Censura web se la colletta è di destra

Generation Identitaire, con la sua costola italiana Generazione Identitaria, è un movimento di estremisti. Ma non risulta che siano stati messi fuori legge né in Francia né in Italia. Ma non importa, perché a quanto pare c'è una legge che va al di sopra di quella dello Stato: la legge del web. Gli attivisti di Generazione Identitaria lo hanno scoperto a proprie spese dopo aver organizzato una colletta (sul web si chiama crowdfunding, ma la sostanza è quella) per finanziare la propria operazione «Defend Europe», cioè una serie di blitz per bloccare le Ong le cui navi si impegnano a trasportare migranti dalle coste dell'Africa a quelle dell'Italia. Modi e idee di questo gruppo sono discutibili, così come c'è libertà di discutere se l'attività delle Ong, altrettanto politicamente connotata, sia opportuna o meno. Ma al tribunale del web criticare e discutere non basta. E così è partita una campagna diretta a bloccare gli strumenti tecnici della raccolta fondi del movimento anti Ong. In particolare è partito un bombardamento su PayPal, la «banca» che facilita le transazioni via internet, con messaggi di questo tenore: «Siamo in 7 milioni in Francia ad avere un conto Paypal. Bastano trenta secondi perché non ce ne siano più», seguiti dallo slogan #StopDefendEuropePaypal. In pratica un boicottaggio. A cui l'azienda, attualmente di proprietà di un colosso della Rete come eBay, ha reagito assecondando chi li minacciava. I conti Paypal attraverso cui Generation Identitaire aveva raccolto 65.00 euro in pochi giorni sono stati «congelati». Ecco, solo uno sciocco, pur essendo contrario a modi e obiettivi di Generation Identitaire, potrebbe gioire di questa notizia. Perché significherebbe che non ne comprende la portata. Eppure è facile immaginare succede se Facebook decide quali foto e opinioni possono essere pubblicate, Google quali siti troviamo facendo una ricerca, Paypal chi può avere un conto e chi no. Cosa direbbe gli autori del boicottaggio se, ad esempio, Paypal decidesse di togliere la possibilità di raccogliere fondi a chi fa una battaglia politica a favore dell'eutanasia o della liberalizzazione delle droghe leggere? La posta in gioco è la libertà. Ma per alcuni è una posta che vale meno dell'essere politicamente corretti.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Dom, 18/06/2017 - 08:44

Paypal una cosa la ha subito ottentuta, non saro' mai suo cliente!

andy15

Dom, 18/06/2017 - 09:18

Perche' questo sarebbe un movimento di "estremisti"? In che senso? "Modi e idee di questo gruppo sono discutibili": puo' darsi, ma perche' il giornalista non spende due parole per spiegare quali modi e idee siano discutibili e perche'? Infine, Facebook e Google gia' decidono che cosa e' accettabile o meno, basta dare un'occhiata alle notizie degli ultimi mesi per rendersene conto.

steinteller

Dom, 18/06/2017 - 09:58

Appena letto questo articolo ho chiuso il mio acconto Paypal, ero loro cliente da oltre 10 anni e sicuramente la sola ad avere problemi sarò io. Loro non si sono neppure preoccupati di chiedermi il perché. Però sono certa di aver fatto la cosa giusta, sono stanca di questi "potentati", come facebook o google che fanno i forti con i deboli ma poi si prostrano ai piedi della Cina fregandosene dei diritti umani dei quali vogliono tanto apparire paladini.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Dom, 18/06/2017 - 11:46

E, sempre a poroposito di scoperta dell'acqua calda, abbiamo anche scoperto che alle grandi aziende del Web delle nostre idee e delle nostre libertà, se sono nettamente minoritarie, non interessa granché. Ma forse Giuseppe Marino dovrebbe riflettere sul fatto che alle aziende, siano esse web o meno, quel che interessa è il mercato e il profitto. Argomenti, per altro, da sempre sacri totem della destra. Quindi le aziende, che solitamente se ne strafregano, si occupano di politica solo quando vedono a rischio i propri interessi. Quando la destra, estrema o meno, sarà maggioritaria, ecco che per miracolo le aziede web o fisiche, discrimineranno le idee di sinistra. E' il mercato, baby! Ed è lo stesso mercato che la destra ha sempre strenuamente difeso, baby!

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Dom, 18/06/2017 - 12:04

@andy15, l'articolo in questione ha lo scopo di scatenare l'indignazione, un lamentino per dire "ah, come siamo sempre discriminati noi poveri destri, ah come sono cattivi i sinistri di tutto il mondo!". In realtà, come dice giustamente lei, Facebook e Google già da tempo effettuano una qualche selezione, cercando di andare incontro ai gusti della maggioranza. Quando la destra, estrema o no, sarà maggioranza, ecco che per incanto Facebook e Google continueranno a fare quel che hanno fatto, ossia seguire l'onda, il mercato, i soldi. Sono aziende, non associazioni umanitarie.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Dom, 18/06/2017 - 12:44

La censura colpisce ovunque. Anche qui. Molti dei miei scritti vengono bellamente censurati. E non certo per intemperanze verbali, che non sono nelle mie corde. In un precedente intervento (non pubblicato) ho detto ad esempio che l'articolo qui sopra scopre l'acqua calda, ossia che le aziende web e non web seguono il mercato. Attualmente la visione di destra, e ancor più quella di estrema destra, non sono posizione maggioritaria fra gli utenti delle grandi aziende web. Ragion per cui queste aziende sono sensibili alla ragione del soldo, del profitto. Ragioni che per altro sono da sempre il totem della destra. Non c'è quindi da stupirsi se queste aziende tutelano il proprio business. Scopriamo l'acqua calda anche quando constatiamo che esiste il boicottaggio come forma di pressione. Proprio quel che han fatto Steinteller e Perinciolo. Dov'è lo scandalo?

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 18/06/2017 - 12:53

Questo è solo un esempio pratico di cosa si muove dietro l'apparato terzomondista, delle ong e dell'invasione afro/musulmana dell'Europa mascherata da operazione umanitaria. Altro esempio recente è la sanzione a Filippo Facci da parte dell'Ordine dei giornalisti di Milano per un articolo in cui criticava l'islam. Stanno attuando piano piano un controllo totale dei media e dell'opinione pubblica; nell'indifferenza generale. Aspettate solo che africani e musulmani crescano ancora di numero e poi ci renderemo conto di quale tragedia stiamo alimentando con le nostre mani.

Cheyenne

Dom, 18/06/2017 - 12:54

NON SONO CLIENTE DI PAYPAL E NON LO DIVENTERO' MAI. ORMAI VIVIAMO IN UN MONDO ASSURDO

Maura S.

Dom, 18/06/2017 - 13:00

x salrandazzo = i sinistri sono fetenti, questo lo posso confermare avendo avuto la sfortuna di conoscerli. In quanto a Goggle and Facebook, naturalmente si devono assuefare ai grandi così chiamati =benefattori dell'umanità= meaning quelli che vogliono una popolazione globale di zombi per un controllo totale.

Anonimo (non verificato)

bobots1

Dom, 18/06/2017 - 15:00

Il punto è che per mantenere questo sistema che da profitto a queste grosse aziende e che perciò deve alimentare l'ipocrisia di sinistra non deve cambiare. Quindi niente opinioni che potrebbero dire qualcosa di diverso. Insomma una dittatura morale ma senza violenza fisica.

nerinaneri

Dom, 18/06/2017 - 15:20

...e chi glielo dice a paypal che 4 vecchi che commentano sul giornale non apriranno mai un conto da loro?...questa notte, provo a cercare una soluzione invece di dormire...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 18/06/2017 - 15:33

Bloccare l'accattonaggio industriale

framarz

Dom, 18/06/2017 - 15:36

come detto già da altri, chi è cliente di paypal chiuda a sua volta il conto; personalmente lo usai una sola volta anni fa e mi furono subito rubati i dati, per cui da allora non lo uso più

framarz

Dom, 18/06/2017 - 15:41

poi ci sono gli arroganti come nerinaneri, che ha commentato su questo blog, che sono sempre pronti ad indignarsi ed a strillare all'intolleranza, salvo poi dimostrare quanto veramente siano democratici, tolleranti ed inclusivi quando si tratta di difendere le idee degli altri

framarz

Dom, 18/06/2017 - 15:48

@salrandazzo e vari altri: il problema non è che le aziende, orientate al profitto, cedano a gruppi di pressione; i problemi sono: 1) che questi gruppi di pressione sono gli stessi che si riempiono la bocca di parole come democrazia, tolleranza ed inclusività, sempre pronti a dar lezioni agli altri; 2) l'ipocrisia di chi conduce queste aziende, che si vantano di essere all'avanguardia nel sociale e poi censurano chi non la pensa come loro: almeno non facessero gli ipocriti

mariod6

Dom, 18/06/2017 - 16:37

Ognuno è padrone di pensarla come crede, basta che sia in linea con il partito unico di Renzi e Napolitano e Mattarella (in Italia). Questa è la vera democrazia.

Anonimo (non verificato)

franfran

Dom, 18/06/2017 - 19:29

Non la userò più, garantito!

franfran

Dom, 18/06/2017 - 19:31

Sono i metodi della sinistra: impedire agli altri di esprimere le proprie idee: stalinismo puro!

Jimisong007

Dom, 18/06/2017 - 22:40

Anch'io eviterò paypal perchè non ha diritto a censurare i clienti

carmann

Dom, 18/06/2017 - 22:47

anche io non saro' mai cliente di pay pal e sto pensando seriamente anche di non esserlo piu' di amazon. il patro jeff bazos e' il classico radical chic con il cuore a sinistra e il portafoglio a destra. l'ho iniziato a disprezzare quando aveva minacciato durante le presidenziali usa tutti i giornalisti del suo w-post pretendendo il 100% dei voti per hillary.

rossini

Lun, 19/06/2017 - 08:16

E noi, per ritorsione, TOGLIAMO L'8 PER 1000 ALLA CHIESA CATTOLICA.

Nick2

Lun, 19/06/2017 - 08:28

Libertà non significa libertà di combattere le libertà e gli aiuti umanitari. Voi neofascisti non conoscete il significato del termine "democrazia". E nemmeno la meritate...

nerinaneri

Lun, 19/06/2017 - 10:57

...garantisco che non verserò mai un centesimo a forza italia: interessa?...