La City ha mollato il premier «La sua fortuna sta per finire»

Per il Financial Times «l'Italia è vulnerabile e rischia di rimanere isolata». Ma il presidente del Consiglio fa spallucce: «Stiamo rimettendo in moto il Paese»

Il Financial Times sostiene che Matteo Renzi sta esaurendo la fortuna. Ma soprattutto che l'atteggiamento del suo governo sui dossier economici e di sicurezza (lite sul bilancio con l'Europa e incertezze libiche) «rischiano di isolarlo a livello internazionale».Ed il presidente del Consiglio cosa fa per rompere questo (reale o presunto) isolamento? Va in missione in Argentina, «uno dei Paesi più belli e ricchi del mondo», dice il premier. Che contribuisce, però, al Pil mondiale per lo 0,57% e registra un reddito pro-capite inferiore a quello greco.A Buenos Aires, Renzi glissa sull'articolo del Financial Times. E non risponde a chi gli chiede un commento. Ripete il solito mantra: «Stiamo rimettendo in moto il Paese. L'Italia è tornata». Anche nel quartiere Boca. In realtà, a Palazzo Chigi ed al ministero dell'Economia la lettura del quotidiano inglese ha innescato ondate di preoccupazione. Anche perché, l'articolo descrive il premier (ed il bilancio dei due anni di governo) come «auto-celebrativo»; che non tiene affatto conto delle difficoltà che sta attraversando l'Italia. E le elenca.«Venerdì - ricorda Ft - i dati pubblicati dall'ufficio di statistica hanno mostrato che l'economia nel quarto trimestre del 2015 è cresciuta di appena lo 0,1%. I dati - prosegue - hanno sollevato la possibilità preoccupante che la fragile e lenta ripresa italiana non è pronta ad accelerare come previsto dalla maggior parte degli economisti», ma potrebbe rallentare di nuovo. Poi, arrivano le banche. «Al tempo stesso - scrive ancora il Financial Times - le banche italiane sono state tra le più colpite dalla recente disfatta dei mercati globali, accendendo i timori che tutto il Paese possa essere vulnerabile a una nuova crisi finanziaria». A ciò si deve aggiungere il fronte della sicurezza. «L'Italia sta affrontando il dilemma strategico su come rispondere alla crescente minaccia dell'Isis, distante appena 200 miglia dall'isola siciliana di Lampedusa. Le sue relazioni con l'Egitto, un rapporto commerciale e strategico a cui Renzi ha duramente lavorato per coltivarlo, sono stati messi in discussione dal misterioso omicidio di un ricercatore italiano che studiava i diritti sindacali al Cairo».In finale, il quotidiano inglese osserva che Renzi si sta comportando come «un politico estremamente convenzionale e sulla difensiva, mentre aveva caratterizzato il suo approdo a livello internazionale come un politico agile e capace». E conclude l'analisi con il «rischio di un isolamento internazionale». Rischio che potrebbe concretizzarsi al prossimo Consiglio europeo. Nessuno dei temi fin qui sollevati dall'Italia in Europa, a partire da una maggiore flessibilità di bilancio, sarà oggetto di ordine del giorno del Vertice. Si parlerà solo di immigrati (argomento sul quale l'Italia è sotto procedura d'infrazione) senza toccare il tema degli sconti fiscali e di Brexit.Il segnale che Bruxelles manda a Roma è chiaro: qui si gioca con le nostre regole. E l'«isolamento» paventato dal Financial Times alla vigilia del summit europeo sembra essere solo l'antipasto.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 17/02/2016 - 12:48

La fortuna non ha niente a che fare con il Governo, che infatti è costante, meticolosa amministrazione del bene comune, come quella di Berlusconi tanto per intenderci. Invece la fortuna si riferisce ai giocatori di poker e agli avventurieri. Allora, privare l'Italia del suo eletto Governo, per fare i giochi d'azzardo, è la grave colpa del Renzi, del Monti, del Letta e del Napolitano. Che il diavolo se li porti.