Berlusconi carica i suoi: "Tornerò a scatenarmi, preparate i kalashnikov"

Intervento all'Esercito di Silvio: "È ora di dire basta a uno Stato che rapina i cittadini"

"Vi garantisco che io sono ancora qui pieno di determinazione e appena mi lasceranno libero da questa prigione che mi è stata ingiustissimamente comminata io mi sca-te-ne-rò. Preparate i Kalashnikov". In collegamento telefonico con il direttivo dell’esercito di Silvio guidato da Simone Furlan, Silvio Berlusconi blinda il patto del Nazareno e avverte che a febbraio sarà di nuovo in campo per rifondare il partito. "Dobbiamo rifondare Forza Italia a partire dal 15 febbraio - dice - giorno a cui noi guardiamo con grande speranza e che ridarà a me la possibilità di poter essere in campo e di poter essere presente in tutte le regioni per dire cosa abbiamo fatto negli anni di governo e quello che noi abbiamo intenzione di fare e quello che questo governo non è in grado di fare".

Dalla partita per il nuovo capo dello Stato alle barricate contro le nuove tasse del mgoverno Renzi, Berlusconi è un fiume in piena. Traccia le prossime sfide e fa capire che, sin dalle prime battute del 2015, la puntata è altissima. "Il carico fiscale che grava sugli italiani è la cosa che preoccupa di più - tuona l'ex premier - io vi chiedo di parlare dell’oppressione fiscale e dopo tre anni di governi non eletti dagli italiani abbiamo più tasse e meno lavoro". Berlusconi invita l'Esercito di Silvio a parlare con quei 28 milioni di cittadini che non vanno a votare e che non voteranno mai a sinistra. "La delusione - avverte - è il nostro peggior nemico". E prende a esempio il leader della Lega Nord, Matteo Salvini. "Va dritto a centrare la protesta che sta nella pancia degli italiani - spiega - e quando gli chiedono della legge elettorale, risponde 'non mi importa con quella non ci mangio'". Per il Cavaliere, Salvini "sarà un po' nature, ma produce consenso". "Anche noi dobbiamo produrre queste cose - incalza - dobbiamo essere capaci di far capire ai cittadini cos’è Forza Italia".

Ai suoi il Cavaliere non nasconde che ad oggi la posizione di Forza Italia è "difficile" dal momento è stato ritenuto giusto stipulare il patto del Nazareno. Un patto "che ci dà fastidio". Perché, sottolinea Berlusconi, "ci ha impedito di fare l’opposizione e ha confuso l’elettorato" creando "problemi interni""Ma come facciamo a dire di no alle nostre riforme? - si chiede - Se ci viene quindi offerto di passare al monocameralismo e al bipolarismo noi per coerenza e amor di patria non potevamo dire di no"Al patto del Nazareno, però, deve essere legata l'elezione del nuovo presidente della Repubblica. "È una conseguenza logica - sottolinea Berlusconi - non potrà essere eletto un capo dello Stato che a noi non sembri adeguato all’alta carica che deve ricoprire se non è un garanzia per tutti".

Commenti

Armandoestebanquito

Ven, 19/12/2014 - 22:06

Caro Silvio Berlusconi senza una modifica costituzionale di base che riformi e modernizzi il sistema politico e magiatratura niente cambiera' mai. L'Italia sara' sempre un contenitore comunista e te sarai perseguitato ancora fino allo spropio totale e carcere. Comunque invoca al luppo e tieni duro, sei l'unica speranza che rimane. PADRE DELLA PATRIA SILVIO BERLUSCONI FOR PRESIDENT, CONTRO IL SISTEMA COMUNISTA STABILITO DAL DOPO GUERRA

Ciro81

Ven, 19/12/2014 - 22:25

Forza Silvio!

forbot

Ven, 19/12/2014 - 22:25

Troppo giusto quello che dice ! Per farlo però deve creare un nuovo stile di governare; Salvini ha i suoi lati positivi e una folta schiera di padani che lo segue; così Grillo ha i suoi che gli danno fiducia ed hanno individuato il male che ci affligge; come pure Renzi ha saputo guadagnare la fiducia di una gran fetta di elettorato e i suoi principi sono senz'altro a favore degli italiani e dell'Europa, in contrasto con Salvini ma non insanabile contrasto. Insomma, questa sarebbe l'unione ideale. Il resto dovrebbe essere fatto allontanando da tutte le leve del potere il vecchiume della sinistra Komunista. Evvia....Ma chi riuscirà a mettere sullo stesso binario tutte queste buone energie per far ripartire il nuovo treno dell'italia che se ne fotte altamente della sinistra, della destra, del centro del basso e dell'alto per pensare finalmente alle cose concrete da fare che sono infinite?

Ritratto di _alb_

_alb_

Ven, 19/12/2014 - 23:45

Finché Berlusconi non capirà che non può fare patti con i comunisti (perché tanto non li rispettano) e non può assolutamente sperare in buoni propositi da parte loro continuerà a prendere solo legnate sui denti come ha fatto finora. Con i comunisti non si discute. Non si tratta. Non si ragiona. Vanno solo combattuti con tutte le forze. Sono il MALE.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 20/12/2014 - 00:15

Considerando come è stato trattato Berlusconi da tutta la sinistra, soprattutto da quei magistrati codardi di Milano che lo perseguitano da più di vent'anni, meriterebbe un monumento alla libertà, eretto da tutti gli italiani. IL CULTURAME DI SINISTRA STA CANCELLANDO LA DEMOCRAZIA? Non abbiamo più fiducia in chi PARLA CON ONESTÀ?

GimmeSong

Sab, 20/12/2014 - 00:21

Just can't wait

il Pungiglione

Sab, 20/12/2014 - 02:41

SILVIO sono con te sin dalla prima ora, ma abbiamo bisogno immediatamente di riforme incisive, altrimenti rischiamo davvero che il gira la ruota renzi stia alla presidenza fino al 2017/2018 senza essere stato eletto dal popolo, ma dai compagni che, ora gli si rivoltano contro, io e un nutrito numero di amici siamo con te sempre, ma ricordati riforma, riforme, e ancora riforme. occhio a non ritrovarci prodi o amato sarebbe la fine di quello che rimane della nostra cara e vecchia Italia

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Sab, 20/12/2014 - 05:07

Caro Cavaliere, sarebbe bello se fosse vero! Ma lei ha deluso i suoi elettori già una volta quando disponeva di una maggioranza schiacciante in Parlamento e certe riforme avrebbe potuto farle già fin d'allora, ma allora perché non le ha fatte)? Tutta colpa di quella serpe in seno che era Fini? Quando è stato Ministro dehli Esteri alla Farnesina non ha visto tutte le macchine blu parcheggiate nel cortile con gli autisti che "cazzeggiavano tutto il giorno in attesa di portare qualch funzionario in città? Non ha notatoche priprio dal lato opposto del grande piazzale vi era la fermata dei taxi? Avrebbe potuto fare una convenzione con loro e dismettere tutte quelle auto blu e destinare gli autisti ad altre funzioni,no? E pensare che lei è stato un grande imprenditore lombardo!!!

cast49

Sab, 20/12/2014 - 18:15

roberto sarzi, la storiella è diversa, B. preparava le riforme, ma oltre a fini, c'erano tutti i komunisti di m... che stroncavano tutto; ma B. le ha fatte le riforme, una quarantina e oltre, riforme che renzi sta copiando perchè non ne è capace...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 20/12/2014 - 23:37

# roberto sarzi 05:07 Caro signore ma lei si è dimenticato di come ha dovuto governare Berlusconi durante i suoi mandati? Si rende conto della quantità di processi che gli hanno riversato addosso la banda di magistrati golpisti di Milano? PROVI UN PO' LEI A CERCARE DI GOVERNARE CON DEI CANI ATTACCATI AI POLPACCI.