Caso Shalabayeva, Cassazione: "Espulsione illegittima"

Las Suprema Corte: "Aveva validi titoli di soggiorno". E apre la strada al risarcimento

Alma Shalabayeva, moglie del kazako Muktar Abliazov, non doveva essere espulsa dall’Italia e il provvedimento di rimpatrio è viziato da "manifesta illegittimità originaria". Con la sentenza 17407 depositata oggi, la Sesta Sezione Civile della Suprema Corte ha accolto il ricorso della Shalabayeva e ha annullato senza rinvio la convalida del trattenimento della donna al Cie romano di Ponte Galeria da parte del giudice di Pace di Roma che faceva seguito al provvedimento di espulsione emesso il giorno prima. Dopo aver passato qualche ora nel Cie, la donna era stata messa su un volo per il Kazakistan insieme alla figlia Alua di soli sei anni.

L’irruzione notturna nell'abitazione di Casal Palocco effettuata dalle forze dell’ordine era stata fatta per cercare il marito e non per finalità di prevenzione e repressione dell’immigrazione irregolare. Quell'irruzione notturna, avvenuta nella notte tra il 28 e il 29 maggio 2013, è solo una delle tante anomalie che secondo la Suprema Corte hanno caratterizzato il caso Shalabayeva e l’operato delle forze di polizia. "La contrazione dei tempi del rimpatrio e lo stato di detenzione e sostanziale isolamento nel quale è stata tenuta Alma Shalabayeva dall’irruzione alla partenza - si legge nella sentenza - hanno determinato nella specie un irreparabile vulnus al diritto di richiedere asilo e di esercitare adeguatamente il diritto di difesa". Peraltro, sempre secondo la Cassazione, "il controllo della sussistenza di due titoli validi di soggiorno intestati alla Shalabayeva sarebbe stata operazione non disagevole, attesa la conoscenza preventiva della sua identità che ha costituito una delle ragioni determinanti il sospetto (rivelatosi errato) dell’alterazione del passaporto diplomatico in quanto intestato non alla Shalabayeva ma ad Alma Ayan".

"Il trattenimento illegittimo determina il diritto al risarcimento del danno per la materiale privazione della libertà personale, non giustificata dalla sussistenza delle condizioni di legge". La sentenza della Cassazione apre la strada alla richiesta di risarcimento che la Shalabayeva potrà chiedere allo Stato italiano per il trattenimento nel Cie di Ponte Galeria. I supremi giudici hanno, infatti, ha rilevato che, oltre al risarcimento, una delle conseguenze della dichiarata illegittimità originaria della misura dell’espulsione costituisce "una delle condizioni indispensabili per l’eventuale rientro e permanenza in Italia" della Shalabayeva.

Commenti
Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 30/07/2014 - 16:25

Porca puttana che teste di caxxo!!ora la dobbiamo pure risarcire!?ma possibile che in italia ci sia gente di merda simile!questi sono malati mentali!!gente simile deve stare fuori dalle funzioni istituzionali!deve stare nei manicomi!ma vi rendete conto dove siamo arrivati!!!cioè ce la dobbiamo tenere e la dobbiamo pure risarcire!allora è chiaro che i miliardi rubati dal marito kazako sono in parte finiti nelle tasche di queste persone affinche la signora avesse protezione,ecco l'unica cosa valida,guardate siamo arrivati ad un tale livello di assurdità che io non riesco a crederci.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 30/07/2014 - 16:25

E il risarcimento chi lo pagherà? Immagino Monti... o Letta... giusto?

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 30/07/2014 - 16:27

Questi sono malati.Siamo arrivati ad un livello di assurdità tale che io non riesco a crederci.Non posso credere che l'italia si sia ridotta ad un paese simile con gente simile che la amministra,non è possibile.

titina

Mer, 30/07/2014 - 16:28

Tutti vengono qui ad attingere.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 30/07/2014 - 16:32

Tutti padroni a casa nostra.

vince50

Mer, 30/07/2014 - 16:47

No comment,sarebbe decisamente da non pubblicare.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 30/07/2014 - 16:53

Chi paga? Allora, la catena dei coinvolti funziona cosi`: La Signora Shalabayeva e` moglie di un banchiere Kazhako, che e` anche avversario politico di Nazarbayev, il dittatore ex-sovietico del Kazhakstan, che a sua volta e` un grande amico di Silvio Berlusconi (fanno anche affarucci petroliferi insieme), che a sua volta e` il padrino politico di Don Angelino Alfano che ha ordinato l'arresto e l'espulsione della Signora e di sua figlia, senza basi legali. Facile ora rifare il percorso a ritroso per capire chi ha chiesto quale piacere a chi. E per stabilire chi dovrebbe pagare l'eventuale, e sacrosanto, risarcimento.

Aristofane etneo

Mer, 30/07/2014 - 17:41

Ma sì, per qualche oscuro disegno, fanno di tutto per farci rimpiangere il periodo monarchico fascista in cui queste demenziali assurdità era impensabile succedessero.

Gioortu

Mer, 30/07/2014 - 17:45

Il risarcimento,(ridicolo) lo farei sborsare ad Alf...ano...

salvatorico

Mer, 30/07/2014 - 17:52

Tutti conoscono il nome del braccio, tutti conoscono il nome della mente tutti conoscono la verità e tutti si stupiscono del risarcimento, ma soltanto su questo giornale.

Raoul Pontalti

Mer, 30/07/2014 - 17:53

pravda99 dissento dal Tuo dire perché Tu immagini capacità diaboliche che potrebbero esistere in capo ai personaggi che citi ma fai i conti senza l'oste...L'oste del caso è la cialtroneria di quei pubblici dipendenti che hanno (dis)organizzato il tutto facendosi sfuggire il pesce grosso e acchiappando quello piccolo che essendo sotto misura non si poteva pescare...Chi non ha saputo valutare i documenti della donna, chi non ha voluto sentirla, chi non ha fatto la debita ricerca in ordine al suo status di rifugiata in possesso di regolare visto Schengen, chi ha voluto espletare in due giorni pratica che d'ordinario non risolve in due anni, etc. Costoro devono pagare! In primis con il licenziamento!

laura

Mer, 30/07/2014 - 17:58

Che due m......i!!! E' mai possibile che noi dobbiamo sempre risarcire qualcuno? Chi se ne frega della Shalabayeva!!!! E gli Italiani che pagano, pagano, pagano, pagano in cambio di niente, chi li risarcisce? Soldi ai carcerati, soldi agli zingari, soldi ai clandestini, soldi a tutti. BASTAAAAAA!!! Vandano tutti a quel paese e ci restino!!! URGE UNO SCIOPERO FISCALE, così' i soldi per risarcire cani e porci li vanno poi a chiederli a tutti quelli che fanno i "fenomeni" coi soldi degli altri.

moshe

Mer, 30/07/2014 - 18:06

Dev'esserci un'epidemia di deficienza cerebrale; non ci sono altre spiegazioni. Aggiungo che mi vergogno ogni giorno di più di essere italiano.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 30/07/2014 - 18:45

@ Dr.Dux 87 Tutto questo è perchè non ci mettono i soldi di tasca loro, tanto paghiamo noi!!!Abbiamo MAI SENTITO che un MAGISTRATO HA RIMBORSATO PER I DANNI FATTI??????? MAI

Anonimo (non verificato)

berserker2

Mer, 30/07/2014 - 19:14

Ma siamo proprio un paese da barzelletta!!!! Paese di maccheroni e pulcinella!!!! Altro che "prestigio internazionale"..... ridono di noi persino in Burundi. La moglie kakazza del truffatore kakazzo, col passaporto della Rep. CENTRAFRICANA!!!! Ma solo i nostri sinistrati senza dignità ci vogliono credere!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bet_65

bet_65

Mer, 30/07/2014 - 19:34

Mandiamo i componenti della Sesta sezione civile della corte suprema con strasferimento immediato ad Orgosolo ad accudire le pecore e tenere lontani i lupi mannari comunisti

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mer, 30/07/2014 - 22:47

Un eventuale risarcimento non può che essere addebita ad ALFANO!

MEL MARTIGNANI

Gio, 31/07/2014 - 00:39

Ma in che genere di paese viviamo .......... Una famiglia di delinquenti ,banditi e corrotti ricercati dall'Interpol e che in Francia ed Inghilterra sono stati arrestati... noi in Italia li dobbiamo pure risarcire ..... e pure riprenderceli e tenerceli ..... Seguendo il ragionamento di questi giudici sciagurati ... allora giusto anche che il Brasile si tenga l'assassino Battisti..... e l'India i 2 marò ..... o no ????? Mel Martignani

Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 31/07/2014 - 00:46

Raoul Pontalti - Avrei voluto/dovuto completare il mio post esattamente con cio` che dice lei, non sono stato sufficientemente esplicito. Proprio a causa di tutte le incredibili e plateali negligenze che lei elenca, il motivo per l'arresto e l'espulsione non poteva che essere 'politico'. Che e` la mia tesi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 31/07/2014 - 00:52

Che sia la volta buona che il ministro in carica in quel momento, ovvero l'utile idiota Alfano, debba rispondere di quella inaudita porcheria? Cosa avrà da cianciare per restarne fuori?