Bersani sfida Renzi: "Sulle banche chieda i voti a Verdini"

Duro affondo di Bersani contro Matteo Renzi. L'ex segretario ha parlato alla convention della minoranza del Pd, in corso a Perugia. Doppio incarico premier-segretario di partito? "Un tema da sollevare"

"Qui si respira un bel profumino di Ulivo - dice l’ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, al suo arrivo all’hotel Donini di Perugia per la convention della minoranza del partito -. Il centrosinistra è geloso dei suoi valori e delle sue tradizioni, di vincere con i suoi valori". La tre giorni si svolge a San Martino in Campo, dove Prodi riunì i suoi ministri in "conclave". Qui si riunisce, sottolinea Bersani, "un centrosinistra capace di portare i suoi valori nella modernità". A Renzi non piace?, gli domandano. "Ognuno ha i propri gusti".

"Abbiamo tutti e due i piedi nel Pd", sottolinea Bersani nel suo intervento alla kermesse di Sinistra riformista. "In uno di quei fulminanti retroscena che ci vengono offerti sui giornali, è uscito che se nella prossima direzione se non si dimostra lealtà le nostre strade si dividono... Mi son chiesto: hai visto che vuole uscire dal Pd? Sarebbe una notizia...", aggiunge con un sorriso, alludendo a Renzi.

A un certo punto, toccando il tema della riforma delle banche di credito cooperativo, Bersani lancia una stoccata al premier: "Se insistono sul principio di cancellare l’indivisibilità delle riserve di una banca cooperativa, io rispondo: 'anche se metti dieci fiducie non te la voto'. Te la fai votare da Verdini che è un noto esperto di credito cooperativo". E insiste rassicurando i suoi: "Su questo teniamoci pure una libertà" di voto.

E ancora una frecciata a Renzi sul tema del doppio incarico: "Il fondatore della non obbligatorietà del doppio incarico è stato Renzi: fu lui a chiedermi di potersi candidare premier contro di me che ero il segretario. Avesse vinto, io sarei ancora segretario. Sento sollevare grandi strali sul doppio incarico, ma non lo ordina il dottore. È la prima volta che il Pd è al governo. Vuoi che non ci sia uno schiacciamento su questo? Non è affatto un tema da prima repubblica".

"Roberto Speranza è uno che non ha bisogno di rottamare - prosegue Bersani -. Quelli della mia generazione - e qui ce n’è - non han bisogno di essere rottamati: la nostra generazione di quest’area non ha niente da chiedere. Io dico solo 'chiedimi chi erano i Beatles' (cita una canzone degli Stadio, ndr), basta, punto. E Roberto chi erano i Beatles lo chiede: così possiamo andare avanti bene".

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Ven, 11/03/2016 - 20:04

siete un partito e un governo vergognoso e abusivo, non c'è che dire! sparite, siete la rovina dell'italia. e portatevi dietro tutti i vostri elettori trombaltiani

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Ven, 11/03/2016 - 20:09

L'ultima volta che si sono sfidati ha perso. Forse vuole la rivincita. Intanto nel cdx Salvini sfida Berlusconi. E' tutta una sfida. Salvini, con la sconfitta di Bertoalso, vuole affossare definitivamente l'ex cav.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 11/03/2016 - 20:14

Un grasso salto di qualità! Con la fine dei giaguari la lavanderia Bersani & C. deve impegnarsi a smacchiare i tanti panni sporchi del suo partito!

Aegnor

Ven, 11/03/2016 - 20:31

Qualcuno ha intenzione di rottamare il rottamatore?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 11/03/2016 - 20:55

Ma, Raffaello Binelli, hai paura di lasciare la tua opinione? O è pigrizia. Vi stiamo abituando male. Lasciate il 'lavoro sporco' a noi?-- Bersani è vivo e vegeto, e fa bene il suo mestiere, tranne quando si è fatto scippare sia il Governo che la Segreteria. Renzi ha scoperto il volto. Fa bene soltanto quanto è di suo personale tornaconto. Punta soltanto ad assicurarsi più consensi possibili, perché, forte lui, il resto non conta. Non contano i suoi all'interno, non contano gli italiani, contano i verdini complici. Questa di oggi credo possa definirsi una odiosa scissione. Sono decisamente con lo spirito di Bersani e D'Alema. -riproduzione riservata- 20,55 - 11.3.2016

Edmond Dantes

Ven, 11/03/2016 - 21:11

Ditemi voi che razza di partito è il PD: questo che parla come un ubriacone e Frottolo che ottiene lo stesso risultato atteggiandosi a persona seria.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/03/2016 - 21:23

Ma che importa diranno i varii COCOMERIOTAS che qui "albergano" (l'elenco fallo Tu caro Mortimer) l'importante OGGI è Bertolaso, Ed il CDX!!!! LORO possono litigare tra di loro ma nessuno osa FIATARE!!!lol lol Se vedum.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 11/03/2016 - 21:29

...che chieda i voti Verdini!!!! Uhauhauhauhauha !!!! E qui cadrá il somaro.

nunavut

Ven, 11/03/2016 - 21:38

Ora capisco perché Verdini(la talpa) andò con Berlusconi e poi al momento giusto fu il cervello dell'accordo del Nazzareno nel quale inciucciò con Renzi per fregare il Berlusca credulone,fidarsi dei toscani in generale é da matti) Tutto questo detto da uno del partito di Renzi !!!! meditare é d'obbligo.

freevoice3

Ven, 11/03/2016 - 23:43

Il viale del tramonto, odissea di un partito finalmente allo sfascio. Purtroppo sono riusciti a sfasciare prima l'economia dell'Italia....

FabComo

Sab, 12/03/2016 - 09:07

Lo smacchiatore ogni tanto resuscita e fà finta di fare la voce grossa solamente per far sapere che esiste ancora ma quando il giglio magico gli dice di votare....lui vota come gli si dice! Parole inutili.... interventi inutili....e inutile anche chi di conseguenza si comporta in modi come questo. (Utili solo al Padrone)