La Colt spara l'ultima cartuccia: bancarotta per la pistola del West

Fatturato affossato dal calo delle vendite e dai tagli alle commesse governative

Meno male che Clint Eastwood, con i suoi 85 anni suonati, ha un carattere forte, che John Wayne ci ha lasciato per tempo e che Tex Willer esiste solo nella nostra fantasia di eterni fanciulli innamorati del vecchio West. Perché la notizia dell'imminente bancarotta della Colt Defense, la fabbrica di pistole più famosa d'America insieme con la mitica Smith&Wesson (ci perdonino le altre...), è di quelle che scuotono.

Intendiamoci, la Colt non scomparirà nel nulla dietro il fumo della polvere da sparo come Billy the Kid o Doc Halliday: dovrà però rassegnarsi, dopo 179 anni di attività ininterrotta, a passare di mano. Il leggendario marchio delle armi da fuoco americane è entrato in amministrazione controllata dichiarando il proprio business «fragile» (proprio così: fragile).

La decisione di Colt Defense - spiegano i competenti - era attesa, dopo che l'azienda fondata nel 1836 da Samuel Colt, l'inventore del primo revolver, non era riuscita a trovare un accordo con i creditori. La richiesta di amministrazione controllata stima tra i 100 e i 500 milioni di dollari sia gli asset che le passività. L'azienda intende dunque indire un'asta per la cessione del gruppo entro il 3 agosto, con una offerta iniziale di buyout dal gruppo di private equity Sciens Capital Management, già tra i finanziatori del gruppo.

La decadenza del marchio Colt è la conseguenza di due diversi fattori. Da una parte la diminuzione delle vendite al dettaglio, dall'altra i tagli delle commesse governative: Colt Defense, infatti, non produce solo pistole, ma anche fucili d'assalto M4 e M16. E non sono certo questi di Obama, caratterizzati dalla campagna contro la diffusione delle armi da fuoco tra i privati e dal ritiro dell'esercito degli Stati Uniti da tutti i fronti internazionali, gli anni più positivi per un business come quello della Colt.

Altri tempi, insomma, non solo rispetto a quelli di presidenti «muscolari» come Ronald Reagan o George W. Bush, ma anche e soprattutto a quelli della Frontiera, in cui la legge veniva sì fatta rispettare da uno sceriffo (armato di pistola e non solo) ma essere muniti di un'arma da fuoco per difesa personale era considerata assoluta normalità. La seconda metà dell'Ottocento era stata l'epoca d'oro della Colt, l'epoca della conquista del West riprodotta in centinaia di film «western». Venne poi il tempo della produzione di armi leggere anche per uil mercato internazionale, un tempo in cui la Colt seppe ancora farsi valere soprattutto nella ricerca applicata ai proiettili. Ma ora è arrivato il momento più triste: quello dell'ultima cartuccia.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mar, 16/06/2015 - 09:48

La colt è stata sicuramente un arma all'avanguardia nell'ottocento ma ormai ha fatto il suo tempo ed è stata superata da armi ultra moderne e all'avanguardia. Non poteva che fallire.

Mechwarrior

Mar, 16/06/2015 - 10:37

Non che sia esperto ma la 1911 (arma fantastica) costa troppo e il 45 acp è un calibro impegnativo(pochi colpi nelcaricatore e costo elevato), ormai le polizie usano tutte le glock (brutte ma efficentissime in 9para)per la piattaforma m4/m16 il 223 sembra alla fine (?) e ci sono molti concorrenti (h%k in testa)

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 16/06/2015 - 11:59

giorno di grande dispiacere.......io mi coccolo la mia fida Detective 45 acp e quando smetterò con il porto d'armi la riporrò in una bacheca come si fa con un cimelio di valore.

vince50_19

Mar, 16/06/2015 - 12:06

Chi ne possiede una o più ne abbia molta cura: potrebbe avere, un domani, un buon valore a livello collezionistico!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 16/06/2015 - 13:30

Sembra una notiziola da settimana enigmistica. Ed invece è una notizia epocale. Si parla della mitica colt, la pistola del west, degli sceriffi, della frontiera e della nascita della nazione più potente del mondo moderno. E' anche grazie a questa famosissima arma che gli States son diventati quel che sono: un mito, un miraggio, una fantasia, un paese tanto potente da tollerare, senza quasi accorgersene, presidenti barzelletta come Obama Clinton Kennedy Carte Wilson etc. E' grazie a quest'arma che ogni cittadino degli States può non temere il più forte, il gradasso, il prepotente. Occhio John, quell'omino insignificante che stai per rapinare potrebbe avere una colt!

epc

Mar, 16/06/2015 - 16:49

Dio ha creato gli Uomini, Colt li ha resi uguali.

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 17/06/2015 - 13:11

Colt affossata dal delirio comunistoide dei Democrats.....................Pisellone "nero" sparisci....quasi peggio di Clinton e Carter messi assieme