Berlusconi attacca Prodi: ci ha impoveriti con l'euro

Il Professore replica e il Pd accusa: insegue la Lega. Il leader guarda avanti: "La vittoria è a un passo"

«Sento che il traguardo è a un passo». Silvio Berlusconi saluta il nuovo anno con una intervista al Corriere dell'Umbria, ma anche con un tweet spiritoso in risposta alla vignetta di Giannelli che sul Corriere della Sera lo ritrae mentre si guarda in uno specchio in cui un 81 si trasforma in un 18. Un riferimento all'età percepita che il presidente di Forza Italia accoglie con ironia: «Non ho nulla da eccepire», scrive sul social network, aggiungendo una faccina sorridente. Nell'intervista c'è spazio anche per un aneddoto sul suo rapporto con l'Avvocato (si racconta che essendo entrambi abituati a dormire poco e svegliarsi molto presto a volte si sentissero telefonicamente nelle primissime ore della mattinata). «Nel 1994 andai a spiegare all'avvocato Agnelli, le ragioni per le quali ero costretto a scendere in campo. Mi ascoltò con molta cortesia e mi fece molti auguri. Poi, con i suoi collaboratori, commentò: lasciamolo fare, se vince abbiamo vinto tutti, se perde ha perso solo lui». Berlusconi torna anche a puntare il dito contro la transizione dalla lira all'euro: «L'introduzione dell'euro con quelle modalità e a quei valori improvvidamente accettati da Prodi, ha dimezzato i redditi e i risparmi degli italiani», è l'affondo contro l'allora presidente del Consiglio. Un attacco che suscita la reazione del Professore: «È surreale che Silvio Berlusconi punti il dito accusatorio per la gestione dell'introduzione dell'euro. E ci sarebbe da ridere perché fu proprio il suo governo che non volle gestire questa fase come invece avvenne in tutti gli altri paesi». Lo appoggiano il dem Maurizio Martina che attacca Berlusconi sostenendo che «fu il suo governo a non volere le commissioni di controllo e l'obbligo dei doppi prezzi esposti» e il super-europeista e promotore di una lista pro-Ue con Emma Bonino, Benedetto Della Vedova per il quale «con Berlusconi e Salvini l'Italia giocherebbe in serie B, noi vogliamo un'Italia da serie A, un'Italia europea».

Al di là delle polemiche elettorali, lo sguardo del presidente di Forza Italia è diretto soprattutto sulle scadenze sempre più imminenti in vista delle Politiche. Entro il 19 gennaio andranno, infatti, presentati i contrassegni e dovrà essere definita la coalizione. Entro il 20 dovranno essere scelti i candidati «comuni» da schierare nei collegi uninominali. Entro il 29 dovranno essere presentate le liste. I coordinatori regionali hanno stilato una prima bozza, «un semi-lavorato», dicono dal partito, già consegnata commissione ristretta (composta da Renato Brunetta, Paolo Romani, Niccolò Ghedini, Gregorio Fontana e Sestino Giacomoni). Berlusconi a sua volta continua a vagliare molti curricula e inserirà parecchi nomi nuovi nella quota proporzionale. Nei prossimi giorni incontrerà i coordinatori regionali per confrontarsi direttamente con loro. C'è la consapevolezza che la finestra temporale è sempre più stretta. Per questo si sta lavorando a un summit che possa produrre al più presto un «decalogo» di priorità condivise dai partiti della coalizione (in questo senso si sente il vuoto lasciato dalla scomparsa di Altero Matteoli nel lavoro di raccordo con gli alleati, ora è Ghedini sempre più attivo). A complicare il mosaico c'è anche la norma di legge che prevede la quota del 40% delle candidature riservate alle donne.
Il primo incontro tra gli alleati riguarderà sicuramente la delicata questione del candidato per le Regionali del Lazio. Contatti sull'asse Tajani-La Russa ci sono stati anche nelle ultime ore. Se Paolo Liguori ha chiuso definitivamente la porta a una sua possibile avventura politica, si rafforza sempre di più l'ipotesi Maurizio Gasparri. In queste ore è stato programmato un sondaggio per verificare la forza dei vari schieramenti e arrivare a una decisione definitiva non oltre l'inizio della prossima settimana.

Commenti

Totonno58

Mer, 03/01/2018 - 08:59

Si riguardi i video con le sue parole all'epoca...piniocchietto non perde il vizio, ora c'è anche l'aggravante dell'arteriosclerosi...

adal46

Mer, 03/01/2018 - 09:01

Non vi è dubbio che Prodi ci abbia impoveriti; ma il grande ladro è il fisco che impunemente, attraverso l'inflazione, drena i redditi facendo si che un reddito medio paghi oltre il 30% di tasse contro il 20% di 30 anni fa....

fifaus

Mer, 03/01/2018 - 09:17

Vero, ma lui e il suo governo non fecero nulla per contrastare la rovina subito evidente. Anzi, lui regalò agli italiani la calcolatrice per effettuare il cambio. una vera presa per i fondelli...

Reip

Mer, 03/01/2018 - 09:19

...Che gli italiani siano stati impoveriti dall’euro è poco ma è sicuro! È un dato di fatto!

Duka

Mer, 03/01/2018 - 09:23

Berlusconi ha ragione e Prodi replica con stupidaggini. Forse si dimentica d'aver chiesto agli italiani la "UNA TANTUM" per la quale promise anche la restituzione. Se qualche Italiano ne ha visto l'ombra si faccia avanti. Questo paese non è invaso da migranti ma da falsi e ladri che si annidano nei palazzi del potere , questa la verità.

Ritratto di italiota

italiota

Mer, 03/01/2018 - 09:35

Silvio ti prego, torna a salvarci

sale.nero

Mer, 03/01/2018 - 09:37

Mi sembra tardiva qualsiasi posizione, la realtà è stata quella che l'avvento dell'euro, come moneta europea, ci è costata una svalutazione della lira del 50% e il prostrarsi innanzi ai forti dell'europa accettandola e rinunciando alla nostra sovranità definitivamente. Oggi purtroppo non vi è figura politica italiana che possa reggere il confronto con le altre figure europee se non ancora quella di Berlusconi

Janfranco

Mer, 03/01/2018 - 09:39

Buongiorno è il mio primo commento mi sono iscritto perchè vorrei invitare il sig De Feo a fare una ricerca sui cambi Marco/lira nell'anno precedente alla determinazione del valore di cambio lo sciagurato 1936,27 Certo Prodi ha le sue colpe ma aveva una mandato e rappresentava interessi particolari e non degli Italiani gli stati europei più consapevoli di cosa sarebbe poi successo non volevano farci entrare se ricordate ma quel governo al grido di lesa maestà si impose con manovre e furti di centinaia di migliardi un mese si un mese pure a mio vedere il vero colpevole è CIAMPI lui sapeva o doveva sapere Dopo qualche anno di umbriacatura dove chi poteva si è arricchito con il cambio quella scelta ha presentato il conto 10 anni di crisi senza vedere soluzioni all'orizzonte

rudyger

Mer, 03/01/2018 - 09:42

Non credo che in otto mesi di governo Berlusconi abbia affossato l'economia italia con l'euro voluto da Ciampi e Prodi. Il doppio prezzo era solo una bufala. Pensate che avrebbe salvato l'Italia ? non cambiava niente. Sono stati i profittatori che avevano intravisto i grossi affari. Infatti , dopo 8 mesi il Governo Berlusconi è cambiato e la sinistra, aiutata dalla Lega Nord del signor Bossi, con Dini (grande economista!) fece una legge sulle pensioni (che avevano già nel cassetto i sindacati) ed iniziò il tracollo. E la sinistra che ci ha e sta portando alla rovina. Altro che primi della classe.

antipifferaio

Mer, 03/01/2018 - 09:45

Tutte chiacchiere elettorali... i sondaggi dicono che la gente odia l'euro e chi l'ha favorito...e lui dice quello che piace sentire alla gente. Semplice marketing di chiacchiere. La realtà che semmai sta dietro è che molti, anzi tutti gli economisti seri, sanno che non usciremo fuori dalla crisi se non con l'uscita dall'euro. Il resto è fuffa...

mcm3

Mer, 03/01/2018 - 09:47

Quest e' l'ennesima balla, tutti sanno che Berlusconi governava quando e' entrato l'euro e noi siamo stati l'unico paese che non ha inserito nessun sistema di controllo del cambio Lira -Euro e del cambio relativo dei prezzi, conseguenza, grazie a qusta voluta mancanzza di ciontrollo, tutto quello che costava 1000 Lire e' passatoo ad 1 Euro, i prezzi sono raddoppiati, ma Berlusconi si e' guardato bene di inserire manovre di controllo, gli avrebbero creato nemici tra chi lo votava..questa e' la vera causa dell'impoverimento, non l'ingresso nella moneta unica

montenotte

Mer, 03/01/2018 - 09:47

Peccato che se ne sia accorto solo adesso. Dopo 15 anni dall'entrata nell'Euro non ha mai speso una parola quando tutti i costi sono raddoppiati.

Happy1937

Mer, 03/01/2018 - 09:56

Prodi e Ciampi, un professore in piastrelle di Sassuolo e un professor di belle lettere, entrambi assai scarsi in finanza, si fecero fregare e accettarono il folle 1936,27. E' ridicolo che i loro epigoni, si chiamino Martina o chicchessia , cerchino di rivoltare la frittata addosso a Berlusconi. Ricordino che ai tempi del Cavaliere l'Italia contava sullo scacchiere internazionale e riusciva a mettere d'accordo Bush e Putin. Oggi con la loro Mogherini, cosiddetta "alto rappresentante" ci sputano in un occhio!

peter46

Mer, 03/01/2018 - 10:03

Qualcuno lo fermi prima che faccia ancora più danni al cdx.Quei parametri sull'euro erano stati appioppati a Ciampi e 'confermati' dall'amico berlusconi-ano di ferro Giuliano Amato che 'rapinò' di notte,come i ladri,tutti coloro che non avevano un conto corrente in rosso in banca pur di non far fallire la Germania,che si era svenata per 'pensionare' tutto il suo est che l'abbattimento del Muro di Berlino aveva liberato(fregandogli le industrie,certo) bisognosa di risollevarsi a spese dei partner europei.Prodi fu il 'gestore',da boiardo di stato prestato alla politica quale era,di decisioni altrui...di che ca...volo poteva rifiutarsi se 'appartenente' a quella stessa etnia sx che l'aveva voluto?Normalmente sono le 'opposizioni' a contestare e 'cancellare' decisioni errate degli avversari,o no?Oltre a non aver almeno 'controllato',come da anni tutti hanno/abbiamo sempre sostenuto,il passaggio fra lira ed euro.(1)segue,forse.

montenotte

Mer, 03/01/2018 - 10:03

Detto con molto ma molto ritardo. Ora non serve a nulla.

ilbelga

Mer, 03/01/2018 - 10:08

è indubbio che Prodi ha le sue responsabilità, ma per favore non dimentichiamo due cose: la prima è che il cambio euro-lira l'ha fatto Ciampi, la seconda è che nel 2002 con l'entrata dell'euro governava Berlusconi e nessuno ha mai fatto controlli sui prezzi. mi chiedo: come mai il giorno dopo l'entrata in vigore dell'euro tutto era già raddoppiato. farmaci, alimentari, vestiario e tutti i beni di prima necessità. e giusto quello che dice Silvio ma mi ha un po deluso, è arrivato con 15 anni di ritardo e questo a un politico non giova certamente anche se come dice il proverbio: meglio tardi che mai...

Ritratto di giordano49

giordano49

Mer, 03/01/2018 - 10:09

PRODI ?....Infatuato e dir poco...! il < doppio gioco > che vede un esponente PD (mai riconosciuto dalla Sovranità del popolo ITALIANO....QUELLO...VERO ) in SUA comagnia.... certo : < matteo > il cantastorie che va' girovagando SENZA CONOSCERE < DOVE > ma conosce bene " chi paga tutto questo viaggiare..." : I BEONI PDessini " che bevono tutto come fosse " oro colato " qualunque IDIOZIA dice " un clandestino - mai riconosciuto " quindi tale..! (mi sembra che ultimamente il " prodino " si sia recato da Putin (chiedere un pacerino con il Presidente "amico del Berlusca" ???)

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mer, 03/01/2018 - 10:12

Ancora qui a discutere sull' euro...e si comincia dalla fine: il mancato doppio prezzo, come se gli italiani fossero stati dei deficienti tali da non saper fare una conversione di valuta. La realtà è, ed è ora che gli italiani lo capiscano, che la manovra di svendita dell' Italia è iniziata con tangentopoli, poi con il golpe del '94 per gestire la SVENDITA dell'IRI ( comprese le migliori banche ) da parte della sinistra (lo si può constatare nel considerare da che parte stanno gli industrialotti italiani e i potentati internazionali ) e la corsa per arrivare sfiniti e impoveriti dall' inflazione all' appuntamento con la moneta unica che hanno fatto solo gli interessi TEDESCHI. Siamo stati in mano a una classe di governanti traditori golpisti di sinistra anche quando al governo c'era BERLUSCONI. PUNTO.

peter46

Mer, 03/01/2018 - 10:12

(2)...Veritàxverità:mano libera da parte cdx ad una delle principali categorie di riferimento(che ci restituisca la differenza incassata da mediaset fra euro-lira del suo pacchetto abbonamento,o lo ha 'impoverito'?)di fare i suoi p.... comodi, 'normalizzazione' delle voglie contestatrici della dx pre 94 a seguito dell'euforia di poter mettere le mani nella marmellata, finalmente,e forse dovremmo anche aggiungere l'incompetenza a 'contenere' simili avvenimenti da parte di principianti gestori della macchina pubblica quale erano le 'terze file=portaborse' vittoriose dei vecchi partiti.NB:A seguito della 'sparata' di ieri su Albano(non è che si sta cercando qualcuno da 'appellare più avanti Alb-ano per nostalgià del precedente Alf-ano?)e l'Italiano vero...non si dimentichi di candidare Orietta 'fin che la barca va',quella che appena uscito Berlù dall'intervista a 'porta a porta',alzò lo share del doppio rispetto allo 'statista'.

peter46

Mer, 03/01/2018 - 10:24

Janfranco...doverosamente,benvenuto e...non ti perdere per strada,ci mancavano così alte considerazioni.Qualora incontrassi 'problemi' di pubblicazione dei tuoi commenti rivolgiti al commentatore Zio Beppe 51(buon anno,intanto)che sa come 'sbrogliare' i 'mi(g)liardi... gl'incastri dell'applicazione che li regola ormai obsuleta...ma impossibilitata ad essere sostituita per la stretta sui finanziamenti alla carta stampata...ma SE,SE, 'ritorniamo' al potere...'cchiù pilu pe'...cchiù finanziamenti alla "cultura",ma non per tutti.

ilbelga

Mer, 03/01/2018 - 10:26

se vi ricordate quando Malta decise di entrare nell'euro, mandò dei tecnici a studiare la situazione italiana e del perché tutto questo aveva alzato l'inflazione e impoverito la gente. Morale: Malta passò all'euro con un balzo inflazionistico del 4% distribuito cosi: 2 per cento a carico di imprese e commercio e 2 per cento a carico dei cittadini. morale: studiare,studiare,studiare...

ginobernard

Mer, 03/01/2018 - 10:29

i prezzi di beni e servizi in Italia non li fa la bce Berlusconi ha già illuso gli italiani una volta in Italia troppi mangiano e pochi producono non c'entra l'euro piuttosto la mafia

ilbelga

Mer, 03/01/2018 - 10:35

e aggiungo che se tutti pagassero le tasse andrebbe il paese a gonfie vele.

rokko

Mer, 03/01/2018 - 10:41

Che pagliaccio, se non fosse per l'euro saremmo in mutande. E poi, l'euro come moneta circola dal 2001, lui ha avuto 5 anni per correggere il tiro, passati tutti a grattarsi la pancia. Ma dobbiamo ancora sentirci sto portasfiga?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/01/2018 - 10:47

L'uomo, ormai, è fuori controllo. Un giorno realizza (bontà sua) i disastri economici della nuova valuta e il giorno dopo propone candidature sempre più mirabolanti. Ultime della serie: Toto Cotugno e Albano. Che fine ha fatto Letta (lo zio!), ovvero l'unico in grado di esprimere un consiglio poco meno che ragionevole?

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 03/01/2018 - 11:02

Il belga si chiede perchè B. non gestì correttamente il passaggio dalla lira all'euro intervenendo per bloccare l'aumento indiscriminato dei prezzi. La risposta è ovvia. Non aveva nessun interesse a farlo in quanto imprenditore prima che Presidente del consiglio. Non dimentichiamo poi che nella appena trascorsa campagna elettorale aveva promesso il solito sfracello in tema di taglio di tasse(in primis l'abolizione dell'IRAP). Essendo, come al solito, impossibilitato a farlo permise al suo elettorato di riferimento (bottegai, autonomi, in altre parole il popolo delle partite IVA) di agire sui prezzi a discapito della restante parte della popolazione. All'alba del giorno dopo trovammo la tazzina del caffè a 0,60 cent al posto delle 800 lire del giorno precedente, governo in carica silente. Fu così che alcuni si impiguarono, altri si impoverirono. Naturalmente la colpa fu dell'euro.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/01/2018 - 11:11

Poverini questi tontoloni di sinidtra! Non solo continuano a non capire ma si ammalano piu spesso e non si curano.... ridicoli!

no_balls

Mer, 03/01/2018 - 11:16

ricordate al nonnetto e ai suoi fans smemorati.... che nel 2001 data di introduzione dell'euro, era lui al governo. E finanza in giro a controllare i prezzi raddoppiati dai furbi (1000 lire un euro) non se ne vedeva. Perche' per il grande statista e' il libero mercato che deve regolare i prezzi.... Libero mercato di farci prendere per i fondelli..... Ora ha la faccia tosta di ricordare quello schifo come se lui era su marte.....

piazzapulita52

Mer, 03/01/2018 - 11:30

X italiota. Prega meno (dio non esiste!) e stai con i piedi per terra! Se speri che questo individuo salvi l'Italia, speri invano. Per liberare l'Italia da tutta la spazzatura che l'ha invasa grazie ai TRADITORI DELLA PATRIA, ci vuole ben altro! Altro che Berlusconi!!!

kobler

Mer, 03/01/2018 - 11:43

Prodi il portatore di Vinavil per i pupazzi di legno chd stanno là dentro? Allora cominciamo proprio bene il 2018!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/01/2018 - 11:53

Ma i cre.tini di sinistra non hanno ancora capito che è il pd a fare mafia? Perché ve la prendete con Berlusconi? Perché siete vigliacchi e squallidi !!

alfa553

Mer, 03/01/2018 - 11:56

Quando penso che una boccetta di valeriana costava 200 lire e ora ne fanno pubblicità per SOLO 9 Euro mi si drizzano i capelli.18 000 lire per la valeriana ,Pazzesco,il tranquillante dei poveri.

VittorioMar

Mer, 03/01/2018 - 11:58

..MAGARI INSEGUISSE LA LEGA !!..VINCEREBBE ALLA "GRANDISSIMA" (SI PUO' DIRE ?)!!!

mcm3

Mer, 03/01/2018 - 11:59

mortimermouse, non sai cosa dici, documentati, verifica chi governava quando e' entrato l'Euro e chi ci ha fatto raddoppiare i prezzi senza prendere nessun provvedimento, pensando esclusivamente ad i propri interessi e quelli dei suoi amici...documentati

Iacobellig

Mer, 03/01/2018 - 12:06

Non solo prodi, anche ciampi. Hanno rovinato il paese con le scelte fatte nell’adottare l’euro, facendo tra l’altro gli interessi della Germania. Prodi non ha neppure il senso di vergognarsi!!! Ha impoverito gli italiani!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/01/2018 - 12:11

#mortimermouse- 11:11 Sarò un tontolone di destra. Però Toto Cotugno ed Albano li lascio ascoltere a te. Io ascolto altra musica, come da mio logo.

no_balls

Mer, 03/01/2018 - 12:15

mortimouse.... invece di dire stupidaggini , scendi in sicilia.... e scoprirai di colpo dove stanno riciclati tutti i politici mafiosi ed intrallazatori... puoi scoprirlo semplicemnte guardando le loro facce da galeotti.... ( non li vedi in tv ma sono la maggioranza fidati) quelli che non vedi sono gia' in galera, a fare i perseguitati politici. grullo che non sei altro....

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Mer, 03/01/2018 - 12:53

Il livore di certi presuntuosi commentatori mi ricordano una citazione di Fëdor Dostoevskij: "Gli uomini rifiutano i profeti e li uccidono. Ma adorano i martiri e onorano coloro che hanno ucciso".

rokko

Mer, 03/01/2018 - 13:11

alfa553 rifletti un attimo, secondo te se fossimo rimasti alle lire, la valeriana quanto costerebbe oggi? Ma qualcuno ricorda i mutui al 8-10%, i prezzi dell'elettronica, ecc ecc?

rudyger

Mer, 03/01/2018 - 13:17

Ricordiamo perfettamente perchè Berlusconi NON poteva calmierare i prezzi. Per il semplice motivo che in "democrazia" questo non poteva avvenire. Calmierare i prezzi - il discorso si riferiva solo ai mercati rionali - era impossibile in "democrazia" . Se lo avesse fatto la SINISTRA avrebbe subito esultato per colpirlo come DITTATURA. e lo fece cadere con l'aiuto di Bertinotti e Bossi ma non calmierarono i prezzi. Incapaci? NO per mangiare loro per 20 anni.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/01/2018 - 14:47

Ah vi da fastidio essere additati a vigliacchi e squallidi. ... :-)

Totonno58

Mer, 03/01/2018 - 15:57

C'è tra i lettori qualche bambino delle elementari in grado di smontare queste bufale che Berlusconi ripete (anche a causa dell'anzianità)?A npi adulti, ripeto, basta ricordare quello che diceva all'epoca, prima che qualche genio nel campo della promozione tv gli suggerisse qualche idiozia (che lui magari ripete anche male...)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/01/2018 - 16:22

poveri idioti deficienti di sinistra... :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/01/2018 - 16:31

TOTONNO58 lei è il re dei cre.tini... a 60 anni suonati ancora crede alle favole della sinistra buonista e ipocrita? :-) vuole forse la mafia? le tangenti? le cooperative di pedofili? vada a votare per il pd o uno dei suoi equivalenti (PRC, M5S, PDS, SINISTRA E ARCOBALENO, ECC). poi si vergogni quando si specchia e si sputi da solo....

GioZ

Mer, 03/01/2018 - 16:38

Prodi può dire quello che vuole, il risultato delle sue nefandezze l'abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni. "Lavoreremo tutti e meno, benessere per tutti, una strada tutta in discesa...". Ve le ricordate queste amenità uscite dalla sua bocca?

Totonno58

Mer, 03/01/2018 - 17:20

GioZ...sì...però tu ricordi quando Berlusconi in Parlamento disse all'allora Presidente del Consiglio "stavolta voteremo convinti a favore dell'ingresso nell'euro perchè non possiamo perdere quest'occasione..." e, quando, dopo che cominciarono le furbate del tipo 1 euro=1000 lire lui in tv pontificò dicendo "abbiamo istituito una commissione di vigilanza ad hoc!"?

rokko

Mer, 03/01/2018 - 19:43

A dimostrazione del fatto che Berlusconi usa l'argomento euro in maniera strumentale e soprattutto senza capirci nulla (lui capisce solo quando si tratta delle aziende di famiglia, sul resto è un vero tonto), si possono citare le innumerevoli occasioni nelle quali ha fatto affermazioni incongruenti fra loro, come queste due 1) 1936.27 fu un valore negoziato da Prodi troppo alto e 2) il cambio euro lira lasciò troppo sopravvalutata la lira rispetto al marco. Dichiarazioni inconsistenti fra loro, ovviamente

alfa553

Dom, 14/01/2018 - 10:40

rokko ma allora la gente riusciva a pagarli i mutui,a certi prezzi ora fai fatica a pagare anche il tuo fruttivendolo.In ogni caso pazienza,e cosi.

Janfranco

Ven, 26/01/2018 - 16:38

Oggi per quanto è successo all'inizio dell'euro non si può fare più nulla ma un governo forte sganciato dai poteri burocratici potrebbe a fronte di una esclescion dei poveri ci stiamo avvicinando a 10 milioni di persone è pazzesco, fare quello che hanno fatto le nazioni in crisi economica e per priam la Germania Tagliare gli stipendi La mia idea è: fermo restando lo stipendio lordo di 30mila euro l'anno l'in più dovrebbe essere dimezzato chi prende lordi 32mila euro vedrà scendere il suo reddito a 31mila coinvolgendo statali parastatali regioni partecipate concessionarie esclusive come le autostrade le pensioni ATTO DI IMPERIO risparmio che stimato tra gli 80/100 migliardi l'anno in 70 anni nei quali chi doveva amministrare ha accumulato privilegi pazzeschi serve un colpo di mano (e uno con le PALLE) per cambiare tutto il resto è uno stritolamento di giovani e vecchi se fate dei cont