Boccia: "Il 100% degli imprenditori contro questa manovra"

Il presidente di Confindustria: "Non siamo contro nessuno, ma vogliamo un Paese che cresce"

Confindustria boccia (ancora) la manovra del governo. Durante la trasmissione Piazza Pulita, Vincenzo Boccia ha infatti detto: "Abbiamo circa 160mila associati e li ho ascoltati e posso dire che il 100% di loro è contro la manovra". Dubbi che il presidente di Confindustria presenterà al vicepremier Matteo Salvini domenica prossima: "Ribadiremo le nostre premure nell'interesse del Paese. Non siamo contro nessuno, ma vogliamo un Paese che cresce. Questa manovra è debole sulla crescita e glielo ridiremo, gli faremo anche delle proposte che non sono impattanti sulle risorse ma sull'economia reale".

Tutto, secondo Confindustria, ruota attorno a una mancanza di prospettiva di crescita: "Se non c'è crescita non assumi. Il decreto dignità ha il vulnus che reintroduce le causali: ai fini quantitativi non cambierà nulla, ma aumenta la conflittualità e le imprese cambieranno la persona al termine dei 12 mesi".

L'appello di Boccia è indirizzato principalmente alla Lega, giudicata più sensibile alle richieste degli industriali: "Governando la Lega alcune regioni del nord, determinava delle aspettative. Valutiamo i provvedimenti del governo, erano di tutto il governo, invitando la Lega a una coerenza tra quello che dice e quello che fa. È evidente che in alcune parti del Paese c'è un legame forte tra i nostri associati e alcuni governatori, anche della Lega, con cui c'è un ottimo rapporto con i nostri associati e si costruisce un percorso legato a sviluppo e consenso".

Commenti

jaguar

Gio, 06/12/2018 - 23:33

Boccia dice: "Se non c'è crescita non assumi", ma guarda caso, quando c'è crescita assumono solo con contratti a termine, come mai? Dovrebbero vergognarsi, con la complicità degli ultimi governi hanno creato un mondo del lavoro sempre più precario, e chi ne paga le conseguenze sono soprattutto i giovani.

ex d.c.

Ven, 07/12/2018 - 00:21

Non è solo questa manovra che non va. È questo Governo senza senso che non funziona

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 07/12/2018 - 01:12

La notizia non desta meraviglia. Non compete a me spiegarlo, ma il progetto di politica economica su cui insistono Di Maio ed M5S, con alla base il reddito di cittadinanza, è incompatibile con la situazione della nostra economia, per la quale è prevista una controproducente crisi. Il problema é che Salvini é consenziente e vuole andare avanti, ignorando che la "barca" rischia di affondare. Nel contempo alcuni progetti di M5S stanno preoccupando anche il "popolo", come nel caso del progetto di tassare le automobili che non abbiano un motore "elettrico", così colpendo la maggioranza degli Italiani. Al governo mancano i soldi, ma difettano anche i cervelli...e mi dispiace per Salvini, che però poi pagherà agli elettori tale sottomissione a Di Maio ed a M5S.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 07/12/2018 - 05:12

Certo, ma solo se si considerano "imprenditori" i profittatori di aiuti statali, che poi svendono o chiudono industrie, o le trasferiscono all'estero causando disoccupazione. Per lorsignori imprenditore è solo chi appartiene alla cosca di confindustria, un mostro da economia di stato, che andrebbe abolito seduta stante, e non considerano i tanti piccoli e medi imprenditori, tartassati dallo stato, derubati dal fisco, annientati dalle regole europee, ma che soli tengono in piedi l'economia di questo straccio di paese, senza mai ottenere un ghello di aiuto statale.

jenablindata

Ven, 07/12/2018 - 05:42

boccia... datti una lucidata in testa,nè? che io sono imprenditore,e non sono affatto contro questo governo,anzi: invece mi stai parecchio sulle palle tu... per via del fatto che rappresenti un tipo di imprenditore che impoverisce tutti quelli che ha intorno pur di sfondarsi il portafogli lui.

rokko

Ven, 07/12/2018 - 07:05

jaguar non è vero che si assume solo a termine, e poi assumere a termine non è fare un omicidio. In economie molto avanzate e che crescono, come gli Usa, tutti sono praticamente a termine, nel senso che possono essere licenziati come e quando si vuole. Combattere il lavoro a termine è stupido, occorre invece lavorare sulle cause della mancanza di lavoro e soprattutto della mancanza di lavoro di qualità.

Popi46

Ven, 07/12/2018 - 07:11

Guardi,jaguar, la precarietà imperante nel mondo del lavoro è conseguenza di tanti fattori, la globalizzazione (che ha aperto le porte alla concorrenza), la tecnologia (che ha ridotto drasticamente la necessità dell’intervento umano), la necessità di conoscenze sempre più specialistiche (che ha emarginato tanti che di quelle conoscenze sono privi per mancanza di apposita istruzione),ecc. Colpa dei governi è quella di non aver capito per tempo la rivoluzione in atto

Dordolio

Ven, 07/12/2018 - 07:19

jaguar ha perfettamente ragione. Quando crescono NON assumono stabilmente. E ovviamente non lo fanno quando gli affari non vanno bene. E allora? E chi li rappresenta poi con gran clamore e "spessore"? Vincenzo Boccia, tipografo salernitano che ha ereditato la ditta da papà..... Uno che ha appeso il cappello, come si dice, senza nemmeno aver bussato alla porta e aver almeno fatto vedere cosa sa fare....

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 07/12/2018 - 07:23

Bravo Jaguar , concordo ! Caro Boccia , aggiorn ala statistica, io ho una partita IVA come artigiano e sono A FAVORE della manovra. Tu invece che rappresenti i PRENDITORI all'inizio eri favorevole perché cercavi i soldi pubblici quando non li hai trovati sei tornato all'opposizione con i tuoi amici del PD che ti avevano regalato a costo zero, precarizzazione del lavoro e abolizione articolo18, VERGOGNATI !

Duka

Ven, 07/12/2018 - 07:29

L'essere contro a delle demenzialità è normale, ma questo governo NON è normale perciò non basta. SOLO LA PIAZZA LI PUO' MANDARE TUTTI A CASA. I gilet francesi fanno scuola.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 07/12/2018 - 08:03

jaguar, le pare logico che una ditta che ha dei collaboratori validi non voglia trattenerli con contratti a tempo indeterminato? E' che la crescita è ormai diventata anch'essa a termine specie quando si ha a che fare con governi che ti cambiano le carte in tavola repentinamente o che seguono bovinamente quello che dice l'UE riguardo alle sanzioni ad un paese che importava miliardi dei nostri prodotti?

INGVDI

Ven, 07/12/2018 - 08:11

Poveri imprenditori, grandi e piccoli, artigiani, commercianti, liberi professionisti, continuamente presi in giro da Salvini che ha sposato chi è contro la libera iniziativa, contro la proprietà privata, contro la libertà di stampa, contro la cristianità, contro il buonsenso: i comunisti stellati, insomma.

frank173

Ven, 07/12/2018 - 08:16

Allora non è così male!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 07/12/2018 - 08:46

andrea riva, anche il suo titolo è sbagliata, quello reale deve essere, boccia: "il 100% dei BOTTAGAI contro questa manovra"

jaguar

Ven, 07/12/2018 - 10:53

rokko, hai detto bene quando parli di economie molto avanzate e che crescono come gli Usa, ma noi siamo l'Italia e qui le cose funzionano diversamente. La stragrande maggioranza degli imprenditori ha sempre abusato di questi contratti, mentre ora che finalmente si vuole porre un freno piangono miseria. A mio parere da questo schifo si salvano solo le aziende artigiane, dove la mentalità è diversa e si da il giusto peso al lavoro svolto dai dipendenti, spesso assunti con contratti a tempo indeterminato.

Duka

Ven, 07/12/2018 - 11:55

Ora solo la piazza potrà , forse, salvare questo paese in totale sbando governato dalla confusione e deficienza. Imprenditori, Operai, Famiglie TUTTI IN PIAZZA per mandare a casa questi squinternati, truffatori di mestiere.

Dordolio

Ven, 07/12/2018 - 12:10

Ottimo Duka. Poi tornano quelli di prima. E la pietra tombale - definitivamente - viene posata sulla nostra società. Ma la messa funebre sarà comunque bella, col gotha di storici banditi in prima fila. Commozione. Alate parole di Mattarella e grande partecipazione di chi non ha capito proprio nulla di quel che sta succedendo.

rokko

Ven, 07/12/2018 - 12:12

jaguar, ma chi te lo ha detto che "gli imprenditori hanno sempre abusato di questi contratti" ? Da cosa lo deduci ? Se un imprenditore ricorre a lavoratori a termine è perchè ne ha bisogno appunto, a termine. Oppure perchè non è sicuro di averne bisogno a lungo termine e preferisce stare sul sicuro, poichè in Italia per liberarti di un dipendente che non ti serve occorre spendere un mucchio di soldi e forse nemmeno ci riesci. Il problema non è il lavoro a termine ! Il problema è la mancanza di lavoro !