Chi dà lavoro agli irregolari pagherà il loro rimpatrio

Stretta per i datori di lavoro che impiegano migranti irregolari: sanzione accessoria da 1398 euro, cioè il costo medio di un rimpatrio

Arriva la stretta per i datori di lavoro che impiegano migranti irregolari. Una stretta che porta le firme di Salvini, Bonafede, Tria e Di Maio e che prevede una multa salatissima. 1.398 euro di sanzione accessoria per l'imprenditore, una cifra equivalente al costo medio del rimpatrio "per ogni lavoratore straniero assunto illegalmente".

Il decreto 22 dicembre 2018, n. 151, è stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale e introduce il regolamento di attuazione della direttiva 2009/52/CE riguardante norme minime relative a sanzioni e a provvedimenti nei confronti di datori di lavoro che impegnano cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare. L'entrata in vigore è prevista per il 3 marzo.

"Il costo medio del rimpatrio - si legge - è aumentato nella misura del 30% in ragione all'incidenza degli oneri economici connessi ai servizi di accompagnamento e scorta, con arrotondamento dell'unita' di euro, per eccesso o per difetto, a seconda che le cifre decimali del calcolo siano superiori o inferiori a 50. 2. Al costo medio del rimpatrio, calcolato secondo i criteri di cui al comma 1, si applica la variazione media, relativa all'anno precedente, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi, elaborata dall'Istituto nazionale di statistica".

E ancora: "Le sanzioni inflitte in caso di violazioni del divieto di cui all'articolo 3 includono: a) sanzioni finanziarie che aumentano a seconda del numero di cittadini di paesi terzi assunti illegalmente; e b) pagamento dei costi di rimpatrio dei cittadini di paesi terzi assunti illegalmente, nei casi in cui siano effettuate procedure di rimpatrio. Gli Stati membri possono invece decidere che le sanzioni finanziarie di cui alla lettera a) riflettano almeno i costi medi di rimpatrio. 3. Gli Stati membri possono prevedere sanzioni finanziarie ridotte nei casi in cui il datore di lavoro sia una persona fisica che impiega a fini privati un cittadino di un paese terzo il cui soggiorno e' irregolare e non sussistano condizioni lavorative di particolare sfruttamento".

Commenti

Giorgio5819

Sab, 16/02/2019 - 20:05

Finalmente. Ora vediamo chi si lamenta...

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 16/02/2019 - 20:07

La Merkel è riuscita a rimpatriarne qualche migliaio a 500 € l'uno. Ma non erano africani. Questi sono andati a prenderli Letta, Alfano e Renzi.

fgerna

Sab, 16/02/2019 - 20:12

1938, così poco per il lavoro in nero, io ne darei 100.000 per ogni persona in nero

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 16/02/2019 - 20:13

... e se i sindacati invece di fare i patetici idioti si dessero da fare per scovare chi fa lavorare in nero, sarebbero sicuramente più seri !!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 16/02/2019 - 20:15

In un Paese civile dove ho abitato,e lavorato,avendo dato lavoro a della manodopera di "importazione",dovetti "firmare" come responsabile "a tutti gli effetti",dell'"eventuale costo di rimpatrio" dei "soggetti"(pertanto noti e schedati),e di "altri costi" eventualmente subiti dallo Stato e da privati,per effetto della loro permanenza(di cui al mio "invito"...visto che se fossero stati dei "clandestini" sarei andato in galera...)....In aggiunta dovetti stipulare una polizza assicurativa con una Società Assicurativa,per le loro eventuali,cure sanitarie,ricovero ospedaliero,infortuni,etc.)....Questo fa un PAESE CIVILE!!

porcorosso

Sab, 16/02/2019 - 20:17

TOTALMENTE ERRATO. La solita porcheria all'italiana: paghi il rimpatrio (per tutto, comprese le spese di mantenimento della persona che hai sfruttato) e poi paghi la sanzione dovuta. Se non si fà così rimane ancora troppo comodo usare i nxxxi, o i balkans.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 16/02/2019 - 20:18

Ottima idea! Giusto bastonare i complici dei clandestini,ad ogni livello. Anche qualche giorno dietro le sbarre sarebbe molto dissuasivo.

cgf

Sab, 16/02/2019 - 20:20

io avrei arrotondato a 2mila, non c'è solo il rimpatrio, ma i trasferimenti, la scorta, vitto alloggio, un vestito pulito... 'somma meglio 'sottrae

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Sab, 16/02/2019 - 20:21

Sara' sempre troppo poco.

venco

Sab, 16/02/2019 - 20:25

Ottimo, ottima e giustissima idea.

venco

Sab, 16/02/2019 - 20:27

I datori che hanno bisogno di manodopera straniera la fanno arrivare in regola, la pagano in regola e a fine rapporto si rimandano a casa, questa è semplice legalità da rispettare far rispettare.

karlo999

Sab, 16/02/2019 - 20:37

TROPPO POCO!!!AGGIUNGERE ANCHE LA GALERA CERTA!!

Una-mattina-mi-...

Sab, 16/02/2019 - 20:41

SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!

LupoSol

Sab, 16/02/2019 - 21:07

Idea stupenda che ha la mia piena personale approvazione! Bisogna scardinare il sistema alla radice: se diventerà difficile e soprattutto rischioso per i datori di lavoro impiegare degli immigrati irregolari si spargerà la voce fra le stesse comunità di clandestini in un lampo. E dovranno andarsene altrove, e soprattutto non incoraggeranno altri clandestini a venire a fare la fame come loro perché nessuno gli dà lavoro. Chapeau. Mossa perfetta se verrà applicata. Chi è regolare e lavora, come ha sempre sostenuto Salvini, è benvenuto e non dovrà temere nulla. Gli altri devono rispettare le NOSTRE regole, non le loro.

Reip

Sab, 16/02/2019 - 21:10

Ma finalmente! Nel paese piu corrotto, mafioso e infame al mondo, con migliaia di cittadini imbroglioni e imprenditori ladri peggio dei politici che sfruttano al pari delle coop rosse i finti profughi clandestini, una legge del genere ci voleva!

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 16/02/2019 - 21:12

Proviamo adare 10 anni di galera senza condizionale e senza sconti di pena!......scommettiamo che tutto torna alla normalità? 1398 € fa ridere in quanto vale la pena rischiare, invece un pena di dieci anni di galera allora uno ci pensa su non due ma tre volte !!!!!!

ammazzalupi

Sab, 16/02/2019 - 21:18

Ottimo… ma NON abbondante! Comunque è già qualcosa. Vai SALVNIIIII!!!

Divoll

Sab, 16/02/2019 - 21:59

Bene! Era un pezzo che speravo in un provvedimento come questo! Non basta stroncare gli arrivi, bisogna stroncare anche chi se ne avvantaggia.

Rottweiler

Sab, 16/02/2019 - 22:54

E' solo l'inizio. Spero in un futuro in cui avvengano controlli ad ogni incrocio, e se sei clandestino, vieni rimpatriato fisicamente... Magari usando le stesse navi ONG....

Ritratto di cicopico

cicopico

Dom, 17/02/2019 - 00:27

grande cosi tornano da soli a casa.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 17/02/2019 - 02:30

Sempre che sia nota la provenienza di questa gente.. Meglio 3.000euro minimo: così imparano a fare i furbi quelli che vogliono risparmiare a tutti i costi! Se non si OBBLIGA il datore di lavoro alla richiesta di personale non reperibile per i normali canali in Patria tramite le ambasciate, questo mercanteggio che svilisce l'essere umano non finirà mai.

Nick2

Dom, 17/02/2019 - 06:04

Ah, se un datore di lavoro impiega migranti irregolari, rischia la sanzione salatissima di 1398 euro? Capirai che salasso! E se invece impiega in nero italiani o stranieri regolari, gli danno il premio? E i 1398 euro dovrebbero servire per il rimpatrio? Ma quale rimpatrio? Siete dei barzellettieri!

claudioarmc

Dom, 17/02/2019 - 07:24

Era ora, finita la pacchia!

Ritratto di C.Piasenza

C.Piasenza

Dom, 17/02/2019 - 08:42

Principio ineccepibile. Sanzione ridicolmente bassa, ma almeno meglio che andarli a prendere via mare come facevano i vari governi di obbedienza vaticana degli anni passati.

Calmapiatta

Dom, 17/02/2019 - 09:11

Il lavoro nero va scardinato comunque, sia che impieghi extracomunitari con o senza documenti, sia che coinvolga italiani. In un paese civili il cui articolo uno della Costituzione è imperniato sul valore del lavoro, non può fare altrimenti. Peccato che la magistratura sia impegnata a far politica invece di amministrare giustizia.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 17/02/2019 - 10:05

L'"Ispettorato del Lavoro" con questi neo-schiavisti "latita"? Fa niente. Anche se i "pomodori" non li hanno manco piantrati, domattina retata retroattiva, "caporali e colonnelli" dei campi, in manette. Anche così si debellano le Mafie e le "agromafie". Vogliamo sentire tintinnare le MANETTE, punto. Domattina! Non dopodomani.

VittorioMar

Dom, 17/02/2019 - 10:08

..vale anche per la CGLI ??...e poi chi paga le tessere associative o partecipare a Scioperi e CORTEI "UMANITARI" ??

i-taglianibravagente

Dom, 17/02/2019 - 11:43

speriamo sia vero e che succeda davvero.

giovanni951

Dom, 17/02/2019 - 13:10

buona idea

Sologiustizia

Dom, 17/02/2019 - 17:55

Dovete smettere di mentire. Chi è irregolare non ha documenti

Sologiustizia

Dom, 17/02/2019 - 17:59

Dove sono i 600.000 da rimpatriare? Non si può assumere chi è irregolare perché senza documenti.