Budget Ue e migranti Macron soccorre Merkel ma inguaia l'Italia

Il leader francese strappa un fondo anti-crisi Sui profughi: «Rispediti nei Paesi di arrivo»

«Vogliamo evitare che l'Europa si divida» dice Angela Merkel, facendo un esplicito riferimento al nostro Paese. Nella questione migratoria «dobbiamo tenere in considerazione le posizioni italiane». Ma a mostrare di nuovo la sua intransigenza nei confronti dell'Italia a guida Lega-M5S pensa di nuovo Emmanuel Macron: «Come già detto con il premier Conte, lavoreremo insieme e coopereremo per la gestione dei migranti ma non risponderemo mai in modo positivo a strategie chiaramente non cooperative». Sul caso Aquarius: «Il problema inizia quando la Guardia costiera (italiana, ndr) carica migranti su una nave».

Dal castello di Meseberg, alle porte di Berlino, dove si sono trovati per un bilaterale «in un momento cruciale per la storia della Ue» (Macron), il presidente francese e la cancelliera tedesca invocano «solidarietà» e «cooperazione» come elisir di lunga vita dell'Unione europea. Ma più lo fanno più è evidente come mai prima d'ora proprio la concertazione sia il tallone d'Achille in grado di far esplodere il progetto unitario, con i singoli Stati intenti a portare acqua al proprio mulino e a ridisegnare nuove alleanze.
Accerchiata all'esterno dagli attacchi politici e commerciali della Casa Bianca di Donald Trump, pressata in Europa da due ministri dell'Interno (l'italiano Salvini e il tedesco Seehofer) capaci di far saltare il banco sul tema della protezione delle frontiere, la coppia di ferro Merkel-Marcon che fino a qualche mese fa (prima delle elezioni in Italia e dei dazi Usa) dominava la politica europea, si mostra unita e in sintonia ma è più fragile che mai di fronte all'ostilità americana e agli scossoni sulle politiche migratorie.

I due leader si impegnano a «migliorare la protezione delle frontiere europee», rafforzando Frontex (l'Agenzia per la gestione dei confini esterni), per poter dare «una risposta comune» basata su «più sovranità e unità». Si impegnano a una revisione del regolamento di Dublino, «a prevenire i movimenti» attraverso una «maggiore collaborazione con la Libia», a lavorare contro l'immigrazione secondaria (i migranti che prima chiedono asilo in Italia e poi si spostano verso il nord Europa) e ad armonizzare le norme sul diritto d'asilo. Ma poi devono entrambi fare i conti con l'aut-aut posto dai duri della linea anti-migranti, in vista del vertice europeo del 28 e 29 giugno. Così l'allievo Macron va in soccorso della maestra Merkel, la cui coalizione di governo a Berlino è a rischio crisi dopo l'ultimatum del ministro bavarese Seehofer, che «al più tardi a partire dal primo luglio» vuole dare il via ai respingimenti alle frontiere «di tutti i profughi che hanno già avanzato domanda di asilo politico in un altro Paese dell'Unione europea». Il leader francese promette che lavorerà al fianco della cancelliera affinché «quelli che sono registrati nel primo Paese della zona Schengen possano essere ripresi il più presto possibile nel Paese in cui sono stati registrati». «Frau Kanzlerin» ha due settimane per strappare un accordo o sperare che l'ex presidente della Baviera (in grado di minacciare la sua leadershi) si ammorbidisca. Ma la dichiarazione di intenti di Macron potrebbe acuire invece che sopire le tensioni con il governo italiano a traino leghista.

Nel momento più buio per l'Unione europea rischia così di passare in secondo piano l'accordo su un budget per l'eurozona, un bilancio comune anti-crisi che Macron definisce «una svolta storica» ma che suona più come uno scambio Parigi-Berlino: la Germania appoggia il piano francese sull'area monetaria mentre la Francia va in soccorso della Merkel sui migranti. E anche su questo dossier, il capo dell'Eliseo non offre dettagli perché si tratta di misure che vanno negoziate ed entrare nei particolari «potrebbe essere controproducente». Alla fine valgono le parole con cui Frau Merkel ha aperto la conferenza stampa: «Una buona giornata per la collaborazione franco-tedesca». Quanto sarà buona per le sorti dell'Unione europea lo si capirà nei prossimi giorni, due settimane di calvario per il futuro dell'Europa.

Commenti

rudyger

Mer, 20/06/2018 - 08:34

1° chiudere le frontiere 2° riaprire le caserme in Alto Adige e Friuli e Liguria e muovere i carri armati 3° fare esercitazioni militari 4° schedare tutti gli africani in giro per l'italia 5° Trattare immediatamente con i governi interessati 6° restituire gli irregolari. Alla faccia del duo Merkel-Macron.

Italiano_medio

Mer, 20/06/2018 - 08:41

L'Italia non deve riprendere i migranti da nessuno stato Europeo. Se vogliono rispedirli indietro che lo facciano loro con i loro aerei verso la terra dove sono nati. L'UE ancora una volta si lava le mani. Il nostro Premier faccia il Premier e dimentichi partiti e poltrone, cerchi di portare a casa risultati concreti e non caramelline di consolazione tipo "Dublino".

brob67

Mer, 20/06/2018 - 08:46

Sembra quasi di tornare indietro di qualche anno, con una Merkel solo un po' più attempata (ma si nota poco in quanto il suo grugno è probabilmente lo stesso di quando era giovane), e con un Macron al posto di Sarkozy....ma i sorrisi strafottenti e arroganti sono sempre quelli. Io continuo a pensare che con questi soggetti, maggiordomi obbedienti dell'alta finanza, c'è poco da discutere o trattare

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mer, 20/06/2018 - 08:46

RISPEDITI NEL PAESE DI ARRIVO??? I profughi non sono arrivati in Italia bensì in EUROPA. L'Unione europea conta 28 stati membri, quindi Macron e Merkel da soli non decidono una bel nulla ...CONTE NON DELUDERCI, pugno duro, con certa gente niente sorrisi.

WSINGSING

Mer, 20/06/2018 - 08:49

Per evitare di essere presi in giro ancora una volta e poi schiacciati dalla Germania e dalla Francia, è quanto mai opportuno che tutti quelli che si sentono Italiani (con la I maiuscola) appoggino il Governo. Quello attuale non è il massimo del massimo però si sta muovendo.

andy15

Mer, 20/06/2018 - 08:52

Macron e' un serpente, pero' ha ragione da vendere quando dice: «Il problema inizia quando la Guardia costiera (italiana, ndr) carica migranti su una nave». Piu' chiaro di cosi'.... Basta traghettatori (ricordate la capitana della Marina, che ricevette medaglie e promozioni per aver "salvato" i disperati?), le forze armate difendano le frontiere. E un'ultima cosa: i "naufraghi" sono tali solo per i giornalisti: questa gente parte dalle coste libiche con il preciso intento di farsi "salvare" dalle ONG e violare le leggi italiane, entrando illegalmente.

beale

Mer, 20/06/2018 - 09:00

voglio essere populista!!! Macron, Merkel rappresentano le elites che si contrabbandano illuminate unitamente alla chiesa cattolica.. Sanchez fa il socialista ovvero Tsipras in salsa spahnola. Tutti hanno a cuore la sorte dei migranti ed accusano di cinismo chi vorrebbe rimuovere le cause delle migrazioni. L'Africa è forse il continente più ricco ma le sue ricchezze vanno a beneficio della "cupola" che si spartisce il potere mondiale.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mer, 20/06/2018 - 09:01

Da leggere - BERLINO HA AVUTO UN’IDEA. Quella prevista da Gustavo Rol sul 60% di italiani di colore. - maurizioblondet.it - 18 giugno 2018 - 117 commenti

Blueray

Mer, 20/06/2018 - 09:08

Rafforzare Frontex significa imbarcare sotto insegne europee il doppio di disperati, altro che tutelare i confini Schengen. Inoltre restituire ai Paesi mediterranei i profughi qui registrati e poi spostatisi a nord è il progetto ideale per affrettare l'implosione dell'Ue in tempi brevi. Buon lavoro, vera raffica di genialate

perseveranza

Mer, 20/06/2018 - 09:11

Ma é piu' che logico. Non li vogliono. Gli altri Paesi non vogliono questa marea di fointi profughi. Hanno perfettamente capito che questa invasione destabilizza i Paesi, porta solo degrado, delinquenza e problemi di ogni tipo oltre alla disgregazione del tessuto sociale esistente. L'Italia non ne uscirà viva. L'unico modo per porre un rimedio é il blocco navale dellke partenze e l'utilizzo dell'esercito per effettuare con forza il rimpatrio di tutti i clandestini. Qui devono restare SOLO i veri rifugiati che provengono da zone di guerra, ossia il 5% di quelli che sono arrivati in questi ultimi 5 anni. Altrimenti rassegnamoci alla fine dell'Italia per come l'abbiamo conosciuta. Ci aspetta solo il caos e la prepotenza. E sappiamo bene chi ringraziare.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 20/06/2018 - 09:14

Vorrei sapere chi ha le redini dell`unione Europea e perchè dobbiamo pagare miliardi per un parlamento di incapaci che ha la sede a Brussel, quando la Merkel e Macron, decidono su tutto??? """Secondariamente, perchè la marina Italiana, prende (MIGRANTI???) da altre navi, non battente bandiera ITALIANA"""???

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mer, 20/06/2018 - 09:15

Più inguaiati di così? Tranquilli, il PD intanto è all'angolo, suonato, groggy, "decapitato". Gli scafisti, le ONG e le "risorse" ci pensano almeno due volte. Un successo senza precedenti. Poi vedremo, c'è sempre un "Piano B", anche sulla "calata dei barbari".

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 20/06/2018 - 09:17

E noi dovremmo imparare da gente che ha sposato la mamma?????Dovremmo imparare pure da chi se la prende con un ragazzino???

steluc

Mer, 20/06/2018 - 09:18

Se aspettiamo altri, più bravi di noi a proteggere gli interessi nazionali, stiamo freschi. Dobbiamo cominciare noi, a partire dai compiti di Gc e MM. E lasciare in mano un fenomeno epocale e dirompente alla magistratura è pura follia. E continueremo a prendere sberle.

acam

Mer, 20/06/2018 - 09:20

Mattè se nun te ne sei accorto stai sur pizzo più arto MA e questo grosso come na casa MA pe cascà ce vole poco, D e F hanno capito che senza de te se fa gnente quelli de visigras stanno attenti L'A t'appoggia perchö ci ha bisogno. alla prossima riunione je devi fa cpi che i bilaterali nun so ammessi er veto ce l'hai e se nun se ragiona in concerto ce lo metti e basta pure se ci hanno raggione. la sci le navi in porto come fanno malta e francia chi pesca quei poveri disgraziati se li ciuccia tutti semo tornati alla malaugurata società delle nazioni, i motivi so alrtri ma l'effetti li stessi, la storia recente insegna e manco male. non c'è renti o grillo o di maio che tengano, me sembri deciso ma unpo sprovveduto. manteni er punto, dije de si e daje dabeve e fa come pte pare. in casi estremi l'inghirterra ha sempre dilogato ora je serve

leopard73

Mer, 20/06/2018 - 09:20

Con questi due cialtroni non seccedera mai niente sugli immigrati sono a scarica barile e ci prendono per i fondelli SALVINI tira dritto e mandali a quel paese questi due che non comandano nessuno

Luigi Farinelli

Mer, 20/06/2018 - 09:23

La Merkel finalmente sta boccheggiando: è durata anche troppo, facendo di tutto per ridurre l'Italia a una landa disastrata. E' lei "I Mercati" che hanno innescato volutamente la crisi del 2011 per salvare la sua Deutsche Bank, già allora in stato comatoso, infettata da trilioni di euro di derivati. Ma il più viscido nemico dell'Italia è proprio Macron: da allievo di Jacques Attali non può essere diversamente. La Francia ha deliberatamente scombinato la Libia per estrometterci (azione degna ma anche più grave dell'occupazione della Tunisia nell' '800), sta letteralmente saccheggiando l'Italia e continuando a metterci i bastoni fra le ruote in tutte le maniere possibili. Deve essere contrastato A MUSO DURO e i disastri, la responsabilità della "grandeur" francese, (in combutta con Cameron e con la calamità H. Clinton) nello sfascio geopolitico del Mediterraneo mostrata senza remore o limitazione di mezzi.

Iena_Plinsky

Mer, 20/06/2018 - 09:25

Tutti a parlare dei migranti ma Macron vuole una tassazione europea. Non gliene frega niente a nessuno ???

lagentiliana

Mer, 20/06/2018 - 09:26

Incominciamo, per quanto possibile, a non acqwquistare più prodotti francesi o a frequentare i carrefour e simili!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 09:29

Tutto ampiamente previsto. Sua nullità Conte va da micron, poi dalla merkel e tutti e due gli esprimono solidarietà e promettono cose vaghe, irrealizzabili e inutili. Dopodiché, siccome i loro elettori, esattamente come quelli italiani, non vogliono l'invasione, pensano ciascuno al proprio orticello. L'Italia è in difficoltà? La ue ci darà una mancetta, o meglio un prestito a interessi salatissimi, e ci dovremo arrangiare come sempre.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/06/2018 - 09:33

«Rispediti nei Paesi di arrivo», bene, allora visto che arrivano in Libia che stiano in Libia.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 20/06/2018 - 09:34

Papà e mamma che cercano di dare soddisfazione ai capricci del loro "amato" figliolo...basta che taccia.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 20/06/2018 - 09:34

ennesima prova (se ce ne fosse ancora bisogno) che : 1) l'UE è comandata e diretta dai paesi "forti" (politicamente ed economicamente) e 2) : i cittadini dei paesi "deboli"(gruppo in cui rientra anche l'ITALIA purtroppo) devono seriamente iniziare a chiedersi (se non hanno già iniziato a farlo da tempo) quanto convenga loro rimanere in un ambito simile, nel quale le aggravanti sopravvanzano di molto i benefici.

Giorgio5819

Mer, 20/06/2018 - 09:36

"Ma vanno rispediti nei Paesi di arrivo.." ecco, ottimo motivo per non farli attraccare in un porto italiano. Tanto meno per andarli a prendere...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/06/2018 - 09:37

Quando fa comodo a loro siamo tutta Europa senza confini con libera circolazione, quando gli è scomodo allora siamo un Paese a parte.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 20/06/2018 - 09:38

E' chiaro che Macron e la Merkel (e non solo loro) non vogliono i c.d. migranti e sono pronti a rispedirli verso il Paese dove loro sono sbarcati. Siccome quasi tutti i c.d. migranti sono sbarcati in Italia, l'Italia dovrà riprenderseli tutti....a meno che non blocchiamo le frontiere, ma tutte le frontiere. Salvini dovrà dare ordini che le navi Italiane non si azzardino ad uscire dalle nostre acque territoriali con l'idea di andare a pescare naufraghi. Nessuna nave ONG dovrà attraccare a porti Italiani.

acam

Mer, 20/06/2018 - 09:40

io mi ricordo i primo bilatera con Giscard d'Estaing e Helmut Schmidt l'Italia terzo paese stava sempre a guardare e si lamentava allora era terra di conquista ora è conquistata. gli unici alleati secondo logica possono essere Spagna e Inghilterra, mentre Putin sta a guardare, lui è l'unico che puo domare i due

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/06/2018 - 09:43

Quei due sono come quelli del PD cambiano le cartein tavola a loro pacimento. Finchè era la nostra marina dicevano che si trattava di bandiera e dovevano sbarcarli solo in Italia,poi intervenendo con navi di altri Stati,allora hanno trovato la scusa che dovevano sbarcarli nei porti più vicini e nn si trattava della Libia che erano a poche miglia. Per me l'hanno studiato a tavolino per farci invadere e noi vogliamo rompergli il loro progetto? Stanno facendo di tutto per affossarci complici quelli di sx.

flip

Mer, 20/06/2018 - 09:43

OK. se è vero quanto riportato nell'articolo,e vogliono la guerra, non FACCIAMO ARRIVARE NESSUN "PROFUGO" NEI NOSTRI PORTI. Una grande parte del Mediterraneo è Italiano.se vogliono attraversarlo devono pagare una montagna di soldi. poi passano ma non si fermano..

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 20/06/2018 - 09:52

alla luce di questa ulteriore prova che dimostra, a livello internazionale, che i veri e principali nemici dell'Italia (e dei suoi 55 milioni di cittadini) sono FR e DE (o Macron e Merkel, a scelta nell'ordine) non rimane che : 1) rinsaldare il polo est europeo dei Paesi contrari ad ogni tipo di accoglienza CLANDESTINI IRREGOLARI e 2) rinsaldare ulteriormente l'intesa con gli USA (cosa a loro graditissima, considerato quanti interessi hanno in Italia, a cominciare dalle basi militari NATO date in gestione a personale militare americano) dato che in tema di MIGRAZIONE CLANDESTINA Trump è particolarmente sensibile e sulla stessa lunghezza d'onda di M.Salvini e dell'attuale esecutivo ITA. Se questo significa il rischio di far saltare in aria €uro ed UE = MA VIENI! (con tanti saluti a quell'ipocrita globalista falso moralista di macron)

paolo1944

Mer, 20/06/2018 - 10:00

BASTA con questi traditori , finti amici che ci affossano e strangolano da decenni. Dobbiamo rinforzare subito le relazioni con USA e Russia, rinsaldare le alleanze con loro, batterci a muso duro in Europa fino alle estreme conseguenze. Se ci vedranno decisi gli europei abbasseranno la cresta, e se non l'abbassano meglio mollarli che essere massacrati dolcemente. Mai più agli ordini di Germania e Francia!

tonipier

Mer, 20/06/2018 - 10:01

"IL DECLINO DELL'EUROPA NELLE MANI DI GRANDI MANIPOLATORI" Gli Stati dell'Europa sarebbero indubbiamente rimasti indenni dalle conseguenze della espansione del despotismo piratesco statunitense, avrebbero potuto continuare ad assolverle un ruolo di artefici della storia del mondo, se le conseguenze di una crisi economica di gigantesche proporzioni non avessero debilitato il colosso territoriale dell'Unione delle Repubbliche socialiste Sovietiche che nell'Europa Orientale si incuneava dal territorio asiatico e fungeva da barriera di contenimento delle ambizioni espansionistiche degli avventurieri d'America.

rossini

Mer, 20/06/2018 - 10:01

Possibile che nessuno dica che la maggior responsabile di quest’esodo biblico di disperati che dall’Africa pretende di venire a stare qui da noi è proprio la Francia? La maggior parte di loro proviene dall’ex impero coloniale francese. Di esso facevano parte Costa d'Avorio, Senegal, Guinea francese, Mali, Niger, Mauritania, Alto Volta, Algeria, Tunisia, Marocco francese, Camerun francese, Africa Equatoriale francese. Quei Paesi furono sfruttati e depredati dai nostri Cugini di Oltralpe. Loro hanno fatto il danno e pretendono di riversarlo su di noi? Se li tengano a casa loro.

rise

Mer, 20/06/2018 - 10:01

Se non è cambiata la geografia, se non vi è stata un ' improvvisa deriva dei continenti, Germania e Francia dei due marpioni, non risultano dei paesi al confine europeo. Quindi si potenzia Frontex, gli immigrati sbarcano in Italia e quelli respinti dalla Germania e Francia se li tengono gli altri , Italia compresa. Viva "il buonismo terzomondista" e ipocrita. Per cortesia potete pubblicare l' elenco dei prodotti e dei supermercati di questi Stati per BOICOTTARLI. Forse quando vedranno calar le vendite in Italia ci faranno un pensierino.

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 20/06/2018 - 10:04

È fin troppo ovvio il tentativo di replicare la manovra vergognosa di 7 anni fa a firma Merkel-Sarko. Allora era lo spread, oggi ci sono gli immigrati, ma il punto è sempre il solito: isolare l'Italia ogniqualvolta questa si stacca dal mainstream (ieri filo-bancario oggi filo-ONG). Come finirà? Il compiacente Napolitano non c'è più, ed il malleabile Berlusconi nemmeno. Inoltre se Sarko poteva vagamente vantare un minimo di credibilità, Macron è semplicemente privo di pudore. Una cosa è certa: se volevano compattare l'opinione pubblica italiana ci sono riusciti.

Tobi

Mer, 20/06/2018 - 10:11

Mi sembra chiaro che qualcuno voglia far fallire l'Italia sobbarcandola delle spese di mantenimento dei migranti arrivati mediante deportazioni di massa pianificate. Si vuol far collassare l'Italia dato che non potrà più far fronte alle spese di welfare per i suoi cittadini essendo costretta a pagare miliardi per i deportati in massa. Dopo che l'Italia farà la fine della Grecia, sarà costretta a svendere il suo patrimonio come la Grecia ha fatto con le sue isole. Qualcuno è già pronto a comperare. Questo qualcuno finanzia le ONG che portano i migranti per il suo piano diabolico. E' gente come Soros che fa queste cose.

Sabino GALLO

Mer, 20/06/2018 - 10:13

UE'!UE'!..UE'E'E'E' !

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 20/06/2018 - 10:16

Non perdono il vizio di prenderci per i fondelli , suggerisco di non trattare mai più' con questi quaquaraqua e chiudere l'ingresso alle nostre acque territoriali. il destino dei migranti qualunque sia non sara' colpa nostra , noi italiani abbiamo fatto molto di più' di ciò' che dovevamo.

roberto zanella

Mer, 20/06/2018 - 10:23

concordo col lettore rudyger e inoltre qualsiasi gendarme preso a fare sopralluoghi in Italia al di qua del confine venga fermato e processato per direttissima

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 20/06/2018 - 10:26

"Vogliamo evitare che l'Europa si divida" e ancora "dobbiamo tenere in considerazione le posizioni italiane" dice la Merkel in difficoltà con il suo ministro che le ha posto un ultimatum. Invece il servile galletto che va a nanna con la nonna fa l'intransigente, trascurando che il caos attuale è conseguenza della guerra fatta dal suo predecessore. Quindi, l'Europa va bene quando bisogna versare, sottostare al patto di stabilità, cedere la propria sovranità nazionale, mentre quando si tratta di difendere i confini a sud quelli che per loro posizione geografica sono in prima linea si devono arrangiare. Chiarissimo il messaggio che viene da nord, come motivo basta per buttare all'aria tutto quanto riguarda questa UE di malfattori seriali che obbediscono al NWO.

alberto_his

Mer, 20/06/2018 - 10:27

Il futuro dell'Italia dipende dall'Italia: smettetela di fare le fighette e di attribuire ad altri responsabilità che sono solo nostre

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 20/06/2018 - 10:46

alberto_his - 10:27 Vero. infatti e per parecchi anni c'è stato un mantra sinistro (aria fritta) secondo cui la Ue avrebbe dovuto cambiare atteggiamento con l'Italia. Oggi c'è chi, anche se in modo discutibile, alza la voce anche se al momento sembra essere inascolato, peggio preso per i fondelli. Forse qualcuno dovrà decidersi ad alzare le punte delle scarpe e piantarle in un certo posto a qualche perosnaggio faccia tosta per ottenere attenzione e soddisfazione REALE alle proprie problematiche. Speriamo..

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 20/06/2018 - 10:47

alberto_his - 10:27 Vero. infatti e per parecchi anni c'è stato un mantra sinistro (aria fritta) secondo cui la Ue avrebbe dovuto cambiare atteggiamento con l'Italia. Oggi c'è chi, anche se in modo discutibile, alza la voce anche se al momento sembra essere inascoltato, peggio preso per i fondelli. Forse qualcuno dovrà decidersi ad alzare le punte delle scarpe e piantarle in un certo posto a qualche personaggio faccia tosta per ottenere attenzione e soddisfazione REALE alle proprie problematiche. Speriamo..

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 20/06/2018 - 10:53

L'altro mio commento non va bene: stuzzica troppo i due signori franco tedeschi verso cui Silvio pone le sue attenzioni. Grazie...

chiara 2

Mer, 20/06/2018 - 11:12

Io davvero non ho mai capito chi dice che Germania e Francia facciano bene perché non vogliono migranti in casa. Ma mi spiegate cosa ci sia di bene nel chiudere le proprie frontiere e poi PRETENDERE con insulti e minacce che noi ce li si prenda tutti ( e guai a sgarrare )? Ma vi rendete conto che è un piano a dir poco diabolico per farci fallire e toglierci di mezzo dal mercato economico e rimanere loro egemoni? Una grande sindrome di tafazzi ha colpito le menti!

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 20/06/2018 - 11:15

(segue mio commento precedente 10:26) Che poi, volendo, gli possiamo anche mollare l'euro, se contemporaneamente ci dotiamo di una nostra moneta nazionale. Gli euro ritirati e restituiti alla BCE per pagare il debito pubblico ci libererebbero dal giogo degli interessi che sono ricchezza sottratta alla crescita. La nostra forza sta nella nostra libertà, intraprendenza, nel manifatturiero che è pur sempre il secondo in Europa dopo la Germania. Con la Banca d'Italia sovrana e libera di stampare moneta, come il Giappone che ha un debito pubblico il doppio del nostro e non conosce lo spread (notato?)... saremmo in grado di fronteggiare la speculazione, svalutando, quando opportuno, per favorire le nostre esportazioni. Altro che "whatever it takes..." con l'euro siamo stati resi schiavi per arricchire la Germania e i suoi satelliti (Olanda in testa).

buri

Mer, 20/06/2018 - 11:17

niente di nuovo sotto il sole, sono anni che seguono questa linea di condotta

Lugar

Mer, 20/06/2018 - 11:53

Ma possiamo andare avanti in queste condizioni? Ma chi ha voluto questa Europa? Gli inglesi vedono sempre in anticipo i problemi.

acam

Mer, 20/06/2018 - 12:12

Luigi Farinelli Mer, 20/06/2018 - 09:23 Buona la descrizione ma manca il primo colpevole, che dovrebbe andare alla corte dell'Aja insieme alla moglie. Ora facci sapere, come andare avanti, a tutti quanti, perché quello che hai detto già lo si sapeva da molto molto tempo. niente di nuovo oggi nel sole, torna l'antico, io vivo altrove, da lontano vi vedo con profonodo dolore!

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mer, 20/06/2018 - 12:40

Questo messaggio è chiaro: affari degli italiani, si arrangino! Noi norvegesi abbiamo fatto un referendum cui esito fu non aderire ai trattati UE ma cooperare con l'UE. Siamo felici ugualmente e la nostra economia va molto bene senza certi vincoli capestri. Il governo tedesco e francese non sono a noi graditi data la loro onnipotente influenza su tutti i partners. Non avrebbe senso pagare qualcosa senza un ritorno con l'aggiunta della lesa sovranità. Auspico che in futuro anche il popolo italiano possa liberamente esprimersi perché una UE così serve solo ai 2 Stati menzionati, il restante sono solo pedine, meglio, flagellati e veicolati contribuenti. Un grande affare cari amici italiani non mi sembra l'abbiate fatto.

acam

Mer, 20/06/2018 - 13:04

wilegio Mer, 20/06/2018 - 09:29 jhanno detto si e janno dato da beve

agosvac

Mer, 20/06/2018 - 13:16

Più che accordarsi tra loro, Macron e la signora Merkel farebbero bene ad occuparsi di più dei loro Paesi: non mi sembra che Macron in Francia raccolga grandi consensi e la signora Merkel, in Germania, deve pensare al suo ministro degli Interni che è più che d'accordo con Salvini!

acam

Mer, 20/06/2018 - 13:20

l'errore fu di renzi quando non prese al volo l'offerta del generale di tobruk mi sembra Haftar di aiutarlo a controllare la Libia con mezzi e munizioni ora si avrebbe il controllo completto del mediterraneo insieme a loro, errore strategico enorme...

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 20/06/2018 - 13:22

Che cerchino di fregarci è ovvio, noi non siamo della loro cricca. Per cominciare blindare le frontiere e non riprendersi indietro nessun migrante.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 20/06/2018 - 13:38

@ TreeofLife : quando vedo comparire il tuo nick ma soprattutto la bandiera norvegese nei thread di discussione, ammetto di provare non poca invidia; considero gli SVIZZERI e i NORVEGESI i popoli più "dritti" (se mi è concesso il termine) della Terra e questo non avviene per caso ma è il risultato di secoli di storia (scelte politiche/economiche/strategiche etc) ed è supportato dai numeri : Norway e Suisse posseggono il pil procapite più elevato in assoluto al mondo e questo dice già abbastanza. La Norvegia può contare su una fonte preziosissima, i giacimenti di BRENT all'interno delle sue acque territoriali, e possiede uno dei FONDI SOVRANI più solidi al mondo (mentre ogni cittadino ITA ha sul groppone 35000€ procapite di debito pubbl, i norvegesi hanno un credito di +50000$ procapite di ricchezza grazie al loro fondo sovrano), al contrario dell'ITA che ENERGETICAMENTE, a differenza vostra, dipende TOTALMENTE dall'estero, e questa è una debolezza NON da poco.

babilonia

Mer, 20/06/2018 - 13:38

QUESTI FANNO I FINTI TONTI! LA QUESTIONE E' MOLTO SEMPLICE: L'ITALIA NON PUO' SOBBARCARSI TUTTI I COSIDETTI MIGRANTI. BISOGNA CHE SIANO DIVISI FRA TUTTA L'EUROPA. NON C'E' FACCIAMO UN BAFFO DELLA SEMPLICE SOLIDARIETA'. E BASTA!!!!!!!

Luigi Farinelli

Mer, 20/06/2018 - 13:58

@ acam. E' vero, lo si sapeva da molto tempo. Da quando chi parlava così era tacciato subito con l'epiteto "complottista". Oggi i "complottisti" sono diventati "populisti" ma, lassù, negli empirei dove vivono gli "Illuminati" che bevono ambrosia, speculano sugli esseri umani e sognano l'instaurazione del New World Order, ora temono l'aumento del prezzo dell'ambrosia, prima fornita gratis da lecchini tipo PD. Temono per il progetto dell'androgino tutto produzione e consumo, costi bassi e da eliminare quando non più attivo. Come andare avanti attualmente? Come negli ultimi 20 giorni, menando fendenti con lo spadone medievale. Solo pochi anni fa non lo ritenevo possibile. Poi ecco, in fila: Brexit, Trump, no al referendum; "populisti" al potere in Italia; stato maggiore Ue e cialtroni alla Macron, Junckers e Moscovici tremebondi, la Merkel prossima alla Estrema Unzione. Per ora occorre accontentarsi.

Luigi Farinelli

Mer, 20/06/2018 - 14:02

@ acam-12:12: nella lista avevo incluso Obama e Napolitano (e rispettive malefatte) ma la ferrea dimensione imposta al testo mi aveva portato a tagliare i due nomi. Infatti poi sono rientrato nei limiti giusti.

acam

Mer, 20/06/2018 - 14:04

chiara 2 Mer, 20/06/2018 - 11:12 tipicamnte femminile il tuo ragionamento hai capito tutto ma ti lamenti che non sai prendere decisioni

Luigi Farinelli

Mer, 20/06/2018 - 14:04

@ acam-12:12. Ah già! C'entra pure (eccome) il burattino ridacchiante assieme alla Merkel! Ora comunque ha ben poco da ridere.

MarcoTor

Mer, 20/06/2018 - 14:13

Qualunque accordo tra questi, va a danno degli altri. Non bisogna nemmeno calcolarli. Basta clandestini a casa nostra.

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 20/06/2018 - 14:27

Troppo spesso merkel e macron si incontrano. Anche ai tempi di sarchozy era cosi . Paercke ? ma per fregare tutti gli altri ma di piu´per l´italia. Anche la grecia e´fallita per via degli immigranti.

Jesse_James

Mer, 20/06/2018 - 14:31

Alla riunione UE partoriranno i soliti provvedimenti "fregatura" per noi. Per eventuali hotspots in Africa, Albania o Kosovo se tutto va bene ci vorranno un paio di anni, e nel frattempo noi saremo sommersi dall'ondata africana. Rompere gli indugi ed agire unilateralmente: 1) la nostra Marina deve agire e rimanere nella nostra SAR e rifiutare interventi in acque non sue, come del resto fanno Malta, Egitto e Tunisia. Non si capisce perchè costoro possano rifiutarsi e noi no; 2) Rafforzare gli accordi con il governo libico per fermare le partenze. Se ciò non bastasse, blocco con le nostre navi davanti le coste della Libia. Alla UE non interessa un fico secco se noi veniamo invasi, e se aspettiamo il loro aiuto stiamo freschi.

Jesse_James

Mer, 20/06/2018 - 14:35

Come detto nel precedente commento, l'Italia non deve farsi inguaiare da questo bellimbusto francese. O escono fuori provvedimenti immediatamente attuabili, oppure si agisce unilateralmente. La UE non può continuare a dire che le decisioni debbono essere collegiali, se però veniamo invasi è un problema nostro ma non solo: perchè oltretutto, a loro dire dobbiamo essere invasi e nemmeno dobbiamo far nulla per evitarlo.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 20/06/2018 - 16:49

Conte s'è convinto che il duo franco-tedesco ci sta prendendo per il c@@o e che se non cambiano spartito bisogna agire "motu proprio" anche ritirando la firma al "Lisbona 2"? Quelli sono due falsi vendicativi in pompa magna: non ci vuol molto per comprenderlo (Silvio lo sa?).

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 20/06/2018 - 16:50

Pardo09n "Dublino 2"; mi scuso per l'errore.

acam

Mer, 20/06/2018 - 17:11

Luigi Farinelli Mer, 20/06/2018 - 14:04 si si era quello li che ritengono responsabile alla catastrofe mediterranea, veni la gente che hai nominato l'ambrosia nun sanno neanche, che sia stata nominata un in un tempo lontano. io intendevo oltre all'esposizione dei fatti, avresti un'idea di come contrastare il volere di quelli a la junker, che hanno sostituito l'ambrosia con la birra? me sembra de sta in un banco de pecore affamte che vanno ndo li cani abbajeno nso se me capisci, se percepisce il malessere ma non la reazione, che sembra quella de io che ce posso fa, ma vedi er monno cambia se no che ce stamo a fa?