La Chiesa aperta non difende i cristiani

La scelta del Papa di fare accogliere i clandestini nelle parrocchie, pur essendo in stragrande maggioranza musulmani è il colpo di grazia che reciderà il rapporto di fiducia con i cristiani d'Oriente

La scelta di Papa Francesco di fare accogliere incondizionatamente i clandestini persino nelle parrocchie, pur essendo in stragrande maggioranza musulmani, nonostante si tratti di un'invasione promossa dal regime islamico turco di Erdogan e dal terrorismo islamico che dal 2011 controlla le coste libiche, nel contesto di una strategia di islamizzazione demografica dell'Europa, è il colpo di grazia che reciderà il rapporto di fiducia e incrinerà il rapporto spirituale con i cristiani d'Oriente.

La Chiesa di Roma, non solo ha deluso, ma ha tradito le aspettative dei cristiani d'Oriente, gli autoctoni che hanno resistito all'islamizzazione forzosa a partire dal settimo secolo, quando costituivano il 98% della popolazione della sponda meridionale e orientale del Mediterraneo, precipitati al 20% nel 1945, a meno del 6% oggi, mentre si prevede che nel 2020 si dimezzeranno ancora. Dalla seconda guerra mondiale circa dieci milioni di cristiani sono stati costretti a emigrare dai Paesi arabi.

La decisione di assecondare in tutto e per tutto i governi islamici, immaginando che così facendo si sarebbero tutelati i cristiani, l'adozione del relativismo religioso con la «Dichiarazione Nostra Aetate» del 1965 con la sostanziale legittimazione dell'islam sostenendo che entrambe le religioni credono nell'«unico Dio, vivente e sussistente, misericordioso e onnipotente», e che «la Chiesa cattolica nulla rigetta di quanto è vero e santo in queste religioni», ha di fatto legittimato la supremazia dell'islam e favorito l'emarginazione del cristianesimo. Giovanni Paolo II arrivò a baciare il Corano il 14 maggio 1999, fu il primo pontefice a pregare in una moschea, quella Omayyade di Damasco il 6 maggio 2001, così come il 24 gennaio 2002 convocò la prima preghiera interreligiosa ad Assisi. Il 30 novembre 2006 Benedetto XVI, per riparare l'«offesa» all'islam della Lectio magistralis di Ratisbona, fu costretto a pregare nella Moschea Blu di Istanbul, dove tornerà il 29 novembre 2014 Papa Francesco.

Papa Francesco il 25 novembre 2014 si è spinto fino a rendersi disponibile a dialogare con i terroristi dello Stato islamico dell'Isis: «Non chiudo le porte a nessuno (...). Io non do mai per perso nulla». Così come ha messo sullo stesso piano il terrorismo islamico con il «terrorismo di Stato»: «Con i terroristi cadono molti innocenti, c'è la minaccia di questi terroristi, ma c'è anche un'altra minaccia, il terrorismo di Stato».

Ebbene le posizioni di Papa Francesco vengono del tutto sconfessate dagli stessi prelati cattolici d'Oriente. Il vescovo cattolico siriano Issam John Darwich, il 4 aprile 2013, ha denunciato: «Siamo vittime di un complotto internazionale. Oggi, dopo quella che voi in Occidente chiamate Primavera araba, la Siria si è trasformata nel quartier generale dei terroristi islamici (...). Se l'Europa non aiuterà i cristiani in Oriente arriverà anche il suo turno». Monsignore Emil Nona, arcivescovo di Mosul, in un'intervista al quotidiano Avvenire il 12 agosto 2014, afferma senza mezzi termini che i terroristi islamici «rappresentano la vera visione dell'islam»: «La base è la religione islamica stessa, nel Corano ci sono versetti che dicono di uccidere i cristiani, tutti gli altri infedeli. La parola “infedele” nell'islam è una parola molto forte: l'infedele nell'islam non ha una dignità, non ha un diritto. A un infedele si può fare qualsiasi cosa: ucciderlo, renderlo schiavo, tutto quello che l'infedele possiede, secondo l'islam, è un diritto del musulmano. Non è un'ideologia nuova, è un'ideologia basata sul Corano stesso. Queste persone rappresentano la vera visione dell'islam». Padre Douglas Al Bazi, parroco di Mar Eillia ad Erbil, intervenendo al Meeting di Rimini il 23 agosto 2015, ha detto che l'islam è pari al terrorismo: «Per favore, se c'è qualcuno che ancora pensa che l'Isis non rappresenta l'islam, sappia che ha torto. L'Isis rappresenta l'islam, al cento per cento (...) Vi imploro: non parlate di conflitto. È un genocidio (...) Svegliatevi! Il cancro è alla vostra porta. Vi distruggeranno. Noi, cristiani del Medio Oriente, siamo l'unico gruppo che ha visto il volto del male: l'islam». Svegliamoci!

Commenti

sorciverdi

Gio, 24/09/2015 - 20:41

Caro Magdi Cristiano, quando scrivi di don Bergoglio ti consiglierei di evitare di chiamarlo "papa" perché, considerato come si comporta, cioè che fa e ciò che dice, dubito fortemente che lo sia. Don Bergoglio sta distruggendo dall'interno la Chiesa Cattolica quindi oltre al danno enorme che sta creando ai Cristiani d'Oriente c'è anche quello, ormai evidentissimo, a tutti noi che, bene o male, siamo Cristiani. A chi possiamo rivolgerci per trovare i nostri valori? Forse a QUESTA Chiesa Cattolica? Ne dubito fortemente. Credi a me: quello è l'antipapa!

ziobeppe1951

Gio, 24/09/2015 - 20:41

Parole sante caro Cristiano ma non convincerai mai pidioti e zecche rosse il cui loro unico dio è lo sterco del diavolo...Sant'Agostino diceva che il diavolo veste bene e ha modi gentili

19gig50

Gio, 24/09/2015 - 20:44

Non solo con quelli d'oriente, la chiesa cos'ì com'è rischia di fare la fine dell' NCD.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 24/09/2015 - 20:45

Credo che la Chiesa, o almeno questo Papa, abbia deluso anche gran parte dei Cristiani d'Occidente e per quanto mi riguarda, finché si continuerà ad ostentare questa benevolenza verso i musulmani, eviterò come sto già facendo di frequentarla!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 24/09/2015 - 20:49

Papa, non devi essere buono ad oltranza, devi solo essere un po' più intelligente!

moltoschifato

Gio, 24/09/2015 - 20:53

Quando l'Europa si sveglierà da questo torpore sarà troppo tardi io mi auguro di non essere più qui a vedere quello che succederà mi fa male il pensiero che questi cani devono venire in casa nostra a fare quello che vogliono e a sterminare il nostro popolo e le nostre radici

antipodo

Gio, 24/09/2015 - 20:54

Aperti ai mussulpiedi blindati ai cristracci.

moshe

Gio, 24/09/2015 - 21:02

E' inutile fare tanti giri di parole, questo papa è un komunista di fede musulmana, tale e quale all'abbronzato che lo ha accolto con tutti gli onori; potete dire quello che volete, ma i fatti non si smentiscono.

Mano-gialla

Gio, 24/09/2015 - 21:08

CHE DIO. ABBIA. PIETA'. DI NOI.

venco

Gio, 24/09/2015 - 21:15

Di questo papa basta sentire le interviste che gli ha fatto Scalfari, per capire che di fede cristiana e di Chiesa comunità dei cristiani, è totalmente ignorante.

giuliana

Gio, 24/09/2015 - 21:17

paragonare i nostri politici ai bambini (nel senso dell'ingenuità) è un'offesa nei confronti dei bambini. Da cosa fuggono, i sedicenti profughi? Dall'islam? Se i sedicenti profughi (tipo pakistani, marocchini, tunisini, afghani......fuggono dall'islam, perchè, una volta arrivati sul NOSTRO TERRITORIO, NON RINNEGANO l'islam?

antipodo

Gio, 24/09/2015 - 21:21

Questo pipa gira il mondo a spese ns, e' un triste personaggio che racconta favole. Gesu'non girava in aereo ne in treno. Lo prendevano a sassate e lo hanno crocefisso. Diciamo che il n.t. racconta un uomo che faceva miracoli e prendeva a calci in culo chi del tempio faceva mercato. Aveva anche lui qualche difettuccio. Conosceva tante Maria Maddalena, dormiva con Lazzaro, e prendeva per i fondelli chi pasteggiava al suo tavolo i creduloni umbriachi bevevano acqua credendo che fosse vino. Gesu' amava tanto banchettare, le chiamava sante cene. Era un uomo che mangiava e beveva sopratutto la sera. Era uomo notturno. Faceva la vita. Anche lui ci raccontava delle favole. Ma cavolo, si muoveva sempre a piedi , non appariva tutte le ore in tv e sui giornali e cavolo non faceva non pasteggiava con chiunque.

venco

Gio, 24/09/2015 - 21:25

La Chiesa dovrebbe dire apertamente: dobbiamo accogliere i cristiani di quelle terre che sono i veri perseguitati delle guerre islamiche, gli islamici approfittano di queste guerre per invaderci. Quelli che volevano entrare in Ungheria a forza, gridavano allah akbar, questo dice tutta la loro finzione

sengol

Gio, 24/09/2015 - 21:28

allan risparmiaci i tuoi sproloqui integralisti senza senso.....apettiamo il tuo prossimo cambio di casacca religiosa solo per rimanere al centro dell'attenzione

Palermitano

Gio, 24/09/2015 - 21:30

La chiesa ha il dovere di accoglienza e solidarieta' nei confronti di chiunque. non deve esistere la discriminazione. la chiesa deve aiutare tutti: cristiani, musulmani, ebrei, atei, agnostici, induisti, buddisti, testimoni di geova, clandestini, regolari, neri, bianchi, gialli.... la solidarieta' non conosce confine, religione, razza, cultura

Palermitano

Gio, 24/09/2015 - 21:32

X Magdi Cristiano Allam: EVITI CRITICHE A SAN GIOVANNI PAOLO II E AL GRANDE PAPA FRANCESCO! insieme a Giovanni XXIII sono i migliori pontefici della storia. per fortuna la chiesa non e' piu' retrograda come ai tempi delle crociate e dell'inquisizione. cristiani, ebrei e musulmani sono fratelli e credono nello stesso dio, che gli uni chiamano Gesu', gli altri Allah e gli altri ancora Jave'. TUTTI CREDONO NELLO STESSO DIO MONOTEISTA, SI METTA IL CUORE IN PACE MAGDI CRISTIANO ALLAM.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Gio, 24/09/2015 - 21:38

Siamo proprio sicuri che nelle parrocchie si ascolteranno le farneticazioni vaticane?

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Gio, 24/09/2015 - 21:49

E poi si chiedono perché il numero dei fedeli precipita peggio di un masso in un burrone. La Chiesa viene distrutta dai preti "moderni"!

Blueray

Gio, 24/09/2015 - 21:52

La scelta del papa di far accogliere i clandestini nelle parrocchie reciderà anche il rapporto di fiducia con i cristiani d'occidente, non solo con quelli d'oriente. Il mio 8 per mille per la chiesa cattolica è da sette anni ormai solo un ricordo per quest'ultima. Non intendo finanziare l'islam.

glasnost

Gio, 24/09/2015 - 21:58

Chi si fa pecora il lupo se lo mangia! Chissà quali ragioni determineranno il comportamento dell'attuale papa??

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 24/09/2015 - 22:02

La chiesa ha smesso di essere un faro per i cristiani,sta facendo troppa politica di parte.Quando il popolo parla di un papa troppo spostato a sinistra significa che qualcosa c'è.Dove c'è fumo solitamente .....................

Un idealista

Gio, 24/09/2015 - 22:48

Come dice il dottor Allam, l'islam è una religione che vuole eliminare tutte le altre. Uno Stato che guardi al bene di tutti i cittadini non dovrebbe permettere ad una tale religione di esistere entro i suoi confini. Una religione, qualsiasi religione, che abbia come statuto l'eliminazione fisica di tutti gli appartenenti ad una qualsiasi religione che non sia la propria, a meno che non si convertano, deve essere dichiarata illegale, deve essere bandita.

Prameri

Gio, 24/09/2015 - 22:57

Allam sei Cristiano, sei patriota, sei una guida religiosa. Il papa è papà del mondo, di tutti gli uomini e donne e gay uguali e indistinti. Per lui un lontano vale come un prossimo, un gay vale come un cristiano come un musulmano. Piange la morte di un musulmano quanto la morte di un cristiano, prega per gli uni come per gli altri. Non gli importa che da parte dei musulmani non ci sia mai stato un gesto di reciprocità, neppure per finta. Non importa al papa che i cristiani siano un popolo di masochisti davanti a un popolo di sadici dichiarati islamici. Non si capisce se il papa sia convinto che i musulmani abbiano una morale più seria e superiore a quella cristiana oppure pensi che la legge del più forte, del più ricco in petrodollari sia la più giusta. Il papa è di tutti ma finora non si è comportato da profeta.

Ritratto di fortezza

fortezza

Gio, 24/09/2015 - 22:57

Prima di tutto la Chiesa non è il vativano, né il papa, cardinali, vescovi, sacerdoti, suore, monaci ed altro La Chiesa è composta da tutti quelli che cedono nel Cristo, morto e risuscitato. Bisogna ricordarsi della parabola del samaritano, che nell'originale dei vangeli non viene chiamato di "buono", ma solo: Scendeva un samaritano, ed ect. Magdi si comporta como il neofita che vuol essere piè "realista" del re. E non solo lui, ma molti commentatori "ortodossi"

Ritratto di fortezza

fortezza

Gio, 24/09/2015 - 22:59

La chiesa accoglie i cristiani che vogliono e4ssere accolti. i cristiani ortodossi dei paesi inconflitto e no, não sono propriamente a favore dei cattolici. Anzi, per il contrario. Studiate poi parlate.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Gio, 24/09/2015 - 23:45

Certo che questo papa lascia a dir poco basiti, con tutta la sua apertura verso un dialogo impossibile. Perché non ascolta le parole accorate di sacerdoti e vescovi d’oriente che vivendo tutte le brutture che il loro popolo cristiano subisce ogni giorno e conoscendo bene la situazione dei territori, sono in grado di dare le dritte giuste per mettere la parola fine a questo continuo martirio? Si preoccupa giustamente per l’abolizione della pena di morte negli USA, perché allora non si preoccupa delle atroci pene di morte, delle fughe disperate dalle loro case, dei selvaggi sequestri di ogni bene, delle umiliazioni più sadiche, che ogni giorno i martiri cristiani subiscono? Un pastore che lascia che i lupi dispongano a loro piacimento delle sue pecorelle per poi sbranarle, che pastore é? Grazie Allam che con il coraggio del giusto, continui a gridare la Verità.

spina65

Gio, 24/09/2015 - 23:45

lei e' solo un convertito x interesse economico, scrive peste e corna dei musulmani xche' tira....fortunatamente non ho mai letto e mai leggero un suo libro, mi e' bastato leggere qualche suo articolo qui....robaccia

antipodo

Ven, 25/09/2015 - 00:41

Aperta ai mussulpiedi chiusa ai cristiani

Ritratto di giannibaccin

giannibaccin

Ven, 25/09/2015 - 01:09

Trasformeranno la Basilica di Roma in moschea.

Marcolux

Ven, 25/09/2015 - 01:43

Nella nostra piccola parrocchia non accoglieremo nessun islamico, mai! Dovranno passare sui nostri cadaveri questi animali che arrivano al grido di Allah Akbar! Se Allah è grande e tutti i cristiani infedeli sono da sgozzare, certamente non gli daremo noi i coltelli per farlo. Se li prenda tutti Bergoglio questi vermi schifosi!

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/09/2015 - 07:06

sengol,credo che lei sia un povero stolto,che al massimo, il viaggio piu' lungo della sua vita,e' da dove abita al supermecato piu'vicino.Mi faccia il piacere eviti di commentare.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/09/2015 - 07:08

Comunque,questo e' un papa anomalo,e subdolo.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Ven, 25/09/2015 - 07:32

Il convertito Magdi Allam Cristiano si ripassi il Vangelo, che deve evidentemente ancora studiare a fondo, non avendone capito minimamente lo spirito nonostante il suo battesimo papale in San Pietro. Vangelo che è ben diverso dal Corano a cui era stato abituato.

Maver

Ven, 25/09/2015 - 09:13

@sengol, ai lettori del Giornale interessa molto l'opinione di Magdi Allam, interessa poco (o nulla) la sua opinione. Se non le piace quanto il giornalista ha da dirci può sempre "uscire dalla porta principale", nessuno la obbliga a leggerlo. Accetti un consiglio, non perda tempo a rampognare inutilmente, qui non troverà consensi.

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 25/09/2015 - 10:55

il cavallo di Txxxa dell'islam

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 25/09/2015 - 11:05

l'antiCristo

cecco61

Mer, 23/03/2016 - 09:23

@ palermitano: conta poco che tutte e tre le religioni credano nello stesso Dio. Almeno gli ebrei osservanti, nel loro razzismo (sono il popolo eletto), si limitano ad impedire i matrimoni con i non-ebrei o, i meno ortodossi, a imporre la conversione. L'Islam invece predica l'annientamento dell'infedele. Come vede, seppur monoteiste, hanno differenze sostanziali e soprattutto non si considerano di certo "fratelli". Vada a scrivere le sue scemenze altrove o provi ad andare personalmente a raccontarle ai familiari delle vittime di ieri.

buri

Lun, 04/07/2016 - 17:16

se continua così mi faccio ortodosso, non voglio più assistere alla distruzione della chiesa cattolica ad opera di Bergoglio