Cellulari, pc e pen drive sequestrati dalla finanza a Tiziano Renzi

Le fiamme gialle avrebbero sequestrato tutti gli apparecchi elettronici del padre di Matteo Renzi, per cercare prove per un'inchiesta sul traffico di influenze illecite

Non hanno fatto nemmeno in tempo ad incassare la condanna per le false fatture, che per i genitori di Matteo Renzi si affaccia già un'altra preoccupazione, legata a un'altra indagine. Lo scorso 3 ottobre, infatti, la guardia di finanza avrebbe perquisito la villa di Tiziano Renzi, a Rignano sull'Arno, sequestrando computer, cellulari e varie pen drive.

Lo riporta la Verità, che spiega come la perquisizione e il sequestro siano legata al procedimento per traffico di influenze illecite, reato per cui Tiziano è indagato insieme a Luigi Dagostino. Ieri, la procura avrebbe dato l'incarico per un accertamento tecnico non ripetibile, che consiste nel copiare i file informatici sequestrati nella villa di papà Renzi e scoprire cosa contengano.

Sembra che dai cellulari sequestrati non siano state cancellate le chat, alcune delle quali si riferiscono ad argomenti sensibili e vicissitudini giudiziarie. Sentendosi al riparo dalle intercettazioni, infatti, Tiziano Renzi si sarebbe lasciato andare a confidente e argomenti "compromettenti".

La perquisizione sarebbe arrivata poco prima della sentenza per false fatture, che ha condannato i genitori dell'ex premier a un anno e nove mesi. I due processi sembrerebbero collegati tra loro: una delle fatture pagate dall'imprenditore Luigi Dagostino alla Party Srl e alla Eventi 6 potrebbe essere collegata con l'incontro a Palazzo Chigi tra Luca Lotti e Antonio Savasta. Quat'ultimo, aveva raccontato alla Verità, il motivo dell'incontro: "La mia richiesta era quella di partecipare a gruppi di studio o essere applicato a delle commissioni ministeriali che si occupavano di appalti", aveva confessato al giornalista. In cambio, avrebbe procurato a Dagostino "un colloquio con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti. E riuscì ad ottenere tale appuntamento proprio grazie a Tiziano Renzi". L'incontro a Palazzo Chigi avvenne il 17 giugno, "dopo soli due giorni dall' emissione della fattura numero 1 della Party, poi pagata dalla Tramor, e a cui seguiva il 30 giugno 2015 la fattura 202 della Eventi 6".

Tutti episodi che gli investigatori esamineranno nella nuova inchiesta per traffico di influenze illecite, servendosi del materiale trovato all'interno degli apparecchi elettronici di Tiziano Renzi.

Commenti

Calmapiatta

Mer, 09/10/2019 - 11:45

Beh, c'era da aspettarselo...ha mollato il PD, ergo è uscito fuori dallo scudo protettivo ideologico eretto intorno a ciò che fu, una volta, il partito dei lavoratori.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/10/2019 - 11:56

E siamo al secondo procedimento penale...il vaso di Pandora è stato scoperchiato,a brevissimo arriverà tutta la puzza.

roseg

Mer, 09/10/2019 - 12:03

MA CHE BELLAAAAAAAAAAA FAMIGLIA!!!!!!!!!!!!!!!!

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 12:36

vedo nubi molto scure su rignano....e non solo!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 09/10/2019 - 12:44

Se sei dentro la melma dei dem tutto diventa lecito e consensuale(fra di loro si comprendono benissimo)e si chiude un occhio;se tenti minimamente di far loro lo sgambetto ecco che la magistratura come un cane rabbioso affonda le proprie zanne e non molla la presa fino a quando non si desiste dai propri intenti. Quello dei Renzi è un attacco voluto e premeditato.

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 12:52

cancellare sempre...cancellare tutto! o no?

bruco52

Mer, 09/10/2019 - 12:59

gente traffichina, aprono società e dopo poco tempo le chiudono, agiscono sempre sul filo del rasoio, certamente in piena legalità, ma poi gratta gratta qualcosa va storto, troppe le cose da controllare e anche nei rapporti interpersonali è così, non puoi essere simpatico a tutti e qualcuno, per invidia magari, parla, dice e le voci girano....

uberalles

Mer, 09/10/2019 - 13:06

Caro Matteo (REnzi, ovvio), visto che cosa accade a chi si vuole "mettere in proprio"? Ah, i magistrati sono integerrimi, come puoi pensare che siano simpatizzanti di sinistra? Quali indizi hai per pensare così male di costoro...Suvvia, chiedi perdono a Dalema & Kompagni S.a.d. e rientra con le pive nel sacco: un posticino in qualche commissione non possono certo negartelo, STAI SERENO!

Anselmo Masala

Mer, 09/10/2019 - 13:57

Beh noi diciamo" matt'e figu foll'e figu"albero di fico produce foglie di fico!!!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 09/10/2019 - 14:05

2 da GALERA

flip

Mer, 09/10/2019 - 16:51

hai mollato il pd? adesso la paghi! Renzi i ruoi ex non perdonano! guardati sempre alle spalle!

Massimo Bernieri

Mer, 09/10/2019 - 17:29

bernardo47.Gli esperti dicono che comunque nel disco rimangono dati.Scrivere su fogli di carta sperando che non te li trovino.

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 18:28

a rignano grandina sodo e pure a piazzale michelangelo si ammassano nubi nerissime....

Iacobellig

Mer, 09/10/2019 - 18:52

Ridete ridete che mamma ha fatto gli gnocchi. Ora aspettiamo le prossime sentenze...e per solidarietà anche quelle per il Boschi!