Bimbi travestiti da bambine: leggete il documento choc che regola il gioco del gender

Pubblichiamo in anteprima le linee guida e le schede dei giochi finanziati dal Comune di Trieste: negli asili i bimbi invitati a toccarsi e a travestirsi

Il gioco del "gender" finanziato dal Comune di Trieste vuole cambiare la cultura di genere, i bambini dovrebbero giocare con le bambole, le femminucce alla guerra oltre a toccarsi per capire che le sensazioni sono uguali e nominare i genitali. Non solo: le maestre ed i piccoli si travestono da uomo e da donna. Il sito del Giornale pubblica in anteprima le linee guida e le schede dei giochi, previste, ma non ancora attuate da 19 scuole d’infanzia triestine. Così i lettori potranno farsi un’opinione senza filtri e commentare il discusso progetto.

Oggi alle 17 genitori ed organizzatori del “gioco del rispetto” si incontrano all’asilo triestino i Cuccioli. Il primo ad aver aderito all’iniziativa provocando la denuncia di un papà, che ha sollevato il caso. “Dopo aver letto le linee guida e partecipato ai corsi di formazione abbiamo deciso di fare, eventualmente e con il consenso dei genitori due soli giochi, il memory dei mestieri e la fiaba Red and blue, che ci sembrano rispecchiare la nostra impostazione con i bambini. Gli altri no, neppure in futuro” dichiara a il Giornale, Caia Venier, la coordinatrice della scuola d’infanzia.

Una scelta oculata tenendo conto dei contenuti del manuale e delle schede di diversi giochi. Gli organizzatori spiegano nelle linee guida che la scuola dovrebbe assumersi “un ruolo attivo e trasformativo della cultura anche di genere”. Una specie di nuovo ’68 sul tema delicato della figura e ruolo di uomo e donna, che parte dai bambini di tre anni. Alcuni passaggi fanno pensare quasi ad un lavaggio del cervello dei più piccoli: “E’ di fondamentale importanza intervenire a livello preventivo sugli aspetti culturali ed educativi che tendono a creare stereotipi di genere”. Secondo l’Associazione Goap, partner dell’iniziativa, tutti i mali vengono della cultura patriarcale, che bisogna cambiare “agendo precocemente sulle nuove generazioni offrendo loro modelli più egualitari e liberi dagli stereotipi di genere”.

Nel mirino la naturale predisposizione delle bambine a giocare con le bambole ed i bambini con fucili e pistole. Secondo gli organizzatori del gioco “è molto importante che l’insegnante si ponga quale figura contro-stereotipica per bambini/e e che permetta loro di mettere da parte le cosiddette “differenze di genere”, spesso frutto di costruzioni sociali piuttosto che di differenze reali, per promuovere (…) una nuova visione del maschile e del femminile”.

Il cavallo di battaglia è il “gender transformative” dell’Organizzazione mondiale della sanità, che non vuol dire cambio di sesso, ma assieme a linee guida europee rischia di stravolgere cultura, valori e tradizioni legati alla famiglia e alla figura naturale dell’uomo e della donna.

Alcune proposte di giochi per i bambini dell’asilo sembrano innocenti, ma altre, leggendole da genitore comune, possono sollevare pesanti perplessità e far suonare un campanello d’allarme sull’impatto in asilo.

Il gioco “Ristrutturare, rinominare, rigiocare” per piccoli dai 3 ai 6 anni si pone come obiettivo di “”spezzare” l’idea che la casa sia per le bambine, il castello per i bambini, ecc. (…)”. Su un cartello “saranno raffigurati sia un maschio che una femmina con una bambola in braccio”. In un altro gioco viene chiesto ai più piccoli “Perchè ai maschi piacciono questi giochi e alle femmine altri? Se anche le femmine provassero a fare giochi da maschi e viceversa cosa succederebbe?”.

Il “Momento magico, storie per mettere in discussione il genere” è dedicato ai bambini di 5/6 anni. I maschi sono raffigurati in un castello blu dove “devono giocare a calcio o alla lotta” come se fosse imposto. Le femmine in un castello rosa costrette da un incantesimo “ a prendersi cura tutto il giorno delle bambole”. L’insegnante/folletto dotata di poteri magici rompe gli incantesimi “per trasformare i giochi che solitamente fanno bambini e bambine”.

Un’altra scheda del progetto si intitola “Anche la maestra si traveste” interpretando “il/la meccanico/a, il/lamedico/a, l’infemiere/a, ecc.”.. I travestimenti, “anche con vestiti normali, da maschio e femmina” sono il pezzo forte del gioco “Se fossi” per piccoli da 3-6 anni. L’evoluzione proposta, che lascia più che perplessi alcune mamme e papà, riguarda “lo scambio di ruoli tra tutti i componenti della scuola: i bambini con le bambine /scambiandosi i vestiti laddove è possibile e imitandosi), la maestra con i bambini e viceversa”. L’idea è coinvolgere pure cuochi, bidelli e genitori in una specie di Carnevale no gender.

Un altro gioco scottante è “Se io fossi te: un po’ diversi un po’ uguali, l’importante è che siamo pari”. Ai bambini di 5/6 anni con esercizi fisici e rilassamento viene fatto notare che le sensazioni e le percezioni “sono uguali per i corpi dei maschi e per i corpi delle femmine”. Lo sdoganamento del gioco del dottore prende forma con “i bambini/e (che) possono esplorare i corpi dei loro compagni/e (utilizzare uno stetoscopio se si riesce a reperirlo), ascoltare il battito del cuore a vicenda…”. La descrizione del gioco aggiunge che “ovviamente i bambini/e possono riconoscere che ci sono delle differenze fisiche che li caratterizzano, in particolare nell’area genitale”. Per questo bisogna “nominare senza timore i genitali maschili e femminili”. Come insegnamento all’asilo non è male.

Uno degli ultimi giochi si intitola “Le mamme e i papà”. Seduti in cerchio bambini di 5/6 anni parlano di cosa fanno gli adulti a casa. Attraverso una tabella si indica se mamma o papà lava i piatti, stende i panni, cucina, legge il giornale, telefona e così via. Alla fine l’insegnante apre il dibattito ed invita i piccoli “ad immaginare il mondo al contrario: che effetto potrebbe fare?”

Annunci

Commenti
Ritratto di ilmax

ilmax

Mer, 11/03/2015 - 14:24

palese violenza sui minori e aggiungo al limite della pedofilia! e in questi giochi, come il dottore gli insegnanti che fanno? i guardoni? che qualcuno indaghi!!

SanSilvioDaArcore

Mer, 11/03/2015 - 14:28

Senza parole. Se lo fanno a mia figlia finisco dentro

clamajo

Mer, 11/03/2015 - 14:29

Follia...

acam

Mer, 11/03/2015 - 14:29

sara ce la mia eta é diciamo molto matura ma qui mi sembra una Cosa simile al forteto io mio figlio non ce lo manderei...

buri

Mer, 11/03/2015 - 14:30

L'ultima follia degli addetti al terzo sesso, che vel futuro stanno preparando

Tuthankamon

Mer, 11/03/2015 - 14:33

E' un dato di fatto: una buona scuola (senza Renzi) come era la nostra, sta andando in malora. Chi ha permesso queste cose si dovrebbe vergognare, ma sono certo che non "tiene" vergogna. Bene farebbero i genitori a passare alle vie di fatto (qui si!!). Ma come si permettono con tutti i problemi che gia' ci sono! Per non usare parole esplicite, considero i responsabili come quello che i cani (e padroni maleducati) lasciano all'angolo delle strade! I cani e anche i porci sono ad un livello piu' alto di costoro!

java

Mer, 11/03/2015 - 14:34

la cosa piu' abbietta di tutto questo e' che proprio le lobby omosessuali, insistendo che 2 "padri" o 2 "madri" sono meglio di padre+madre, sminuiscono il ruolo storico e biologico della donna e dell'uomo riducendoli a semplici donatori di gameti. Quindi non e' il gioco del rispetto, ma e' il gioco dell'offesa. Quale altra 'cultura' riduce la donna a una fattrice? Ah l'islam, vedi quante cose hanno in comune? LGBT e isis, un connubio perfetto.

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Mer, 11/03/2015 - 14:36

sarebbe il caso che questi"giochini"li facessero a casa loro ,coi loro figli, visto che ci tengono ....

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 11/03/2015 - 14:38

Questi sono pazzi!

STEFANOZOPPI

Mer, 11/03/2015 - 14:43

Orrore , nemmeno nazisti e comunisti erano arrivati a tanto. Lasciate in pace i bambini !!!!!!!!!!! Non sono riuscito a finire di leggere il documento , mi veniva da vomitare , se poi penso che è pagato con i soldi di tutti mi ....... meglio non aggiungere altro.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/03/2015 - 14:47

Nessun commento. Assolutamente inutile.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 11/03/2015 - 14:47

A prima vista si potrebbe pensare che questi siano pazzi. Ma sarebbe un errore, non sono pazzi, sono fin troppo lucidi e stanno attuando la loro devastante strategia di disgregazione sociale e morale, a piccoli passi, nell'indifferenza generale. Se qualcuno azzarda un commento meno che lusinghiero nei confronti di rom e neri, è razzismo e passa guai seri. Questi invitano i bambini a toccarsi ed è nuova pedagogia. Quello che preoccupa, quindi, non è il diffondersi di iniziative simili, ma il fatto che nessuno reagisca come si dovrebbe.

polonio210

Mer, 11/03/2015 - 14:52

Se avessi proposto io,a qualche bambino,ciò che è scritto nelle linee guida folli sarei stato indagato per atti di libidine su minori,pedofilia,violenza sessuale su minori,adescamento minorile,atti osceni,induzione di minori al compimento di atti sessuli,produzione di immagini pedopornografiche con attori minori aggravata dalla età infantile dei suddetti.Questi estensori,invece,tranquillamente possono spacciare le loro devianze psichiatriche per nuovi sistemi pedagogici atti a superare le differenze di genere.Non so cosa aspettino i genitori dei bambini per denunciarli all'autorità.

vince50

Mer, 11/03/2015 - 14:55

Mi auguro vivamente che ci siano delle teste ancora pensanti per impedire tutto questo,se così non fosse significa che le perversioni degli adulti ricadranno sui piccoli.

GianniGianni

Mer, 11/03/2015 - 15:09

Ma come si permettono? Le bambine devono imparare fin da piccole solo a cucinare, a lavare i piatti a mano e a lavare i panni al fiume, come facevano le nostre nonne. Con questi giochi magari da grandi si crederanno uguali ai maschi che per natura gli sono superiori e le devono comandare e mettere incinte

plaunad

Mer, 11/03/2015 - 15:30

Ma possinile chenon ci sia un sempre solerte Procuratore che li incrimini per pedofilia e istigazione a delinquere?

fecb

Mer, 11/03/2015 - 15:30

L'evidenza che il fanatismo ideologico genera patologie mentali è sintetizzata nei documenti, negli atteggiamenti, nelle assurdità riportate nell'articolo. Si vuole creare una grave confusione nell'età più delicata ed indifesa, quella in cui si sta cercando la certezza di sè anche attraverso l'identità sessuale (che non è una parolaccia!!).

Libertà75

Mer, 11/03/2015 - 15:31

Siamo all'eterofobia più spinta, mi vergogno di questa classe politica!

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 11/03/2015 - 15:32

Il rincoglionimento generale unito alla depravazione, supportata dalla cretinaggine che porterà questa società allo sfacelo completo. Appena la mia nipotina andrà all'asilo sarò inflessibile nei confronti di coloro che saranno preposto alla sua custodia. Mi comprometterò? Volentieri, se sarà necessario.

Ritratto di fulgenzio1947

fulgenzio1947

Mer, 11/03/2015 - 15:37

Il '68 ha prodotto già due generazioni di personaggi che hanno potuto trovare solo rifugio come precari nella scuola. Questo è il risultato: una società la nostra senza capacità culturali e capacità scientifiche, che sta continuando a scendere lungo la scala dei paesi così detti sviluppati. Discesa che finirà presto: ormai il fondo è molto prossimo.

eloi

Mer, 11/03/2015 - 15:38

Prima avevamo il partito dei verdi. Le pinte non si devono abbattere, meglio che eese abbattino noi. Questo è il risultato visto a Marina di Pietrasanta e d Forte dei Marmi. Oggi ciu troviamo nella scuola dell'infazia certe aberrazioni. Giusta nel sociale la parità di genere. Ce ne corre da li ad incrementare il terzo sesso. I maschietti si toccano e lo dicono, le femminucce lo fanno e non lo dicono da che mondo è mondo.

STEFANOZOPPI

Mer, 11/03/2015 - 15:39

Ma i nostri giudici tutto fare , che intervengono anche nel più recondito dei problemi etici e sociali non hanno da dire niente!!!! Ma i nostri super giornalisti sempre pronti ad inchieste spregiudicate che non guardano in faccia a nessuno , non hanno da dire niente!!!!!!!! E i nostri politici ed intellettuali tutti sempre pronti ad indignarsi , non hanno da dire niente !!!!!! L'Europa è ormai preda di una decadenza inarrestabile!!!!!!!

fecb

Mer, 11/03/2015 - 15:40

Solo per demenza politica si può manifestarsi come lei, sig. giannigianni!

tersicore

Mer, 11/03/2015 - 15:41

Ecco come la pedofilia, cacciata fuori dalla porta, rientra dalla finestra. Obbrobrio ed estrema degenerazione dei sedicenti 'progressisti'.

fedeverità

Mer, 11/03/2015 - 15:44

NESSUN COMMENTO!! ............

Sonia51

Mer, 11/03/2015 - 15:50

Siamo alla demenza. Per capirci, chi sostiene e difende tutto questo scellerato progetto ideato da deficienti, lo fa per iscritto sul sito Rete Civica di Trieste firmandosi "La Vicesindaca" (Boldrini docet...)

Raoul Pontalti

Mer, 11/03/2015 - 15:50

Che ci provino con i bambini islamici...poi non scommetterei un soldo bucato sull'integrità di quei disgraziati d insegnanti pervertiti.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 11/03/2015 - 15:51

@GianniGianni ovviamente non hai capito un cxxxo.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mer, 11/03/2015 - 15:52

Nel commento di ieri, schifato da tanta impudenza, ho dimenticato un'ipotesi (non tanto peregrina, visto l'andazzo): se, nel "gioco delle sensazioni" ci fosse qualche (non improbabile) insegnante (uomo o donna) "incline alla pedofilia e, quindi, approfittasse dell'occasione per esercitare le sue perversioni, come la mettiamo? Non era già sufficiente il fatto che, questi dannati sinistri, avessero funzionato (e funzionino) da criminali fiancheggiatori degli scafisti e autori della speculazione sulla greppia della cosiddetta "immigrazione", comunque clandestina??? Anche sulla pelle dei bambini debbono andare ancor oltre la speculazione già in atto nel cosiddetto "diritto minorile"???

giovannibid

Mer, 11/03/2015 - 15:59

ma questi sono DEFICIENTI o sono dei CRIMINALI? E i genitori che fanno niente? Povera gioventù vilipesa e tradita sin dalla nascita CHE SCHIFO VERGOGNATEVI

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 11/03/2015 - 16:05

Questi hanno dei gravi problemi a livello sexxuale. Bisognerebbe rin chiuderli.

baio57

Mer, 11/03/2015 - 16:12

@ GianniGianni - Sei solo un presunto progressista al limite del patetico .

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 11/03/2015 - 16:21

Questi hanno dei gravi problemi a livello sexxuale. Bisognerebbe rinchiuderli.

terzino

Mer, 11/03/2015 - 16:28

Traviati mentali. Non si spiega altrimenti a meno che che dietro non ci sia uno scopo ben preciso:Visto che la popolazione mondiale cresce a dismisura cominciamo a procreare meno in casa nostra, come se già non succedesse, altrimenti come sistemeremo i migranti?

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mer, 11/03/2015 - 16:40

la deficienza non ha limiti! in Italia siamo alla follia!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 11/03/2015 - 16:46

Pare ovvio che i grandi vogliono scambiare le mutande coi bambini. Legnate preventive ai maestri condotti in aree senza telecamere.

Luigi Fassone

Mer, 11/03/2015 - 17:02

E fu così che si verificò un secondo esodo da quelle terre prima redente...E,purtroppo,è anche così che,anche se molto indirettamente,l'ISIS si rafforza...!

tormalinaner

Mer, 11/03/2015 - 17:08

Pedofili e gay sono la stessa cosa e questa violenza sui bambini la dimostra. Ho orrore per queste persone malvage.

Tergestinus.

Mer, 11/03/2015 - 17:08

Per chi non lo sapesse aggiungo che l'attuale vicesindaco fino al 2010 era la direttrice del settimanale diocesano "Vita Nuova". Poi per fortuna Benedetto XVI ha inviato in diocesi come vescovo mons. Crepaldi che fin da subito si è adoperato nel difficile compito di ricattolicizzare i credenti di questa povera città e così le è stato dato il benservito che da tempo meritava. Ovviamente il PD ha risposto alla lesa maestà nominandola vicesindaco.

michele lascaro

Mer, 11/03/2015 - 17:16

Tutti noi siamo stati piccoli, e, crescendo, abbiamo scoperto il sesso, la differenza tra i due generi (perché ce ne sono solo due, maestri dei miei stivali!) ecc. ecc. Non abbiamo iniziato a scuola pratiche di reciproca conoscenza ma, sempre crescendo, ci siamo fatti un'idea del maschio e della femmina, che poi abbiamo messo in pratica. E allora? Siamo stati dei minorati, come ipotizzano questi turpi (e turpe), oppure abbiamo compiuto il percorso, logico, di tutti i nuovi nati? Io punirei questi tali con una gogna, di chiara estrazione medievale, con la mostra delle loro nudità, sfiorite e decadenti, per la pubblica vergogna!

Luigi Farinelli

Mer, 11/03/2015 - 17:17

Il gender è una delle più demenziali ideologie nate dal cervello malato dei creatori di "uomini nuovi" ma è funzionale alla creazione dell'individuo androgino, indifferenziato, de-virilizzato (se maschio) e privato dell'istinto materno (se femmina)schiavi succubi di una élite mondialista in una società de-natalizzata. Il radical femminismo(altra ideologia costruita coi soldi Rockefeller nelle università americane) ne costituisce il supporto. Non ha alcuna base logica e TUTTI gli esperimenti eseguiti negli ultimi decenni (persino con le scimmie e nei kibbutz israeliani) l'hanno rivelata per la bufala che è ma pericolosissima per l'intera società umana. In Norvegia, constatando che dopo i miliardi spesi per divulgarla, maschi e femmine continuavano a comportarsi secondo natura, il loro ministero del gender è stato chiuso dalla sera alla mattina. Da noi la cosa la gestisce, come al solito, la sinistra al guinzaglio del Grande Oriente e dell'OMS.

alkt90

Mer, 11/03/2015 - 17:27

no comment..

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 11/03/2015 - 18:04

GianniGianni, ribadisco anch'io che non ha capito na beata fava. Qui si cerca di imporre ai bambini il sesso sentito non il sesso reale. Ovvero, le femmine sono tali perchè hanno la farfallina e il pistolino è prerogativa dei maschi.

Blueray

Mer, 11/03/2015 - 18:14

La premessa del GOAP alle linee guida è illuminante, ma quelli hanno a che fare con famiglie violente, problematiche, border line. E' viceversa evidente che si tratta di un disegno preordinato della sx per una nuova pedagogia gender transformative, da estendere magari su scala nazionale, finalizzata a sostituire nelle giovanissime menti il concetto di uomo-donna o papà-mamma con quello molto più ambiguo di genere neutro, apparentemente con la scusa dell'egualitarismo, al lato pratico con lo scopo distorto di far prevalere una costruzione culturale (genere) su una differenza biologica.

Ritratto di fulgenzio1947

fulgenzio1947

Mer, 11/03/2015 - 19:01

Io farei ripetere tutto l'esperimento agli/alle insegnanti/e che hanno avuto questa bella pensata ed alla fine chiederei loro che emozioni o sensazioni hanno provato.

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mer, 11/03/2015 - 19:07

Comunisti segaioli giù le mani dai bambini ...

gennaio18

Mer, 11/03/2015 - 19:09

Ma vi rendete conto in che paese viviamo,ma dove c.........o sta il ministro un procuratore della Repubblica un testa di c........o del governo che possa fermare questi pedofili.

FRANZJOSEFF

Mer, 11/03/2015 - 19:17

LE ASSOCIAZIONI PER LA DIFESA DEI BAMBINI O GIOVENTU' O ALTRE ASSOCIAZIONE CHE SPUNTANO COME FUNGHI CHE FINE HANNO FATTO? SONO ANCORA A SCIARE?

Raoul Pontalti

Mer, 11/03/2015 - 19:19

michele lascaro non cadere anche Tu nei tranelli: i sessi sono solo due (gli intersessi sono scherzi di natura) ma i generi possono essere più di due come la grammatica (latina ad esempio) ci insegna In grammatica esiste anche il genere neutro. Per i perversi (made in USA sia ben chiaro) che hanno imposto la teoria gender esistono cinque generi almeno: oltre ai consueti (e per loro desueti) maschile e femminile, anche il maschio che si sente femmina, la femmina che si sente maschio, e i bisex cui taluno aggiunge i transessuali. Ma questi perversi hanno vinto, imponendo nella nostra legislazione il termine genere in luogo di sesso (voto di genere, parità tra i generi, etc) e confondendo anche un onest'uomo come Te: quando si parla di essere umani, animali e vegetali se ne definisce il sesso, giammai il genere se non come entità classificatoria superiore alla specie.

paolo0187

Mer, 11/03/2015 - 19:28

Ma i genitori? sono d'accordo? non credo

summer1

Mer, 11/03/2015 - 19:33

Tutti i responsabili di questa iniziativa sono da denuncia, spero che qualche procura della repubblica ci pensi! Anche se avessero ragione loro si rendono conto che stanno costruendo dei diversi e, la diversità nei giovani sappiamo tutti quante vittime fa!

CIGNOBIANCO03

Mer, 11/03/2015 - 19:35

Dottor Biloslavo: queste son le vere notizie che mi fanno gridare allo scandalo e, mi destano raccapriccio.

Magicoilgiornale

Mer, 11/03/2015 - 19:42

Stranezze, stiamo perdendo il buonsenso

brunosel

Mer, 11/03/2015 - 19:45

se si permettono di fare tutto questo nella classe diio nipote li prendo a calci nel c...o

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 11/03/2015 - 20:04

A sentire il sindaco e quel paio di assessoresse che lo plagiano, chi è contrario al progetto o è malato o minus habens. Ma si sa, loro sono perfetti/e.....

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 11/03/2015 - 20:08

Pura follia quella di inculcare precocemente ai bambini la scoperta sessuale anziché lasciare che sia la natura a seguire i suoi passi e a farsi sentire, come sempre in ogni essere, nello sviluppo adolescenziale. Questa è una cattiva forzatura imposta su esseri puri e inermi che nulla possono di fronte a insegnanti mediocri convinti di portare novità educative. Ritengo il promotore di questi esperimenti ed il corpo docente che ne adotta il sistema educativo semplicemente degli idioti che poco hanno capito della loro vita e perciò non hanno nulla da insegnare. Genitori portate via i vostri bambini da queste scuole a costo di cambiare paese, salvate la loro innocenza finché siete in tempo.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 11/03/2015 - 20:10

Lasciate vivere la gioventù, insegnando loro, il BENE e il MALE ed a suo tempo i valori della vita. LA SOCIETÀ D`OGGI, ha già troppi problemi e la gioventù senbra sia nata demente, grazie alle istituzioni scolastiche, che hanno dimenticato i valori della vita !!!

AG485151

Mer, 11/03/2015 - 20:15

A me , a 6 anni , hanno insegnato , molto bene e in relazione all'età : italiano , aritmetica , storia , geografia , disegno . Questa è una banda di dementi che trasferisce sui bambini le sue turbe psicoesistenziali .

maryforever

Mer, 11/03/2015 - 20:28

Questo messaggio mi porta a convertirmi all'islam.

Italianoinpanama

Mer, 11/03/2015 - 20:34

povera itaglietta!! oltre che un paese di cattocomunisti,di boldrine varie,di vu cumpra adesso anche un paese dove insegnano ad essere culattoni!!!!

Tobi

Mer, 11/03/2015 - 20:45

le lobby massoniche tentano l'indottrinamento della teoria del gender fin dall'asilo per introdurre i bambini alla sessualità e così procurarsi più facilmente "materiale" per i propri vizi pedofili. E, vergogna per tutti noi, lo stanno facendo sotto il nostro naso, complice la nostra indifferenza. Facciamoci sentire tutti contro questi burocrati-europeo-massonico-pedofili.

Tobi

Mer, 11/03/2015 - 20:49

mi associo a brunosel. Li prendo e gli faccio vedere io a questi farabutti ideologi del gender non appena provano a toccare i bambini.

Luigi Farinelli

Mer, 11/03/2015 - 21:08

Blueray, h.18:14: è proprio così! Aggiunga che l'ONU e l'Europa stanno spingendo spasmodicamente per imporre queste ideologie anti-natura e anti-umane per fini ben precisi. Per capire la genesi di questo attacco diretto alle basi fondanti della società, consiglio sempre il libro di Alessandra Nucci ("La donna a una dimensione") o Michel Skooyans ("il volto oscuro dell'ONU" e interviste, rintracciabili su Google) ma ce ne sono molti altri, fra cui, soprattutto, tutti quelli di Maurizio Blondet. E' bene che la gente si svegli, cominciando dagli imbambolati di sinistra (ma molti sono nello schieramento opposto) ormai talmente infettati di laicismo e pensiero omologato politicamente corretto che non riescono più a capire quanto i loro guru da strapazzo li stiano plagiando.

dare 54

Mer, 11/03/2015 - 21:15

naaaah! Se non c'è il Cavaliere di mezzo, è tutto legittimo!

Arch_Stanton

Mer, 11/03/2015 - 21:40

Lo Stato NON deve educare i nostri bambini, quello è il dovere primario della famiglia. Quella è pura pedofilia educativa, se un bambino gioca con la pistola ed una bambina con le bambole è perché a loro piace così, nessuno glielo ha imposto, è la natura che ci ha creato diversi fisicamente e mentalmente... otre che individualmente. Ritirate i bambini da scuola e mandateli in istituti privati di vostra fiducia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 12/03/2015 - 00:40

Che c'è da meravilgiarsi? Stanno applicando i metodi collaudati in ogni dittatura. IL LAVAGGIO DEL CERVELLO PROPRIO NELL'ETÀ PIÙ ESPOSTA AI CONDIZIONAMENTI. QUELLA IN CUI IL BIMBO ASSIMILA COME UNA SPUGNA TUTTO CIÒ CHE LO CIRCONDA. Non a caso a promuovere una tale abominevole iniziativa è la Serracchiani. Una stolta propagandista trinariciuta del culturame rosso che scambia il pervertimento dei piccoli per conquista sociale. SPERO CHE TRA I GENITORI CHE PROTESTANO CI SIANO ANCHE QUELLI CHE HANNO VOTATO PD. Così si rendono conto a quali pericolosi incapaci hanno affidato i loro figli ed il paese.

FRANCO1

Gio, 12/03/2015 - 02:18

Roba da matti!!! Ma i genitori che fanno?? Sono consenzienti?? Incredibile.

Accademico

Gio, 12/03/2015 - 07:35

Il Ministro dell'Istruzione si compiaccia disporre un'ispezione e la Procura di Trieste apra un'inchiesta. I genitori degli scolari, a loro volta, si costituiscano parte civile. Non c'è altro da fare.

Aiace65

Gio, 12/03/2015 - 07:55

Quanti danni ha fatto la bonanima del triestino Basaglia. Siamo alla frutta ma la chiesa i pretini che rompono le palle dove sono? Se erano altri i promotori sarebbero inorriditi ma provenendo dalle file cattocomuniste per tutti e' tutto lecito

michele lascaro

Gio, 12/03/2015 - 08:08

Pontalti, nelle materie scientifiche la pratica deve seguire la teoria. In medicina esistono solo due generi (i casi di ermafroditismo sono rari e considerati un'aberrazione come il cancro) segue...

michele lascaro

Gio, 12/03/2015 - 08:10

La teoria del gender, diffusa (come il cancro) in tutto il mondo (ad eccezione dei paesi islamici) è solo frutto di un processo mentale dei creatori, che ha tutto della psicosi e niente della nevrosi, Segue...

michele lascaro

Gio, 12/03/2015 - 08:12

Si vuole giustificare quello che deriva da pessima educazione, e spesso imposizioni di ambigue abitudini, dei piccoli, da cui, nell'adulto, derivano comportamenti anomali. Segue...

michele lascaro

Gio, 12/03/2015 - 08:16

Si vuole propagandare come scientifico quello che di tale non ha nulla. Parafrasando quello che la Bruch afferma in un campo diverso, dico che il Normale, (in questi soggetti), fa segni disperati di uscire dall'Anormale (non riuscendovi più), e costretto a recitare la sua condizione per tutto il resto della vita.

jaaaar

Gio, 12/03/2015 - 08:17

Avete votato come pecoroni la convenzione di istanbul perché ve lo diceva la femminista Boldrini? E ora questa follia del gender è una delle conseguenze

michele lascaro

Gio, 12/03/2015 - 08:18

È vero che in tante grammatiche, passate e presenti, esiste il neutro, ma queste sono solo certezze filologiche e letterarie.

gianni.g699

Gio, 12/03/2015 - 09:00

Siamo alla follia !!!

gianni.g699

Gio, 12/03/2015 - 09:15

Su di un monolite in Georgia (Guidestones, la Stonehenge americana) qualcuno ha fatto scrivere che il numero giusto di abitanti sulla terra per vivere in armonia con il pianeta è di 540 milioni di persone ovvero neanche il 10% del numero attuale ... di chi abbia commissionato tale opera non c'è traccia alcuna, ma visto il comportamento e l'andazzo della razza umana a livello mondiale direi che è quantomeno roba da far venire i brividi !!!

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 17/03/2015 - 14:09

Mi chiedo, perchè invece di far fare questi giochetti ai bambini non li fanno i genitori, avrebbero una conoscenza superiore del loro corpo dopo essersi PALPEGGIATI e perchè NO anche ACCOPPIATI. Sicuramente avrebbero acquistao più CERVELLO nell'educare i loro figli.

rossanavdv

Ven, 15/05/2015 - 10:40

Sto per vomitare.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 25/06/2015 - 08:38

Sarebbe utile, per farsi un’idea giusta sui Gender, guardarsi su Youtube l’inchiesta :”Paradosso norvegese”.Dopo la sua pubblicazione il governo norvegese ha tolto i finanziamenti ai Gender dati in precedenza. Ricordo che la Norvegia fa parte di quella elite di stati considerati i più democratici “veri” nel mondo.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Gio, 01/10/2015 - 18:12

cose che accadono in altitalia

Tuthankamon

Lun, 05/10/2015 - 10:16

Demenziale. Con questa gente, i rapporti dovrebbero essere come con il califfato. Chiusura totale!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 07/10/2015 - 08:48

BASTA NON FIRMARE IL MODULO DI ADESIONE AL PROGRAMMA.IL RIFERIMENTO LO TROVERETE SUL SITO WWWPROVITA.IT(o com)