Barcone con 450 immigrati: l'ira di Salvini, ​nuovo scontro Roma-Malta

Tensione alle stelle. Malta non interviene e lascia passare il barcone alla volta dell'Italia. L'ira di Salvini: "I porti italiani sono chiusi"

La risposta del governo Conte è stata unanime. Del barcone partito dalla Libia con a bordo 450 immigrati deve farsi carico Malta. Questa volta non è solo Matteo Salvini a sbarrare l'ingresso ai porti italiani. Con la stessa fermezza sono, infatti, intervenuti prima il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, poi il titolare delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Ma dalla Valletta il portavoce dell'esecutivo, Kurt Farrugia, fa capire senza troppi giri di parole che le autorità maltesi non si faranno carico dell'ennesima carretta partita dal Nord Africa alla volta dell'Europa. "Abbiamo contattato le persone che si trovavano a bordo, ma ci hanno detto che volevano procedere verso Lampedusa", si è giustificato creando un nuovo, insanabile scontro con Roma.

I nervi sono a fior di pelle. Con Malta che, come al solito, evita di intervenire nel soccorso del barcone sul quale, secondo fonti della Farnesina, navigano "minori con necessità di assistenza urgente". Non appena Salvini è stato messo al corrente dell'ennesima carretta del mare partito alla volta dell'Italia si è dimostrato irremovibile. "Come promesso, io non mollo", ha scritto su Facebook chiedendo al governo della Valletta di intervenire dal momento che l'imbarcazione, un barcone di ferro di una ventina di metri, si trovava in acque di competenza di Malta sin da questa mattina. Le ore, però, sono passate e dai porti della Valletta non sono partite navi in soccorso dei 450 immigrati che avevano ripreso a navigare in direzione dell'Italia. "Sappiano Malta, gli scafisti e i buonisti di tutta Italia e di tutto il mondo che questo barcone in un porto italiano non può e non deve arrivare - ha chiarito il ministro degli Interni - abbiamo già dato, ci siamo capiti?". Lo stesso messaggio di chiusura è arrivato, nel giro di breve dalla Farnesina ("La responsabilità del soccorso al barcone individuato in acque Sar maltesi spetta a Malta e lo sbarco dovrà avvenire in territorio maltese") e dal ministero delle Infrastrutture ("Per la legge del mare è Malta che deve inviare proprie navi e aprire il porto. La nostra Guardia Costiera potrà agire, se serve, in supporto, ma Malta faccia subito il suo dovere").

Il governo maltese, però, non vuole sentir ragioni. "Abbiamo soddisfatto tutti gli obblighi previsti dalle convenzioni internazionali applicabili sul coordinamento degli eventi di ricerca e soccorso", ha chiarito Farrugia parlando con il Times of Malta. "Quando abbiamo ricevuto l'informazione - ha continuato - la nave era a circa 53 miglia nautiche da Lampedusa e 110 miglia nautiche da Malta". Contattate, le persone a bordo avrebbero espresso l'intenzione di procedere verso Lampedusa. "Visto che la nave era in alto mare - ha, quindi, concluso Farrugia - Malta non aveva l'autorità per dargli istruzioni". In realtà, in una nota inviata all'ambasciata della Repubblica di Malta a Roma, già alle 04:25 il Maritime Rescue Coordination Center italiano aveva informato la Valletta della presenza di un barcone "in area Sar maltese". Non solo. Alle 06:52 le autorità maltesi avevano poi comunicato "l'assunzione del coordinamento delle operazioni di soccorso e l'invio in area di un mezzo aereo" che, un paio d'ore più tardi, aveva individuato "l'imbarcazione alla deriva ancora in area Sar maltese". In tutto questo tempo la Valletta non ha mai dislocato in mare le proprie navi.

Commenti

giancristi

Ven, 13/07/2018 - 22:58

Lasciarli in mare un mese! Basta con questi parassiti. Non li ha chiamati nessuno. Stiamo a vedere se Mattarella interviene di nuovo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 13/07/2018 - 23:04

Dunque il barcone visto che Malta lo ha lasciato passare, NON sta naufragando e quindi non sono in pericolo, lasciatelo arrivare coi suoi mezzi controllando (e non e difficile) dove approdera. E li aspettateli con la polizia di frontiera per controllare i passaporti. Chi non li ha SUBITO caricato su una nave militare Italiana, con destinazione Tripoli!!! AMEN.Dopo qualche esempio del genere, NON parte piu nessuno

gio777

Ven, 13/07/2018 - 23:04

e mo?

tosco1

Ven, 13/07/2018 - 23:10

Io penso che saranno tutti raccomandati telefonicamente da Mattarella. Vediamo se ha il coraggio di dare un sollecito anche a Salvini.

isaisa

Ven, 13/07/2018 - 23:19

Mandate una motovedetta che lo rimorchia fino al porto di partenza. troppo comodo lavarsene le mani e scaricare tutti in Italia. Imbarcano qualche donna e qualche minore per suscitare pena, è una tattica ! Adesso questi arrivano vicino alla costa e levano il tappo per essere soccorsi, è ora di finirla con queste sceneggiate!

Drprocton

Ven, 13/07/2018 - 23:19

Ma sono naufraghi stremati dalla guerra e dalla fame ai quali non deve importare nulla di dove arriveranno basta che vengono tratti in salvo o possono decidere la destinazione perché già preventivamente inclusa nel biglietto? Grazie ai pulcinella con le magliette rosse italiani veniamo ormai sbeffeggiato anche dai finti profughi? Roba da manicomio

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 13/07/2018 - 23:29

"Ci hanno detto che volevano procedere verso Lampedusa" Allora significa che NON HANNO ALCUNA EMERGENZA, ALTRIMENTI IL PORTO PIU` VICINO ERA UNA MANNA. E se non hanno emergenze, RESTINO PURE IN CROCIERA. Quando chiederanno soccorso, SIANO RIMORCHIATI AL PUNTO DI PARTENZA da motovedette ARMATE!

Pigi

Ven, 13/07/2018 - 23:35

Purtroppo bisognerà usare la forza e prendere decisioni che possono causare morti tra i clandestini, bisogna esserna consapevoli e tenersi pronti a ribattere ai media schierati con i clandestini. L'alternativa è far entrare chiunque e finire invasi. Occorrono i respingimenti: prendere i clandestini con la forza e riportarli indietro in prossimità delle coste libiche.

Blueray

Ven, 13/07/2018 - 23:35

L'Italia intervenga e dia una spintarella al barcone alla volta di Malta. Siamo meno bravi dei maltesi?

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 13/07/2018 - 23:37

Stiamo a vedere se i nostri sedicenti alleati grillini tengono il buridone. Altrimenti, forse sarà il caso che Salvini stavolta pensi seriamente a far saltare il banco. Abbiamo ingoiato porcate di non poco conto come il degreto dignità, il taglio dei vitalizi (a metà perché F.I. non vuole) e altre trovate di bandiera e prive di qualsiasi resa politica, oltre che economica. Questa dell'invasione però è troppo grossa e qui si tratta di tener duro o perdere completamente la faccia.

Malacappa

Ven, 13/07/2018 - 23:49

Porti chiusi, porti chiusi, porti chiusi, pure noi facciamo orecchie da mercante se vanno a picco chi se ne frega bisogna dare una scossa e che sti invasori sappiano che la pacchia e' finita forza Matteo.

Royfree

Ven, 13/07/2018 - 23:59

Probabilmente questo barcone alla fine approderà in un nostro porto. Le magliette rosse esulteranno, la sinistra griderà vittoria, i buonisti e benpensanti manifesteranno gioia e una piccola parte di questo paese sarà contento. Contento di essere la pezza dei piedi dell'Europa. Un Europa fatta di ipocriti furbetti che ha deciso a tavolino che l'Italia deve decadere. Che il popolo non conta niente e chi lavora è produce denaro deve mantenere e sostenere parassiti trogloditi ignoranti e incivili capaci solo di procreare al'infinito. Salvini sarà sconfitto. Ma la sua sconfitta è la nostra fine, la vostra fine e la fine di un popolo geniale. Vedremo quanti Leonardo, Galileo, Ferrari e tanti altri nasceranno da questa feccia.

lavieenrose

Ven, 13/07/2018 - 23:59

sono in Spagna da venti giorni per lavoro, sento tutte le sere i notiziari spagnoli, se va bene due minuti sui migranti in Italia e stop. Gli spagnoli con cui lavoro mi hanno detto che gli italiani sono dei cojones (testuale) perchè loro i barconi mica li soccorrono, non ne parlano e basta, che si arrangino los otros o che vadano ad ingrassare los pescados. Che rabbia mi è venuta, pure cojones sono come italiano.

lavieenrose

Ven, 13/07/2018 - 23:59

sono in Spagna da venti giorni per lavoro, sento tutte le sere i notiziari spagnoli, se va bene due minuti sui migranti in Italia e stop. Gli spagnoli con cui lavoro mi hanno detto che gli italiani sono dei cojones (testuale) perchè loro i barconi mica li soccorrono, non ne parlano e basta, che si arrangino los otros o che vadano ad ingrassare los pescados. Che rabbia mi è venuta, pure cojones sono come italiano.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 14/07/2018 - 00:20

Sto sempre con Salvini. E' ora d ifinirla. A meno che... i sinistri, che si dichiarano buonisti anche se falsamente, li portino tutti a casa loro, da mantenere in toto. Allora sottoscrivo, anzi vado di persona a prenderne altri sulle coste, come hanno fatto loro fino adessoe continuano, continuano..

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 14/07/2018 - 00:20

In 15 ore ha percorso 38 miglia, arrivando in acque italiane alle 19:20; quindi non era alla deriva. A quest'ora, poco dopo mezzanotte, sarà già in vista di Lampedusa e nessuno l'ha fermata. Chi difende i nostri confini? La Marina Militare? Assente. La Capitaneria di Porto? Assente. E non si dica che dobbiamo controllare 7000 km di coste, perché le rotte sono sempre le stesse e facilmente controllabili.

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 14/07/2018 - 01:01

Il segno di debolezza dato da Mattarella portera' conseguenze.

Anonimo (non verificato)

Mefisto

Sab, 14/07/2018 - 02:05

Salvini tieni duro. Se proprio vedi che non ce la fai, che li hai tutti contro, da Mattarella al Papa, ai magistrati rossi e via di seguito, fai saltare il banco, ed alle prossime elezioni farai il pienone.

pier1960

Sab, 14/07/2018 - 06:16

per far saltare il governo la cloaca catto comunista e i suoi alleati europei le provano tutte....

pier1960

Sab, 14/07/2018 - 06:19

in italia abbiamo problemi più seri: milioni di disoccupati e di poveri....BASTA FARCI CARICO DEI PROBLEMI DELL'AFRICA (peraltro irrisolvibili visto che l'aspirazione della maggior parte degli africani non è lavorare ma stazionare davanti i supermercati e chiedere l'elemosina,,,d'altra parte si ispirano ai comportamenti del clero italiano: chiedete e vi sarà dato....

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Sab, 14/07/2018 - 06:33

Chiamatela pure congiura, ormai ne ha tutta l'aria. A chi giova? Non è il 2011, purtroppo per "lorsignori". Tra non molto, la resa dei conti finale che li spazzerà via come pattume marcito, per questo siamo molto sereni. Persino "divertiti". Stavolta abbiamo un intero Popolo alle spalle. Con il Popolo, la gente comune e una Nazione, oltre un certo limite è meglio non giocarci. - In vista del peggio: BLOCCO NAVALE, poi possiamo anche staccare la spina.

Duka

Sab, 14/07/2018 - 06:53

In qualche modo saranno dirottati in Italia: CI POTETE GIURARE.

pollicino46

Sab, 14/07/2018 - 07:09

..è evidente che si tratta di provocazioni belle e buone...quindi come dice Salvini assolutamente non mollare.

Ritratto di gianky53

gianky53

Sab, 14/07/2018 - 07:21

Si dovrebbe stabilire da dove è partito e come abbia fatto ad aggirare i controlli fino ad avventurarsi in alto mare. Si dovrebbe poi bloccare al limite delle acque territoriali italiane, come fanno in Australia, rifornirlo di viveri ed acqua ed aspettare che il tempo faccia il resto. LA SCENEGGIATA DEVE FINIRE O SAREMO TRAVOLTI.

portuense

Sab, 14/07/2018 - 07:52

fare come in australia, tenerli fermi in acque internazionali finche si stancano e se ne vanno, dare cibo,acqua e medici e poi basta....

antonmessina

Sab, 14/07/2018 - 08:15

perche malta puo chiudere i porti e noi no? che ci sia di mezzo pd e pdr?

uberalles

Sab, 14/07/2018 - 08:25

Le soluzioni sono due: dichiariamo guerra a Malta, oppure facciamo dono di Lampedusa alla Libia, fate voi!

Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Sab, 14/07/2018 - 08:29

La Marina Militare deve proteggere le acque teritoriali, a cosa serve la marina allora?Respingere i barconi e riportarli da dove sono partiti e se si ribellano gli extracomunitari,le maniere forti. Un paio di colpi in aria e se non bastano in testa allora.

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Sab, 14/07/2018 - 08:59

1)Immigrazione: programmata da Criminali già in Libia? Come può un barcone così grande non intercettarlo? CHIEDO: PERCHÉ' NON MAI NON ADOPERARE QUESTE STRUTTURE PER SABOTARE I SCAFISTI? OVVERO, CENTRO SPAZIALE DI MATERA E DEL FUCINO? E come mai queste ONG pronte a soccorrerle, ma prima cosa faceva la calza? Credo che le indagini, debbano seguire i soldi, tra Svizzera e Paesi Fiscali guarda caso, su Territori, UE e Commonwealth altrove svuotando i conti, altrimenti diventa guerra vinta dei Criminali e Buonisti interessati al guadagno sulla pelle di questi poveri disgraziati, solo perché hanno Politici corrotti e incapaci seppure abbiano miniere, petrolio, risorse, ma che li hanno tolto anche le mutante? Non dimentichiamo che il due Napolitano - Monti aveva stesso sistema continuando a svuotare i Cittadini di Diritti e Lavoro!

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Sab, 14/07/2018 - 09:00

2)Immigrazione: programmata da Criminali già in Libia? Infatti, coi Sinistri che odiano l’avversario, forse, quando si stava peggio con il Governo dello Statista Bettino Craxi non eravamo la 4-5^ potenza Economica del Mondo, mentre Semper Fidelis, Buonisti, la Sinistra, gli fecero la Festa a Governo Craxi, mentre loro festeggiavano ballavano sotto le Querce alle Feste dell’Unità, intanto,Primo Greganti alias, il Compagno G, nonostante trovati in auto 1,8mld£, subì poche conseguenze dalle inchieste milanesi, anzi beneficiò della crisi che travolse i Partiti DC, PSI, PSDI, PLI, PRI, anzi, divenne anche famoso perché, a differenza di altri accusati sui quali la pressione della carcerazione e delle accuse Pubbliche ottenne rapide ed estese confessioni, durante i tre mesi che passò in arresto a San Vittore si dichiarò innocente, e si rifiutò di attribuire al PCI rapporti con il ricco c/c Bancario denominato “ Gabbietta” a lui intestato!

steacanessa

Sab, 14/07/2018 - 09:35

Prima migranti, poi immigrati. Volete una buona volta definirli per quello che sono? CLANDESTINI!

steacanessa

Sab, 14/07/2018 - 09:42

Noi siamo alla frutta con i clandestini, Malta, piccolo scoglio nel mediterraneo, ha esaurito anche la frutta. la finzione chiamata europa latita, interrompere il versamento del contributo annuale e mandarla a quel paese finché non ci rispetta.

babilonia

Sab, 14/07/2018 - 10:08

Devo sentire anche questa ."contattate le persone a bordo hanno espresso il desiderio di procedere verso Lampedusa". E se dicevano di volere andare a Montecarlo, che si fa, si scortano fino alla ridente città monegasca? Va a finire che questi finti profughi possono decidere di andare dove gli pare....

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 14/07/2018 - 10:18

messaggi intercorsi : roma a malta-per favore, dovete prendervei,voi!..malta : NOOOO!!! roma: ah sìììì, allora mandiamo la gdf e gc a prelevarli e restituiamo il barcone ai negrieri!!!

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 14/07/2018 - 11:01

Ma-re profumo di ma-re, qui il negretto non dovrà più a-ttra-ccare XD

DRAGONI

Sab, 14/07/2018 - 11:15

blocco navale ,con mezzi della marina militare , con pattugliamento aereo navale delle acque antistanti la Libia!No al blocco dei porti italiani. I barconi devono essere fermati in acque internazionali e consegnati immediatamente ai mezzi libici.

Marcolux

Sab, 14/07/2018 - 11:35

Ho già capito come andrà a finire. Ce li prendiamo tutti noi anche questa volta!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 14/07/2018 - 17:48

prima in Italia ci vuole un vero governo stabile che sa quello che vuole non come ora.TIRAMOLLA...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 14/07/2018 - 17:50

sono convinto che questo governo non durerà molto e la sinistra andrà ancora al potere...