Bufera sul grillino in taxi: solo lui ha chiesto l'87% dei rimborsi spese M5S

Bufera sul capogruppo del M5S al Campidoglio: nella chat grillina le critiche ai troppi rimborsi richiesti per gli spostamenti in taxi

Si abbtte una nuova bufera su Paolo Ferrara, capogruppo 5Stelle in Campidoglio. Il consigliere comunale grillino, infatti, secondo quanto scrive l'Agenzia Dire, sarebbe finito nel mirino dei colleghi grillini per un eccesso di rimborsi spese per i taxi chiesti al Campidoglio.

Benedetto taxi, verrebbe da dire. Anche Roberto Fico, appena eletto presidente della Camera,finì nell'occhio del ciclone per via dei rimborsi taxi (15mila euro in 5 anni) chiesti a Montecitorio.

A far scatenare la chat grillina, di cui l'Agenzia Dire ha avuto accesso ai messaggi, è la rendicontzione dei rimborsi spese per gli spostamenti richiesti nel secondo semestre all'Assemblea Capitolina. In totale, infatti, tutti i consiglieri (maggioranza e opposizione) hanno chiesto 8.312 euro. Di questi, circa 2.800 sono da imputare al Movimento Cinque Stelle (33% del totale): Il fatto è che Paolo Ferrara aveva presentato, scrive il Tempo, scontrini per 2.438 euro. Oveero l'87% della spesa sostenuta dai grillini.

Molti eletti si sono lamentati di questa situazione. Roberta Della Casa (IV municipio) ha scritto sulla chat dei portavoce romani: "Il taxi lo pago si. Ma di tasca mia". "Io non ho mai usato la macchina che spetta al presidente e mi muovo sempre con lo scooter, quando posso con la metro, per tutti gli incontri nei vari dipartimenti, in campidoglio o con i cittadini", si è lamentato invece Alfredo Campagna, presidente del XIV municipio. Mentre Dario D'Innocenti, presidente del IX municipio, è tranchant: "Non ho mai messo piede sulla macchina di servizio, che ho messo a disposizione dei tecnici per fare i sopralluoghi, per i miei spostamenti uso la mia personale. Non ho preso il telefonino di servizio e diverse volte ho acquistato i sacchetti di asfalto a freddo per tappare le buche". E c'è stato anche chi, come Gemma Guerrini, gli ha ricordato che "in un semestre 2.767 euro di spese taxi del M5S, di cui 2.438 intestate a Ferrara. Sulle ricevute devono essere scritti percorsi e orari. Ho chiesto più volte (per iscritto) al capogruppo il rendiconto delle spese. Mi ha sempre risposto (per iscritto) che non poteva inviarmi nulla per motivi di segretezza istituzionale ("privacy") e che sarei dovuta andare a controllare di persona in ufficio. Siccome non faccio il finanziare, io a controllare negli uffici non ci vado. Ma vorrei ricordare - conclude la consigliera - che avremmo dovuto dare noi ai media il nostro resoconto semestrale. La risposta di Ferrara: «Per spostarmi dalle Commissioni a palazzo Senatorio a volte non c' è il tempo sufficiente per prendere il bus".

Commenti

alfa2000

Dom, 13/05/2018 - 15:52

evviva il movimento 5 stalle M5S, è così che funziona una volta arrivati si sentono tutti "politic di razza" "rozza" :-)

titina

Dom, 13/05/2018 - 16:28

I rimborsi spese devono essere eliminati: i cittadini che vanno a lavorare si pagano da soli con lo stipendiuccio vitto, alloggio e trasportio e.. spese mediche

cir

Dom, 13/05/2018 - 17:06

cataldo , cambia mestiere!!!!

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 13/05/2018 - 17:10

Ma quali rimborsi! Vogliono pedalare? Allora pedalino!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 13/05/2018 - 17:19

Se questi sono i più onesti non oso pensare agli altri.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Dom, 13/05/2018 - 18:01

elkid rimborsi spese vanno riconosciuti, se sei stipendiato, solo per le missioni extra espletamento formale dell'attivita consiliare, altrimenti rinuncia allo "stipendio" - come tutti i lavoratori onesti.

no_balls

Dom, 13/05/2018 - 18:16

Siete proprio ottusi..... sono il 99% dei 5 stelle che lamentano l'abuso del collega..... alzatevi e applaudite ottusangoli..... gli altri capigruppo come vanno???

Yossi0

Dom, 13/05/2018 - 20:07

e meno male che erano gli onesti

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:41

Vergogna, vergogna, vergogna. Se il buongiorno si vede dal mattino qui si mette proprio male. Subito una legge per eliminare tutti questi privilegi che gravano sulle spalle dei cittadini onesti e sfruttati. Non ne possiamo più. Andatevene via. Costringeteli a dare subito le dimissioni, o toglietegli qualsiasi incarico.

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:45

La cosa più disgustosa è la loro ipocrisia: ostentavano di viaggiare in autobus, con la metropolitana, con la bicicletta e addirittura di andare a piedi. Questo è sperpero di denaro pubblico. Pensate che hanno costretto dei poveri insegnanti a emigrare dal sud al nord per lavorare. Ogni settimana o durante il mese per tornare a casa devono pagarsi 200 euro di treno senza nessun rimborso.

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:47

Dimissioni subito, interrogazione parlamentare, fine di tutti questi privilegi che sono un'offesa alla povertà di milioni di italiani.

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:48

Il guaio è che nessun giudice si muove, nessun partito si ribella, nessun sindacato alza la voce. Chi deve intervenire? Dobbiamo solo subire?

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:56

Se i grillini mettono le mani avanti per lamentarsi dell'abuso del loro collega sono doppiamente colpevoli, perchè non basta parlare, bisogna espellere questi elementi cancerogeni dalla politica.

stefano751

Lun, 14/05/2018 - 07:57

Cambiano i suonatori (governanti) ma la musica è sempre la stessa (arricchimento illecito a danno della collettività).

Giorgio5819

Lun, 14/05/2018 - 08:10

Perchè tanto stupore? I comunisti sono abituati fin da piccoli a mentire e fare i furbi...