Berlusconi festeggia coi suoi e prepara il gran rientro in tv

Cena in famiglia ad Arcore per il compleanno del Cavaliere: "Il leader sei tu". Questa sera a Roma riunione coi gruppi

F orza Italia si stringe intorno al capo nel giorno del suo settantanovesimo compleanno: il leader sei tu. Questo il messaggio che gli hanno voluto recapitare i tanti parlamentari che hanno chiamato Arcore per festeggiarlo. Tradizionale festa in famiglia per Berlusconi, Francesca Pascale a far da padrona di casa, una cena coi figli Marina e Pier Silvio e gli amici intimi: Galliani, Letta, Doris, Confalonieri, Zangrillo, i vertici Mediaset, i direttori di testata; e poi Maria Rosaria Rossi, Ghedini, il fratello Paolo con le figlie Luna e Alessia. Ospite anche l'allenatore del Milan Mihajlovic. E a sorpresa anche Andrea Bocelli, che ha allietato la serata cantando per i presenti. Chi gli è vicino assicura che l'ex premier è commosso dall'affetto dei suoi e decisamente rinfrancato dalle ultime uscite pubbliche. Soprattutto quella sul lago di Garda che ha di fatto sancito la ridiscesa in campo del Cavaliere. Un Cavaliere, raccontano, «dimagrito, in palla, lucidissimo e ancora voglioso di guidarci. E, come dice lui, «in piena forma perché mi sento 39 e non 79 anni». Il tasto su cui continua a premere l'ex premier è quello dell'unità del centrodestra, obiettivo a cui lavora senza sosta. E poco importa che un giorno sì e un giorno no, da Salvini arrivino segnali di un'opa ostile su Forza Italia: «Con la Lega si troverà la quadra, ne sono certo» è il mantra berlusconiano. Di sicuro c'è che il Carroccio vorrebbe accelerare e sapere se effettivamente il matrimonio «s'ha da fare». Logicamente Salvini vuole dettare le condizioni e i suoi messaggi sanno di ultimatum: «Spallata al governo: ci state o no? E ancora: i sondaggi premiano la Lega e quindi dobbiamo avere più peso nella scelta dei candidati alle prossime amministrative». Salvini e Berlusconi non si sono ancora visti ma lo faranno presto e la stretta di mano potrà avere il sapore di un braccio di ferro. Ma anche Deborah Bergamini è fidcuciosa: «L'alleanza fra Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia ci sarà certamente. Ne avremo conferma alle prossime amministrative e sarà solo il punto di partenza in previsione delle elezioni politiche del 2018». E ancora: «Berlusconi è al lavoro per il rilancio di Fi e il suo impegno è uno stimolo per tutti. La sua presenza sarà un richiamo per i moderati».

Il nodo vero, che avrà ripercussioni anche nei rapporti con il Carroccio, è legato alla legge elettorale. Sebbene Salvini giuri che «non parleremo di partito unico», se nell'Italicum non si modificherà il premio alla lista, la strada pare segnata. E Salvini, forte dei sondaggi, potrebbe fare la voce grossa a scapito degli azzurri. Il Cavaliere preferisce aspettare e confidare in un suo rientro in grande stile anche in tv per riequilibrare i rapporti di forza. Certo, meglio sarebbe farlo dopo aver incassato la sentenza favorevole della Corte europea di Strasburgo che, inspiegabilmente, tarda ancora ad arrivare. Ma tant'è. Non pare invece drammatizzare più di tanto le voce che arrivano dal Palazzo riguardo alle sue attuali truppe sia alla Camera sia al Senato. Domani è dato per certo l'addio ufficiale da Fi di più di una dozzina di fittiani. Ma quelli, Berlusconi li considerava già fuori da tempo. Mentre si vocifera di altre due defezioni alla Camera, a vantaggio di Verdini. Che non allenta il pressing. In stile Milan di Sacchi. Chi cederà alle sirene di Denis? Lo si vedrà stilando le assenze di questa sera, quando il Cavaliere riunirà i gruppi alla Terrazza Caffarelli ai Musei capitolini.

Commenti

eando

Mer, 30/09/2015 - 08:40

Slurp......

mauriziosorrentino

Mer, 30/09/2015 - 09:17

Ne dimostra 99...e ancora non vuol tirarsi da parte...nelle affermazioni si coglie che non hanno nessuna intenzione di ribaltare Renzi, vogliono votare tra tre anni! Tra tre anni di questo passo non avremo più una che sia una industria in Italia!Sperano che Salvini si logori o lo azzoppi la magistratura che razza di soci ci stiamo prendendo? Non una parola ,mai,mai,mai ne di Lui ne di Toti ne altro sull'immigrazione,sull'euro...lasciano il lavoro sporco a Salvini,e poi si mettono a tavola pronti a mangiare!

antipifferaio

Mer, 30/09/2015 - 10:13

...«... sarà solo il punto di partenza in previsione delle elezioni politiche del 2018»... E qua casca l'asino!! Proprio non ci siamo. Come dice Salvini bisogna dare subito la spallata a questa accozzaglia di lestofanti altrimenti non ce la farete mai. Se vi unite in un unico partito la Lega perderà voti e siamo punto e d'accapo. Se alle amministradive del 2016 il piffero, sono sicuro, prenderà un bastonata sonora, allora bisognerà andare subito ad elezioni anticipate entro fine anno. Ma se aspettate troppo...la cosa puzza....

ex d.c.

Mer, 30/09/2015 - 10:21

Salvini capirà che è al massimo della potenzialità, senza FI resta fermo. Verdini al momento opportuno darà la spallata a Renzi. Siamo stanchi di essere rappresentati da un Renzi insignificante

Fradi

Mer, 30/09/2015 - 10:22

Temo che se continua così gli resteranno da festeggiare solo i compleanni.

nonna.mi

Mer, 30/09/2015 - 10:46

Almeno in una cosa quelli che sempre e assiduamente criticano Berlusconi devono ammettere che il suo parere negativo sulle restrizioni contro la Russia, erano profondamente giuste: infatti adesso molti politici che avevano fatto saltare tanti accordi commerciali col Grande Paese di Putin, si accorgono dell'errore macroscopico che hanno fatto! Myriam

peter46

Mer, 30/09/2015 - 11:01

nonna.mi...è un problema di 'sincronismo',ormai...le teorie a favore della Russia le avevamo espresse in tanti molto prima di lui...lui è arrivato ben dopo.E non possiamo 'impararlo',per rispetto dell'età almeno.Che non sia lui a doversi rendere conto che,politicamente,possono esserci,anonimi,più svegli...sempre per l'età e non per le ...'tasche'? NB:Non 'tira' più...6 commenti con la sua foto ad inizio articolo...non 'tira' più,facciamoci una ragione.

MEFEL68

Mer, 30/09/2015 - 11:24

@@@ peter46- Mi complimento per il tuo "rispetto" per le persone di una certa età. A me avevano insegnato a rispettarle e ad invidiarle bonariamente per il traguardo anagrafico raggiunto. Loro ci sono riusciti, noi non lo sappiamo. Comunque, pensi che quando abbiamo avuto persone a te care ma molto avanti con gli anni che non "tiravano" più, non c'erano anonimi più svegli? Pertini, Napolitano, Scalfaro, ecc. erano forse baldi giovanotti? Obiettività ragazzo. Obiettività.

bisca

Mer, 30/09/2015 - 11:27

caro silvio e' giunta l'ora di trovare un vero autentico leader del centrodestra unito che deve andare dai fittiani a fratelli d'italia e quel leader per dati anagrafici e non solo non puoi essere tu.lavora dietro le quinte questo ti riesce bene tessi le fila del centrodestra ma c'e' bisogno di una nuova classe dirigente giovane dinamica efficiente che si contrapponga al pd e mandi a casa renzi

bisca

Mer, 30/09/2015 - 11:28

mandate a casa renzie

bisca

Mer, 30/09/2015 - 11:34

avanti silvio!!!

peter46

Mer, 30/09/2015 - 13:15

MEFEL68...ma quel tuo 68 è 'lei'?E chiedi il rispetto dell'età al mio 46?Sono tuoi amici o ex amici i 'proprietari' di quei nomi che hai fatto?Miei di sicuro no,anzi ho sempre 'criticato'chi non ha rispetto per la 'giovane età' volendo stare sempre in mezzo ai 'cosidetti' ad una certa età.E figuriamoci poi se sono anche 'bauscia':che non solo non hanno alcun rispetto per la giovane età,ma millantano capacità che non ci hanno dimostrato:e gli è stato concesso di tempo,o no?Anche il tempo ha una scadenza,o no?NB:Il 'tira' non era per "quello" di cui 'io' non ho notizie 'de visu'(forse tu sì?affari tuoi comunque),nè ho scritto che 'ha in uso il 'laccetto al braccio'...solo che i commenti,da ieri,erano così pochi...come gli applausi ultimamente nelle 'comparsate' televisive nelle 'riunioni di condominio'.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 30/09/2015 - 13:40

La più grande mazzata al CDX l'ha data proprio Berlusconi e ora vuol pontificare sui consensi giustamente guadagnati da Salvini, autoproclamandosi leader (di che?). Adesso è tranquillo perché c'è il benestare al duo RenzAlfano di governare fino al 2018. Questo dopo aver elogiato Monti e Letta, grandi esecutori delle volontà Merkeliane. Del resto gli europarlamentari di FI in Europa con chi stanno? con chi pontificano loro?

soldellavvenire

Gio, 01/10/2015 - 12:57

dopo aver mandato tutti i suoi bananas a votare per renzi alle primarie del piddì ed aver spalancato al salvini le porte dei suoi massmedia e del suo portafoglio, può reclamare il suo ruolo di PADRINO della patria