Berlusconi in Umbria. Poi il tour televisivo contro la manovra

L'ex premier preoccupato dal caso Whirlpool: «Colpa di Di Maio...»

Roma - Silvio Berlusconi sarà oggi e domani in Umbria e parteciperà questo pomeriggio a Perugia alla conferenza stampa dei «tre tenori», come li chiamano, del centrodestra di nuovo unito. Con Matteo Salvini e Giorgia Meloni il leader di Forza Italia si accorderà anche per la partecipazione alla manifestazione di sabato a Roma. Intende essere sul palco e fare il suo intervento e ha voluto la convocazione di tutti i coordinatori regionali da parte di Sestino Giacomoni per discutere - presenti la capogruppo dei deputati Mariastella Gelmini e il responsabile organizzativo Gregorio Fontana - della partecipazione azzurra alla manifestazione e organizzare pullman da tutta Italia per contribuire a riempire piazza San Giovanni. Questo malgrado i timori dell'ala anti-sovranista, da Mara Carfagna a Gianfranco Miccichè, che critica la scelta e teme un «predellino salviniano», come dice Andrea Cangini.

Il leader di Forza Italia li ignora e prepara un ritorno in televisione per la campagna elettorale regionale e per attaccare duramente la manovra del governo giallorosso. Su tv nazionali e locali vuole diffondere messaggi di unità dell'alleanza, parlando di una vittoria a portata di mano per strappare la regione alla sinistra e criticare le misure economiche del Conte bis. Ieri per cominciare è intervenuto sulla «drammatica» decisione della Whirlpool di chiudere a Napoli, per lui «risultato di una serie di errori commessi da Di Maio che ci ha lasciato in eredità 170 crisi aziendali non risolte, compresa questa che coinvolge addirittura il suo territorio e la sua regione». Le 400 aziende oggi in stato di crisi, dice il Cavaliere, dimostrano «inconfutabilmente che la politica industriale degli ultimi governi è stata insufficiente, se non addirittura assente». Eppure, quello che definisce «l'esecutivo delle 4 sinistre» non prepara una manovra espansiva ma «aumenta le tasse introducendone anche di nuove, espande il debito pubblico e il peso della burocrazia, nasconde scelte sbagliate di politica fiscale dietro al velo ipocrita dell'ambientalismo». Il leader di Forza Italia chiede «un sussulto di realismo», che consenta alle opposizioni in parlamento di migliorare questa manovra, «altrimenti assai negativa per la nostra economia». La battaglia economica è al centro delle preoccupazioni del Cav e i suoi presenteranno oggi alla stampa la contromanovra di Fi, dopo aver lanciato la raccolta di firme per inserire in Costituzione il tetto alle tasse con un'iniziativa popolare. Stasera il Cavaliere ne parlerà in tv, in collegamento video da Perugia con Paolo Del Debbio per Dritto e Rovescio su Rete4.

La missione nell'Umbria tradizionalmente rossa, che dopo gli scandali che hanno coinvolto il Pd potrebbe premiare il centrodestra, comprende la partecipazione alla presentazione del manifesto dei valori per le elezioni del 27 ottobre e una cena con sostenitori e candidati a San Martino in Campo. Domani mattina Berlusconi ha in programma una passeggiata per Umbria Chocolate, con il patron Eugenio Guarducci e il sindaco Andrea Romizi, poi una visita in comune e a una azienda locale e una conferenza stampa nel pomeriggio.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/10/2019 - 08:55

vi voglio ricordare che questo sarà uno degli ultimi se non l'ultimo dei treni che passa! opportunità da cogliere sia pure turandosi il naso, perché è in gioco il nostro futuro! si, nostro, tutti indistintamente! perché adesso il governo giallorosso è l'anticamera della dittatura! se vince la sinistra, non avremo più opportunità di difenderci né di riprovarci in un secondo momento a dare battaglia ! se vinciamo noi centrodestra, avremo un governo che non avrà ossessione sulle manette, su migranti clandestini, sulle evasioni fiscali, ma avrà a cuore i deboli, e quelli che lavorano per far lavorare gli altri! e quelli che investono per far girare la ricchezza in italia! pensateci bene!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/10/2019 - 10:12

Leggo e mi associo a "mortimermause". Quanto ai guai combinati da Di Maio inutile prendersela troppo. Ora abbiamo i "guai" di Conte, che si presentano come molto più preoccupanti.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 17/10/2019 - 10:21

Non riesco più a capire il cav. una volta è contro il governo ed altra volta è contro Salvini.Se avesse dato un aiuto al governo gialloverde non saremmo in queste condizioni.La realtà è che vuole comandare con un partito che ha ridotto al 3-4%.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/10/2019 - 11:15

GIANNIVERDE non è vero. sta cercando di rendere il movimento (giuridicamente è un movimento) in grado di agire autonomamente, purchè persegua la strada da lui intrapresa, e non può sbagliarsi nello scegliere un suo delfino: in futuro deve essere certo che la strada sia quella e non vi sia uno che dichiarerà di voler percorrere altra via! una volta che questo punto si sarà risolto, Berlusconi potrebbe benissimo lasciare la guida di FI . potrebbe! ma è ovvio che rimarrà come capo, anche se onorario. dopodiché, quando sarà il momento, sarà la prova se avrà fatto bene ad agire cosi, cosa che credo di si!

mcm3

Gio, 17/10/2019 - 13:02

Rocrdate a Berlusconi che l'azionista di maggioranza del decantato Centrodestra, tale Salvini, faceva parte dell'ultimo Governo, a sua detta, di incapaci, che hanno causato tali crisi aziendali, ora si ributta in TV, ricomincia lo show, speriamo abbia la capacita' di spiegare, in dettaglio, gli errori della nuova manovra e dare, sempre in dettaglio, le soluzioni, i numeri che ci salveranno

ex d.c.

Gio, 17/10/2019 - 13:12

Sicuramente per l'Umbria è auspicabile la vittoria del CD tuttavia una sconfitta ridimensionerebbe Salvini a vantaggio del CD