via. Dovrebbe provare un po' di vergogna»). Ma anche il povero Francesco Rutelli, sotto pressione (suo malgrado, non c'entrava niente) per le ruberie dell'ex tesoriere della Margherita, perse le staffe davanti al rullo compressore della Annunziata: «Ma lei ancora insiste? Devo querelare anche lei? Ancora mi rompete le palle con questa storia!». Peggio ancora con Alfano allora leader del Pdl, partito che la Annunziata definì in diretta di «impresentabili», come se fosse un avversario di un altro schieramento e non il giornalista che conduce l'intervista. La Rai fu costretta a richiamarla per l'eccessiva partigianeria. Mentre la Vigilanza, ieri, ha bocciato il lodo Annunziata: potrà occuparsi di politica anche Vespa. Che si toglie il sassolino: «Spiace che parli di un tema così delicato senza documentarsi. Non esistono leggi a mio favore. E non c'è nessuna legge a favore. E non c'è nessuna ragione per sollevare un tema che in campagna elettorale non si è mai posto».

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Ven, 12/01/2018 - 15:20

...«se posso, una rompicoglioni»... Emerita e insuperabile, aggiungo io!

c'eraunavoltal'Uomo

Ven, 12/01/2018 - 15:24

SANTORA E ANNUNZIATO, DUE DUE DIALOGATORI MONOLOGISTI PER CUI FAR DOMANDE ALL'OSPITE NON PRESUPPONE LA POSSIBILITA' CHE EGLI RISPONDA....

c'eraunavoltal'Uomo

Ven, 12/01/2018 - 15:26

ANNUNZIATO E SANTORA, DUE DIALOGATORI MONOLOGISTI, PER CUI PORRE DOMANDE ALL'INVITATO, NON PRESUPPONE LA LIBERTA' CHE EGLI RISPONDA.....

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Ven, 12/01/2018 - 15:36

Miliardaria comunista da mandare in fonderia, in tuta, per almeno 20 anni.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 12/01/2018 - 15:38

Non so a quali "frustrazioni" essa sia sottoposta. So solo che io non la apprezzo, né la posso censurare. Comunque, quando la vedo in TV cambio canale.

DRAGONI

Ven, 12/01/2018 - 15:46

TRATTASI DI BIECO FASCISMO ROSSO OVVERO DI STALINISMO APPLICATO ALLA ATTUALE CAMPAGNA ELETTORALE AL TERMINE DELLA QUALE LE SINISTRE SI ASPETTANO DI ANDARE INCONTRO AD UN LUNGO PERIODO DI OPPOSIZIONE.

leopard73

Ven, 12/01/2018 - 15:58

Una con il cervello bacato vergognati BECERA KOMUNISTA.

greg

Ven, 12/01/2018 - 16:02

A lavorare in una stalla, con il forcone, a pulire il letame delle vacche

beale

Ven, 12/01/2018 - 16:11

Basta! non se ne può più di Annunziata. sembra che siano passate ere geologiche ma ricordiamo che è stata presidente della rai dando un notevole contributo al casino politico attuale.

accanove

Ven, 12/01/2018 - 16:18

non considerando il cervello che è "improponibile" (anche se è stato la sua fortuna in quel rosso carrozzone) è oltretutto inguardabile in senso stretto che pure televisivo

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 12/01/2018 - 16:33

Non seguo molto la "livida" Annunziata ma ,essendo ella onnipresente in RAI, mi capita di vederla ;non credo di averla mai vista ridere o di buon umore . Sembra auspichi per l'Italia un futuro grigio,senza sole,tipo DDR ,di deprecabile memoria. Mi permetterei di consigliare qualche "canna",beninteso ad uso terapeutico,per rilassarla un attimo e farle sospettare che la nostra politica è sostanzialmente una farsa da non prendere troppo sul serio.

jeanlage

Ven, 12/01/2018 - 16:37

Forse mi sbaglio, ma mi sembra di ricordare che qualche anno fa una sua ex collaboratrice l'aveva accusata di molestie e discriminazioni a sfondo sessuale. Se fosse vero, rientrerebbe perfettamente nella campagna "Me too" di adesso, solo che "anche lei" era dalla parte di Weinstein.

dagoleo

Ven, 12/01/2018 - 16:38

Insopportabile e d'una ignoranza lessicale fastidiosa. Una pessima giornalista che ha fatto carriera solo grazie alle tessere di partito.

diesonne

Ven, 12/01/2018 - 16:39

diesonne lucia annunziata nome evocativo e splendido,ma è stato detrupato nelle funzione che svolge,meglio sarebbe oscura denunziatice per i suoi modi sprezzanti nei confronti di chi nonn si allinea al suo oscuro pensiero

GioZ

Ven, 12/01/2018 - 16:44

Questa è un'altra che non ci toglieremo mai dalle scatole. Quelle poche volte che l'ho vista, aspettavo che le lunghissime domande avessero fine per poi attendere una risposta dall'ospite, subito interrotta dopo nemmeno 10 secondi. Segue la sua scuola anche Corrado Formigli che suda freddo nell'ascoltare, è più forte di lui e blocca le risposte dell'ospite parlandoci sopra, anche lui per far vedere come è bene informato.

Ritratto di enzo33

enzo33

Ven, 12/01/2018 - 16:45

Ma si, lasciatela sola, ignoratela, tanto chi la sente, è sempre convinta che in Italia esiste il partito comunista, mi sembra quel famoso giapponese che a dieci anni dalla fine della guerra continuava a stare rintanato.

Ritratto di adl

adl

Ven, 12/01/2018 - 16:46

Sessantamila euro ad intervista, sono solo 1.000 € al minuto, considerando la doppia mezz'ora e la statura professionale della giornalista, e la notorietà della sua trasmissione ovvero "TELEPRESENTABILI". Per un compenso così modesto, da far invidia alle tute blu a cassa integrazione scaduta, immagino che sposerà politicamente la causa del neo partito LEUD, LIEBERI E UGUALI, DIVERSAMENTE-PANTALONRETRIBUITI.

Tarantasio

Ven, 12/01/2018 - 16:47

mai avuto il brutto vizio di guardare tv...

sale.nero

Ven, 12/01/2018 - 16:57

Il tempo passa ma conferma il DNA. "Ipse dixit", la madre badessa, sicura di avere detto una verità "super partes", lei che è una vera giornalista e che coi sui sensi illimitati capisce per il nostro bene.

manson

Ven, 12/01/2018 - 17:05

Classico esempio di kompagna ben pasciuta grazie ai soldi altrui rancorosa piena di invidia sociale che cerca di dettare legge grazie ai politicanti amici suoi. Di esseri così purtroppo è piena L Italia

Nick2

Ven, 12/01/2018 - 17:18

Non vi capisco. Siete sempre e comunque contro Fazio e stavolta lo difendete (difendendo Vespa). Questi due personaggi hanno preferito essere pagati dalla RAI come artisti e non come giornalisti per eludere il tetto della retribuzione massima. Se sono artisti, facciano gli artisti e lascino ai giornalisti il compito di intervistare i politici in campagna elettorale. La Annunziata ha perfettamente ragione. Che sia antipatica o simpatica, di destra o di sinistra, sgrammaticata o meno, bella o brutta non ha importanza. HA RAGIONE. Dovete essere onesti intellettualmente!

Zizzigo

Ven, 12/01/2018 - 17:28

Pensieri "certi" possono albergare solo in teste "certe"! In quelle ambigue il caos.

il sorpasso

Ven, 12/01/2018 - 17:36

Una giornalista insopportabile e odiosa che percepisce uno stipendio da favola grazie solo al PD. Quando la vedo in TV cambio immediatamente canale per non vomitare!|

cool_wool

Ven, 12/01/2018 - 17:59

io gli farei una lettera di raccomandazione per la bbc...le referenze non mancano...

Ritratto di makko55

makko55

Ven, 12/01/2018 - 18:09

Può essere usata solo per spaventare i bimbi capricciosi al posto del lupo mannaro!

Cheyenne

Ven, 12/01/2018 - 18:19

annunziata una cosa inutile che solo la rai può stipendiare

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 12/01/2018 - 18:21

Con tutti i canali tematici che dispone la RAI perché non ne usano uno come arena per i candidati alle votazioni cicliche ... libererebbero i blasonati mediatori delle logorroiche e inconcludenti farse che sono costretti a sostenere per mantenere alto il picco d'ascolto. Vedi Rai Scuola e simili o il canale dei deputati o del senato.

forbot

Ven, 12/01/2018 - 18:30

E' ora di preparare il fagotto. Avete fatto il vostro tempo ! Niente di strano; anche i " Massimi " sono trapassati lasciando agli altri solo guai

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 12/01/2018 - 18:33

Ed infatti non hai visto nessun mio commento Nick 17e18!!! AMEN.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 12/01/2018 - 18:55

E' il solito motto, loro possono fare, gli altri no. Hanno spappolato i maroni con questi mantra.

PDIsla§

Ven, 12/01/2018 - 19:00

La Sarnese ex presidente della Rai con una buonuscitamilianaria come il PEZZENTE SANTORO.è la giornalista più pagata al mondo: prende 26mila euro per ogni ora in video 26 Febbraio 2017 22aaa Lucia Annunziata è la giornalista più pagata al mondo: prende 26mila euro per ogni ora in video.ALLA FACCIA DI kaiser.

PDIsla§

Ven, 12/01/2018 - 19:00

La Sarnese ex presidente della Rai con una buonuscitamilianaria come il PEZZENTE SANTORO.è la giornalista più pagata al mondo: prende 26mila euro per ogni ora in video 26 Febbraio 2017 Lucia Annunziata è la giornalista più pagata al mondo: prende 26mila euro per ogni ora in video.ALLA FACCIA DI kaiser.

fifaus

Ven, 12/01/2018 - 19:03

E' vero: l'Annunziata è insopportabile, arrogante, supponente e, da verace sessantottina,perennemente in lotta con la sintassi. In questo caso però ha tecnicamente ragione. Va anche detto però che sarebbe il caso di abolire il fascistissimo ordine dei giornalisti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 12/01/2018 - 20:10

Matura racchia strabica perizomata rossa falce e martello con pancia cadente a coprire il perizoma, il peggio della rappresentazione feminile, una costante con le donne insodisfatte di sinistra

MOSTARDELLIS

Ven, 12/01/2018 - 20:35

Che RAI di m....

Silvio B Parodi

Ven, 12/01/2018 - 21:18

Annunziata: Brutta antipatica, Comunista, Ignorante, milionaria, (comunista!/????????) mi hanno detto pure che le puzzano i piedi!! e gli italbeoti pagano, ahahahahahahahahahahahah

Silvio B Parodi

Ven, 12/01/2018 - 21:28

Nick e' uno pseudonimo.... lui in verita'; si chiama da solo quando si guarda lo specchio!!! perche ha vergogna di svelare il suo vero nome, io lo so: si chiama Nikita Jilevic Raul Kim Sun 1 Pol Pot, e di cognome fa: Ciaucescu Stalin Lenin Cretinetti in vacanza permanente effettiva dimorante al Cottolengo di Torino!!!

Arduino2009

Ven, 12/01/2018 - 22:32

Solo tempo perso, fece bene Berlusconi che la salutò prima che finì di intervistarlo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 12/01/2018 - 23:47

Lei che accusa gli altri di partigianeria? E vuole eliminarli? Metodi stalinisti rispolverati? Da ridere...

cindy_rella

Sab, 13/01/2018 - 02:31

bracco: la tua fine analisi critica sull'attività professionale di LA farà storia.

routier

Sab, 13/01/2018 - 15:40

Non critico ne disprezzo la Annunziata. Mi limito ad ignorarla.