Boldrini e quel paragone tra gli italiani e gli immigrati

Laura Boldrini va in Brasile. Viaggio istituzionale per la presidente della Camera che incontra, durante il suo tour, anche l'ex presidente Lula. Fin qui nulla di strano. Ma a quanto pare il viaggio dall'altra parte del mondo è servito alla Boldrini per prendere lezioni su come trattare i migranti. Così su Facebook la presidente racconta il suo viaggio. "Negli Stati Uniti c'era Ellis Island, in Brasile, a San Paolo, l' "Hospedaria dos imigrantes", dove tra il 1890 e il 1930 arrivarono un milione di immigrati italiani, per lo più dal Veneto. Qui venivano ricevuti e visitati prima di andare a lavorare nelle piantagioni di caffè. Ben 3 milioni di italiani arrivarono in questo Paese e oggi si contano 30 milioni di cittadini brasiliani di origine italiana".

E ancora: "L'Hospedaria è ancora un luogo dedicato alla migrazione e all'accoglienza. Una parte dell'edificio è infatti un centro dove i più disagiati, inclusi migranti, trovono oltre a un alloggio e i pasti la possibilità di ricevere istruzione e formazione professionale. È gestito dal Sermig, Servizio missionario giovani di Torino, che grazie al lavoro di 500 volontari riesce ad assistere 1300 persone". Infine quel velato suggerimento: "Il Brasile, proprio come gli Stati Uniti, è un Paese cresciuto sulla fusione di tante culture e sul lavoro di immigrati, giunti soprattutto dall'Europa. Il governo brasiliano gli pagava il viaggio in terza classe per farli venire. Una volta qui i proprietari terrieri li selizionavano, dando priorità a chi aveva più figli, perché già a dodici anni diventavano forza lavoro". Forse vuol pagare pure il viaggio agli immigrati che arrivano in Italia?

Commenti

manolito

Dom, 31/05/2015 - 16:14

un cadavere parte per il brasile a nostre spese naturalmente--chissà quanti problemi italiani questa inutile donna(???)risolverà-----farà quello che ha sempre fatto cioè danni per gli italiani--e poi bla bla per rom e clandestini,i nostri datori di lavoro

risorgimento2015

Dom, 31/05/2015 - 16:43

La dogana fara` bene a controllare le valigge della sboldrina,in caso` di trovarci clandestini quando torna ? (speriamo di NO!)

Roberto Casnati

Dom, 31/05/2015 - 17:01

Davvero l'ignoranza della Boldrini supera ogni più pessimistica valutazione!

Zizzigo

Dom, 31/05/2015 - 17:05

La Boldrini ha dimenticato di sottolineare (ed anche il ns. articolista) che allora (1890/1930) in Brasile servivano le braccia per lavorare... ma qui, in Italia, delle braccia dei clandestini non ce ne facciamo nulla! E poi, in Brasile, ci andavano anche italiani che impiantavano aziende, mentre qui, i clandestini, impiantano solamente grane e traffici illeciti...

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 31/05/2015 - 17:13

ma l'avete instradata per le piantagioni di caffe'??? FATECI UN PIACERE FATELO

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 31/05/2015 - 17:21

È andata con la scusa di un viaggio ISTITUZIONALE per andare a trovare il SUO AMICO BATTISTI!!!! E IO PAGOOOO !!!!! Vieni anche qui in Nicaragua!!!! Saludos dal Leghista Monzese

Lucas1963

Dom, 31/05/2015 - 17:29

Questa vive nel mondo di Walt Disney, lei, insieme alla Fonero e alla Kienge, che dio ce ne liberi!

MEFEL68

Dom, 31/05/2015 - 17:52

La Presidenta trascura il fatto che in quell'immense regioni, allora quasi disabitate, il lavoro nei campi c'era veramente e le braccia sevivano. I migranti, non venivano "amorevolmente" visitati, ma SELEZIONATI per scegliere i più idonei. I "prescelti" lavoravano in condizione di semi schiavitù; ha mai sentito parlare dei PEONES? La signora Laura non ci dice che fine facevano e come campavano quelli non idonei. La Presidenta, che è pagata da noi per fare i nostri interessi, visto che è rimasta così favorevolmente colpita dall'ospitalità brasiliana del tipo "Tutto per l'immigrato", perchè non consiglia a tutti di andare in Brasile dove l'accoglieranno a braccia aperte?

riccioliscio

Dom, 31/05/2015 - 18:01

Ma che arretrati i Brasiliani. Pagavano il viaggio di terza classe agli immigrati che poi mandavano a lavorare nei campi. Invece Noi sì che siamo civili: li mettiamo negli hotel a quattro stelle per non fare niente dalla mattina alla sera.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 31/05/2015 - 18:20

LA BOLDRINOWA È E RESTA UNA GRAN M(P)IGNOTTA, DETTO DA UN ITALIANO RESIDENTE ALL'ESTERO; NON ARRIVATO CON IL BARCONE; LAVORATORE E NON MANTENUTO IN RESIDENCE A SPESE DELLA SOCIETÀ OSPITANTE PER ORDINE DI POLITICI CRIMINALI.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 31/05/2015 - 18:22

Paragonare l'Italia al Brasile è la peggiore cretinata che poteva partorire la altrettanto adeguata Sboldrina. Il Brasile era terra vergine, era un luogo da costruire, al quale assegnare una identità (anche se, probabilmente, già la aveva da secoli) col lavoro degli europei. Come si permette la presidenta di dire che l'Italia attuale debba avere bisogno di una 'fusione di culture'? Che, forse dai tempi di Dante , noi non avevamo una cultura da far tremare le vene dei polsi a questa feccia che ci sta invadendo? Boldrini Laura, italiana indegna, VATTENE!

roberto.morici

Dom, 31/05/2015 - 18:31

"I proprietari terrieri li selezionavano, dando priorità a chi aveva più figli, perchè già a 12 anni diventavano forza lavoro". Mi chiedo se l'oca ha capito l'implicazione di quello che ha detto.

Thor88

Dom, 31/05/2015 - 19:00

Questo individuo non ha neanche le capacità cerebrali per suonare un campanellino come si deve,figuriamoci se è in grado di aprire bocca senza sparare castronerie.Kompagnuccia,oggi un tuo amico Imam ha affermato che alle femmine dev'essere vietato lo stadio.Rallegrati,mica ha detto che una femmina fedifraga dev'essere lapidata a morte o che un gay dev'essere fatto sfracellare al suolo.Sappiamo bene che l'"omofobia" e il "maschilismo" sono problemi tutti italiani,ce lo dice Sboldrinova.Avanti quindi peshmerga islamici,per tutti voi porte c'è posto,albergo a 4 stelle,colazione pranzo cena ricariche e sigarette a sbafo.

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 31/05/2015 - 19:12

Ma questa denominata presidenta sa cosa significa fare paragoni? A me l'hanno insegnato alle scuole elementari. Ma perchè parla?

km_fbi

Dom, 31/05/2015 - 19:21

La vergogna più grande per gli italiani è quella di far girare questa donna per il mondo in rappresentanza dell'Italia, cioè di un paese che evidentemente non conosce e senz'altro non ama, perché altrimenti non si permetterebbe certi paragoni senza senso.Ammesso e non concesso che in 40 anni ci sia stata una media di 25.000 italiani/anno emigrati in Brasile, perché colà mancava manodopera, ogni paragone con la realtà attuale è improponibile.

cast49

Dom, 31/05/2015 - 19:38

oltre ad essere stronza è ignorante...

vonrap

Dom, 31/05/2015 - 19:40

SECONDO ME NON STA BENE. Con tutti i dottori che hanno e non pagando niente nè di visite nè di medicine loro e i loro parenti, perchè non ci rassicura con una bella visita gratuita a spese del popolino? Il mio sospetto e di tanti altri che ho avuto modo di sentire è che ella soffra di qualche sindrome che oltre ad affliggere lei affligge anche noi!

swiller

Dom, 31/05/2015 - 19:42

Sbattetela in galera e buttate la chiave, questa è una calamità una disgrazia per gli italiani.

roberto.morici

Dom, 31/05/2015 - 19:51

La Presidenta ha perso l'occasione più unica che rara di risparmiarci l'ennesima caxxxta.

vanni1944

Dom, 31/05/2015 - 19:54

Ma che razza di paragone fa questa ! Gli Italiani andavano in Paesi che avevano bisogno di lavoratori, da noi il lavoro non è abbastanza neanche per gli Italiani e la percentuale dei disoccupati è altissima !

elpaso21

Dom, 31/05/2015 - 19:55

I due tipi di immigrazione non sono confrontabili. Se sei un extracomunitario non ti faranno mai e poi mai entrare in Italia se vuoi usare un modo legale. Puoi entrare soltanto "clandestinamente".

Giorgio5819

Dom, 31/05/2015 - 20:16

Anche questa volta lo sfintere di questa spocchiosa si è aperto sul nulla.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 31/05/2015 - 20:17

Ma questa ci è o ci fà? Non si rende conto delle fesserie che dice.Il paragone è improponibile dati i tempi, i luoghi e le condizioni diverse. L'Italia non è più da duemila anni un paese da colonizzare! E gli Italiani non sono i fessacchiotti che lei pensa siano!!!

Maria Rosa

Dom, 31/05/2015 - 20:57

questa donna è paradossale! Perfino in Brasile, tra il 1890 e il 1930, era più organizzato dell'Itaglietta del 3° millenio.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Dom, 31/05/2015 - 23:32

Parla di clandestini, migranti, accoglienza... sempre. Una ossessione maniacale.-Fusione di tante culture- dice, la signora ha fuso il suo di cervello. Insopportabile.

cgf

Dom, 31/05/2015 - 23:43

E... ma gli hanno veramente fatto vedere come trattano gli immigrati clandestini di Venezuela e Perù? dubito. Così come dubito che abbia preso lezioni di SCHIAVISMO, è una pratica ancora diffusa in Brasile, soprattutto con gl'immigrati e, guarda caso, in aumento negli ultimi 10 anni...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 01/06/2015 - 01:01

La differenza tra i nostri emigranti e i clandestini che ci stanno invadendo è che gli italiani non pretendevano nulla. Volevano solo il lavorare senza imporre la propria religione né i propri costumi. QUESTA È LA DIFFERENZA TRA EMIGRAZIONE E INVASIONE.

Ritratto di Paolo700

Paolo700

Lun, 01/06/2015 - 01:11

onorevole sig.ra boldrini, da cittadino che - le ricordo - contribuisce con le proprie tasse a pagarle il profumato e "meritato" (si fa per dire) stipendio, le suggerisco di preparare un nuovo viaggio, questa volta presso il villaggio dei Puffi, per vedere come sono trattati gli immigrati, anche da loro; non dubito che, al ritorno, provvederà ad impartirci il seguito del suo sempre più annacquato, ed inutile sermone. Cordialmente

Ritratto di echowindy

echowindy

Lun, 01/06/2015 - 07:55

IN QUANTO A QUEL PARAGONE TRA GLI ITALIANI E GLI IMMIGRATI DI DONNA BOLDRINI, È IN REALTÀ DRAMMATICO. SICURAMENTE LA BOLDRINI HA SEGRETI DA VANTARSENE GRAZIE A REMOTE RIVENDICAZIONI ANTROPOLOGICHE.

fatevoi

Lun, 01/06/2015 - 09:29

Peraltro credo che tanto gli Indiani d'America che gli "Indios" brasiliani e non, qualcosa da dire contro le ondate migratorie l'avrebbero....

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 01/06/2015 - 11:00

la boldrini parte per il Brasile, e' la notizia buona. quella cattiva sara' relativa al suo ritorno

Ritratto di kikina69

kikina69

Lun, 01/06/2015 - 12:00

c'è un famoso aforisma che le (minuscolo voluto) dedico signorina: "Bisogna ascoltare molto e parlare poco per governare bene uno stato". lei fa esattamente il contrario. Come il commentatore Piccardi per un attimo ho sperato che lei partisse con un biglietto di sola andata...

Elyon

Lun, 01/06/2015 - 12:04

Gentile Presidentessa della Camera dei Deputati e delle Deputate, ogni occasione per Lei è buona per inviare messaggi d'amore ai clandestini che a migliaia, ogni settimana, vengono portati in Italia dalle navi di Triton. Questa volta, però, il paragone fatto con l'emigrazione italiana in Brasile negli anni 1890-1930 è privo di ogni fondamento etico, politico, religioso, sociale, storico e geografico, come alcuni commenti prima di me hanno evidenziato. Sarebbe bene che Lei, ogni tanto, si ricordasse anche degli italiani che vivono in difficili condizioni economiche, anche soltanto per ringraziarli di averla votata e proiettata su una delle poltrone più alte delle nostre istituzioni. Cordiali saluti.

donati

Lun, 01/06/2015 - 13:37

la Boldrini si vede ha letto il "Bignami".... però non sa che il Brasile aveva bisogno di immigrati e a basso costo (per le piantagioni) di una nazione immensa che prende mezza America del Sud !! Quindi il paragone con l'Italia e gli immigrati africani non regge !! anche perchè noi non solo non abbiamo piantagioni dell'800 che richiedevano moltissima mano d'opera, ma un lavoro non qualificato, per giunta, non lo possiamo proprio offrire a centinaia di migliaia di africani!! Per non dire che il check-point sanitario noi non l'abbiamo neanche !!! Queste due (piccole ?!) "gaffe" nella seconda carica istituzionale sono davvero gravissime !! Boldrini, dimettiti !!!

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Lun, 01/06/2015 - 17:05

La. Boldrini non condanna che a 12 anni i bimbi italiani erano inviati a lavorare nelle piantagioni. Dimentica di dire che gli italiani erano stati chiamati in Brasile a prendere il posto degli schiavi, dopo l'abolizione della schiavitu' ad opera della principessa Isabella, che causo' il golpe dei certi reazionari contro l'Impero e che porto' alla procramazione della repubblica.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 01/06/2015 - 21:22

Oltre al chirurgo plastico ci vorrebbe un neurochirurgo che sappia operare l'encefalo.

01Claude45

Ven, 17/07/2015 - 17:32

La Boldrini parla e sparla a vanvera. Gli immigrati in Brasile furono una scelta scellerata(?) della monarchia italiana col governo brasiliano per SOSTITUIRE GLI SCHIAVI con nuovi schiavi, dopo l'abolizione della schiavitù, Italiani però. Oggi gli oriundi ITALIANI, in Brasile, sono più di 60 mln, prevalentemente nel sud dove hanno sviluppato industria e benessere anche per il nord. I ns. emigranti NON SONO STATI MANTENUTI IN HOTEL 5*, ma messi in baracche più simili ai porcili che a case. Non hanno ricevuto servizi gratuiti ma se li sono guadagnati con il LAVORO dall'alba al tramonto. Gradirei sapere a cosa serve il "giro istituzionale" della Boldrini; cosa porta a casa, economicamente, da questo tour istituzionale(?). Potremo avere una esuastiva risposta dalla PRESIDENTA? Spero di si. L'aspetto, per diritto, visto che pago anch'io.