Carola, l'apoteosi dei cliché di sinistra

La capitana della Sea Watch è la donna perfetta per tutti i cliché di sinistra

Carola Rackete, la capitana della nave Ong Sea Watch, è la «donna di Vitruvio» perfettamente inscritta nel cerchio del politicamente corretto, la incarnazione della cultura dominante in questa epoca. Vediamo quali sono le sue caratteristiche, prelevando le sue parole dall'intervista rilasciata ieri a la Repubblica. Apolide e senza radici. Non si sente tedesca, al massimo europea. Ci vorrebbe più Europa. Non c'è un luogo che chiamerebbe «casa».

Cosmopolita e senza confini. L'altra faccia della medaglia. Quella che spinge a ritenere giusto, anzi doveroso, non rispettare la legge di uno Stato sovrano. Secondo Rackete, «talvolta servono azioni di disobbedienza civile per affermare diritti umani e portare leggi sbagliate davanti a un giudice». Secondo altri, quelle azioni sono un reato. I confini non hanno alcun senso per una cosmopolita. E qui forse c'è una contraddizione: la Sea Watch, che trasporta manodopera a basso costo, non è proprio uno strumento della globalizzazione liberista che Carola Rackete vorrebbe sabotare? Ambientalista. Ammiratrice di Greta, fa parte del gruppo Extinction Rebellion «che lotta contro i cambiamenti climatici». Non prende l'aereo: «Sono andata in Cina in treno». Diritti umani. La destra «radicale e sovranista» viola i diritti umani. Nella destra radicale, la Capitana include tutto ciò che non è sinistra, da Matteo Salvini ai neonazisti della Sassonia. Fior di filosofi insegnano che la politica dei diritti umani ha i suoi limiti e i suoi rischi. Niente. Basta dire «diritti umani» per far diventare tutto buono e giusto. Immigrazionista. Tutti i migranti devono sbarcare in Europa. È loro diritto: «Anche chi scappa dalla fame e dalla mancanza di opportunità ha diritto a un futuro». Una buona percentuale di migranti appartiene a quella che potrebbe e dovrebbe essere la classe media africana: non sarà un problema anche per i Paesi di partenza? Atea. Nulla di strano, nell'età della secolarizzazione. Intellettuale. Ci tiene a sottolineare di provenire da «un ambiente accademico» e di avere «amici in molte università». Carola Rackete non ha una opinione fuori posto. Se non esistesse, le Ong dovrebbero inventare una Capitana Rackete, uguale a questa.

Commenti

venco

Dom, 07/07/2019 - 08:51

Certo, tutti i maligni, globalisti e anarchici vari stanno con questa fuorilegge.

contravento

Dom, 07/07/2019 - 08:56

TROPPE CHIACCHERE SU COSTEI. IL KOMUNISTA STALIN E NON SOLO, L'AVREBBE QUANTO MENO TRASFERITA IN SIBERIA.

aswini

Dom, 07/07/2019 - 08:57

una povera ragazzina viziata e col cervello dato al macero

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 07/07/2019 - 09:16

GRANDE CAROLA SE LEI è DI SINISTRA LA è ANCHE LA EUROPA..

contravento

Dom, 07/07/2019 - 09:32

MA ANCHE IL MODERATO LENIN...O IL MODERATO PUTIN.

ex d.c.

Dom, 07/07/2019 - 09:53

Su una cosa ha ragione. Alcune leggi assurde dovrebbero essere contestate. Tipo le tassazione assurde

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Dom, 07/07/2019 - 10:18

Spero che in poco tempo non sentiremo più parlare di questa disgraziata coi capelli pieni di pidocchi...

ekat

Dom, 07/07/2019 - 10:20

Giusto definirli “cliché di sinistra” perché di cliché si tratta. Luoghi comuni che non corrispondono a nulla. L’ironia arguta (complimenti!) di alcuni commentatori fa notare che nella vecchia e non rimpianta, Unione Sovietica l’avrebbero mandata in Siberia. Non a caso tra tutti i diritti elencati mancano quelli fondamentali della vecchia e, questa sì rimpianta, sinistra: i diritti sociali. Se Carola può fare la vita da “senza frontiere” è perché appartiene ad una classe sociale agiata, che non è una colpa, per carità! Ma non diventa un merito nel momento in cui abusi dei tuoi privilegi e fai ricadere i costi sulle persone più deboli. Infine, se le idee di Carola trovassero piena attuazione si verificherebbe una catastrofe umanitaria di proporzioni bibliche.

VittorioMar

Dom, 07/07/2019 - 10:46

...le LUCI della RIBALTA cominciano a spegnersi e cercano un'altra "GRETINA" utile al POLITICAMENTE CORRETTO !!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/07/2019 - 11:02

Dopo Hitler, che ha ucciso qualche milione di Ebrei, ora abbiamo una nuova Germania, quella tanto buona, al punto che ci porta gli immigrati a rischio di annegamento, ma poi pretende che noi ce li dobbiamo prendere, talché ci riporta in aereo quelli che hanno lasciato l'Italia cercando fortuna in Germania: poveri ingenui, quasi più ingenui dei nostri "sinistri".

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 07/07/2019 - 11:04

mentre voi potete esibire solo Giorgia Meloni. Che apprezza l'Austria in quanto non ha mai fatto entrare migranti nei suoi porti!!!!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 07/07/2019 - 11:05

VittorioMar: proponi Giorgia Meloni?

[_Raphaël_]

Dom, 07/07/2019 - 11:15

[1] Il sistema di tutela dei diritti umani internazionale è stato concepito, per quanto riguarda i ricorsi individuali, per garantire forme di autotutela alla persona (una parte individuata in modo preciso) contro atti dispotici di uno Stato. Importante è far ancora rilevare, viste le interpretazioni "dialettiche" del Diritto, che una convenzione è di natura pattizia e trova applicazione per mezzo di una legge nazionale, cioè quest'ultima ne costituisce fonte di legittimità e quindi di riconoscimento all'interno del Territorio. [>>>]

[_Raphaël_]

Dom, 07/07/2019 - 11:15

[2] Detto questo, si deve considerare che oggi assistiamo ad atti internazionali complessi, per cui il Sig. Ministro afferma, come Autorità italiana, che i diritti di una parte (generica) devono trovare il limite nel diritto di un'altra parte (persona / Cittadino). Uno Stato che garantisce i diritti dei Cittadini, afferma che gli stranieri in questo caso hanno il dovere, accanto ai diritti vantati, di riconoscere che i loro "interessi" devono bilanciarsi con i diritti di un'altra persona (vedi ad esempio empergenza sicurezza e/o salute), e cioè, astraendo la figura "persona", del Cittadino italiano (Straniero vs Cittadino). [>>>]

[_Raphaël_]

Dom, 07/07/2019 - 11:20

[3] Diversamente il mondo è grande, per chi decide di abbandonare la "terra dei padri" (Patria) e "lo straniero" non può imporre (con la violazione delle norme) ad altri, sul Territorio di uno Stato di cui non è cittadino, una personale idea di Civiltà o un proprio modello culturale, poichè è fuori dai suoi confini e ciò equivarrebbe a far configurare, se l'azione ha dimensioni di massa, un caso di invasione e/o occupazione. In caso di invasione o occupazione straniera del Territorio è prevista l'azione mirata delle Forze Armate per ristabilire la piena sovranità all'interno dei propri confini. [end]

Adespota

Dom, 07/07/2019 - 11:41

Poveri sinistrati, era dai tempi di Castro, di Mao o del Che, che aspettavano un altro messia...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 07/07/2019 - 11:41

direi proprio apoteosi della stupidità di sinistra! carola rackete dimostra esattamente questo! non ha neppure lo spirito di europa unita ma lo spirito di distruzione della propria identità europea!

dot-benito

Dom, 07/07/2019 - 12:21

QUESTA IDIOTA MANGIACRAUTI DOVEVA ESSERE CARCERATA INSIEME A CHI LA DIFENDE HA INFRANTO LE LEGGI ITALIANE E MI RISULTA CHE LA COSTITUZIONE IN PROPOSITO PARLA CHIARO : IL POPOLO E' SOVRANO DI CONSEGUENZA LO STATO E' SOVRANO A PRESCINDERE DA QUELLO CHE DICONO I VARI TOGATI SxxxxxxxxxI

rawlivic

Dom, 07/07/2019 - 12:40

riassumento in una parola: deficiente

nopolcorrect

Dom, 07/07/2019 - 13:10

"I confini non hanno alcun senso per una cosmopolita." E' d'accordo con Erri De Luca che li vuole "porosi", una pura sxxxxxxxa, evidentemente.

Una-mattina-mi-...

Dom, 07/07/2019 - 13:22

IDIOTA, DEMENTE, DEFICIENTE... HO FINITO CON I COMPLIMENTI