Capodanno super blindato: 7mila soldati in campo

Sorvegliate speciali Roma e Milano. Mobilitate anche Guardia di Finanza e Aeronautica

Roma Sarà un Capodanno blindato quello nelle principali città italiane. Il rischio attentati, dopo l'uccisione di Anis Amri, il responsabile della strage di Berlino, da parte di due agenti di Polizia, si fa infatti sempre più forte. Già prima di Natale il ministro dell'Interno Marco Minniti aveva chiesto a prefetti e questori di rafforzare «i controlli nelle aree di maggior afflusso di persone in occasione di eventi in programma sotto le feste». Aveva quindi riunito il Comitato di analisi strategica antiterrorismo che ha deciso di innalzare la protezione.

Osservata speciale è ovviamente Roma. Nella Capitale saranno dispiegati migliaia di uomini di forze armate (che su tutto il territorio nazionale saranno 7mila) e dell'ordine. I punti su cui si concentrerà l'attenzione saranno il Colosseo e i Fori imperiali, dove vi saranno anche posti di blocco blindati di Polizia, Carabinieri ed Esercito. Inoltre, gireranno per la città pattuglie automontate, ovvero le Squadre operative speciali (Sos) dell'Arma. Mentre a Tor di Quinto è prevista la presenza del Gis (gruppo di intervento speciale) e saranno in allerta anche i Nocs, per un possibile intervento veloce. I punti maggiormente controllati, oltre a quelli sopra citati saranno le vie del centro, piazza Venezia e le altre piazze principali, come piazza Navona, la zona del Phanteon, piazza del Popolo, l'area del Circo Massimo e poi le ambasciate di Francia, Israele e Germania, dove le pattuglie fisse saranno integrate con più uomini. Ci sarà quindi l'apporto della polizia municipale, della Guardia di Finanza, della polizia locale e di vari altri reparti operativi. I controlli saranno intensificati anche lungo il percorso della metropolitana.

La sicurezza, però, non arriverà solo via terra, ma anche dal cielo con gli elicotteri di Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri, mentre le squadre dei vigili del fuoco saranno in allerta per possibili interventi. Ci sarà quindi l'Aeronautica militare, operativa con l'HH139 dell'84esimo centro Sar (search and rescue) di Gioia del Colle, appartenente al 15esimo stormo e l'HH 212 del 21esimo gruppo del nono stormo di Grazzanise che, come accadde per il Giubileo, sorvoleranno i cieli della Capitale e, all'occorrenza, di altre aree. I mezzi faranno base a Pratica di mare e avranno a bordo gli incursori del 17esimo stormo. L'Aeronautica, peraltro, ha concluso pochi giorni fa un'esercitazione con la Guardia di Finanza volta proprio a trovare «maggiori sinergie» in caso di pericolo. Resteranno come sempre, in allerta gli Eurofighter del 4° stormo di Grosseto, del 36° stormo di Bari e del 37° stormo di Trapani, pronti a decollare in scramble in caso di rischio e su ordine dell'Air control center di Poggio Renatico.

Controlli intensificati anche a Napoli, Milano, Firenze, Torino e Reggio Calabria, dove sono previste sinergie tra le varie forze di polizia e i militari per una maggiore prevenzione.

Commenti

routier

Gio, 29/12/2016 - 15:28

I soliti pannicelli caldi che servono a poco o nulla. Per un serio controllo del territorio non ne sarebbero sufficienti nemmeno dieci volte tanto!

paolonardi

Gio, 29/12/2016 - 22:02

Perche' subire queste continue limitazioni delle nostre liberta' per difenderci da una minaccia che i nostri governanti ci impongono nel nome di una accoglienza assurda per il modo ed il metodo assurfi con cui viene gestita.

Ritratto di stamicchia

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

ziobeppe1951

Gio, 29/12/2016 - 22:48

Mi piacerebbe vedere la faccia di pisapippa..lui che odia Milano blindata dalle divise che non siano quelle della Corea del Nord

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 01:57

Ma dobbiamo ridurci così? Per fare un favore ai ca..ocomunisti? In nessuan parte del mondo sarebbe possibile una situazione del genere. I nostri governanti sono riusciti a procurarcela. Ringraziamoli.

Ritratto di tokarev

tokarev

Ven, 30/12/2016 - 05:12

Come mai in Italia non succede niente ? Perché la nostra fama di mafiosi fa paura ai terroristi.... Perché in uno stato di ladri non si può rubare anzi si rischia di essere derubati ... Perché a cominciare dal Parlamento, passando per le aziende, e arrivando alle piazze, ci sono più mafiosi in Italia che islamici in Iran... Perché se la mafia può vivere senza terrorismo, il terrorismo non può vivere senza le mafie... Gli unici onesti in Italia sono i lavoratori, per questo vengono massacrati, derubati, schiavizzati da ogni governo che sia di destra o sinistra...

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 30/12/2016 - 07:20

Non sarebbe stato più semplice tenere chiuse le frontiere? Adesso ogni città e/o comune dovrà essere dotato di sue proprie frontiere costituite da barricate anticamion e posti di blocco...faremo la fine di Israele...