Campagna acquisti di Renzi: regala poltrone e va alla conta

Il premier se ne infischia del bon ton e raschia il fondo del barile a caccia di voti: offerte a verdiniani, autonomisti e pure Tosi

Lo schiacciasassi è partito, come annunciato. Matteo Renzi non va per il sottile e punta l'intera sua posta (fin d'ora perdendo credibilità) sulla riforma costituzionale da condurre in porto entro metà ottobre. A farne le spese non solo la minoranza del Pd, ancora irremovibile, e costretta alla conta alla prossima direzione, convocata dal segretario per lunedì, giusto alla vigilia dell'approdo in aula del testo, che il capogruppo Zanda chiederà per il 22 settembre.

Muro contro muro. Renzi sfonda anche il rituale, che mai finora aveva consentito che su questioni del genere si esprimesse, votando, la direzione del partito. Non è però questa, l'unica e la più eclatante delle forzature della rischiosissima mano di poker a carte scoperte. Il premier decide di infischiarsene del bon ton e raschia il fondo del barile nella sua oscena campagna acquisti stile-calcio. Il motivo è racchiuso nel bluff mediatico, che lo staff di comunicazione di Palazzo Chigi porta avanti fin da giugno: ora premendo sui ribelli del Pd, ora dando per scontati i numeri in aula e commissione, ora additandoli al pubblico ludibrio (come il Corsera di qualche giorno fa, con tanto di faccine di chi è sospettato di non votare un caloroso «sì» al ddl Boschi).

Invece il Re è nudo, e lo si vede miseramente ora che il premier è riuscito - a che prezzo? - a riconquistarsi i diciannove voti degli autonomisti di Karl Zeller (non a caso il tenore di vita e i privilegi cittadini nella Provincia di Bolzano da decenni sono splendidi). Ieri nel primo pomeriggio è stata la volta del sindaco di Verona, Flavio Tosi, ricevuto in pompa magna a Palazzo Chigi. «Renzi aveva previsto già sabato un colloquio con Tosi a Verona a margine di altre iniziative poi annullate per la partenza del pdC per la finale degli Us Open a New York», recita un zelante comunicato stampa. Ma la realtà si manifesta poche ore dopo, quando Patrizia Bisinella, componente della commissione Affari costituzionali, nonché compagna ufficiale di Tosi da qualche settimana, dice d'esser pronta a votare «sì». Del «cerchio magico» tosiano dovrebbero far parte anche le senatrici Emanuela Munerato e Raffaela Bellot, da ieri votate fieramente alla causa delle riforme «per cambiar verso».

L'8 settembre scorso il (da poco) separato Tosi e la Bisinella erano stati avvistati e fotografati nelle acque salentine di Guagnano in atteggiamenti affettuosi dai paparazzi di riviste rosa. Particolare evidentemente non sfuggito ai disperati bird-watcher renziani, in questi giorni alla caccia d'ogni voto. Tra i recuperi nelle ultimissime ore dovrebbero esserci anche un pugno di seguaci di Alfano, considerato che il trio Formigoni-Giovanardi-Compagna è ancora irremovibile. I cinque (probabilmente pescati tra i calabresi di Gentile con in aggiunta, forse, il molfettese Azzollini) avrebbero avuto rassicurazioni sul futuro. Qualcuno la promessa di uno strapuntino da sottosegretario nel prossimo rimpasto, che Renzi prevede di fare solo a risultato raggiunto (masssima ottimizzazione del do ut des ). Nel frattempo, sono sguinzagliati in queste ore anche i verdiniani, che parrebbero in trattative con un paio di azzurri: si tratta di senatori già in procinto di seguire Verdini nel gruppo di Alleanza liberal-popolare, ma poi frenati dalla paura. Anche in questo caso, sono fioccate promesse di poltrone più o meno confortevoli. Renzi va così alla sua partita finale con il pallottoliere che da ieri sera segna stabilmente quota 160. Al punto da consentire ai dirigenti dem di rilassarsi davanti a un prosecchino con mandorle sgusciate, alla buvette : «Sui numeri siamo sicuri, ormai ci sono». Lo spergiurano da mesi, ma va ricordato tuttavia che la maggioranza da raggiungere è dei presenti. Quando si tratterà di votare molti avranno impellenti urgenze fuori aula.

Commenti

Duka

Gio, 17/09/2015 - 08:38

ALE' TUTTI AL MERCATO DELLE VACCHE

Ritratto di fluciano

fluciano

Gio, 17/09/2015 - 08:46

La colpa non è del giullare fiorentino; lui a raccontare frottole è ben abituato! La colpa è, con certezza, di quelli che sostengono lui e quella massa di sinistroidi che per mantenersi incollata la sedia al cu.. rinnegano la propria madre ma non coloro, sciagurati, che ci hanno portato alla rovina!

rugoso

Gio, 17/09/2015 - 09:10

Ma c'e' qualcuno ancora che crede a questo...ha pugnalato gli amici fin dall'inizio e non ha mai mantenuto una promessa. Sembra di aver a che fare con dei perfetti deficenti pur essendo dei senatori...rimango perplesso!

Palladino

Gio, 17/09/2015 - 09:40

che bella,che comoda la poltrona.

meverix

Gio, 17/09/2015 - 09:43

Pittibimbo fa bene a fare campagna acquisti. Mica si chiama Berlusconi, sa che non verrà indagato per compravendita di parlamentari!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 17/09/2015 - 09:51

Scafuri, se la conta viene fatta sui presenti, si spera che siano quelli della maggioranza ad allontanarsi. Ma vedrà che quelli arriveranno scortati dall'esercito e allora i voti, mettiamoci il cuore in pace, ci saranno.

antipifferaio

Gio, 17/09/2015 - 09:54

Molti, anzi tutti quelli che sostengono il pupazzo sinistrato sanno bene che è la loro ultima elezione. Ed è per questo che faranno di tutto, tradotto venderanno al diavolo e se stessi e se non basta anche la madre, per salvare questo governo destinato ad essere ricordato come il water di una stazione di paese.... Ma qualsiasi mercato, anche quello delle vacche, prima o poi chiude i battenti e ne vedremo delle belle. Tradotto, quando al pupazzo gli taglieranno i fili che lo reggono il pd cadrà in un inceneritore in cui non si riconosceranno neanche i resti...

cgf

Gio, 17/09/2015 - 09:59

ovviamente la regola che il reato, se mai ne esistesse uno, e se non esistesse, s'inventa, non vale per renzie...

unosolo

Gio, 17/09/2015 - 10:03

come sostenevo i soldi tengono uniti i parlamentari , chiamatele poltrone , ministeri , segretar/e , CDA , insomma basta che raddoppi le entrate o che escano soldi da poter usare senza dichiarare nulla tutti i parlamentari si prostituiscono e cedono ai ricatti , peccato solo che questo pseudo governo non eletto dal popolo spreca risorse solo per galleggiare , odio i politici e sindacati tutti corrotti.ladri.

Anonimo (non verificato)

Gio, 17/09/2015 - 10:06

...... l' immancabile paraculata ....

unosolo

Gio, 17/09/2015 - 10:08

da sempre il politico ha guadagnato soldi a palate , scambi di voti , aumenti di stipendi , piaceri a sistemare amici , parenti o amanti/e insomma un mondo dove esiste solo la voglia di essere egoisti fregandosene della Nazione , i soli interessi sono personali , fuori dal parlamento se cadono non troverebbero nessuna occupazione ed è per questo che si attaccano come l'edera alle poltrone , difficile scollarle proprio a codesti politici che si prostrano al volere di persone che non avrebbero nessun diritto di governare non essendo stati eletti dal popolo , il pericolo è una persona sola al comando che regala soldi per restare a galla , ma quei soldi sono stati rubati ai pensionati , la corte tace e non fa rispettare le sentenze ma i sindacati ? esistono ? ci sono ancora ? imboscati.

swiller

Gio, 17/09/2015 - 10:54

Pagliaccio falso ipocrita all'inverisimile.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 17/09/2015 - 10:55

Mi sembra un film già visto. Mi ricorda moltissimo tute le campagne acquisti (non per i giocatori del Milan) di Berlusconi e le varie conte descritte dal giornale dal 2010 al 2011 quando Berlusconi non aveva più una grande magioranza in parlamento e Verdini&Co facevano quello che sta facendo Renzi. Il ciarlatano di Firenze e il Pinocchietto di Arcore sono uno la fotocopia dell'altro. Tutti e due arroganti e presentuosi, tutti e due che fanno promesse uno da 20 anni e l'altro da 2. L'unica differenza che Renzi fino ad ora nel suo far nulla non si é mai (o ancora) lamentato, mentre Berlusconi in 20 anni di incapacità politica ha datto la colpa a tutto il mondo (l'opposizioni che sono lì per questo, gli alleati che se li é scelti tutti lui, il presidente della republica, i magistrati, paperino e qui quo qua) senza accorgersi che il problema era lui e solo lui. Speriamo di liberarci di Renzi più in fretta e che Berlusconi si ritir a vita privata velocemente.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 17/09/2015 - 11:00

Ma il mercato delle vacche non serve a Renzi. Se cade la prossima settimana in Senato, come è quasi certo, cadrà almeno con un minimo di dignità, come fece a suo tempo il Mortadella. Se invece il mercato delle vacche riuscirà a far passare per uno o due voti l'infame legge, cadrà senza onore ne dignità tra uno o due mesi vittima dei ricatti dei senatori comperati. Comunque vada, la parabola del renzi è finita, il PD non esiste più, ed il futuro governo è nostro, il CD federato da BERLUSCONI è vincente, nei sondaggi oggi, nelle urne tra pochi mesi.

morghj

Gio, 17/09/2015 - 11:04

Se i senatori passano da IDV a berlusconi è un reato, con tanto di processo in corso a napoli. Se al contrario una canea di sporchi traditori del proprio ex elettorato passano con renzi in cambio di poltrone e di favori vari, è tutto regolare.

Rossana Rossi

Gio, 17/09/2015 - 11:08

Un certo Berlusconi venne indagato per 'compravendita di parlamentari'......evidentemente è un reato solo per quelli di destra, a sinistra tutto è possibile........W la democrazia!

alfonso cucitro

Gio, 17/09/2015 - 11:22

Adesso nessuno si indigna per questo ignobile mercato?Era da condannare Berlusconi,a suo tempo,solo per il sospetto di averlo fatto con una sola persona.Come al solito,anche davanti ad una lampante evidenza,i sinistroidi possono fare tutto quello che vogliono,avallati e protetti da un magistratura che più di parte non si può.

vince50_19

Gio, 17/09/2015 - 11:22

Nel nov. '98 nacque il primo governo D'Alema con l'appoggio di ben 27 leghisti fuori usciti cui, immagino, vennero fatte promesse mirabolanti. Vi fu scandalo, allora, per queste "migrazioni di mero opportunismo politico"? No, niente di niente. Oggi pare ripetersi quello schema verso cui, però, se la "migrazione" va da dx a sx è tutto ok, in senso opposto è mercato delle vacche, scandalo etc. E proprio vero che certe facce da "terga" sono immarcescibili. Naturalmente, visto che non esiste vincolo di mandato, il fine giustifica i mezzi, giusto? Anche la troupe verdiniana va bene a sta gente che la morale la piega alle proprie desiderata. Buffonate at state of art!

gonggong

Gio, 17/09/2015 - 11:29

basta parlare e scrivere, bisogna scendere in piazza ...tutti a roma, questi si arricchiscono sempre di piu', non molleranno mai la poltrona da 9.875 € al mese + benefit, SVEGLIAMOCI

squalotigre

Gio, 17/09/2015 - 11:42

IoSperiamoCheMe. - Renzi non ai è mai lamentato? Ma se è una vita che attribuisce tutte le colpe ai predecessori, a Silvio in particolare senza però disdegnare Monti e Letta. Letta che pur stando sereno si è visto sottrarre la poltrona in un fiat. Il mercato delle vacche dei senatori è un crimine che la magistratura colpisce quando si tratta di Berlusconi, come se promettere denaro (cosa non vera) o posti di governo o sottogoverno non fosse la stessa cosa. E poi, purtroppo, in Italia non esiste vincolo di mandato ed è difficile stabilire se il salto della quaglia sia per motivi ideologici o per interessi personali. Qui poi si parla di Renzi, anche se per voi Silvio c'entra comunque, per definizione.

binariciuto48

Gio, 17/09/2015 - 11:56

Per Renfonzie, siccome è di sinistra, è tutto regolare, mica è Berlusconi ! Dove sono i commenti scandalizzati di chi scrive sui giornaloni schierati ? Dove sono i magistrati che indagano ? I girotondini che fine hanno fatto ? E gli scoop televisivi ?

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 17/09/2015 - 11:58

Una soluzione sarebbe eliminare i politici di professione in parlamento. Ognuno può essere eletto solo per 2 legislazioni durino esse 1 anno o 5 e niente vitalizio e poi ognuno torna a fare il proprio lavoro come tutti noi. E voglio vedere chi lo fa per passione e interesse verso gli italiani e l'Italia e chi per arricchirsi. Basta con i politici in parlamento da 20/30 e più anni. Personalmente il vincolo di mandato non è una soluzione in quanto limiterebbe la libertà di pensiero e opinione del singolo. È vero che i voltagabbana, tutti, lo fanno per interessi personale ma non é vietato per legge cambiare idee e opinioni.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/09/2015 - 12:02

Ho creduto a Renzi per un paio di settimane, ma quando è uscito dal Quirinale con la nomina a P/te del Consiglio in tasca ("governerò per 4 anni") ho capito tutto. Un furbacchione, dannoso per giunta.

agosvac

Gio, 17/09/2015 - 12:04

Ma come!!! Berlusconi è ancora sotto processo per una presunta compravendita di voti in cambio di denaro e poltrone varie, ed ora Renzi fa lo stesso ma senza alcun timore di andar anche lui sotto processo???????? Ed i Pm che hanno inquisito Berlusconi che fanno????? Forse che la compravendita di voti è reato grave anzi gravissimo per Berlusconi e non lo è per Renzi?????

kayak65

Gio, 17/09/2015 - 12:40

perche' la magistratura di Milano roma Napoli Palermo non apre un dossier come con Berlusconi? solo per la bandiera rossa(di vergogna) che sventola sul pd? o perche' I giudici sono politicizzati come tutti oramai sanno

Duka

Gio, 17/09/2015 - 12:42

All'indecenza non c'è mai fine. Del resto il bullo in queste losche manovre è espertissimo. L'esperimento delle primarie già insegna e per uno che si prende il potere con "stai sereno Enrico" rivolto ad un Kompagno di partito la dice lunga sulla qualità del soggetto.

cgf

Gio, 17/09/2015 - 12:43

oggi più che alla conta renzi va a mangiare a 4 zeri, tanto mica paga lui.... c'ha er tesoretto.

kayak65

Gio, 17/09/2015 - 12:44

renzi ai nuovi amici ha promesso serenita' e certezze sulle poltrone. come suo solito fare. speriamo lo faccia come con letta e che tutti gli schifosi traditori facciano la stessa fine

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Gio, 17/09/2015 - 12:52

MA SU QUESTO CHE FA LA MAGISTRATURA? QUESTI SONO MEGLIO DI SCILIPOTI e de gregori E GLI ALTRI?

Enzovecchio

Gio, 17/09/2015 - 12:59

Ma,in nome di Dio,la volete capire o no che,da quando Berlusconi e'stato spappolato dalla massoneria,attraverso la magistratura,che essa interamente possiede,e' finita ogni possibilita' di proporre ai cittadini una destra credibile,che mettesse in atto a tutto campo la rivoluzione liberale berlusconiana?Da quel momento Renzi non ha piu' avuto un antagonista al suo livello, di presenza e di potere.E da quel momento ha gia' vinto.Quando sara' passato l'Italicum,ovvero un nuovo tipo do peronismo all'italiana,scommettiamo che al referendum popolare che lo riguardera' Non andra' nessuno?

Ritratto di sailor61

sailor61

Gio, 17/09/2015 - 13:10

nessun giudice ha da ridire e non vede il voto di scambo? dimenticavo quando si tratta dei sinistri è sincera conversion e trattativa politica o meglio dialettica politica nell'ambito dell'indipendenza del mandato elettorale. BUFFONI

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 17/09/2015 - 13:26

Lo stenterello fiorentino non lo indagheranno, ha dalla sua parte SOCCORSO ROSSO.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 17/09/2015 - 13:31

@squalotigre il ciarlatano fiorentino si é lamentato di come lui ha "ereditato" l'Italia (come se adesso lui l'avesse migliorata) ma non del fatto che nelle riforme o nelle leggi che fino adesso non ha fatto la colpa é di Bersani, Civati, Cuperlo, magitratura, economia mondiale etc. E se anche si lamentasse allora sarebbe proprio il copia e incolla del pinocchietto di Arcore. Lo ha mai sentito in 20 anni il ammettere tutte le minc....te che ha fatto e tutto quello che non ha fatto. Io no l'ho solo sempre sentito dire gli alleati mi bloccavano (e chi se li é scelti? Lui quindi ha sbagliato alla grande), le congetture mondiali per farlo cadere, i magistrati (che non fanno le leggi ma le applicano, sbagliando anche loro) e come ho detto paperino e qui, quo, qua.

01Claude45

Gio, 17/09/2015 - 13:45

Ma la magistratura dov'è? Non è questo comportamento COMPRA-VENDITA di parlamentari?

i-taglianibravagente

Gio, 17/09/2015 - 14:40

Se fossimo veramente in democrazia queste cose non dovrebbero poter accadere semplicemente perche' stravolgono la volonta' popolare ( parlo anche di quelle successe con il centro-dx al governo). Il vincolo di mandato dovrebbe essere il minimo. Ma siccome se va bene siamo a malapena in oligarchia...

unosolo

Gio, 17/09/2015 - 18:05

i 20 anni di governo Berlusconi erano solo la metà o poco meno , a parte questo ricordiamoci dei scioperi continui per far scendere il pil , mentre negli altri governi mai uno sciopero come con questo governo è come se fosse un compromesso tra sindacati e governo , niente scioperi e non vi metto tasse e vi autorizzo ad alzare la ritenuta ai lavoratori , ed ecco che si combacia la perdita di potere dei pensionati che vedono scendere le pensioni , gli esodati fornero che non sono nulla , insomma i sindacati si nascondono per non far scendere il PIL e non far tremare un governo incapace di creare lavoro. ecco la differenza del comportamento sindacale che ha sempre osteggiato i governi di

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 17/09/2015 - 18:08

Ma come non era il solo Berlusconi che comprava i Senatori? Comunisti infami e pure "emeriti" pezzenti.

unosolo

Gio, 17/09/2015 - 18:14

lo scambio di direzione tra le varie poltrone non crea licenziamenti , lo spostamento ci porta altre spese maggiori , doppi stipendi e doppi rimborsi e forse la creazione di qualche altro MAXXI come avvenuto per la Melandri , come sempre non litigano anzi chi si sposta ci guadagna è il popolo che ci rimette sempre per i giochi di potere.

loredanavitale2003

Gio, 17/09/2015 - 19:12

A leggervi, sembra che i 19 parlamentari autonomisti che potrebbero sostenere Renzi siano tutti altoatesini. In realtà sono solo 2 , Zeller e Berger. Gli altri sono 1 dell'Union Valdotaine, 1 del PATT, 3 di Democrazia solidale, 4 del Partito socialista, 1 del Movim.associativo Italiani all'estero, 1 dell'Unione Trentina, 1 indipendente e i 5 senatori a vita (Ciampi, Rubbia, Cattaneo, Piano e Napolitano). Quindi questo nulla ha a che fare con i “privilegi” della zona altoatesina che trattiene certamente il 90% delle tasse, ma si è anche accollata molte competenze statali, quali istruzione (sia per gli insegnanti che per la costruzione delle scuole), strade, difesa del territorio ecc ecc.

pinosan

Ven, 18/09/2015 - 00:57

Ma la democrazia,l'onesta,la coerenza,il rigore ecc.,si è rottamato assieme al rottamatore.Il PD è diventato un raccoglitore delle immondizie indifferenziate,ormai ci sta di tutto.L'importante e riempirlo.