Dal carcere Buzzi difende la Raggi: "Con la Muraro nulla di illecito"

Il ras delle coop di Mafia Capitale: "Con la Muraro non ci fu nulla di illecito, perdemmo gara". Ma spunta un'altra conversazione: "Su quell'affare a Dubai ti aiuto"

"Si dovrà dimettere ingiustamente, vittima della campagna creata per mettere in crisi la nuova giunta del Campidoglio". In una intervista dal carcere di Tolmezzo, dove è rinchiuso perché imputato nel processo di "Mafia Capitale", Salvatore Buzzi scende in capo per difendere Virginia Raggi prendendo le parti dell'assessore all'Ambiente Paola Muraro. "Le conversazioni sono agli atti - spiega nell'intervista al Corriere della Sera - e sono le uniche, il fatto che non ci sia stato nulla di illecito è dimostrato dall'esito della gara: abbiamo perso".

Il riferimento è alle tre telefonate risalenti al 2013 quando Buzzi partecipò alla gara per lo smaltimento dei rifiuti all'estero chiamato dall'allora direttore generale Giovanni Fiscon, anche lui imputato nello stesso processo per corruzione e turbativa d'asta. "La Muraro faceva il suo lavoro, svolgeva le mansioni che le erano state assegnate - spiega nell'intervista - una delle poche persone che non mi ha chiesto soldi o favori". E continua: "Non sapevo chi fosse e non mi posi il problema. Mi chiamava da parte di Fiscon e io cercavo di assecondare le richieste sperando di ottenere il lavoro". In realtà andò da male. Vinse la Hera, la ditta segnalata da Fortini. "Con lei non ho mai più avuto alcun tipo di rapporto - conclude Buzzi - è inutile cercare. Oltre a quelle telefonate non troveranno nulla perchè nulla c'è. E infatti mi sembra che gli stessi magistrati non ne abbiano fatto alcun uso. Evidentemente ci sono altri che adesso vogliono utilizzarle".

Dalle carte, come riporta oggi Repubblica, spunta un'altra telefonata tra la Muraro e l'ex ad di Ama Franco Panzironi, anche lui finito sotto inchiesta. È il 20 luglio del 2013 e Panzironi è già uscito dall'Ama. A dirigerla c'è Fiscon. Eppure Panzironi da Roma Multiservizi sembra avere ancora un ruolo "ingombrante" nella municipalizzata. Il suo referente è appunto la Muraro. "La dottoressa Muraro - si legge nell'inchiesta 'Mondo di Mezzo' riportata da Repubblica - su segnalazione di Fiscon, contatta Franco Panzironi per dargli ulteriori dati sulla questione del Salario (uno degli impianti tmb oggi sotto inchiesta, ndr) in vista dell'appuntamento con la procura di Roma fissato per la mattina di lunedì 22 luglio". Secondo il quotidiano diretto da Mario Calabresi, le consulenze della Muraro fornite per conto di Ama sarebbeo già state "giudicate da un pool di superperiti veritiere al 20% rispetto a quelle eseguite da tecnici della procura". Tanto che quella telefonata viene segnalata dagli investigatori come "importante". "Successivamente Franco Panzironi - spiegano i carabinieri del Ros - informa la Muraro che sta realizzando un'ipotesi per Dubai per lo smaltimento di rifiuti". E anche su questo la Muraro accetta di dargli una mano.

Commenti

Giorgio5819

Dom, 07/08/2016 - 12:57

Eh certo, ci pensa un criminale in galera a difendere i suoi collaboratori...buffonata !

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/08/2016 - 13:06

Non conosco i fatti e non mi interessano più di tanto: si sente troppo la puzza della politica che vuole sporcare l'avversario, in questo caso una Raggi che non mi preoccupa per la correttezza, ma per l'eventuale incapacità. Però per ora tale incapacità è solo apparente, di fronte alla ben nota scorrettezza di molti dei suoi predecessori, sotto tutte le bandiere e con tanti appetiti.

meloni.bruno@ya...

Dom, 07/08/2016 - 13:39

Sono per difendere le persone coerenti, e la Raggi è da difendere perchè non accetto il solito vizzietto dei comunisti democratici di denigrare chi è meglio di loro pur di riprendersi i privileggi combinati con buzzi,lui prendendo le difese della Raggi,ha voluto confermare che l'affari li faceva con il P.D.

Iacobellig

Dom, 07/08/2016 - 13:41

LA MURARO CHE HA PRESO PER CONSULENZE OLTRE UN MILIONE DI EURO, RISULTANDO INCAPACE NEL SUO LAVORO VISTI I RISULTATI DELL'IMMONDIZIA ROMANA, DEV'ESSERE PRESA A CALCI NEL SEDERE E RICHIESTI LA GRAN PARTE DELLE PARCELLE LIQUIDATELE. E HA ANCHE LA FACCIA TOSTA DI OCCUPARE POSTI PUBBLICI!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 08/08/2016 - 00:11

Come si fa a farsi difendere da uno che è in galera per aver rubato enormi quantità di soldi allo Stato? E poi come si fa a difendere la Muraro che con la sua consulenza ha riempito di immondizia le strade di Roma? A COSA È SERVITA LA SUA CONSULENZA DA UN MILIONE DI EURO?

linoalo1

Lun, 08/08/2016 - 07:38

Sarò anche ingenuo,ma io ci credo!!!Piuttosto,credo molto di più ad un attacco del P.D.,incazzato perchè ha perso Roma!!!Secondo me,questo è solo l'inizio!!!Tra poco,interverrà anche la Magistratura !!Specialmente Oggi che il REGIME si è Ulteriormente Consolidato!!!!Del resto,il Caso Berlusconi,insegna!!!!

Beaufou

Lun, 08/08/2016 - 09:07

Ahahah. Ci mancava l'endorsement di Buzzi, alla grillina, come non avesse già tante grane per conto suo... Se la Muraro accarezzava "un'ipotesi per Dubai per lo smaltimento di rifiuti", la Raggi farebbe bene a disfarsene subito. Per Roma occorre qualcuno capace di mettere in cantiere impianti per smaltire in loco i rifiuti, non scorciatoie per rifilarli a qualcun altro. E se le consulenze della Muraro si possono considerare vere per un quinto della realtà, le consulenze gliele posso fornire io, magari imbroccando un 50% senza neanche studiarmi tanto il dossier Ama. Ri-ahahah. Raggi, dia retta, faccia tabula rasa di "tutti" quelli che hanno avuto a che fare con Ama, con o senza l'endorsement di Buzzi...Da amico.

alfa553

Lun, 08/08/2016 - 10:50

Che difesa, da che pulpito arrivano le prediche.......solo in italia i galeotti parlano e decidono.Schifo.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 08/08/2016 - 12:18

Una dichiarazione rilasciata su carta intestata "Carcere di Tolmezzo" non penso giovi molto alla Raggi. Buzzi è del PD , è un esponente di livello, grande finanziatore ("i clandestini (ci) rendono più della droga"), ed è "vicino" al ministro Poletti; mi sembra logico dunque che, in perfetto stile PD, abbia lanciato alla Raggi un salvagente di piombo.