Caso Segre, ecco perché i numeri di Repubblica non tornano

Repubblica si difende dalle critiche ma non chiarisce dove ha preso il dato dei 200 insulti al giorno che nel rapporto dell'Osservatorio non esiste

Dagospia smonta la versione di Repubblica sui 200 insulti al giorno rivolti alla senatrice Liliana Segre. Secondo quanto scriveva ieri il giornale fondato da Scalfari, "i 197 episodi di antisemitismo resi pubblici non hanno nulla a che vedere con quanto accade sul web, e dipendono da segnalazioni varie di singoli fatti, che vanno dallo sputo alla scritta sul muro" ma si tratta di un "chiarimento" che non chiarisce un bel nulla. Un vero e proprio pasticcio di numeri. Come ricostruisce Dagospia, il 25 ottobre (online) e il 26 ottobre (sul cartaceo) viene pubblicato un articolo di Piero Colaprico dal titolo: ''Antisemitismo. 'Liliana Segre, ebrea, ti odio. La senatrice a vita riceve 200 messaggi online di insulti al giorno''. Nel pezzo viene citato il rapporto dell'Osservatorio Antisemitismo. Secondo Repubblica, il numero dei 200 insulti ''che ogni giorno partono'' verso la senatrice Segre è nel rapporto, ma non è vero. Quel numero non c'è.

Come aveva già sottolineato Termometro Politico, il rapporto pubblicato due giorni dopo dice infatti cosa diversa; i dati si riferiscono al 2018, non al 2019. Gli episodi di antisemitismo sono 197 all’anno, non 200 al giorno. Si parla poi in generale: "Personaggi pubblici come Gad Lerner, Emanuele Fiano, Sandro Parenzo, Enrico Mentana e Liliana Segre sono spesso vittime di invettive antisemite, specie sui social" e non di Liliana Segre in particolare. Lei stessa, in un'intervista a La Stampa del 1° novembre, spiega di non aver social network e di non saperne nulla dei messaggi di odio in rete.

L'odio in rete esiste, l'antisemitismo è un problema reale, ma da dove arriva il dato dei 200 insulti quotidiani? "Ieri - scrive Dagospia - abbiamo ricevuto una risposta bizzarra, in cui per trovare una pezza d'appoggio si citava un articolo del Fatto Quotidiano su Liliana Segre dell'ottobre 2018 (un anno fa). Ma non era l'articolo a svelare l'arcano dei 200, bensì serviva a dimostrare che su Twitter, sotto all'articolo, c'erano centinaia di commenti, tra cui molti insulti antisemiti. Quindi un dato che si riferisce a un singolo giorno". Colaprico spiega poi, senza uno straccio di fonte, che su Twitter apparirrebbero ogni anno 15mila messaggi antisemiti salvo poi ammettere che sulle altre piattaforme social "non ci sono statistiche".

Come scrive Open, l’Osservatorio conferma che nel documento citato da Repubblica non è presente il dato dei 200 insulti al giorno rivolti a Liliana Segre, "ma di essere in possesso di molteplici esempi di attacchi verso la sua persona precedenti all’istituzione della Commissione parlamentare". Solo il 28 ottobre 2019, qualche giorno dopo l’articolo di Repubblica, osserva Open, "nel sito dell’Osservatorio compare un pezzo in cui vengono citati i 200 insulti al giorno nei confronti della senatrice Segre". La fonte? Repubblica. Pertanto, scrive il giornale fondato da Enrico Mentana, "la diffusione della notizia dei presunti 200 insulti al giorno da parte di Repubblica ha generato non solo una call to action iniziale utile a rafforzare la figura simbolica della senatrice, ma "la mancanza di una prova concreta ha fornito un ulteriore impulso agli hater di scagliarsi contro di lei".

Su Twitter, l'onorevole leghista Claudio Borghi chiarisce la situazione: "Cara @repubblica ecco qui i dati dell'osservatorio Voxdiritti. 15mila tweet genericamente "negativi" (definizione ampia) contro ebrei. 200 al giorno farebbe x 365 un totale di 73.000 SOLO per la Sen. Segre. Ritentate". Come suggerisce Borghi, è sufficiente cercare la parola chiave "Segre" nel periodo 1 gennaio-31 dicembre 2018 per leggere i tweet degli utenti risalenti allo scorso anno in cui si parla della senatrice. Scorrendo, si leggono perlopiù messaggi di apprezzamenti e stima.

Commenti

agosvac

Mer, 13/11/2019 - 14:47

Credo dovrebbe essere la signora Segre a fare chiarezza. E' una donna anziana ma nel pieno delle sue facoltà intellettuali. Se fosse stata così perseguitata, come mai è restata per tutta la sua vita in Italia??? E' chiaro che, se c'è rimasta, è perché ci si trovava bene!!! Abbia la dignità di dirlo invece di non dire niente. Questa, a mio parere, è un'offesa verso tutta l'Italia e gli italiani che hanno il diritto di sapere se la signora Segre sia stata o no perseguitata per tutti questi anni in cui è vissuta in Italia.

antonmessina

Mer, 13/11/2019 - 14:48

osservatorio antisemita che paghiamo noi ben 400 mila euro anno per cercare il nulla. La signora quando ha accetttato i 20 mila euro per diventare senatore a vita (per quali meriti verso il popolo italino non si sa) ha anche accettato di diventare personaggio pubblico e suscitare sentimenti che a lei non vanno bene

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 14:56

...E poi sono quelli che dicono di combattere le fake news. Mentre invece ne sono gli autori.

maurizio-macold

Mer, 13/11/2019 - 15:05

Questo giornale invece di fare campagna contro il razzismo e l'antisemitismo mette quotidianamente in dubbio l'esistenza di queste due infamita' e trova terreno fertile in diversi forumisti che non provano la minima vergogna delle loro infami ideologie.

glasnost

Mer, 13/11/2019 - 15:06

Ma questa vecchietta, che mi sembra una signora dignitosa, non ha repulsione per il modo in cui viene strumentalizzata dai sinistri nostrani? Sinistri che tra l'altro sono sempre stati filopalestinesi, boicottano i prodotti Ebrei ed hanno insultato le brigate ebraiche alla festa della liberazione del 25 Aprile.

Libero 38

Mer, 13/11/2019 - 15:12

Basta. Non se ne puo' piu' di questo teatrino.

Iacobellig

Mer, 13/11/2019 - 15:20

Repubblica il peggior giornale con i peggiori giornalisti asserviti all’editore per fare solo vendite e denigrare in special modo il centrodestra.

Scirocco

Mer, 13/11/2019 - 15:21

Bravo Glanost, speriamo che la Signora si renda conto di come è stata strumentalizzata. Vista l'età si potrebbe quasi configurare il reato di circonvenzione d'incapace.

Ritratto di niki 75

niki 75

Mer, 13/11/2019 - 15:21

Tutte le forme di SINISTRISMO, spalleggiate da una certa inqualificabile stampa, fin dai tempi del PC, sono sempre vissute sulla menzogna, facendo finta di non vedere la realtà nella quale il comunismo si affermava e si espandeva (diversamente mascherato), in forma estremisticamente dittatoriale. Il tempo trascorre...ma questa triste realtà continua a resistere ed a persistere.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mer, 13/11/2019 - 15:30

Pur provando un'antipatia profonda x Lerner e Saviano,non li insulterei mai in quanto ebrei.Non mi piacciono xché non accetto la malafede politica o ideologica.Considero gli ebrei persone come tutte le altre.La loro Storia é fatta di luci e ombre,come quella di tutti i Popoli,ed é talmente immensa,essendo presenti in tutti i Paesi del mondo,che circoscriverla quasi esclusivamente all'interno del binomio ebrei-Auschwitz ritengo sia sbagliato.La memoria dell'olocausto é e sarà sempre una ferita non rimarginabile che racchiude in sé una tragica sacralità.Proprio x questo se ci fossero strumentalizzazioni della tragedia,si farebbe un gravissimo torto agli ebrei,un atto di blasfemia e di vero razzismo.Spero che la Senatrice a vita,non sia stata strumentalizzata da una ideologia politica finalizzata alla costruzione di barriere contro la conquista del pensiero libero che oggi esiste grazie anche all'apporto,nel corso dei secoli,di tutte le comunità ebraiche.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 13/11/2019 - 15:37

maurizio-macold, se si tratta di una fake o di un caso creato ad arte (con al centro l'ignara signora Segre) per innescare tutta una serie di prese di posizione al fine di distogliere l'attenzione dalla crescita del consenso di salvini e di tutto il cdx è giusto si faccia chiarezza fino in fondo. Nel giro di pochi giorni abbiamo assistito alla nascita di una commissione di controllo su eventuali azioni razziali e antisemite, alla neo scorta della Segre, ai partiti di sinistra che si stracciano le vesti, varie fiaccolate e manifestazioni di solidarietà, prese di posizione pubbliche da parte del PDR e di papa Bergoglio ecc. Tutto questo non avrebbe senso se si fosse basato su notizie non vere. Rammento che chi si straccia le vesti sono le stesse persone che solidarizzano con i palestinesi contro lo stato israeliano, quindi ipocrisia allo stato puro.

old_nickname

Mer, 13/11/2019 - 15:40

State a guardà er capello, state. 200 ar giorno, 200 all'anno. A una sóla, a 5 o 6 diversi. Come se facesse qualche differenza... Che si dia la scorta anche a Lerner, Fiano, Parenzo, Mentana etc.etc. Allora, sì! che si sentirebbero davvero importanti; sono forse da meno dell'uomo con la testa a ogiva?

ziobeppe1951

Mer, 13/11/2019 - 15:41

Magold...15.05....ci fai o ci sei...si mette in dubbio ciò che può essere una fake...per il razzismo e l’antisemitismo ci pensa già la sinistra

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 13/11/2019 - 15:42

e´stato tutto montato a puntino. Ho fatto una piccola ricerca su TWITTER e ho letto solo apprezzamenti per la SEGRE. Perche´fanno questo , perche´hanno inventato tutta questa storia ?

Ritratto di IlNipotediMetternich

IlNipotediMetternich

Mer, 13/11/2019 - 15:44

Quello che vorrei sapere io è perché si facciano dei distinguo fra "razzismo" e "antisemitismo". Forse l'antisemitismo non ricade sotto l'iperonimo del razzismo? Merita un trattamento a parte, di favore? Eppure l'idea che una razza di persone venga diffamata, insultata o perseguitata dovrebbe essere sbagliata a priori, a prescindere che si tratti di Hutu, Tutsi, Turchi, Latini o Cinesi. O no? Allora ripeto la domanda: perché l'antisemitismo viene distinto? E' forse più importante degli altri?

Libero 38

Mer, 13/11/2019 - 15:51

Visto che non riesce piu' a vivere in italia perche' si sente discriminata, e preso atto che il presidente dell'israele e' disposto a accettarla farebbe bene a dimettersi da senatore a vita e accettare l'offerta.

rino biricchino

Mer, 13/11/2019 - 15:57

Come al solito vi attaccate per giorni, a volte settimane, su questioni formali pur di confondere la sostanza, e cioè che la destra fa tremendamente fatica a deporre l'ascia di guerra quando si parla di razzismo ed ambientalismo. Vi accanite per settimane fino all'ossessione: prima la ragazzina Greta Tumberg ed ora una vecchietta verso cui dovreste chinare il capo senza troppe storie!

Giorgio5819

Mer, 13/11/2019 - 16:01

maurizio-macold, prova a vergognati , una volta, di quanto sono falsi i comunisti...somaro!

luber47

Mer, 13/11/2019 - 16:06

Ergo, dobbiamo presumere che Piero Colaprico giornalista di Repubblica e il direttore della bibbia del giornalismo, siano propagatori di notizie false con lo scopo di creare situazioni critiche, fomentare l'odio, creare spese inutili, alimentare polemiche fasulle che generano divisione anche su ciò che dovrebbe unire tutti. Non mi viene un termine adeguato per descrivere la bassezza di queste persone.

Una-mattina-mi-...

Mer, 13/11/2019 - 16:09

MA LA SCORTA VISTO CHE NON SERVE L'HANNO TOLTA? E CHI VERRA' PERSEGUITO PER GLI ATTI POTENZIALMENTE DANNOSI E TURBATIVI DELL'ORDINE PUBBLICO? E PER L'ABUSO DI CREDULITA' POPOLARE SI PROCEDERA' D'UFFICIO?

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 13/11/2019 - 16:22

Basta fare gli screenshot di questo spazio commenti e ne trovi quanti ne vuoi di commenti razzisti.

Lucmar

Mer, 13/11/2019 - 16:23

Questa signora ha qualche impedimento? Ha detto che non ha internet, ma la radio, la televisione e i giornali li leggerà? E non può chiarire la faccenda?

VittorioMar

Mer, 13/11/2019 - 16:25

..si fa' presto a definirli "giornali" e "giornalai"...sono Casari di "BUFALE MATRIOSCHE"...e di "RUPIE KAMASUTRA"...Berzellettieri ma di ..FREDDURE e FRESCURE ..INCREDIBILI !!

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 16:27

@rino biricchino.... "questioni formali"!... Un noto quotidiano diffonde quelle che un tempo a ragione venivano definite "notizie false e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico" e per lei sono "questioni formali"...

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Mer, 13/11/2019 - 16:32

Repubblica, il giornalino della gente per niente seria.

bruco52

Mer, 13/11/2019 - 16:58

disinformatia di sovietica memoria, ecco come agiscono i compagnucci, sempre con il ditino alzato e mai un autocritica, pronti ad ingigantire i fatti altrui e a sminuire i propri, se non addirittura a nasconderli....

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 13/11/2019 - 17:01

Da tempo ho imparato che "Repubblica" è un giornale non solo da non comprare, ma neppure da leggere ove ve ne sia l'occasione.

cir

Mer, 13/11/2019 - 17:02

Gius1 Mer, 13/11/2019 - 15:42 :: NON riesci a capirlo? i casi sono evidenti sono 2: o solo gli ebrei sono spravissuti , quindi gli altri sono morti , oppure gli altri contano nulla .

Pinese75

Mer, 13/11/2019 - 17:04

@agosvac: La Senatrice Segre è italiana, non lo sapevi? Perché mai avrebbe dovuto lasciare l'Italia?

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 17:07

Stamicchia, qui ci scrive gente LIBERA. Che con i dovuti termini e l'opportuno linguaggio si permette di criticare chi crede. Se lei cerca ambienti dove si è proni e servi di una controparte, beh, ha sbagliato posto. E frequenti quindi luoghi a lei più confacenti.

buonaparte

Mer, 13/11/2019 - 17:16

REPUBBLICA HA SOSTITUITO L'UNITà FACENDOLA FALLIRE PERCHè I COMUNISTI NON COMPRAVANO PIU L'UNITà ,MA LA REPUBBLICA PERCHè IN QUEL PERIODO NON DOVEVANO FARSI RICONOSCERE VISTO CHE IL PCI PASSAVA UN PERIODO DURO E LORO NEL CONTEMPO AVEVANO FATTO CARRIERA E SOLDI DENTRO LO STATO. LA REPUBBLICA è IL GIORNALE PIU VENDUTO NELLE EDICOLE VICINO AI PALAZZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. MEDITATE .L'UNITà ANDATA IN FALLIMENTO SAREBBE STATA A CARICO DEL PARTITO DI RIFERIMENTO-PCI- ED INVECE CON UNA STRATEGIA FU SCORPORATA DAL PCI -PDS-DS ULIVO-.. PD- ED IL DEBITO FU PAGATO DAGLI ITALIANI - BEN 107 MILIONI .. LA GIUSTIZIA ITALIANA AVRà CHIESTO I SOLDI AL PD COME FATTO PER I 49 MILIONI DELLA LEGA? NO,TUTTO ARCHIVIATO .. VI CONSIGLIO AD ANDARVI A LEGGERE LA SENTENZA ..PAZZESCA.

barnaby

Mer, 13/11/2019 - 17:22

Stamicchia 16,22 - Indicaci, facendo lo screenshot di questo spazio, quali sono le frasi razziste. Scrivecele subito altrimenti dimostri, ove ce ne fosse bisogno, che le falsità stanno dalla vostra parte.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 13/11/2019 - 17:26

la repubblica è un pornogiornale comunista, abituato a mentire, ingannare il lettore, a manipolare i fatti! e i poveri babbei comunisti grulli, ancora credono alla favola che tutto funziona grazie alla sinistra e a questo giornale (insieme ad altri pornogiornali comunisti) ..... :-)

Ritratto di adl

adl

Mer, 13/11/2019 - 17:26

Su Repubblica danno i numeri, ma poverini lo fanno solo per fare numero di copie invendute. Ci vorrebbe qualcuno che li aiutI.......FATE PRESTO !!!!

buonaparte

Mer, 13/11/2019 - 17:28

MACOLD- questo giornale che critichi ti lascia commentare liberamente a differenza dei tuoi giornali di sinistra con in testa repubblica che non ti lasciano commentare o ti censurano. PINESE- in francia gli ebrei scappano in israele -ogni hanno sono circa 80.000- sarebbero di piu ,ma devono attendere i permessi per recarsi li..scappano soprattutto da parigi per la presenza degli islamici che compiono continui attacchi veri contro gli ebrei e non li trovi neppure piu sui giornali,se succedesse qui solo un centesimo i nostri media di sinistra sarebbero pieni di articoli e servizi.MEDITATE ED INFORMATEVI

wrights

Mer, 13/11/2019 - 17:33

Penso sia il caso di istituire una Commissione Parlamentare, con a capo Salvini per indagare sul fatto.

nova

Mer, 13/11/2019 - 17:33

Ricordo il titolo escogitato da Conchita Di Gregori dell'Unità: ''La banda del Tubo'' quando Berlusconi, Erdogan, Putin si incontrarono per definire il progetto South Stream che avrebbe portato metano in Europa.

Ritratto di babbone

babbone

Mer, 13/11/2019 - 17:37

Stanno veramente messi male.

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 17:40

@pinese75 Molti israeliti italianissimi hanno anche una seconda cittadinanza, quella di Israele. Facilissima poi da ottenere dagli ebrei, a quanto mi risulta. Non so se la signora Segre ne disponga, ma molti sì. Da delle interviste televisive a degli abitanti romani - israeliti - avevo appunto appreso di questo fatto. E che ritenendosi minacciati da un rinnovato antisemitismo - a loro dire - ci stavano effettivamente pensando, di trasferirsi lì. Lo stesso Stato di Israele - ne leggevo non molto tempo fa - sollecitava in effetti molti cittadini ebrei europei a trasferirsi.

nova

Mer, 13/11/2019 - 17:40

Nominata la scorta per l'illustre vecchietta ''senatrice a vita'' subito l'abbiamo vista a braccetto col milite per presenziare ad uno spettacolo alla Scala. La detta vecchietta riferisce nel romanzo 'Come una rana d'inverno' fatto scrivere alla scrittrice Daniela Padoan di aver sofferto la mancanza della governante. Lei e le altre due compagne di ventura ad Auschwitz minorenni Bauer e Tedeschi appartengono all'alta borghesia meneghina, sono indoeuropee di pelle bianca come noi, parlano italiano, ma si sentono vittime del nostro odio razziale.

cir

Mer, 13/11/2019 - 17:49

IlNipotediMetternich Mer, 13/11/2019 - 15:44 : ma non lo sapevi ??

cir

Mer, 13/11/2019 - 18:07

Jiusmel Mer, 13/11/2019 - 15:37 : inventa una bugia ,raccontala mille volte , falla ripetere in TV, fanne un dibattito di 3 ore girando attorno al problema , vedrai che diventa una realta'...

ohibò44

Mer, 13/11/2019 - 18:10

Liliana Segre saputo che pensavano di darle la scorta avrebbe dovuto alzare la cornetta del telefono, chiamare Conte e dirgli che i 200 insulti al giorno sono una bufala perciò meglio lasciar perdere. Non dico smentire ufficialmente i piagnistei dei suoi adoratori ma intervenire per rimettere le cose a posto, almeno questo. Tacendo ha perso autorevolezza

ROUTE66

Mer, 13/11/2019 - 18:16

MAGARI UNA PAROLA DA PARTE DELLA SIGNORA SEGRE SERVIREBBE A DIPANARE IL DILEMMA. ANCHE COSì SI SERVE LA DEMOCRAZIA

Ritratto di Cali85

Cali85

Mer, 13/11/2019 - 18:31

Non capita tutti i giorni di compiacersi di ciò che facciamo. Personalmente, di una cosa mi compiaccio , quando mi viene in mente: In tutti gli anni della mia vita non ho mai acquistato, nemmeno una volta per sbaglio, il quotidiano la repubblica. E ne vado fiero!

Ogliastra67

Mer, 13/11/2019 - 18:34

Leggere Repubblica è come vedere una puntata delle trasmissioni di Floris o della Gruber ......non la uso nemmeno per pulire i vetri.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 13/11/2019 - 18:47

Dordolio - 17:07 Le consiglio di non accanirsi troppo con stami@@hia: è tempo sprecato.

Pinese75

Mer, 13/11/2019 - 18:48

@dordolio: tutti gli italiani ebraici che conosco - e ne conosco tanti - hanno una cittadinanza sola, quella italiana. Si sentono italiani e basta. Chi li avvicina a Israele cerca spesso soltanto di screditarli, mettendo in dubbio la loro lealtà verso l'Italia. Questo purtroppo è un vecchio schema fisso degli antisemiti che, come era da prevedere, perversa anche tra chi commenta su questo sito. E che poi si stupiscono pure che si vuol creare una commissione contro l'antisemitismo...

PieroBrutto

Mer, 13/11/2019 - 19:39

La falsificazione storica è uno dei reati più comuni.

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 19:46

Pinese75, le interviste TV le ho viste e presumo non solo io. E se non ricordo male erano state fatte nel quartiere ebraico di Roma, zona Portico d'Ottavia. Dire poi che un ebreo viene screditato perchè accomunato ad Israele è solo una sua (di lei) idea balzana.... In ogni casa ebraica che si rispetti per la Pasqua ci si scambia la promessa: "L'anno prossimo a Gerusalemme". Il significato di questo non può sfuggire a nessuno. Ah, io gli ebrei li conosco perchè li ho avuti come vicini di casa, colleghi di lavoro, amici personali e attualmente ho con loro anche rapporti aziendali. So quindi - se permette - qualcosa del loro mondo.... Sulla questione della doppia nazionalità (faccenda non solo italiana) sarà opportuno che lei si informi meglio.

rokbat

Mer, 13/11/2019 - 19:51

Gius 1 : " Perché fanno questo, perché hanno inventato tutta questa storia ? Perché? Perché rende, caro Lu !

cir

Mer, 13/11/2019 - 20:10

Pinese75 Mer, 13/11/2019 - 18:48 : allora hai visto nulla ancora !svegliati .

ruggerobarretti

Mer, 13/11/2019 - 20:11

Quindi criticare le politiche destabilizzatrici di Israele sarebbe espressione di antisemitismo?? Postare il video che riprende tre militari sionisti che ammazzano come un cane a sangue freddo, un innocuo cittadino palestinese è antisemitismo?? Affermare che la maggior parte dei semiti non è in realtà di religione/ etnia ebraica è espressione razzista/ fascista/ nazista. Mi dia una risposta Pinese75. Se può e vuole, ovviamente. Ma nel caso lo faccia con un minimo di onestà intellettuale, non come ultras.

Laformica

Mer, 13/11/2019 - 20:48

E’vergognoso leggere certi commenti che Mettono in dubbio se la senatrice Segre sia stata perseguitata. Coloro che scrivono questo dovrebbero vergognarsi. Il razzismo,l’antisemitismo e l’antifascismo non sono di destra o sinistra ma sono un qualcosa che e’ insito nella democrazia.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 13/11/2019 - 21:28

.....200 al giorno...e sono 197 all'anno....e sminuiscono i numeri...si vede proprio che questi mediocri cattocomunisti non sanno contare fino a 10....100 e passa milioni di morti ha creato il comunismo....questi sono i dati reali il resto è fuffa

valerie1972

Mer, 13/11/2019 - 21:35

maurizio macold, ottimo specchio della malinconica ipocrita paracxxaggine di chi per l'ennesima volta è stato spxxxxxato e non sa più veramente come uscirne per ridarsi un tono dignitoso.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 13/11/2019 - 21:46

Luzzatto Voghera direttore del Centro di documentazione ebraica dice di non avere memoria di essere entrato in una sinagoga senza scorta, ecc. Poi precisa in merito alle minacce subite da Liliana Segre, che su internet sono stati ridotti a (soli) 197 gli atti di antisemitismo e all'anno, CHE SI È FATTA CONFUSIONE E MISCHIATO MELE E PERE, cioè che 197 NON SONO GLI ATTI DI ANTISEMITISMO MA SONO LE DENUNCE fatte degli atti di antisemitismo e che prendendo in considerazione solo i twitter nel 2019 ci sono stati 15.196 tweet negativi...purtroppo i "patrioti" dimenticano che...fu un generale ebreo Umberto Pugliese messo a riposo dalle leggi razziali a far riaffiorare alcune delle navi affondate a Taranto durante la II guerra...e che almeno 8 tra i MILLE ERANO EBREI...ECC ECC Che TRISTEZZA IL RAZZISMO...SI VIVE COSÌ POCO CHE ANCHE SOLO pensare di PRENDERLO IN CONSIDERAZIONE dovrebbe far fuggire a gambe levate.

Dordolio

Mer, 13/11/2019 - 22:07

Ancora per lei Pinese75. Ogni ebreo che si rispetti ha come riferimento il proprio Stato (Israele) che è molto di più della patria nostra (o qualsiasi altra). Si tratta di un qualcosa che ha un significato religioso di assoluta profondità: è la terra che il loro dio gli ha promesso (come correttamente affermava Sharon). E dal 1948 hanno. Non credo che nessuno di noi - se non ebrei - ne possa comprendere la totalità valoriale. E' il sogno concretizzato di un popolo che lo ha agognato per millenni. Nel concreto poi è un focolare dove - nel caso di necessità - potrebbe trovare rifugio e protezione. Non ho mai posto ad un ebreo la domanda di quale consideri la sua vera patria. Avendo conosciuto e frequentato ebrei anche su pubbliche posizioni di destra estrema, mi sarebbe forse dispiaciuto avere delle risposte - sincere - che non avrei voluto sentire...

killkoms

Mer, 13/11/2019 - 22:30

dati "dati" a pe ne di segugio!

cir

Mer, 13/11/2019 - 22:38

ma cosa sono gli israeliani se non dei porci ?? https://comedonchisciotte.org/i-soldati-israeliani-attaccano-un-padre-palestinese-con-il-figlio-guardate-e-piangete/

cir

Mer, 13/11/2019 - 22:46

Dordolio Mer, 13/11/2019 - 22:07 Le risposte sincere da loro non le sentirai mai . Sono maestri della menzogna! ma si trovano nel talmud ...che ormi non possono piu' nascondere..

killkoms

Mer, 13/11/2019 - 22:51

dordolio,sono molti anche quelli che sono tornati indietro,o altrove come gli ebrei russi!israele invita gli ebrei a stabilirsi,ma non gli assicura nulla!

uberalles

Mer, 13/11/2019 - 23:04

Qualora terminiate, all'improvviso, la carta igienica, potete benissimo sostituirla con quella di Repubblica: lo so, la carta igienica è molto migliore, ma in sua assenza....

uberalles

Mer, 13/11/2019 - 23:06

I komunisti osannano gli ebrei morti, ma odiano a morte quelli in vita, che non si fanno sopraffare dai cialtroni arabi; che si decidano una buona volta a farci sapere se li amano oppure li odiano! Non l'abbiamo ancora capito...

ruggerobarretti

Mer, 13/11/2019 - 23:34

Ora che è arrivata/o Demetra, si può anche chiudere il forum. La squadra di ipocriti è completata, non manca più nessuno.

Pinese75

Gio, 14/11/2019 - 07:13

@ruggerobarretti: Non ho risposte per te, perché le tue domande non riguardano niente di quello che ho scritto io. Semplicemente non c'entrano. Ma è proprio tipico: Appena si vede un (italiano) di religione ebraica che non piace si tira fuori la politica israeliana contro i palestinesi (sbagliatissima) come "argomento". E come io ti giudicasse per tutti i crimini del Vaticano solo perché sei cattolico.

Pinese75

Gio, 14/11/2019 - 08:05

@dordolio: Invece forse avresti dovuto chiedere! E non solo gli ebrei di estrema destra. Lo stato di Israele è una forma politica, non religiosa. E' la risposta politica all' antisemitismo. Gli ebrei europei del fine ottocento/ inizio novecento vedevano nell'istituzione di uno stato proprio l'unica possibilità di mettere fine all'antisemitismo che all'epoca "ragionava" proprio così: sosteneva che gli ebrei più che una religione fossero una nazione, anche se senza terra, e che per questo fossero "stranieri" nei paesi in chi risedevano forse già da secoli. l'augurio "l'anno prossimo a Gerusalemme" che ci si scambia per la festa del Seder risale ovviamente a tempi molto prima della fondazione dello stato di Israele ed è un augurio religioso, non politico. Tant'è vero che per gli ebrei ortodossi lo stato di Israele non ha nessuna fondatezza in quanto a guidare il popolo degli ebrei verso la terra promessa doveva essere il Messia e non Theodor Herzl.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 08:43

Aggiungo che l'Osservatorio antisemitismo conta 300 siti e 200 profili FB antisemiti...NEL CONDANNARE TUTTI I RAZZISMI di cui gli italiani emigrati e no sono anche vittime e i meridionali dei settentrionali, VOGLIO CON FORZA RIBADIRE LA STUPIDITÀ DEL RAZZISMO TANTO PIÙ NEI CONFRONTI DEGLI EBREI DA PARTE DEGLI ITALIANI CATTOLICI...ADORIAMO E PREGHIAMO CRISTO, I DODICI APOSTOLI, SANTA MADRE MARIA (recitando il Rosario) tutti NATI E DI ORIGINE SEMITICA ED EBRAICA...LE CHIAVI DEL PARADISO SONO AFFIDATE A SAN PIETRO...anche lui semitico/ebreo...STORIA I GUERRA MONDIALE Furono circa cinquemila i militari ebrei impegnati nelle operazioni sui vari fronti, di cui la metà ufficiali. Quando, nel 1938, l’Italia fascista introdusse le Leggi antiebraiche, l’impegno e il sangue profuso non valsero ad attenuare la persecuzione: circa 250 fra i combattenti vennero deportati e uccisi nei campi di sterminio nazisti. *M. SARFATTI EBREA AMANTE DEL DUCE CHE SALVÒ LA VITA del PICCOLO FIGLIO (Romano).

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 08:48

E concludo, LA STUPIDITÀ DEL RAZZISMO del Fascismo E dell' Antisemitismo ci ha fatto perdere...Nel 1938, dopo la morte di Orso Mario Corbino, anche a causa delle leggi razziali e alla vigilia dello scoppio della seconda guerra mondiale, il gruppo si disperse e la maggior parte dei "ragazzi" emigrò all'estero (Fermi con moglie ebrea finì negli Stati Uniti subito dopo l'assegnazione del premio Nobel per la Fisica, seguito da Segrè che nel 1935 aveva accettato una cattedra a Palermo, Rasetti in Canada, Pontecorvo prima in Francia e poi nel 1950 in Unione Sovietica dopo la seconda guerra mondiale all'inizio della guerra fredda, Majorana scomparve misteriosamente).

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 09:36

@Laformica. Francamente non ho avuto l'impressione che qualcuno qui abbia messo in dubbio la persecuzione nazista verso la Segre, che è UNA AUTENTICA REALTA'. Il punto semmai è un altro. Le persecuzioni danno SEMPRE poi giustamente dei diritti a chi ne è stato oggetto. Però talvolta si ha l'impressione che si sconfini nei privilegi. Non riservati poi a tutti, ma solo ad alcuni. La Segre - reduce dal lager dove ha avuto la famiglia sterminata - è senatrice, ha una scorta, ed è citata e blandita in continuazione. Beh, io conosco di persona dei profughi istriani i cui familiari sono stati infoibati, o annegati in mare uno per uno. E questi sono politicamente inesistenti. Vere non persone. Nessuno pare pensare di assegnare loro un laticlavio. Con questo non voglio dire che la Segre non meriti quanto ha. Ma che quanto ho scritto sopra "stride" con una visione equilibrata del tutto. E molti se ne accorgono, con quel che ne consegue.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 09:40

Piccola aggiunta al mio post delle 8.48...ci ha fatto perdete...I RAGAZZI DI VIA PANINSPERNA...E RIPETO CONDANNO TUTTI I RAZZISMI DEL PIANETA.

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 09:46

@killkoms. Non sono informato nel dettaglio, ma credo che Israele aiuti in modo significativo chi lì si stabilisce. Me ne accennava (ma in termini vaghi) anni fa un coltissimo giovane ebreo (studioso della Bibbia che ascoltavo per ore illustrarmene i contenuti anche reconditi). Italianissimo, nei suoi soggiorni in Israele (si accampava sulle rive del Giordano mi raccontava) era stato "riconosciuto" dalle locali autorità, che gli avevano citato la "Legge del Ritorno" proponendogli di stabilirsi lì. E lui ci stava effettivamente pensando. Immagino ci fosse anche un sostegno economico di un qualche tipo, o una qualche sorta di agevolazione all'inserimento. Ma la mia è pura illazione (dovuta alle condizioni economiche - non splendide - del soggetto in questione).

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 09:55

Pinese75, ottime le sue osservazioni. Le ricordo però che GLI UNICI a contestare in modo vigoroso lo Stato di Israele sono quelli di NETUREI KARTA, ebrei effettivamente osservanti. E molto contestati dal resto delle comunità ebraiche. Gli ebrei osservanti che lei cita sono poi numerosissimi in Israele. E non ben visti da quelli assai più laici. Sostanzialmente per motivi economici - a quanto ho letto - perchè si contesta loro di essere poco produttivi (dedicano il massimo del loro tempo allo studio e alla preghiera) e di venir mantenuti con le ricche rimesse dall'estero dell'ebraismo internazionale. Relata refero naturalmente. Non sono addentro a tal punto in quel mondo. Ma lei penso di sì e credo dovrebbe saperlo, se vero.

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 10:04

Demetra, Majorana per genialità era superiore a tutti. Se cerca attentamente in Rete scoprirà suoi scritti imbarazzanti. Tra cui una lettera alla madre - all'epoca di un suo soggiorno nella Germania di Hitler - dove lui mostrava apprezzamento nei confronti di quel Nuovo Ordine. E non si esprimeva affatto con mezze parole. Forse andrebbero approfonditi questi aspetti in relazione alla sua scomparsa. Fermi se non erro non lo amava. Forse anche altri fisici israeliti. Mussolini invece diede disposizioni riservate di trovarlo ad ogni costo.

ruggerobarretti

Gio, 14/11/2019 - 11:03

Io invece caro pinese ho proprio la sensazione che tutti quelli che criticano Israele per le proprie politiche vengano inseriti automaticamente, tout-court nel calderone degli antisemiti. Questo era e rimane il senso del mio intervento. In quanto alle nefandezze del Vaticano, passate e presenti, con me sfonda una porta aperta. Sono un credente Cristiano piuttosto anarchico.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 11:21

Da WP...Majorana in un'altra lettera spedita a Giovanni Gentile jr. parla di stupida teoria della razza; e nell'ultimo suo articolo pubblicato Majorana esprime, sia pure in modo indiretto, un'opinione positiva del libero arbitrio, opinione che pare incompatibile con il nazismo[10].

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 12:08

CREDO CHE LA COSA MIGLIORE DA FARE È STARE DALLA PARTE DELLE VITTIME..E ESSERE CAPACI DI RICONOSCERSI COME "CARNEFICI" ...LO STORICO ILAN PAPPE' ISRAELIANO CON FAMIGLIARI VITTIME DEI NAZISTI, HA SCRITTO LA PULIZIA ETNICA DELLA PALESTINA... giungendo a una visione chiara di quanto era accaduto nel ’48 drammaticamente in contrasto con la versione tramandata dalla storiografia ufficiale: già negli anni Trenta, la leadership del futuro Stato d’Israele (in particolare sotto la direzione del padre del sionismo, David Ben Gurion) aveva ideato e programmato in modo sistematico un piano di pulizia etnica della Palestina. Ciò comporta, secondo l’autore, enormi implicazioni di natura morale e politica, perché definire pulizia etnica quello che Israele fece nel ’48 significa accusare lo Stato d’Israele di un crimine. ***BISOGNA ANCHE DIRE PERÒ CHE Israele ha il 20% della popolazione palestinese con una rappresentanza parlamentare...e ci sono comunità pacifiche conviventi miste.

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 12:37

Demetra.... Majorana apprezzava L'ORDINE della Germania di Hitler. E nella lettera in questione - di cui ho letto solo qualche florilegio (e vado a memoria) - affermava in termini secchi che lì si era provveduto a sistemare molte cose... Del resto il nazismo ebbe le più varie simpatie. Indipendentemente dai discorsi razziali. Si pensi a Lindbergh ad esempio, e alle migliaia di ebrei tedeschi che vi aderirono. Come si può leggere agevolmente nel libro "I soldati ebrei di Hitler" dello storico inglese (ebreo) di Bryan Mark Rigg. Disponibile pure su Amazon. Una lettura illuminante, anche se politicamente scorrettissima. Non per nulla il libro non lo conosce nessuno nè ne parla.....

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 13:45

@Dordolio...Ordine e Disciplina...coincidono spesso con DITTATURA...BIANCA ROSSA NERA VERDE AZZURRA O CICLAMINA CHE SIA...SEMPRE DITTATURA RIMANE...CHE SIA PIACIUTA A MAJORANA E A UNO STERMINATO ELENCO DI "GRANDI" UOMINI PER ME NON CAMBIA ASSOLUTAMENTE NULLA...SONO CONTRARIA A TUTTI I COLORI DELLE DITTATURE SE POI ACCOMPAGNATE DA ASPETTI RAZZISTI PROPRIO MEN CHE MENO...dovremmo ricordarci piu' spesso di essere dei semplici mortali esseri viventi bisognosi di aria, acqua, cibo e calore...il resto sono spesso cose che non aiutano a incontrarsi a collaborare e a vivere per poter aiutarsi a disporre delle necessita' vitali....di cui tutti amiamo circondarci...

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 14/11/2019 - 13:46

Demetra 08:43 scrive : "Quando, nel 1938, l’Italia fascista introdusse le Leggi antiebraiche" - - - Premesso che non condivido le note leggi razziali, esse furono promulgate nel 1938. Orbene, il primo atto barbarico e concreto contro gli ebrei avvenne con il rastrellamento a Roma il 16 ottobre 1943 ad opera delle SS. - Il che significa che, ma guarda alle volte il caso, ciò avvenne 1 mese e 8 giorni dopo una certa nota (ed infausta) data; indovini quale.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 14:39

@abj14...perche' l'esclusione dalle scuole ecc cosa fu' un atto civile...e senza quell'atto di RESISTENZA...lei pensa che non si sarebbe proceduto come a prescindere avvenne in tutti gli altri Paesi occupati dai nazisti a quegli atti barbarici con la collaborazione dei fascisti ecc nei vari Paesi di quei Paesi stessi...e poi...le responsabilità di NOI ITALIANI CI SONO ECCOME...

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 14:40

“L’alba ci colse come un tradimento” è anche il titolo di questa documentata ricerca di Liliana Picciotto, studiosa della persecuzione ebraica. Fossoli, frazione di Carpi, fu lo scenario “inconsapevole” di una delle pagine più cupe della nostra storia: qui fu attivo – tra il dicembre 1943 e i primi giorni dell’agosto 1944 – un campo di concentramento in cui vennero reclusi 2844 ebrei arrestati in tutta l’Italia centro-settentrionale sotto l’occupazione tedesca. In quel periodo nel nostro paese giunse al culmine l’offensiva fascista contro gli ebrei che, iniziata con le leggi razziali del 1938, conobbe una brutale accelerazione con la Repubblica sociale...

Gino666

Gio, 14/11/2019 - 15:10

Come sarebbe a dire che Repubblica gonfia e sgonfia i numeri a piacere? E che il Quirinale gli va dietro assegnando posti di senatore a vita con addirittura carabinieri di scorta? Mi viene da piangere.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/11/2019 - 18:02

Dittatura...basta la parola...SI POTEVA DISSENTIRE IN PARLAMENTO, nelle sedi dei Partiti e dei Sindacati, SUI GIORNALI, ALLA RADIO ECC DA QUANTO VENIVA DECISO DAL DITTATORE? No, perché il Parlamento ecc erano stati chiusi e/o tacitati dal Dittatore...chi decise di tacitare chi voleva/poteva alzarsi anche solo timitamende a contestarlo? Il Dittatore...quindi? Una folla senza alternative diventa plaudente anche di dichiarazioni di Guerre e accoglie le peggio scelte del Dittatore...che anche davanti all'evidenza (25 Luglio 43) rimane incollato al potere lo stesso che lo ha accecò fino a spingerlo ad allearsi con il Giappone dove non viveva nemmeno un italiano e a dichiarare guerra agli USA dove vivevano milioni di italiani... Quindi che cosa dovevano fare le persone che avevano capito che era giusto liberarsi del dittatore? Secondo me combattere e aiutare chi sacrificando la propria vita era venuto a liberarci (tra cui molti "Paisà") perché come si dice aiutati che "Dio" ti aiuta.

killkoms

Gio, 14/11/2019 - 19:27

@dordolio,a suo tempo conobbi una ragazza ebrea,di origine russa,che ora vive a roma!era andata in israele con la sua famiglia dall'ex urss,e sono dovuti emigrare in Italia per campare!magari con gli studiosi è diverso.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 15/11/2019 - 09:03

@abj14 con corrige...perché l'esclusione dalle scuole ecc, cosa furono?' Atti civili? E senza quell'atto che ha dato inizio alla RESISTENZA (anche se forse bisognerebbe ricordarsi del 25 Luglio)...lei pensa che non si sarebbe proceduto, come a prescindere avvenne in tutti gli altri Paesi occupati dai nazisti, a quegli atti barbarici con la collaborazione dei fascisti ecc nei vari Paesi di quei Paesi stessi...e quindi...le responsabilità di NOI ITALIANI CI FURONO ECCOME! ASSUMERSI LE PROPRIE COLPE È CRESCERE UMANAMENTE...la cosa migliore sarebbe riuscire a calarsi nei panni della/e proprie vittima/e...a non indossare quelle di vittima per giustificare i panni di carnefice..questo vale per tutti...UNA SOLA TERRA UNA SOLA UMANITÀ! The End...Saluti da DeAtAn.

cir

Ven, 15/11/2019 - 18:19

Pinese75 Gio, 14/11/2019 - 08:05 : errato . lo stato di di israele e' uno stato religioso , infatti si chiama da pochi mesi lo stato ebraico per volere dei suoi capi.ha neanche una costituzione , ed ogni scelta importanta va fatta con l' approvazione del rabbino capo .