Cinque Terre esasperate e scatta la caccia al ladro

Sono spudorati, arroganti, rubano dappertutto e restano impuniti Così Manarola, 250 abitanti, ha deciso di reagire. Con i cellulari

nostro inviato a Manarola (La Spezia)

Corrono a perdifiato. E intanto chiamano a raccolta gli abitanti di un borgo poco più grande di un presepe. Telefonate. Sms. Richieste di aiuto via whats app. E, a fianco, il più tradizionale scampanellio alla porta. Due, tre, cinque, dieci persone. Poi ancora di più, quindici, forse venti: il piccolo esercito si ingrossa. Manarola non vuole lasciarsi fuggire i ladri che hanno appena portato via la borsetta, nascosta dietro il banco della reception di uno dei tanti alberghi del paesino, il secondo delle Cinque Terre venendo da La Spezia. La signora Paola li ha descritti molto bene: erano in tre e ora bisogna prenderli. Pochi secondi. E il terzetto viene avvistato, in vista della stazione e della possibile via di fuga. Urla. Insulti. Spinte. «É ora di finirla con questa situazione, qui hanno superato il segno. Basta». Per le statistiche della microcriminalità italiana questo episodio è un granello d sabbia che si perde nel mare senza fondo dei furti, degli scippi, delle rapine. Ma per i 250 di Manarola questa è una giornata spartiacque. «Finora – mi dice Massimo Andreoli, che lavora in mare per il Parco nazionale delle Cinque Terre ed è un po' un'autorità locale - questi delinquenti rubavano in stazione, ma se cominciano ad entrare nelle case e negli alberghi è finita. Dobbiamo organizzarci e rispondere». E in effetti gli abitanti si sono già organizzati. Una volta erano le campane a segnalare il pericolo che veniva dal mare e aveva la faccia feroce dei pirati o dei turchi; ora sono gli smartphone a lanciare l'allarme ma l'insidia arriva da terra, anche se i volti hanno qualche lontana somiglianza con quelli tramandati nei racconti orali.

I tre sono al muro. Li hanno portati davanti al bar Aristide, oltre la galleria che collega i binari al paese Sono marocchini, il colore delle pelle è scuro ma non è nero. «Voi di qui non vi muovete». Per fortuna i carabinieri arrivano da Riomaggiore in pochi minuti. Troppo in fretta, per i gusti di qualcuno: «Peccato, li avremmo sistemati per bene. Adesso ci pensiamo noi». I tre non hanno niente addosso. Solo canottiere stile bagnante e un'insospettabile dose di arroganza. Un maghrebino guarda dritto negli occhi Andreoli, uno che non butta per terra neanche la cicca della sigaretta e porta con orgoglio una maglia su cui è scritto: «Io sto con i cetacei» e gli sibila: «Quando torno ti uccido». L'altro vorrebbe anticiparlo e scatta in avanti... I carabinieri si mettono in mezzo: «State calmi, state calmi». É una scena surreale. Non siamo a Corleone o in Aspromonte ma in mezzo a migliaia di turisti in infradito che parlano tutte le lingue del mondo. Americani. Inglesi. Cinesi. A pochi passi, davanti a una tavolata che è un cimitero di bottiglie, una comitiva tedesca intona un corale dolce, a tratti struggente. Forse un inizio di sbornia triste.

I documenti non si trovano. E la borsetta chissà dov'è finita. «Adesso li fermano e fra due ore sono di nuovo liberi», dice sconsolata una signora, una di quelle che qui ha seconda casa. «Da oggi dobbiamo organizzarci in modo strutturato» ripetono i ragazzi che intanto si sparpagliano alla ricerca, frenetica, della borsetta. Su e giù per i pendii. Fra prati e giardini. É la comunità che ruggisce e si fa ronda, dove lo Stato, quello ufficiale al di là dei bravissimi carabinieri che pure padroneggiano la situazione, è perso nel labirinto delle leggi contorte, dei cavilli, delle norme da interpretare, del buonismo dilagante che genera solo rabbia e xenofobia.,

Al bar Aristide, la signora Monica catechizza le dipendenti con una praticità quasi cinica: «Mi raccomando, memorizzate le facce dei tre, tanto questi ritornano». Poi si sfoga e sfoga la sua insicurezza: «Laggiù nella galleria l'altro giorno c'era un tappeto di portafogli rubati. Sono i rom, anzi le rom». Quelle di cui ha parlato il Giornale ieri. «Noi le conosciamo, ma loro ritornano. Ieri una si è seduta qua fuori, vicino ad un cliente anziano, forse australiano. L'ho scacciata. Lei non se ne voleva andare». I marocchini finiscono in caserma a La Spezia, per i soliti accertamenti di rito. I giudici del popolo hanno già emesso la loro sentenza. Minacciosa: «La prossima volta faranno brutta fine».

Commenti
Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 05/07/2015 - 08:55

Troppo veloci i carabinieri ma mai quanto il magistrato a rimettere in libertà sti fetenti d'immigrati.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/07/2015 - 08:58

Visto che se lo sono voluto uno votando Pd non mi dispiace. Chiamino il bullo che ha depenalizzato il furto.

maurizio50

Dom, 05/07/2015 - 09:03

Grazie compagni! Grazie Giudici! Grazie Preti per il radioso avvenire che state dando all'Italia e agli Italiani!!!!

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Dom, 05/07/2015 - 09:10

Quanto sono alte le scogliere delle Cinque Terre...

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Dom, 05/07/2015 - 09:17

Nessuno sottovaluti l'animo dei Liguri:compressi tra mare e montagna, hanno strappato all'uno e all'altra ogni boccone di cibo. Non si faranno mettere sotto da quattro cialtroni.

honhil

Dom, 05/07/2015 - 09:26

«Quando torno ti uccido». Sembra una scena da film dell’orrido. E i carabinieri non possono che invitare alla calma. Del resto, che c’è da fare con una magistratura che fa il tifo per questa gente? C’è di buono che in una piccola comunità possono autodifendersi, e loro sembrano essere sulla buona strada. Forse gli italiani dovrebbero sistematicamente cominciarlo a fare, quartiere per quartiere. Con perseveranza.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/07/2015 - 09:40

Abbiamo creato il Paese più bello del mondo per farcelo depredare da questa feccia! Ma chi gli ha dato questa tracotanza si protegge bene e se ne va in Grecia a mostrà le chiappe chiare alla faccia nostra! Il maledetto binomio Stato-Chiesa, la strafottenza tra compari di queste due calamità. Ma almeno la Chiesa ha costruito qualcosa. Cosa ha fatto lo Stato oltre all'Autostrada del Sole per far guadagnare l'Avvocato? State attenti: se ci fate perdere troppo, poi non abbiamo più niente da perdere!

Ritratto di echowindy

echowindy

Dom, 05/07/2015 - 09:49

ALLA PERCEZIONE DEGLI STIMOLI, DI VALUTARE L’AUTODIFESA COME URGENTE PREVENZIONE PER PREVENIRE PEGGIORI SVILUPPI FUTURI DELLE ATTUALI SITUAZIONI… IL BUON SENSO PERMETTEREBBE DELIBERATAMENTE DI SPARARE A VISTA!!! ALFANO DEL PARTITO SCALDA-POLTRONE, SE CI SEI BATTI UN COLPO

obiettore

Dom, 05/07/2015 - 09:55

Bah, son tutti di sinistra laggiù. Ma il buonismo evapora quando toccano le vostre cose, eh ?

Marcolux

Dom, 05/07/2015 - 10:27

L'errore grossolano è stato quello di chiamare i carabinieri, perchè alla fine loro malgrado si sono rivelati i santi protettori. Dovevano massacrarli sul posto, e lasciarli crepare lì. Finche non si comincia a farci giustizia da noi non c'è speranza. Lo Stato non esiste più e la Magistratura è sempre al fianco del delinquente, soprattutto se clandestino e zingaro. Viviamo purtroppo in un Paese allo sbando, un Paese finito e senza speranza.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/07/2015 - 10:47

@obiettore:....è così!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 05/07/2015 - 10:51

Ma via!!! Sono tutti tesserati del Piddiii!!! Non è ce siano tesserati dei 5 stelle o di forza Italia??? Tutti i tesserati al Piddiii, è IMPOSSIBILE CHE SIANO DELINQUENTI o LADRI!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 05/07/2015 - 11:23

L'unico sistema, organizzare delle ronde (logicamente privati cittadini) come li prendi una scarica di legnate ben date.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 05/07/2015 - 11:44

Gia' qualcosa che il giudice non denunci i cittadini per sequestro di persona,visto che non trovano la prova della colpevolezza.

lupo1963

Dom, 05/07/2015 - 11:56

Non devono chiamare nessuno,tanto i magistrati sono dalla parte di questa spazzatura.Picchiarli a sangue e lasciarli a terra massacrati.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 05/07/2015 - 11:57

Sono beduini magrebini arroganti(con l'italico se lo possono permettere) ma non stupidi, non a caso non toccano quasi mai i cinesi tentando di derubarli o fagli del male,li sanno che c'è del duro, non rischiano un leggero rompimento di maroni in questura con finta espulsione, li rischierebbero semplicemente di scomparire per sempre.Il cinese non va a perdere tempo con denunce.Alcuni anni fa a Roma rapinarono e uccisero un giovane cinese e la giovanissima figlia ma dopo pochissimo tempo trovarono impiccato uno dei magrebini colpevole,dissero suicida...lo dissero !!!dell'altro non si seppe mai più niente!!!! Tutta la vicenda ha sicuramente fatto scuola nella testa del beduinomagrebino

Ritratto di BRACCOstufo

BRACCOstufo

Dom, 05/07/2015 - 11:59

I Carabinieri non possono consentire i linciaggi, questo è normale. Basta non chiamarli o chiamarli un po' più tardi. Io conosco bene quelle zone, ci sono scogliere molto alte e ripide che scendono verso il mare. sono pericolosissime, si inciampa e si scivola con una facilità incredibile. gli stranieri che non le conoscono è bene che facciano molta, ma molta attenzione....

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 05/07/2015 - 12:03

...«Mi raccomando, memorizzate le facce dei tre, tanto questi ritornano». E' qui il rebus, come dico sempre io, non bisogna dare loro la possibilità di reiterare il delitto e, questa possibilità, gli abitanti di Manarola, l'avevano, ma l'anno sprecata.

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Dom, 05/07/2015 - 12:05

E gia', col cellulare gli fate fresco. Povera Italia, in mano agli illegali e giudici!

steacanessa

Dom, 05/07/2015 - 12:13

La prossima volta riempiteli di botte e poi chiamate i carabinieri. Se vi chiedono cosa è successo, dite che sono inciampati fuggendo. Vedrete che vi crederanno.

nonnoaldo

Dom, 05/07/2015 - 12:50

Sono quasi certamente tutti di fede musulmana, quindi perchè non applicare loro la sharia? Penso che si guarderebbero bene dal delinquere.

rossini

Dom, 05/07/2015 - 13:23

Peccato. Prima che arrivassero i Carabinieri, avrebbero avuto tutto il tempo di creparli di mazzate. Solo così gli sarebbe passata la voglia di tornare.

Tarantasio.1111

Dom, 05/07/2015 - 13:29

Gli abitanti di Manarola, come del resto tutti gli italiani che subiscono questi affronti e minacce dai delinquenti che vengono da altri paesi, hanno ragione ma, se avete da decenni votato le sinistre italiane...ciò che subite è quello che meritate.

Cobra71

Dom, 05/07/2015 - 13:41

Come diceva il savonese: "Eh son tutti froci, si ma col cxxo degli altri!" ... Questo tanto per riallacciarsi alla sacrosanta frase già espressa nei commenti precedenti, che il falsobuonismo e l'ipocrisia sinistroide cessano di esistere di colpo se vengono "toccate" le loro cose. Schifo di gente che sta facendo del proprio "meglio" per trasformare l'Italia in uno SCHIFO di paese. E devo dire che sono molto bravi nel farlo...

epc

Dom, 05/07/2015 - 13:51

"Quando torno ti uccido": spero veramente che al signor Andreoli non succeda nulla. Altrimenti i magistrati sarebbero capaci di dire che se lè cercata, come già succeso nel caso dello stupro ed omicidio di una signora di Roma.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 05/07/2015 - 14:11

"Quando torno ti uccido" ha detto il marocchino e c'è da credergli che lo farà se ne avrà la possibilità, altro che "State calmi..." come unica risposta alla minaccia da parte dei carabinieri, che queste cose le sanno. Se si arrendono anche loro in questo Paese di mxxxa allora vuol proprio dire che non rimane altro da fare che arrangiarsi!

lamwolf

Dom, 05/07/2015 - 14:17

La Lega presto al potere ridarà sicurezza e orgoglio al nostro paese, spazzando via una giustizia garantista e la politica dei compagni rossi.

alby118

Dom, 05/07/2015 - 15:54

Bellissimo film " Giustizia privata " !!!! Consigliato. Alla feccia arrogante vanno tagliate le ali !!

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 05/07/2015 - 16:02

Finirà che prima o poi non verranno più chiamati i Carabinieri, ma direttamente il servizio funebre. Sempre e quando si ritrovino i corpi... Lo avrà voluto questa giustizia marcia, senza dimenticare questo Stato inutile!

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 05/07/2015 - 16:11

Ricordatevi che la responsabilità di questo disastro è la politica e i politichi che abbiamo eletto, almeno alcuni, il resto è "normale inettitudine".

alox

Dom, 05/07/2015 - 16:35

La ripresa economica e' impossibile quando la proprieta' privata non e' protetta! L'Italia in modo costante e subdolo e' sulla strada della Grecia grazie ad un governo e ideologia SOCIALISTA: l'Europa ed il Mondo vengono in secondo momento: "chi è causa del suo mal pianga sè stesso".

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 05/07/2015 - 16:54

E' giunta l'ora di reagire con le DOPPIETTE, non con i cellulari! Ancora una volta le Forze dell'Ordine hanno fatto ben poco, solita routine. Mi piacerebbe sapere, per esempio, se nel verbale stilato c'è traccia delle plateali minacce di morte rivolte da quel marocchino schifoso al Sig. Andreoli.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 05/07/2015 - 17:18

Le risorse marocchine a volte rubano, ma il grande vantaggio culturale che otteniamo dalla loro presenza supera ampiamente i disagi dei furti. Non capisco quindi la reazione isterica delle masse indigene. Stessa cosa con i preziosi Rom: incontrarli in ciabatte infradito e tuta Adidas lavata l'ultima volta nel 2005 è sempre un'esperienza di altissimo livello intellettuale, non valgono niente i portafogli borseggiati, la ricchezza che otteniamo da queste pregevoli etnie li ripaga ampiamente.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 05/07/2015 - 17:22

Di cosa si meravigliano? Votano da sempre comunista? Bene si prendano anche ciò che significa votare dei dementi. E non rompano troppo perché certe cose le subiscono anche chi non vota sinistrati.

Fransino

Dom, 05/07/2015 - 17:48

Ci vorrebbe ancora i tempi del West, basta un albero...

Italiota_Medio

Dom, 05/07/2015 - 18:30

Vi siete mai chiesti come mai, queste preziose risorse, una volta sbarcate si dirigono al nord? come mai non succedono furti in villa in Calabria e Sicilia? Ve lo dico io che ho frequentato a lungo quei lidi..li non chiamano I carabinieri, e le risorse lo sanno. Sanno che la punizione per gli eventuali crimini arrivera' veloce e terribile. Ecco perche' vengono al nord. Al sud l'albergatore avrebbe fatto una telefonata al boss della zona e le risorse sarebbero state trasformate in concime per le piante. Al nord no. siamo civili noi..ce la prendiamo in .... e chiediamo pure scusa.

ziobeppe1951

Dom, 05/07/2015 - 19:02

Riapriamo in anticipo la caccia...tiro al piccione

FRANZJOSEFF

Dom, 05/07/2015 - 19:07

SE L'ITALIA E' DEBOLE SONO RESONSABILI I POLITICI DI SINISTRA CON LA RESPONSABILITA' DEI SERVI PARTITI CATTOCOMUNISTI CHE STANNO AL GOVERNO. E SOPRATUTTO I MAGISTRATI CHE NON VOGLIONO ALZARE LA VOCE, SIA COME ITALIANI CHE COME MAGISTRATI DI AVERE LEGGI DURE E NON COLLABORATIVI CON I LADRI SOPRATUTTO ZINGARI E CLANDESTINI. I MAGISTRATI DOVREBBERO DARE LE INDICAZIONI PER CONSIGLIARE AI POLITICI SINISTRI DI INDURRE GLI STRANIERI A NON RAPNARE E AMMAZZARE OLTRE PRENDERE PER IL CxxO GLI ITALIANI. MA MAGISTRATURA DEMOCRATICA FARA' TUTTO CIO'? HO CERTEZZA DI NO.

gennnio

Dom, 05/07/2015 - 19:11

Ma 1, dico una prova, contro questi tre c'era???

unico1930

Dom, 05/07/2015 - 19:20

Inutile perdere tempo con i Carabinieri,i magistrati dopo due ore li lasciano liberi.Meglio portarli a passeggiare sui sentierini a picco sul mare............

forbot

Dom, 05/07/2015 - 19:26

Dite bene: E' giunta l'ora di reagire con le DOPPIETTE ! Io l'ho fatto, dopo ben cinque volte che mi hanno rapinato in casa. Di notte sparando in aria. Non ho colpito nessuno, solo per farli scappare. Il prefetto di Lucca mi ha fatto ritirare il porto d'armi e le armi quando ho sparato ad un cane che stava per aggredire una donna con il figlio in braccio. In cinquant'anni non ho mai fatto male ad una mosca, eppure le armi le ho sempre avute. Cosa stà succedendo? Stanno rivoltando tutte le vecchie regole? Come dobbiamo regolarci? Sarebbe il caso di rispiegarci le nuove norme, compreso i diritti che pur dobbiamo avere. Come la sicurezza e la difesa della proprietà.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 05/07/2015 - 20:33

Un'altra volta chiamate i Carabinieri dopo qualche ora che li avete passati per le mani, se ancora respirano, altrimenti chiamate direttamente l'impresa di pompe funebri!

unz

Dom, 05/07/2015 - 21:01

quante risorse!

unz

Dom, 05/07/2015 - 21:04

per inciso grazie alla Legge Orlando (scusate le maiuscole), tali reati non sono più punibili penalmente, in quanto la pena detentiva sarebbe inferiore a 5 anni. una legge unica al mondo termometro della barbarie in cui dovranno vicere gli italiani perche politici ignobili risolvono cosi i richiami dell'Europa sul sovraffollamento delle carceri. per favore Salvini subito le firme per un referendum abrogativo. grazie.

Ritratto di Gius1

Gius1

Dom, 05/07/2015 - 21:12

Ci terrorizzano anche con le minace.BRRRRRR ma il problema e´la legge che li difende

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 05/07/2015 - 21:35

Scrivo commenti su parecchie testate....l'altro giorno un caro signore mi ha dato del razzista perchè ho scritto '''alle rom che rubano avrei dato sue solenni ceffoni .....!!!!''''Apriti cielo ! Un cristiano che dà le sberle alle rom che rubano perdi più minorenni....mi ha scritto che dovevo vergognarmi......sig. Carlo 8 cosi si firmava) io non mi vergogno e continuo a dire che se becco due rom che rubano oltre a due ceffoni gli rifilo anche due calci nel sedere....devono capire che hanno rotto le scatole con la loro delinquenza!

Thor88

Dom, 05/07/2015 - 21:42

Feccia araba.Inutile,questi beduini sono totalmente distanti da noi.È 'una cultura che non s'incastra con la nostra.Abbiamo migliaia di ucraini,molti buddisti che se ne stanno buoni a pregare i loro dei rispettando le nostre tradizioni,e molte altre comunita' straniere che non danno fastidio.E questi cammellari? Questi cammellari ci sputano in faccia anche in presenza della legge ormai.Percepiscono la nostra pavidità e l'inefficienza delle forze dell'ordine a cui è stato imposto di non "dar troppi problemi" a tutta questa feccia.Onore ai cittadini di questo paesino.C'è ancora cameratismo,poco ma c'è, tra gli italiani.Mi spiace solo che non abbiano inflitto punizioni corporali a questi tre schifosi marocchini.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 06/07/2015 - 00:00

Buon segno se i cittadini cominciano a reagire in prima persona. IL DILAGARE DI QUESTA DELINQUENZA È UNA PRECISA RESPONSABILITÀ DEL GOVERNO. Hanno stupidamente depenalizzato i reati per SVUOTARE LE CARCERI FREGANDOSENE DEI DANNI AI CITTADINI. Buttiamo giù questa banda immorale di incoscienti irresponsabili.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 06/07/2015 - 02:26

Buon lavoro presidente della Regione Giovanni Toti. Avrai da fare un bel "braccio di ferro" a convincere i recalcitranti compagni a cambiare punti di vista per come si amministra un territorio. In confronto gli Austriaci sbaragliati dal Balilla, né fascista ne partigiano, erano degli autentici galantuomini se paragonati alle mode d'"illo tempore".

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 06/07/2015 - 02:41

Annuncio alla stazione ferroviaria di Monterosso: Din don: si avvisano i signori viaggiatori di ... cambiare portafoglio.

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 06/07/2015 - 08:36

Buon segno se i cittadini cominciano a reagire !!